Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By sandrod
#79702
Voglio raccontarvi qui cosa sta capitando a un mio amico.
Premetto che non è ehretista, ma che la maggior parte della sua alimentazione è vegetariana composta almeno all'80 per cento di frutta e verdure crude e cotte.
Ha 42 anni, panettiere dall'età di 14 anni.
Da quando aveva 16 anni vive con gli antistaminici in tasca per via delle allergie, soprattutto (guarda un pò) alla farina con effetti a volte devastanti, tanto da dover (circa 4 anni fa) abbandonare il suo mestiere per non finire in ospedale e ripiegare sulla pasticceria che comporta molto meno contatto con la farina.
Per non parlare della disbiosi intestinale, con episodi colitici pesantissimi (quindi disbiosi intestinale).
Ultimamente ha visto i miei miglioramenti e incuriosito dal mio digiuno di un mese ha cominciato ad informarsi sul digiuno terapeutico, naturalmente cercando riferimenti alle sue allergie e trovando tantissimi siti che ne parlano come di una soluzione al suo problema.
Allora ha deciso di provare a digiunare e ascoltandomi, ha evitato di partire pancia a terra (visto il suo avvelenamento da più di 25 anni di farmaci) cominciando a ridurre la quantità di cibo che ho scoperto fosse proprio tanta!

Dopo quattro/cinque giorni, e senza prendere nessun medicinale la sua allergia è regredita in modo incredibile, quasi azzerandosi; ha sempre il naso libero cosa che non gli era mai capitato con tutti i tentativi precedenti di cure e diete! E anche l'intestino funziona molto meglio.
Adesso ha in programma di continuare a diminuire la quantità di cibo fino a fare qualche giorno di digiuno completo ed è letteralmente entusiasta dei risultati ottenuti!
Avrà degli alti e bassi sicuramente, e la situazione dentale deve essere studiata visto che ha ancora gli ottavi e diverse otturazioni in amalgama in bocca.

Questo per dire che in certi casi (credo tanti) la quantità di cibo, anche se corretto, ha un ruolo fondamentale nello sviluppo di disturbi importanti.
La mia riflessione è che la sua energia (che è tanta) fosse assorbita per lo più dal processo digestivo molto pesante, e che non fosse sufficiente affinchè il suo sistema immunitario riuscisse a combattere le allergie.
Sembra che la riduzione della quantità di cibo gli abbia permesso di recuperare energia che l'organismo utilizza per intercettare le allergie.
Quando avrà anche i denti a posto credo che tutti i suoi problemi saranno solo un ricordo!

Bisogna notare che ha anche il vantaggio di vivere molto all'aria aperta durante il giorno (lavora di notte) curando un bell'orto sinergico che ha messo in funzione questa primavera.

Come dice sempre Luciano: la verità è semplice
Avatar utente
By sandrod
#79723
il caso è degno di approfondimento, perchè ci da una valutazione di quanto valgono i test della medicina 'ufficiale.

Ieri Sergio (il mio amico) è andato dall'allergologo dell'ASL. Aveva preso appuntamento dieci giorni fa per vedere cosa fare con l'allergia che non riusciva a tenere sotto controllo con gli anti-istaminici.
Per prepararsi alla visita gli avevano chiesto di non prendere nessun medicinale per 5 giorni.
Per questo ha cominciato questo semi-digiuno, spaventato da come pensava di stare senza medicinali.
Della sua sorpresa dopo qualche giorno di semi-digiuno ho già parlato.
La sorpresa più grossa è che ai test che gli hanno fatto fare non risulta particolarmente allergico alla farina!
"Ma come, se è 26 anni che prendo anti-istaminici per tenere a bada l'allergia!"
"Lei non è allergico!"
"Davvero? E allora perchè mi si chiude il naso e mi viene l'orticaria?"
"Sarà un altro tipo di disturbo, non saprei!"
Come dire: io sono l'allergologo, per altri disturbi si rivolga a qualcun'altro!
Ecco, questo è un bell'esempio dell'atteggiamento dei medici: ognuno specializzato in un settore più o meno ampio, apparentemente senza nessun collegamento con gli altri settori. O almeno questo mi sembra di capire: il dentista per i denti, l'allergologo per le allergie, l'otorino per orecchie-naso-gola e così via. Ma la persona è sempre la stessa! Per la nostra medicina dovremmo essere seguiti da almeno venti persone diverse 8O 8O .
Per farla breve Sergio non gli ha neanche raccontato quello che stava facendo, capendo che aveva davanti qualcuno che si voleva occupare solo di allergie! Neanche una domanda o un dubbio!

Bell'esempio, vero?

Ieri, pensando a Sergio mentre era dall'allergologo, mi sono detto: vai a vedere che non gli trova niente di strano?
C'era quasi da scommetterci! Sergio non è allergico, come gli hanno detto da 26 anni a questa parte, ma probabilmente è in disbiosi, come la maggior parte delle persone. A lui l'effetto della disbiosi si manifesta con le allergie, a me si manifestava ingrassando, a altri con disturbi diversi.
E la nostra medicina ufficiale si occupa solo degli effetti e non della causa. E bigpharma ha buon gioco, visto che Sergio si poteva evitare 26 anni di anti-istaminici che oltretutto abbiamo pagato tutti noi!

Con l'occasione Sergio si è fatto fare una panoramica dentale, magari la causa è lì (io ne sono praticamente certo!) vedremo. :)

Vi aggiorno.
Avatar utente
By luciano
#79724
sandrod ha scritto:Ecco, questo è un bell'esempio dell'atteggiamento dei medici: ognuno specializzato in un settore più o meno ampio, apparentemente senza nessun collegamento con gli altri settori. O almeno questo mi sembra di capire: il dentista per i denti, l'allergologo per le allergie, l'otorino per orecchie-naso-gola e così via. Ma la persona è sempre la stessa! Per la nostra medicina dovremmo essere seguiti da almeno venti persone diverse 8O 8O .


Ognuno si occupa di un pezzo della persona.

Io mi occupo della persona completa, non sanno cosa si perdono! :lol:

[align=center]Immagine[/align]

http://www.medicinenon.it/la-mando-dallo-specialista

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret