Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

By Egiziano
#79790
Salve a tutti,

Continuo a vedere tante belle ricette e mi è anche capitato di leggere tra vari post delle domande sulla Quinoa, un cereale molto buono da gustare e che ormai sta spopolando sui mercati internazionali e le diete di vegetariani, vegani e anche dei cosiddetti "carnivori" grazie anche alle sue ottime proprietà nutrizionali. Premetto che sono un agronomo quindi mi sono documentato un po' di più su questo cereale e ho trovato un informazione alquanto tristemente interessante. Innanzitutto, diciamo che la Quinoa è un cereale quindi non andrebbe mangiato secondo Ehret, seconda cosa ha un grande contenuto di amido all'incirca 52 gr su 100 gr dello stesso cereale…questo purtroppo ci porta a concludere che se vogliamo veramente rispettare le "regole" la Quinoa va eliminata dalla nostra dieta. Sinceramente sono molto triste, perché amo questo cereale ma sono anche dell'idea che le cose o si fanno per bene o non si fanno. Sono nuovo in questo forum e questo tipo di percorso e la mia prima impressione è che ci sono tanti di noi che cercano di chiedere pareri e consigli, del tipo posso mangiare questo e quest'altro etc. Quando è tutto chiaro leggendo sui libri di Ehret quello che si dovrebbe mangiare o meno se si vuole attenere al sistema di guarigione. Sò benissimo che non è facile ma evitiamo di continuare a discutere su delle cose chiare e se siamo veramente convinti applichiamoci :)

Buona Giornata!!
Avatar utente
By daleo
#79791
La dieta Ehret consiste in frutta e verdura a foglia verde non amidacea, è ovvio quindi che la quinoa non ne faccia parte. Io sapevo che era della famiglia degli asparagi e quindi non un cereale, ha il suo bel quantitativo di amido però come il grano saraceno mi risultava meno mucoso, non vado oltre, l'agronomo sei tu. Ribadisco non fa parte della dieta Ehret ma è un buon suppoto in transizione. Io saltuariamente la uso ancora dopo quasi sei anni. Ciao.
Avatar utente
By mauropud
#79793
La quinoa non e' un cereale ma una pianta della famiglia degli spinaci e della barbabietola.

Detto questo, quello che pero' si utilizza come alimento sono i semi, e questi sono ricchi di amido (pare oltre il 50%) e di proteine.

Quindi alla fine come composizione e' simile ad un cereale, ma ha il vantaggio di essere senza glutine ed ad uno stato grezzo. :)

Comunque io la mangio solo ogni tanto (e' una specie di ultima risorsa quando non c'e' altro, il che capita raramente) e quando la mangio rallenta l'intestino, anche se di solito dopo 2 giorni sembra che venga espulsa (me ne accorgo controllando il peso). :D

E' sicuramente un elemento che va bene in transizione, ma sicuramente non parte della dieta senza muco.
By Egiziano
#79799
Grazie per la correzione. La quinoa viene infatti definito "pseudo cereale" il che significa che non è puramente della famiglia delle graminacee e quindi un cereale, ma viene utilizzata similmente come i cereali…infatti con i semi si puo' anche fare la farina :)
Avatar utente
By sandrod
#79800
amido per amido, il ful in transizione dovrebbe andare benissimo e da quelle parti certo non manca!
:)

ful medames --> zuppa di fave
Avatar utente
By jocke
#79802
e no, non mi dite questo, io che ero felicissimo di aver trovato finalmente uno pseudo cereale, ricco di proteine vegetali, mi cade un altro mito :cry:
ps un qualcosa di simile che possa sostiurlo? mi date perfavore qualche dritta?
Avatar utente
By swami863
#79805
A me questo mito non cade per niente! :P
I love quinoa!

Intanto, come scrive Mauro, non è un cereale, ma poi lo vedo su di me che sono sensibilissima all' effetto dei cibi sul corpo: il mattino dopo averla mangiata gli occhi non lacrimano, non ho mal di testa nè stanchezza, è davvero tollerata molto bene....cosa che non accade con nessuna farina, nè pasta nè pane integrale e non.

A proposito delle condivisioni, w il Forum!
E' uno strumento prezioso a corollario dei libri.
Non siamo tutti uguali: io per prima ho fatto molte domande, ho condiviso paure, ho dato rassicurazioni e ne ho ricevute.
Quando la disintossicazione procede certe reazioni del corpo possono allarmare: qualcuno sa stringere i denti e aspettare che passi, altri hanno bisogno di indicazioni e tranquillizzazioni :wink:
Avatar utente
By jocke
#79806
grazie swami, anche secondo me la quinoa è un buon alimento, e poi non è un cereale, conterrà amidi ma ha anche altre proprietà benefiche, quando la mangio per es a pranzo sono sazio e leggero fino a cena:-)
Avatar utente
By valina
#79814
Adoro la quinoa, ne limito l'utilizzo soprattutto per il prezzo!
Per mia figlia è stato un importantissimo sostituto del riso. In quest'ultimo anno la sua crescita è stata eccezionale e la salute perfetta, merito anche della quinoa.
Nessun effetto collaterale mucogeno da segnalare :wink:
Avatar utente
By luciano
#79820
Anche a me piace la quinoa, quando qualche volta voglio qualcosa che assomigli a un piatto di riso fumante mi faccio la quinoa con le verdure, di solito zucchine, carote, sedano, melanzane, cipolla, capperi e olive, con pomodori ridotti a polpa e, per me immancabile, un pezzo di uno dei peperoncini tropicali che ho coltivato.

Indipendentemente dal fatto che sia amidacea, non ho riscontrato alcun disagio dopo averne mangiato un piatto, a volte anche due.

Non sono mai stato un fanatico, tanto meno nel mettere in pratica il sistema di Ehret, e devo dire che oggi sono contento dei risultati su di me. :D
Avatar utente
By swami863
#79824
Grazie Luciano per ricordarci di stare alla larga da applicazioni estreme, se siamo qui è perchè diamo valore al cibo, a ciò che ingeriamo, ma senza diventarne schiavi....neanche se al centro c' è cibo sano! :P
By lou59
#79993
jocke ha scritto:grazie swami, anche secondo me la quinoa è un buon alimento, e poi non è un cereale, conterrà amidi ma ha anche altre proprietà benefiche, quando la mangio per es a pranzo sono sazio e leggero fino a cena:-)



d'accordisimo :wink:
Avatar utente
By Markuseye
#79999
Ciao a tutti.

Un po in ritardo, ma volevo verificare un'idea che mi frulla in testa da parecchio tempo. Andiamo per ordine.

Spesso ho letto in questo forum associare la quantità di amido di un alimento alla relativa produzione di muco nell'organismo.

Che l'amido ne sia responsabile è fuori discussione. Questa tabella è una delle più esaustive che ho trovato, la fonte è Edra Medical Publishing che sono gli stessi che pubblicano il Netter (per farla breve uno studente di medicina su due studia su libri Edra).

Qui si vedrà come la pizza contiene meno amido della Quinoa (fermi non vi imbestialite leggete fino in fondo!) che tra le altre cose in questa tabella non compare.

Il riso brillato bianco cotto (l'apoteosi del muco) contiene meno della metà dell'amido della Quinoa (fermi non picchiatemi arrivo al punto ora!)

Questo sembra in contrasto con l'insegnamento di Ehret, di cui tutti noi sappiamo la fondatezza perchè l'abbiamo sperimentato di persona. Questo a me non è bastato e non dovrebbe bastare nemmeno ai nostri ricercatori (non so se ce ne sono di ehretisti) e cosa ti scopro una Tesi sulla Quinoa (Chenopodium quinoa Willd.)

Ciò che mi frullava in testa era questo: stai a vedere che la quantità di amido può passare in secondo piano rispetto alle sue caratteristiche?

Di amidi ne esistono tanti, è un polisaccaride, cioè un polimero (anche la plastica lo è ed infatti ne conosciamo centinaia tipi diversi)

Ma non è finita a pagina 30 dello studio si parla dell'amido della Quinoa essere particolarmente ramificato, poi guarda caso una componente, l'amilopectina ha catene più corte come amaranto e grano saraceno, rispetto all'endosperma degli altri cereali.

Durante l'abrasione meccanica per la produzione α-amilasi (enzima che favorisce la digestione degli amidi) aumenta notevolmente.

Dall'analisi granulometrica le particelle di amido sono cinque volte più piccole di quelle del riso e sono simili all'amaranto.

Quindi la mia grande domanda è: possono amidi diversi produrre muco in modo diverso nel nostro intestino?

Se si, può questa caratteristica surclassare la quantità di amido in un alimento nella produzione di muco? Credo che la risposta al momento non possa ancora arrivare dalle tabelle e dalle teorie (spesso pure manipolate ad arte).

Questo rende ancora più affidabile l'approccio pratico suggerito da Ehret, che ci ha sempre ricordato di prestare attenzione alle risposte soggettive dei nostri corpi.

Uno stile di vita sano ammette di togliersi degli sfizi, sono convinto che la Quinoa (date le testimonianze) sia un ottimo compromesso.

Per finire io me la sono sparata col pesto di basilico (senza formaggio), da urlo!
Avatar utente
By swami863
#80008
....in transizione.... semplifichiamo! :P
Ovvero, ogni tanto un cibo con amido ci può stare, con moderazione e buon senso....quello che stasera non ho usato con la mia cena, pur se solo di verdure
Vabbè ultimamente succede di rado, dai :wink:
Avatar utente
By sorvolando
#80012
Markuseye ha scritto:Che l'amido ne sia responsabile è fuori discussione. Questa tabella è una delle più esaustive che ho trovato, la fonte è Edra Medical Publishing


ciao Markuseye, grazie per le condivisioni e le informazioni preziose, ti ammiro davvero molto !

e ti chiedo un chiarimento : leggo nella tabella che alcuni cereali se cotti nell'acqua distillata diventano meno mucosi,
ma ricordo di aver letto, da qualche parte sul forum, anche il consiglio di non bollire mai l'acqua distillata,
in effetti sull'uso di questa acqua ci sono talvolta pareri contrastanti,
tu hai forse le idee più chiare ?

grazie :!:

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret