Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Markuseye
#79813
Premessa
Ho cominciato a seguire il metodo della Guarigione della Dieta Senza Muco da circa due anni e sei mesi. Prima di allora e di leggere il libro di Arnold Eheret, seguivo una dieta onnivora cosidetta a “zona” dove per ogni pasto (tre al giorno più eventuali 2 spuntini) associavo carboidrati proteine e grassi.

Facevo un’attività fisica impegnativa in palestra (natural body building metodo BIIO) due volte a settimana. Pesavo 79 kg per 1,73 cm di altezza (un vero palestrato).

Oggi sono arrivato a pesare 63 kg; sino a settembre 2013 ho continuato a frequentare la palestra con metodo Matevo, una volta a settimana, interrotta poi per motivi lavorativi.

Mangio prevalentemente crudo, soprattutto frutta, massimo due pasti al giorno, a volte anche meno. Se mangio cibi cotti sono sempre a base vegetale. I farinacei gli ho eliminati quasi del tutto, tranne una pizza fatta in casa di media una volta al mese.

Se mi capita un pranzo di lavoro, ormai, riesco a gestire senza problemi il fatto che ho un’alimentazione completamente diversa rispetto alla cultura mediterranea nostrana. Chi mi derideva qualche tempo fa, oggi mi chiede come faccio…
…la risposta è sempre la stessa: “cominca a guardarti questo sito http://www.arnoleheret.it e poi ne riparliamo”.

Non voglio più convincere nessuno, in quanto ho convinto me stesso.

Ho digiunato diverse volte, niente colazione da oltre due anni e il digiuno più lungo è durato sette giorni.

La differenza tra oggi ed “allora” è che la mia lucidità mentale è aumentata, il mio fisico regge molto meglio fatica e stress e cose che ritenevo una massima preoccupazione sono diventate semplici questioni da gestire, se non addirittura scomparse come problemi.

Di contro tutta la mia vita “gira” meglio. In realtà non è solo un percorso fisico, ma una vera e propria disciplina spirituale, per quanto mi riguarda le due cose non sono separabili.

Come promesso di recente in questo forum, parto oggi per un viaggio più lungo. Mi sento pronto. Il primo obbiettivo sarà di arrivare a 15 giorni di astinenza dal cibo, poi deciderò se proseguire.

Utilizzerò l’Enterosgel per bloccare le tossine che dal digiuno verranno messe in circolo, specie i metalli pesanti.

Ascolterò il mio corpo per captare tutti i segnali che vorrà inviarmi, sarò in vacanza per i primi 15 giorni e potrò riposare quando mi serve o fare passeggiate, attività fisica e bagni di sole come voglio.

Condividerò questo percorso dal decimo giorno in avanti perché da lì per me rappresenta un vero cambiamento ed è questo che ci tengo a trasmettere. Dal giorno 11 mi prendo anche l’impegno di descrivere ogni giornata alla sera.

Buon viaggio a vederci.

GIORNO 1
15 agosto 2014
mattina: lavaggio intestinale con 6 litri di acqua calda e sale himalayano. Lavaggio eseguito sino a completa trasparenza del liquido “espulso”.
Pranzo: 500/600 ml di estratto di ananas e pesca.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: una tazza di succo e buccia di un limone allungato con acqua e dolcificato con miele di arancio.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 2
16 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: una tazza di succo e buccia di un limone allungato con acqua e dolcificato con miele di melata.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: una tazza di succo di un limone allungato con acqua e dolcificato con miele di arancio.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 3
17 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: una tazza di succo di un limone allungato con acqua e dolcificato con miele di arancio.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 600 ml di estratto di 5/6 mele golden delicius.
Sera: 15 g di Enterosgel in bic
chiere d’acqua.

GIORNO 4
18 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: una tazza di succo e buccia di un limone allungato con acqua e dolcificato con miele di melata.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 600 ml di estratto di ananas e pesca.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

Descrizione dei primi quattro giorni
Nei giorni 1 e 2 ho sofferto di un leggero mal di testa latente nella parte sinistra, tipico da intossicazione. Il giorno 3 il dolore è sparito lasciandomi un’euforia di base, come uno stato di felicità dovuto a nessun motivo in particolare.

Durante i primi quattro giorni se mi aumentava il disagio allo stomaco per il senso di fame bevevo acqua o acqua di kefir preparato con i fichi secchi.

Appena possibile mi sono esposto al sole, anche per diverse ore senza provare alcun disagio ed abbronzandomi repentinamente con nessun effetto collaterale (scottature). Ho fatto diverse passeggiate nei boschi ed intorno al lago, anche a passo sostenuto senza accusare fatica.

Dopo il lavaggio con acqua e sale himalayano non ho più defecato, ne tantomeno ho avuto lo stimolo di farlo.

Alla sera vado a letto presto (entro le 22:30) e dormo bene alzandomi presto (entro le 6:30).

GIORNO 5
19 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 1000 ml di succo di melone bianco e pesca
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 500 ml di succo di mela.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 6
20 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 500 ml di succo di Ananas e pesca.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 600 ml di succo di prugne bianche e mela.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 7
21 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 400ml di spremuta di 3 pompelmi rosa.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 500 ml spremuta di limone cucchiaio di miele ai fiori d’arancio ed acqua.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 8
22 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 700 ml di succo di mele golden delicius.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 500 ml di succo di melone bianco 500 ml di succo di prugne gialle.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 9
23 agosto 2014
mattina: lavaggio intestinale con 5 l di acqua e sale rosa himalayano.
Pranzo: 1000 ml di succo d’ananas e pesca
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 300 ml di spremuta di pompelmo rosa, 400 ml di succo di limone miele di melata ed acqua.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

GIORNO 10
24 agosto 2014
Mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: nulla.
Pomeriggio: nulla.
Cena: nulla.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

Descrizione dei successivi sei giorni
Dal quinto al settimo giorno non ho avuto nessun disagio particolare, ho continuato con le mie attività come se stessi mangiando normalmente. La sera del giorno sette ho avuto un fastidio all’intestino, come se internamente ci fosse una punta che mi bucasse, mi sono sentito molto stanco anche perché ho badato poco a riposarmi e sono stato iperattivo tutto il giorno (avevo un’energia incredibile).

Inoltre mi sono sentito invaso da un sentimento di rabbia che ho lasciato uscire senza trattenerla ma ben consapevole che fosse estranea a fatti esterni. Per dirla in breve mi sono inc....to per una stupidaggine.

Durante il giorno otto continuo ad avere un po di nervosismo che comunque riesco a mantenere sotto controllo, da qui la decisione della mattina del giorno 9 di ripulirmi con un bel lavaggio intestinale. Nonostante la pessima giornata (ha piovuto sino a metà pomeriggio) mi sono sentito bene e come è uscito il sole, mi sono goduto una passeggiata intorno al lago facendomi scaldare dai raggi solari.

Alla sera dello stesso giorno, nonostante discussione famigliare, siamo in cinque ed a cena cerano anche due nipotine, ho mantenuto una serenità di fondo “inaspettata”. Mi sembra rafforzato il ruolo dell’osservatore senza perdere l’attenzione degli stimoli esterni.

Difficile da spiegare: è come se da un lato mi vedessi e mi rendessi conto di quel che sto facendo o dicendo e dall’altro lo vivessi in modo naturale. Chi mi ascolta non mi dice: “ti vedo assente”, ma è come se lo fossi. Insomma posso vivere appieno un’emozione o una situazione, senza farmi distrarre da essa. E’ una sensazione di libertà.

Al giorno 10 non ho avvertito nessun bisogno se non quello di bere acqua o acqua di Kefir ogni tanto. Mi sono goduto una meravigliosa giornata di sole, rimanendo esposto ai suoi raggi fino al pomeriggio. Nessun disagio fisico, nessun disagio psicologico. Ho preparato il pranzo alle mie figlie ed anche la cena senza avvertire nemmeno il desiderio di mangiare.

Sento la tranquillità di poter proseguire su questa strada, ho superato il mio limite dei sette giorni di digiuno. Salvo imprevisti, alla fine di questa settimana avrò raggiunto i 17 giorni.
Ultima modifica di Markuseye il 16 agosto 2015, 23:37, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
By valina
#79815
Grazie della tua condivisione,
mi ha riacceso la voglia di digiunare per ritrovare quello stato mentale di libertà di cui parli. Complimenti per il cammino che stai facendo.
Resto in ascolto dei tuoi prossimi racconti.
Buona vacanza :D
Avatar utente
By Markuseye
#79825
Grazie Valina, grazie Luciano.

Presto fede al mio impegno perchè l'ho preso prima con me stesso e poi con chi avrà voglia di leggermi. Chi mi ha preceduto lasciando delle testimonianze ha contribuito in parte a ciò che sto facendo, quindi mi sembra di ricambiare nel giusto modo.

Dunque passo alle cronache.

GIORNO 11
25 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: nulla.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 900 ml di succo di melone giallo e mela golden delicius
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

Descrizione
Da oggi descriverò ogni giorno che passa, sino all’interruzione del digiuno.

Questa sera ho rallentato il passo con un succo di melone giallo e mela più per non buttare il melone che era davvero maturo. Mangiato come frutto non piace molto in famiglia, per questo ho preso la decisione di “spremerlo”. Ho fatto un’interessante scoperta: facendo passare prima il melone e poi la mela, questa è rimasta gialla grazie al potere antiossidante del succo di melone ed ha dato una colorazione caratteristica (giallo verdognola) alla bevanda.

Mi sono subito immaginato questi potenti antiossidanti il beneficio che davano al mio corpo, alla mia mente, mentre gustavo il succo. Sensazione divina!

La giornata è passata bene, sono arrivate le prime telefonate di lavoro, ma la lucidità resta con me. Mi da sicurezza. Oggi il sole non si è proprio visto, ma dentro di me continua a perdurare il sereno ed anche le giornate cariche di nuvole diventano meravigliose.

Non scarto più nulla, ogni dettaglio nasconde un messaggio. Davvero difficile da spiegare. Va vissuto.

A domani.
Ultima modifica di Markuseye il 16 agosto 2015, 23:39, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By Markuseye
#79847
GIORNO 12
26 agosto 2014
mattina: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 800 ml di succo di melone giallo e mela golden delicius e gala royal.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 500 ml di spremuta di pompelmo rosa.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

Descrizione
Stamani mi sono alzato con le vie respiratorie completamente libere, di solito una delle due narici, alternativamente, ci impiega anche mezz’ora a liberarsi dopo il risveglio.

Giornata ancora di nuvole, ma dentro permane il sereno. A pranzo ho finito la metà del melone aperto ieri. Durante il giorno al primo disagio da astinenza da cibo mi è bastato un bicchier d’acqua o acqua di Kefir per sentirmi bene.

Sto cercando l’equilibrio del giusto bere, per non disidratarmi, ma nemmeno diventare una di quelle fontane dove i putti non fanno altro che simpaticamente orinare 24 ore su 24. Da qui la decisione di una bella spremuta serale.

Non riesco a controllarmi il peso in modo preciso, sono in vacanza e la bilancia che ho a disposizione qui mi dice che dopo 12 giorni di digiuno ho perso solo 1 kg di peso (avrei dovuto pesarmi con questa bilancia prima di iniziare, ma aihmé non l’ho fatto!).

Fisicamente mi vedo più asciutto, i muscoli sono ben evidenti, tartaruga compresa, credo di aver perso più di un chilogrammo, la prova del nove sarà la bilancia di casa settimana prossima.

Continuo ad avere un’euforia di fondo, la mente è concentrata e veloce nel trovare soluzione ai problemi, è come se anche la mia chiarezza (come assenza di ostacoli) fosse decisamente aumentata.

Mi sta migliorando anche la vista (sono un po’ astigmatico senza portare lenti), ma qui penso sia merito anche degli esercizi del dott. Bates. Mi piace comunque pensare ad un a sinergia tra i due metodi.

Scriverei per ore, ma non voglio esagerare, quindi a domani…
…continua.
Ultima modifica di Markuseye il 19 agosto 2015, 22:06, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By valina
#79856
Per la vista guardi anche il sole? Ah già è nuvoloso! :lol: Allora è proprio tutto merito di Bates! :wink:
Buona continuazione complimenti!
Avatar utente
By Markuseye
#79877
Sono io che debbo ringraziarti, Luciano. Hai portato in Italia Arnold Ehret ed hai creato un sito con un forum di supporto che sono unici nell'aiutarci ad applicare il metodo.

Per quanto riguarda andare in bagno, debbo dire che l'intestino è fermo. Infatti domani mattina ho in programma un lavaggio intestinale (lo preferisco al clistere).

Non ho disagi particolari, ma non voglio aspettare un sintomo da intossicazione per ripulirmi.

Ciao Valina, in effetti ieri c'era poco da guardare, comunque si, non sono regolare, ma grazie ad Arcangelo Miranda ho scoperto questa meravigliosa pratica. :D

Molto bene, passiamo a quello che ho combinato oggi...


GIORNO 13
27 agosto 2014
mattino: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 500 ml di spremuta di 2 limoni con buccia, acqua e dolcificata con miele di fiori d’arancio.
Pomeriggio: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Cena: 700 ml di succo di melone piel de sapo, una mela golden delicius ed un limone con buccia.
Sera: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.

Descrizione
Grande giornata oggi, sto leggendo "le basi conoscitive ed i frutti dell’antroposofia" di Rudolf Steiner e ogni riga mi sembra una illuminazione. Rimango concentrato sul testo, anche se interrotto, riprendo e mi sembra di leggere cose che già conosco. A distanza di 30 anni (dalla scuola) sono riuscito a capire che cosa intendeva per superuomo Nietzsche, non fraintendetemi non sto parlando del sottoscritto, ma del concetto in se.

Aumentano anche le coincidenze sincroniche, o meglio quelle sono sempre uguali per tutti, solo che le noto e non me le faccio scappare. Così decido di andare a prendere un basamento di porfido per una lampada che sta realizzando quell’artista di mia moglie. In quella che sembra una normale azienda di lavorazione di pietre, conosciamo un personaggio che in pratica ci regala il basamento, realizzandoci il foro passante su misura.

Ci sembra di conoscerci da sempre, ci spiega le sue opere, rimango senza parole, veniamo trattati come amici di vecchia data. Alla fine del pomeriggio lo salutiamo e mi sento un uomo fortunato. Oltre al basamento abbiamo trovato un nuovo amico.

Poi incontro dei parenti: “sei troppo magro, cosa ti succede, solo due anni fa eri un altro…bla…bla…bla…”. Eh si, penso, ero un altro, mi spiace per voi che non vi piace il nuovo me, od il vero me, ma questo è un vostro problema. Soprattutto non prendo lezioni di salute da chi per vivere prende almeno quattro pastiglie al giorno di cui due salvavita. Vorrei demolirli con due o tre argomenti taglienti, ma scatta l’osservatore e la calma, sono ad un grado di consapevolezza inferiore, non lo dicono con cattiveria ma con convinzione, faccio spallucce ed evito la discussione.

Subito vengo preso da una voglia di ridergli in faccia e con una scusa mi congedo, motivo? Mi si presenta alla mente l’immagine che ho visto al maneggio ieri, ovvero una bella faccia di somaro con sotto scritto: “Inutile cercare di convincere un asino. Perdi tempo e dai fastidio alla bestia!”. Ragazzi non ce la facevo, sono dovuto scappare via per evitare di offenderli, non avrebbero capito..

Tutto questo incorniciato da una stupenda giornata di sole, cosa succederà domani?
Ultima modifica di Markuseye il 19 agosto 2015, 22:08, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
By valina
#79882
sto leggendo "le basi conoscitive ed i frutti dell’antroposofia" di Rudolf Steiner

Mi sai indicare dove trovo il libro? Ho letto alcuni testi e vivo quotidianamente la realtà steineriana nel piccolo asilo frequentato da mia figlia, dove mi trovo in perenne dibattito sui cereali tanto osannati da maestra e mamme. La cosa non mi tange più, ma forse il testo che stai leggendo mi può aiutare a vivere con maggiore serenità l'antroposofia...locale :lol:
Il mio digiuno invece è stato accompagnato da "La Filosofia del Digiuno" di E. Purinton. Mi sono innamorata delle sue parole, mi hanno aperto la mente al vero significato del digiuno.
Buon proseguimento e grazie ancora della tua testimonianza :D
Avatar utente
By Markuseye
#79891
Cara Valina,

il libro è l'Opera Omnia n.78 "Le basi Conoscitive e i Frutti dell'Antroposofia" sono otto conferenze tenute a Stoccarda nel 1921 da Rudolf Steiner.

Io l'ho trovato in biblioteca in questo piccolo paese di montagna, mentre cercavo Teosofia del medesimo autore. Alla peggio puoi chiamare l'Editrice Antroposofica di Via San Gallo n. 34 a Milano tel. 027491197.
Sono convinto che ti possono indirizzare.

Questa opera chiarisce bene il valore spirituale dell'essere umano, in modo pratico senza tante astrazioni. Grazie del messaggio: a breve Purinton entrerà nella mia biblioteca.

Grazie Enea, sono contento per le tue parole.

Ma ora veniamo ad oggi...

GIORNO 14
28 agosto 2014
mattino: 15 g di Enterosgel in bicchiere d’acqua.
Pranzo: 400 ml di succo di fragole.
Pomeriggio: fine trattamento con Enterosgel
Cena: 800 ml di succo di ananas, mela royal gala e fragole solo per il colore.
Sera: nulla.

Descrizione
Stamani appena alzato ho avuto la sensazione di dover andare di corpo. Ho atteso che l‘intestino si svuotasse naturalmente, rimandando il lavaggio intestinale programmato ieri, a domani. Difatti poi non sono andato in bagno, per cui domani mattina so già che fare.

Con grande gioia, oggi, ruotando il collo completamente a destra è scomparsa la tensione che mi faceva sentire un leggero fastidio limitandomi il movimento. Non è scomparso in rotazione a sinistra del capo, ma migliorato. Molto bene.

Decido di festeggiare, sul lago c’è un’azienda agricola di frutti di bosco: due cassette di lamponi “da marmellata” (che sono solo maturati sulla pianta e buonissimi) e tre cestini da chilo di fragole. L’azienda produce anche succhi bio dolcificati con canna da zucchero. Nessun problema ai succhi ci pensa l’estrattore.

A casa abbiamo pranzato (tranne il sottoscritto ovviamente!) con fragole e lamponi.
Grande soddisfazione, sempre oggi. Andiamo in paese con mia nipote e mia figlia di otto anni. Le lasciamo al parco a giocare mentre io e mia moglie raggiungiamo (5/6 minuti a piedi) l’azienda agricola già menzionata.

Al nostro ritorno mia nipote, con sua sorella, che nel frattempo le ha raggiunte al parco accompagnata da mia sorella, stanno sparandosi una focaccia appena sfornata dalla panetteria di fronte. Mio cognato e mia sorella si scusano perché mia figlia non ha voluto ne focaccia, ne pizza, ne pane appena sfornato. Udite, udite, ha voluto aspettare mamma e papà che stavano tornando con fragole e lamponi!

Mi si è sciolto il cuore. Ero sinceramente commosso e orgoglioso. Da quando seguiamo, io e mia moglie, il metodo della guarigione della dieta senza muco, abbiamo lasciato libera scelta alle nostre tre stupende creature.
Abbiamo detto solo esempio, nessuna imposizione. Le due più grandi ci seguono abbastanza, potrei dire che stanno seguendo una transizione con qualche sgarro in più. La più piccola ha sempre fatto più fatica. Inoltre con i nonni vicino in vacanza non è facile perché la rincorrono in continuazione con del cibo. Ma oggi è successo qualcosa di nuovo. Anche la più piccola ha scelto di non mangiare nonostante il pressing di sua zia e si è poi sbaffata un bel cestino di lamponi.

Fantastico.

Domani un’altra puntata…
Ultima modifica di Markuseye il 19 agosto 2015, 22:10, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
By valina
#79895
Grazie della dritta: la biblioteca!

ha voluto aspettare mamma e papà che stavano tornando con fragole e lamponi!

Che gioia!
Avatar utente
By Markuseye
#79902
Ciao Valina,
ho letto il tuo diario, fantastico! :o

Ciao Mattia,
ti ringrazio per l'apprezzamento. :wink:

Dunque Avanti Savoia!
(Perdonate la citazione ma mi è venuta in mente mia nonna)

GIORNO 15
29 agosto 2014
mattino: lavaggio intestinale con 6l di acqua e sale rosa himalayano.
Pranzo: 200 ml di succo di ananas pesca e lampone.
Pomeriggio: nulla
Cena: 500 ml di spremuta di due limoni acqua con miele di melata.
Sera: nulla.

Descrizione
Dopo sei giorni dal precedente lavaggio intestinale ed un digiuno a base di succhi, non immaginavo di scaricare tanta immondizia!

Adesso partirò con una descrizione leggermente scabrosa, quindi a letto i bambini ed i deboli di stomaco!

L’Enterosgel ha fatto egregiamente il suo mestiere: le feci oltre ad essere abbondanti e morbide, contenevano una specie di muco che gli si avviluppava. Ho dedotto che fosse la rete formata dall’Enterosgel.

La consistenza di questo muco era tale da sembrare che contenesse varie porcherie all’interno, nonché un colorino cangiante bianco-grigio-argento. Per l’odore prodotto in bagno lascio all’immaginazione del lettore, è meglio.

La lingua da qualche giorno forma sempre meno patina biancastra alla mattina.

Durante tutto il giorno non ho sentito alcuna necessità di nutrirmi, ho bevuto come al solito ed i 200 ml di succo del pranzo erano un assaggio del litro che si è bevuto mia moglie e non riusciva a finirlo.

La giornata è passata bene, sole, lettura, passeggiata nel bosco e visita agli amici del maneggio, dove mia figlia ormai cavalca come un Mohicano. Si diverte a strigliare i cavalli e rassettare le stalle, contenta lei!

Se posso dare un titolo a questo giorno lo chiamerei Pace. Così mi sono sentito. Rilassato ed in grande pace. La sensazione è di beata tranquillità. Lunedì riprenderò le mie attività lavorative, nei giorni scorsi sono già cominciate le telefonate e non mancano gli appuntamenti per settembre. Ma questo non mi tange.

Negli anni scorsi il rientro dopo 2/3 settimane di ferie è sempre stato un trauma più o meno profondo a seconda dei periodi.

Quest’anno ho quasi voglia di tornare per provare la nuova energia e tranquillità conquistata in vacanza. Sono determinato a continuare in questa profonda pulizia di corpo e anima.

Domani carico la sveglia mezz’ora prima perché di rientro dalla passeggiata la natura mi ha strizzato l’occhiolino e quindi…

…prosegue.
Ultima modifica di Markuseye il 19 agosto 2015, 22:11, modificato 2 volte in totale.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret