Arnold Ehret Italia

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Gen82
#79963
Ciao a tutti..vorrei conoscere le vostre esperienze in merito alla composizione di pranzi e cene..
In pratica vorrei capire per chi di voi mangia ancora cibi cotti, se assume questi come seconda portata dopo ad esempio un'insalata o invece mangia solo quello.
Sollevo la questione poiché a cena essendo abituato a posporre il cibo cotto ad un'insalatona, mi capita talvolta di eccedere nelle quantità di cibo, appesantendomi.
Avevo pertanto pensato, quando ho voglia di cibo cotto,di saziarmi solo con quella portata..
Attendo lumi :idea: :idea:
Grazie
Avatar utente
By Markuseye
#79969
Gen82 ha scritto:Avevo pertanto pensato, quando ho voglia di cibo cotto,di saziarmi solo con quella portata..


A proposito di che tipo di cibo fai questa domanda?
Avatar utente
By Gen82
#79972
Guarda, indipendentemente dal tipo..non saprei..
Ultimamente sto sperimentando,nei limiti del possibile, un'alimentazione intuitiva, ascoltando e assecondando i gusti suggeritimi di volta in volta dal mio corpo( o mente).. Pertanto la domanda era se un giorno ho voglia di mangiare diciamo patate, piuttosto che cereali, o verdure cotte, sarebbe opportuno mangiare solo quello( magari una porzione maggiore) piuttosto che inserire prima del cibo crudo tipo frutta o insalata??
In un'ottica di semplificazione dei pasti non sarebbe opportuno cibarsi sempre di un sol tipo di alimento??
Avatar utente
By Markuseye
#79974
Gen82 ha scritto:Ultimamente sto sperimentando,nei limiti del possibile, un'alimentazione intuitiva, ascoltando e assecondando i gusti suggeritimi di volta in volta dal mio corpo( o mente)..

Stai seguendo la transizione come spiegata sul libro di Ehret?

Se vuoi fare un passo indietro perchè senti che stai eliminando troppo velocemente le tossine la risposta è sì. Fai dei pasti in cui reintroduci cibi con più muco.

Se sei in transizione (a seconda delle settimane fatte) è meglio precedere il cibo cotto da uno crudo. Il punto, per me è stato che quando avevo molte tossine in circolo mente e corpo erano appannati. Il loro suggerimento era verso cibi sbagliati.

Oggi quando ascolto il mio corpo, il primo suggerimento va verso frutta e verdure crude. Tutto dipende dalla transizione iniziale che ahimè e soggettiva nella durata, ma va intrapresa come da insegnamenti. Nel forum alla voce La dieta di transizione trovi una valanga di suggerimenti, nonchè le indicazioni di premessa di Luciano.
Avatar utente
By Liss
#79975
Ciao Gen82!

Gen82 ha scritto:Ciao a tutti..vorrei conoscere le vostre esperienze in merito alla composizione di pranzi e cene..
In pratica vorrei capire per chi di voi mangia ancora cibi cotti, se assume questi come seconda portata dopo ad esempio un'insalata o invece mangia solo quello.


In questo periodo la mia giornata, dal punto di vista alimentare, è così organizzata:

pranzo:
un tipo di frutta (in genere 1/2 kg, ma se si tratta di anguria/melone/ananas anche di più, ma solo per golosità)

cena:
insalatona (un piatto fondo bello colmo)
+ (alternando):
grano saraceno lasciato in ammollo e mangiato crudo (circa 50 g)
piselli (di quelli surgalati, cotti) (in genere 1/4 di confezione = 125 g)
falafel (ceci germogliati + prezzemolo + porro + cumino + scorza di limone + aglio + piccante, il tutto frullato e poi, una volta fatte le palline, cotti in forno, invece che fritti, ma volendo, con i ceci germogliati, si potrebbero mangiare anche crudi) (in genere 4-5, corrispondenti a circa 50 g di ceci secchi)
crema di zucca (100% zucca, cotta, l'ho provata anche cruda, ma non è così dolce)(una ciotola)
funghi shitake (cotti)

prima di dormire: mela

Tendo a preparare il tutto come piatto unico (tranne per la crema di zucca :lol:), ma spesso l'insalata è tanta e non ci sta nient'altro e per non fare troppe acrobazie aggiungo il resto quando ne ho mangiata metà.

Spero di esserti stata almeno un pochino d'aiuto :D
Avatar utente
By Gen82
#79984
Ciao a tutti e grazie per l'aiuto che mi state dando..
Faccio alcune precisazioni:
Prima di seguire la via ehretista sono stato per un anno vegano-crudista concedendomi del cibo cotto solo a cena e dopo mega insalata..
Ora sono circa quattro mesi che ho iniziato la transizione, togliendo in primo luogo la colazione(assumo solo acqua con semi di psillio e una tisana ayurveda), riducendo a pranzo e cena i pasti (da vegano ne facevo tra 4 e 5), mangiando a pranzo sempre un sol tipo di frutta a sazietà ( in genere sto sul kg netto) e a cena mi regolo così: 2 volte a settimana frutta essiccata(750 gr. circa di datteri o fichi secchi), 2 volte a settimana o frutta fresca come a pranzo una insalatona in cui aggiungo avocado o frutta a guscio, e le restanti tre volte faccio seguire all'insalata del cibo cotto SEMPRE VEGANO, con rare eccezioni e sgarri con minime quantitativi di latticini( in pratica la mozzarella sulla pizza).. E qui sta il mio dubbio..poiché molto spesso sono sazio già dopo l'insalata e il resto nn va più giù e pertanto pensavo che quando ho voglia chesso' di riso, piuttosto che di patate o pizza di mangiare solo quello in modo da seguire la tendenza alla semplificazione.
A tutto questo si aggiunge la mia continua lotta col sottopeso..attualmente conto 62 kg x 185 cm e avendo perso nel corso di 1 anno e mezzo circa 20 kg dalla mia condizione di onnivoro con fisico palestrato!!
Avatar utente
By daleo
#79986
Le drastiche diminuzioni di peso e 20 kg sono tanti, nascondono, a mio avviso, una transizione troppo accelerata verso frutta e verdura, ritengo più utili brevi digiuni anche perché i kg persi si recuperano piuttosto velocemente. Ciao
Avatar utente
By Markuseye
#79990
Ciao Gen82,

ora mi è più chiara la domanda, 20 kg sono tanti e fare dei pasti senza cibi crudi, ti permette di rallentare, specie se ti sazi facilmente.
Avatar utente
By Gen82
#79992
Completerei il discorso dicendo che una volta al mese faccio un digiuno di 24\36 ore, eseguo regolarmente dei clisteri di acqua e limone 1 volta x settimana e oltre a tutto ciò faccio giornalmente esercizi respiratori, bagni d' aria, d'acqua e di sole(quando c'è :)).
Inoltre la mia propensione alla frutta è un qualcosa di naturale..soprattutto a pranzo desidero ardentemente la frutta e non potrei mangiare altro..
Avatar utente
By luciano
#80024
Gen82 ha scritto:A tutto questo si aggiunge la mia continua lotta col sottopeso..attualmente conto 62 kg x 185 cm e avendo perso nel corso di 1 anno e mezzo circa 20 kg dalla mia condizione di onnivoro con fisico palestrato!!
Non serve lottare, devi fare dei passi indietro e rimettere dei cibi che hai scartato e fare una lunga transizione.
Avatar utente
By Gen82
#80030
Ciao Luciano..sicuramente hai ragione ed è ciò che mi sono auto suggerito più volte..il problema è che da un lato quando mangio frutta ( che tra l'altro mi attira molto) e verdure crude subisco una profonda detox con la stanchezza che mi assale, quando affianco a questi anche dei cibi mucosi, in genere pane integrale tostato, pizza, un poco di riso integrale, patate o altra verdura cotta, molto spesso il mio corpo si ribella, a suo modo, con bruciori o pesantezza di stomaco e questo mi capita anche quando eccedo anche solo di poco nelle quantità..
Sono in pratica tra l'incudine e il martello e anche dal punto di vista mentale sono quasi sempre giù di tono, non dico triste ma non saprei dire,però hi notato un cambiamento di umore abissale rispetto al periodo in cui ero vegano..ricordo che quando scoprii il mondo del veganesimo buttando alle ortiche, dall'oggi al domani, 30 anni di convinto onnivorismo, mi si riaccese una vitalità, una gioia di vivere che forse si sperimenta solo da bambini quando nessun problema o preoccupazione ti può sfiorare..da quando ho cominciato a seguire Ehret, pur mangiando alla fin dei conti gli stessi cibi, ma riducendo sostanzialmente le quantità (avendo tolto di mezzo colazione e spuntini), son cominciati i problemi..repentino calo di peso, patimento del freddo, mancanza di forze ed energie, malinconia..
Ma sono convinto che questo sia il prezzo da pagare per gli errori passati e che prima o dopo vedrò la luce in fondo al tunnel..
Scusate lo sfogo
Avatar utente
By Gen82
#80043
Mah guarda, diciamo che i denti sono sempre stati il mio punto forte anche da onnivoro..a parte una mini carie su un molare da adolescente e un'altra piccola otturazione alla punta di un canino che si era spezzata, non ho mai avuto problemi e, vi confesso che ho sempre lavato i denti pochissimo..Diciamo che sono sempre stati invidiati per la forma, il colore e l'aspetto..
Da qualche mese a questa parte ho notato che sul colletto di tutti i denti si è formata come un contorno giallognolo che circonda tutta la base del dente ed inoltre sui due incisivi inferiori si sono formate delle striature nere longitudinali agli stessi..leggevo di qualcuno sul forum che aveva avuto problemi similari e spiegava come fossero effetto della disintossicazione..per questo sto praticando da qualche mese l'OIL pulling e vediamo come va..sinceramente non mi va di farmi manomettere la dentatura dal dentista che sicuro mi avvelenerà coi suoi ritrovati e preparati sbiancanti!!��

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret