Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By alexsurfer
#80028
Ciao atutti,
premetto che sono un vegano da 4 anni, tendente al crudismo da un anno.

Ho acqustato Angel da poco, quindi mi cibo con molti estratti, seguo i dettami dell' igenismo,
e avendo problemi con mia moglie che nn capisce ancora molto l' importantza di tutto questo, in ambiente sociale mi cibo di legumi e al massimo miglio.

Un digiuno di tre giorni lo praticai gia' nel 2011, con nesusn problema, tranne una fame terribile alla fine.

Adesso sono al terzo giorno e per tutti i tre giorni ho avuto tantissma fama, ma ho resistito, in piu al risveglio ho avuto tachicardia e stamattina, pulendomi la lingua senso di vomito. Inoltre, ho avuto evacuazione di feci normali, ma mi meraviglio che dopo due giorni senza cibo vada in bagno.

La mia intenzione di avvicinarmi ad un digiuno piu lungo e' per il fatto che ho sempre avuto lingua tendente al bianco.
lo so che dovrei interrompe digiuno fino a quando la lingua non ritorna bianca, ma come dissi sopra, per esigenze famigliari, sono obbligato al massimo digiuno di 5 giorni.

Vorrei integrare anche con lavaggio epatico e con la forza dei centrifugati penso comunque di fare un buon lavoro.

Cosa ne pensate a riguardo?
Avatar utente
By acerra99
#80035
siccome il magnesio neutralizza la tossicità della flora batterica, molti lo usano soprattutto durante il digiuno.

secondo le mie esperienza, dopo aver evacuato magari 7-9 ore dopo l'inizio del digiuno (o comunque 15 ore dopo), uno si aspetterebbe la seconda evacuazione dopo 7-8 giorni di digiuno. Lo scrostamento e la seconda evacuazione io li aiuto mettendo discrete quantita' di magnesio nell'acqua che consumo durante il digiuno.

Il magnesio è tanto più indicato nel tuo caso, in quanto tu riporti palpitazioni (ok, hai ancora due denti del giudizio e un devitalizzato!).

Per stroncare la fame (se decido che non voglio averla) io a volte faccio digiuno "secco", senza bere nemmeno acqua. Aiuta quello che hai fatto nei due giorni prima di partire per un digiuno. Nel caso di digiuno secco accuratamente programmato nei giorni prima, la fame infatti non compare proprio,in nessun momento. Ma un digiuno secco non si addice a chi non è abituato, è un digiuno doppio, molto pesante, non credo di aver mai letto qualcosa a riguardo su questo forum e quindi non te lo consiglio. Ma l'ho citato solo per dire che se hai bevuto parecchia acqua forse è spiegabile la fame.

Forse anche le centrifughe portano fame, ma lascio a te stabilirlo mediante osservazione.
Se fosse per me, io i giorni in cui uno digiuna e prende centrifughe li chiamerei giorni di centrifughe al 100% senza scomodare la parola "digiuno".

Ti scrivo qui per invitarti a farci sapere le tue osservazioni in ogni caso e a provare il magnesio nei prossimi digiuni.

lorenzo
Avatar utente
By daleo
#80052
acerra99 ha scritto:
Forse anche le centrifughe portano fame, ma lascio a te stabilirlo mediante osservazione.
Se fosse per me, io i giorni in cui uno digiuna e prende centrifughe li chiamerei giorni di centrifughe al 100% senza scomodare la parola "digiuno".

Ti scrivo qui per invitarti a farci sapere le tue osservazioni in ogni caso e a provare il magnesio nei prossimi digiuni.

lorenzo


Sono d'accordo.
Avatar utente
By alexsurfer
#80097
Allora ho interrotto digiuno alle 22.20 del terzo giorno, ero veramente distrutto, gambe debole, giramenti di testa.

Ho interrotto con tre cetriolo e una bella insalatamista.

A me avviso ero distrutto, rispetto al digiuno precedente del 2011, il fatto che ho tolto mese scorso due amalgame, quindi avevo addosso un sacco di intossicazione e in piu non ho fatto i clisteri che potevano aiutarmi.

Nel terzo giorni mi e' salita anche la febbre, mala alla pancia.

Mi sa che devo andarci piu cauto nei prossimi.
By Emiddio
#80969
Ciao Alex,secondo me stai facendo bene!Chia va piano va sano e va lontano...
Anche io sto digiunando,sono al settimo giorno proprio oggi.Ma è stata durissima...quella sensazione di vertigine e tachicardia la conosco molto bene..(puoi leggere il mio post sopra il tuo)

Ad ogni modo bisogna sempre agire per come ti senti,perché se esageri puoi rischiare.Quindi a parere mio continua così,pazientemente! 8)
Avatar utente
By palmerino
#82334
se fossi in te mi farei saguire da un terapeuta esperto nei digiuni.
ci sono molti medici igienisti in Italia.

te lo dico perché sento che non vivi in un ambiente favorevole (i parenti ti osteggiano) e inoltre vivi il digiuno in maniera troppo sul personale, ovvero mi sembri teso e questo non aiuta nella pratica.

se fossi in te mi prenderei alcuni giorni e andrei lontano dalla famiglia per trovare riposo e soprattutto tranquillità.
se avessi una casa a mare o in montagna (o un amico che te la presta) potresti approfittare di questa opzione.
prenditi alcuni giorni solo per te.

un'altra cosa: tua moglie non è che non capisce, ma ha altre idee sull'alimentazione e, immagino, sulla guarigione.
non è lei sbaglia e tu hai ragione: entrambi avete ragione. :?:
finché non accetti il suo modo di mangiare loro non accetteranno il tuo.
non cambiare le sue "credenze": lo farà quando sarà pronta, nel caso.
rispettala e amala anche se non la pensa come te.
altrimenti rischiate solo di rovinarvi la vita.
perdonami se mi sono permesso questi suggerimenti e prendili per quelli che sono: suggerimenti.
in bocca al lupo. :wink:
Avatar utente
By enrico82
#82383
palmerino ha scritto:un'altra cosa: tua moglie non è che non capisce, ma ha altre idee sull'alimentazione e, immagino, sulla guarigione.
non è lei sbaglia e tu hai ragione: entrambi avete ragione. :?:
finché non accetti il suo modo di mangiare loro non accetteranno il tuo.
non cambiare le sue "credenze": lo farà quando sarà pronta, nel caso.
rispettala e amala anche se non la pensa come te.
altrimenti rischiate solo di rovinarvi la vita.
perdonami se mi sono permesso questi suggerimenti e prendili per quelli che sono: suggerimenti.
in bocca al lupo. :wink:


parole sante! lo stò provando sulla mia pelle con la morosa, lei dice che non ce la fà più a sopportarmi... vedremo come andrà avanti :?
Avatar utente
By palmerino
#82385
non dire "vedrò" perché già metti i semi della non riuscita.
usa il verbo nel presente: "vedi" come va adesso.

io sinceramente non so darti soluzioni valide.
con la mia attuale compagna ho visto che quando convivevamo siamo riusciti ad "adattarci" e spesso io mangiavo per conto mio e lei per conto suo.
anche perché avevo notato che i "neuroni a specchio" mi inducevano a mangiare quello che mangiava lei: noi siamo "dipendenti" dai cibi che per anni, soprattutto nella primissima infanzia abbiamo mangiato.
meglio non avere tentazioni...

l'ideale sarebbe avere una compagna che sia tendenzialmente crudista, meglio se frugivora.
in effetti con l'attuale compagna sono mesi che non ci vediamo (abitiamo molto lontano) e quindi quando andrò a vivere con lei qualche settimana prenderò una decisione in merito al nostro rapporto.

da quel pochino che ho compreso, ogni amore ci regala preziosi insegmenti su se stessi.
raramente durano nel tempo soprattutto quando i rispettivi partner non si prendono la piena responsabilità delle proprie sofferenze.
io per primo, mi raccomando.
è bello innamorarsi proprio perché possiamo iniziare un nuovo percorso di apprendimento spirituale, diciamo così. :wink:

quindi non demordere e prenditi la tua responsabilità: combattere alimenta il problema; perdonala e amala anche quando lei non ti sopporta.
non significa che devi tu sopportarla: sei tu che puoi cambiare il vostro modo di relazionarsi.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret