Arnold Ehret Italia

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.

Moderatori: luciano, Moderators

Avatar utente
By donastella
#5878
Ciao a tutti...sono a 4 settimane di dieta di transizione e sono molto serena e decisa a proseguire su questo percorso di guarigione straordinario.
Ho qualche domandina che vorrei porvi,consapevole del fatto che probabilmente sono cose già dette e ridette, ma io sinceramente non sono ancora riuscita a leggere tutti i messaggi...e queste informazioni fin'ora non le ho ancora trovate. Riguardano la frutta:

1- in quante ore o minuti si digerisce la frutta? Dipende dal tipo di frutta?

2- visto che alcuni frutti sono incompatibili come abbinamento ad altri, quanto tempo dovrebbe intercorrere tra il cibarsi di un frutto acido ad esempio e uno dolce?

Vi faccio queste domande perchè io sono golosa di frutta ed il mio istinto bramoso mi porterebbe a mangiare tutti i frutti insieme o a distanza ravvicinata senza una logica....col risultato di gonfiarmi come un palloncino, perchè crea fermentazione la combinazione sbagliata...giusto?

Oggi ad esempio, non avevo voglia di verdura, per la prima volta da quando ho iniziato la dieta di transizione...solo di frutta...sono persino riuscita a fare il digiuno della colazione, senza prendere centrifugati o succhi...Cosi' a pranzo mi sono mangiata prugne e fichi (chissà se avrò fatto bene), ma dopo un'oretta il mio corpo chiamava ancora frutta...cosi' dopo una mezz'ora di tentennamenti mi sono fatta mezzo melone...sarò malata?...Ora vorrei mangiare ancora frutta(ma che sta succedendo?)...non ho fame veramente, il mio corpo chiama frutta e basta!!!
Comunque stasera ho deciso di mangiare un insalata di verdure come indicato dal libro...non vorrei esagerare con tutta questa frutta...Boh??
Che ne dite?

Vi leggo tutti con immenso piacere, grazie per tutte le informazioni, i pensieri, le emozioni che mi regalate...purtroppo non riesco a scrivere molto, ma vi penso!!!

Un abbraccio...
Avatar utente
By arca
#5882
1- in quante ore o minuti si digerisce la frutta? Dipende dal tipo di frutta?

penso che si digerisca in meno di 2 ore, ma se non è così siamo vicini.

2- visto che alcuni frutti sono incompatibili come abbinamento ad altri, quanto tempo dovrebbe intercorrere tra il cibarsi di un frutto acido ad esempio e uno dolce?

credo che una quarantina di minuti dovrebbe essere un valore medio corretto, però nel momento in cui mangi dell'altro dopo 40 minuti, in realtà stai facendo un altro pasto e stai togliendo energia al corpo per la pulizia. Quindi sarebbe meglio fare un solo pasto con una sola tipologia di frutta, senza avere il problema degli abbinamenti di cui ti parlerò ora.

Vi faccio queste domande perchè io sono golosa di frutta ed il mio istinto bramoso mi porterebbe a mangiare tutti i frutti insieme o a distanza ravvicinata senza una logica....col risultato di gonfiarmi come un palloncino, perchè crea fermentazione la combinazione sbagliata...giusto?

Sì, la frutta acida (prugne o arance) e quella dolce (anguria, melone, fichi) fermentano maledettamente. Pure il mio stomaco diviene un palloncino.
>>>leggi questo post<<<per maggiori informazioni sulle combinazioni di frutta.
Cosi' a pranzo mi sono mangiata prugne e fichi (chissà se avrò fatto bene)

idem come sopra

ma dopo un'oretta il mio corpo chiamava ancora frutta...cosi' dopo una mezz'ora di tentennamenti mi sono fatta mezzo melone...sarò malata?...Ora vorrei mangiare ancora frutta(ma che sta succedendo?)... non ho fame veramente, il mio corpo chiama frutta e basta!!!

Questa è una cosa strana che ho provato anch'io.
Io sono uno che va prevalentemente per il salato, per cui psicologicamente sono attratto più dalle verdure, in qualsiasi modo, specie se la inondo di peperoncino, il gusto che in assoluto amo di più.
Ma quando mangio frutta, yumm..che meraviglia, mi soddisfa di più della verdura. Quindi è solo una credenza del salato con cui sono in accordo.
Ora il problema è che se mangio verdure riesco a tenere fino a sera, ma se mangio frutta dopo un'ora e mezza ho nuovamente fame. Dai 64 chili sono passato ai 67: è estremamente negativo fare più di due pasti al giorno; l'organismo si affatica, digerisce non bene e si creano veleni che si accumulano sotto forma di grassi, senza parlare dell'esagerato numero di calorie.
Ora per il perché venga fame, ho due teorie: la prima che i frutti sono poveri di nutrienti e quindi il corpo è ancora in richiesta; la seconda che l'organismo non è in grado di andare avanti solo con la frutta e quindi, non riuscendo a sintetizzare nutrienti dalla porzione di frutta, richiede altro cibo.
O magari tutti e due.

Comunque stasera ho deciso di mangiare un insalata di verdure come indicato dal libro...non vorrei esagerare con tutta questa frutta...Boh??

Se la chiami, credo onestamente non vi sia alcun problema, specie in questa stagione ed il corpo lo sa.
Buon appetito.
Avatar utente
By donastella
#5883
Grazie Arca per le tue spiegazioni esaurienti e complete.
Cercherò di mangiare un solo tipo di frutta ogni volta, anche se è una gran fatica per me...
Oggi a pranzo in realtà ho mangiato prugne essiccate e poi fichi freschi..Queste prugne erano cosi' dolci, che ho pensato potessero andare bene con i fichi che erano maturi e succosi...Ho notato che la frutta essiccata è spesso piu' dolce della stessa frutta fresca, ma forse il suo valore di base non cambia (acida/alcalina)!?!? :?
Com'è difficile cambiare abitudini cosi' radicate, come ad esempio quella di essere pasticcioni a tavola, come lo sono stata io nella mia vita.... Forse la piu' grande sfida ora per me è proprio rispettare le regole delle combinazioni, perchè fin'ora ho soltanto rispettato una regola: mangia finchè ce n'è, senza darti pensiero!! ...(e infatti se ne sono visti i risultati!!!!!!!!) :evil:
Leggermente diversino da quello che dice Ehret...

Buona serata a tutti!!
Avatar utente
By arca
#5885
La frutta SECCATA diventa dolce, quella ESSICCATA dovrebbe mantenere le caratteristiche d'origine. ESSICCATA significa che le è stata tolta l'acqua, SECCATA significa che alcune sostanze sono state convertite in zuccheri. Se vedi qualche post lo trovi; cerca essiccata, poi secca, poi seccata.
Avatar utente
By donastella
#5895
Si, Davideleo...penso anch'io che sia come dici, insieme al fatto che il corpo di un onnivoro o ex onnivoro medio è stato abituato ad ingerire grandi quantità di cibo molto proteico ed esageratamente sostanzioso, al punto da sovraffaticare ed ingolfare tutto il corpo che non sa che farsene naturalmente di tutta questa roba in piu'...però c'è l'abitudine a sentirsi stracarichi, gonfi, pieni...
...la frutta difficilmente da' questa sensazione, almeno parlo della mia esperienza personale. Mi è capitato di abbuffarmi di frutta in maniera esagerata, perchè ne sono golosa da sempre, ma per quanto piena potessi sentirmi non è mai come aver mangiato altri cibi...
Ho sempre pensato, sin da bambina, che la frutta fosse un cibo puro...Non so spiegare bene...
Ogni volta che ho gustato un frutto, soprattutto quelli dolci e succosi, morbidi e maturi, mi sono sentita in armonia con tutto il creato e ho ringraziato istintivamente per cio' che avevo ricevuto...a volte scherzando, dicevo ai miei amici che quando mangiavo frutta mi sentivo in estasi ed in effetti le faccie che facevo mentre la mangiavo esprimevano proprio tali stati d'animo.... :D
E chiaramente venivo presa in giro, perchè loro invece provavano si' la stessa sensazione, ma magari mangiando un bel cosciotto di maiale o una spaghettata... :evil:

Comunque, a volte sento che mi fa quasi paura la sensazione di vuoto che mi lascia la frutta, come se volessi a tutti costi riempire lo stomaco d'altro subito, perchè la frutta forse è portatrice di frequenze elevate e queste sono anomale rispetto alla frequenza ordinaria...E' forse un richiamo alla purezza spirituale originaria, che si esprime nel corpo come sangue puro, che la frutta e le verdure ci aiutano ad ottenere col processo di disintossicazione... E' un mio pensiero e vissuto intimo personale e mi fa piacere condividerlo e portarlo qui a voi...

Un abbraccio a tutti...
Avatar utente
By luciano
#5897
donastella ha scritto:E' forse un richiamo alla purezza spirituale originaria, che si esprime nel corpo come sangue puro, che la frutta e le verdure ci aiutano ad ottenere col processo di disintossicazione... E' un mio pensiero e vissuto intimo personale e mi fa piacere condividerlo e portarlo qui a voi...

Un abbraccio a tutti...


Grazie Donastella.
Un abbraccio. :D
By syncster
#5900
la prima che i frutti sono poveri di nutrienti e quindi il corpo è ancora in richiesta; la seconda che l'organismo non è in grado di andare avanti solo con la frutta e quindi, non riuscendo a sintetizzare nutrienti dalla porzione di frutta, richiede altro cibo.


Ma la frutta non e` il cibo perfetto per l´uomo?
Avatar utente
By arca
#5901
Ma la frutta non e` il cibo perfetto per l´uomo?


8O 8O 8O 8O
Ma sync, spero sia solo una provocazione affinchè sa chiarito meglio il concetto per i nuovi che magari lo leggono e non perché tu abbia dubbi; d'altronde lo sperimenti ogni giornoi il valore del Sistema e QUESTO E SOLO QUESTO dovrebbe avere valore per te.

Nella mia affermazione mi riferivo alla frutta moderna, quella che è povera perché coltivata in malo modo, ormai. Lo abbiamo già detto centinaia di volte.

la seconda che l'organismo non è in grado di andare avanti solo con la frutta e quindi, non riuscendo a sintetizzare nutrienti dalla porzione di frutta, richiede altro cibo.

quindi, per il motivo detto sopra, cioè l'attuale povertà di nutrienti, l'organismo non riesce a saziarsi con una porzione di sola frutta equivalente a quella di cibi tossici appunto perchè non crea l'effetto pesantezza. Quindi si ci alza sazi (come giustamente si dovrebbe), ma poi, poiché non c'è questo effetto di grande indigeribilità, si ha velocemente fame. L'organismo non è impeganto nel difendersi a livello di digestione e richiede altro cibo poiché trova pochi nutrienti.

Un abbraccio
By syncster
#5902
Arca scusami ho interpretato male quello che avevi scritto....ovviamente poi in un corpo perfettamente pulito riesci a riesci a ricavare il 100% di quello che ti serve solamente dalla frutta
Avatar utente
By Narayani
#5935
donastella ha scritto:Ho sempre pensato, sin da bambina, che la frutta fosse un cibo puro...
Ogni volta che ho gustato un frutto, mi sono sentita in armonia e ho ringraziato istintivamente...

Anch'io, probabilmente perché non è lavorato, così nasce così è pronto da mangiare. E la natura lo produce.

donastella ha scritto:a volte scherzando, dicevo che mi sentivo in estasi
E chiaramente venivo presa in giro, perchè loro invece provavano si' la stessa sensazione, ma magari mangiando un bel cosciotto di maiale o una spaghettata... :evil:


Sei in buona compagnia! Da sempre è stato il mio cibo preferito, praticamente è da una vita che mia mamma mi vede comprare e mangiare frutta e verdura ogni santo giorno (non mi stanca mai!!) e ovviamente sa che mi piace molto. Tuttavia l'altro giorno salta fuori con questa domanda:
"Ma quando tornerai a mangiare come prima? Quando ti potrò rivedere mangiare sul serio qualcosa di buono e appagante, chessò tipo un panino al prosciutto ?"
Le ho risposto istintivamente e pacatamente .. mai.
E lei mi fa: "Allora devi andare dallo psicologo!!"

8O Dopo una vita non ha ancora capito che quello per me non è cibo?
:lol: E' pensa ancora che mi piaccia una cosa tipo .. il panino al prosciutto,
Ho riso, mi faceva quasi pena... povera mami, non ne vuole sapere! Sono un caso disperato! :wink: Scusate l'ot ma mi devo sfogare....

donastella ha scritto:La sensazione di vuoto che mi lascia la frutta

Di solito dopo aver mangiato frutta, mi sento sazia (non c'è il vuoto) ma leggera (non c'è il mattone), per me è un fatto positivo... ma forse la cosa cambia in base a molte variabili.
Avatar utente
By donastella
#5963
Ciao Narayani...mi fa piacere sapere che c'è qualcuno che prova sensazioni simili alle mie...e non farti influenzare da cio' che afferma tua madre, anche lei è stata condizionata...sicuramente ti vuole bene e pensa di fare il tuo bene dicendoti quelle cose...

Per quanto riguarda il senso di vuoto, nonostante la mia adorazione per la frutta, io penso sia dovuto nel mio caso specifico, ad una forzatura prolungata nel tempo, a mangiare grandi quantità di cibo, soprattutto farinacei e formaggi, nonchè dolci...Quindi non sono piu' abituata alla leggiadra sensazione che lascia la frutta ai miei organi digestivi...

I miei genitori, sono nati entrambi nel periodo prima della guerra e si sono portati dietro il terrore di morire di fame e quindi il bisogno di rimpinzarsi fino a non poterne piu' (soprattutto mio padre nato nel '35,...infatti ha un pancione notevole...)
Questa paura mi è stata trasmessa, nonostante io sia nata nel benessere economico e nel comfort della vita moderna e per quanto assurdo sia, a volte la percepisco ancora (i condizionamenti!!!)...
A volte mi sono persino sorpresa a mangiare del cibo soltanto perchè dentro di me una vocina diceva:" mangia, mangia e fai scorta finchè c'è, chissà se domani ci sarà ancora!!!"...ma non avevo mica fame davvero!!

Insomma, per quanto buffo sia, spesso ho mangiato piu' per la paura di rimanere senza il giorno dopo, che per fame vera (ovviamente non mi è mai mancato il cibo concretamente, anzi!!). Risultato: intestino e stomaco dilatati ed ingolfati.

E tornando alla frutta, direi che per quanto meravigiosamente gustosa e gratificante, non da' quella sensazione di pienezza eccessiva ed abbondanza o di scorta appunto, che altri cibi danno...perchè si digerisce facilmente, non pesa e il suo gusto è cristallino, puro, sublime,... :D

Pian piano mi riabituerò ad essere leggera, magra e senza scorte!!!! :lol:

W la frutta!!!! :D

Ciao!!
Avatar utente
By Narayani
#5974
Ciao e buon ferragosto!

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret