Arnold Ehret Italia

Vuoi iniziare un diario dove raccogliere i tuoi successi, gli ostacoli incontrati durante il tuo percorso? Questa sezione è quella giusta!

Moderatore: luciano

#80378
Giovedì e Venerdì 25-26 Settembre – QUARTO e QUINTO GIORNO
---------------------------------------------------------------------------------

Ciao a tutti!
Il mio cammino prosegue a gonfie vele: procedo nel mio digiuno di sola acqua e spremuta di limone al mattino.

Comincio a sentirmi un po' più stanca e "rallentata", ma in questi 2 giorni sono riuscita a lavorare tranquillamente e a ritagliarmi tanto tempo per il riposo.
Comincio ad avvertire la sensazione di freddo, soprattutto alla sera, ma per ora è perfettamente sotto controllo.
Complessivamente mi sento bene, tranquilla, serena, lucida.
Avverto e distinguo in maniera forte tutti gli odori.
Ogni mio movimento mi sembra calibrato, controllato, mai azzardato o troppo veloce.

Sono contenta di sentirmi bene e di buonumore. Questo mi dà fiducia per i prossimi giorni.

Nel weekend sarò a Verona per il concerto di Elisa all'Arena: non vedo l'ora!!

Ci sentiamo Lunedì per gli ultimi aggiornamenti.
Buon weekend a tutti!!
noe
------------------------

Gioia e felicità estreme uccidono quanto rabbia, odio e preoccupazioni estreme.
Di conseguenza, EVITA GLI ESTREMI DI QUALSIASI GENERE
(A. Ehret)
#80388
Buona continuazione.

Ti seguo con interesse :wink:
#80412
Sabato e Domenica 27-28 Settembre – SESTO e SETTIMO GIORNO
---------------------------------------------------------------------------------

Ciao a tutti.

In questo weekend ho iniziato ad avvertire i primi segni di stanchezza: basta una scala o una breve salitella per far battere a mille il cuore!!
E' vero che sono stata molto tempo fuori (weekend a Verona a seguire il concerto di Elisa all'Arena), e che ho camminato molto, per cui la cosa non mi preoccupa più di tanto.

Comincio a sentirmi anche un po' più "estranea" al mondo: spesso mi accorgo che la mente vaga, e che faccio fatica a concentrarmi o a seguire le parole che dicono gli altri.
Sono anche un po' più irascibile, e non ho molta pazienza.
Comincio anche ad avere più freddo del solito, per cui devo sempre essere ben coperta.

Per il resto, a parte un paio di circostanze, l'idea del cibo è pressoché scomparsa, e ho sensazione di godermi più del solito i momenti di riposo e il sonno.
Comincio a fare buoni propositi per quando riprenderò a mangiare, ma sono ancora lontani e sfocati.

Mi aspettano ora altri 8 giorni: so che saranno lunghi e difficili, ma li affronto con grande serenità e determinazione, per cui non mi fanno paura.

Grazie a tutti quelli che mi stanno seguendo e buona settimana!
A domani,
noe

--------------------------
La vita è una tragedia dell’alimentazione
(A. Ehret)
#80468
Lunedì 29 Settembre - OTTAVO GIORNO
-----------------------------------------------

Eccomi di nuovo qui!
Oggi mi sento decisamente meglio rispetto al weekend, ho riacquistato forze e vitalità e non ho più né giramenti di testa, né senso di nausea e spossatezza. Che gioia!!
Ho come la sensazione che potrei continuare a digiunare per sempre, e che sia proprio questo lo stato, fisico e mentale, in cui si riesce a godere maggiormente delle piccole cose. Mi sembra di poter fare a meno del cibo per sempre, e questo è bellissimo, perché significa che quello stato di dipendenza da cibo, che in un modo o nell'altro attanaglia ciascuno di noi, si sia ridimensionato e abbia trovato la sua giusta collocazione. Miracolo del digiuno. roba che, se uno non prova, non si può credere.

Il mio peso si sta lentamente assestando, il fisico si sta asciugando e ho proprio un bell'aspetto. Erroneamente, si potrebbe pensare che digiuni lunghi portano ad uno stato di deperimento e di emaciazione. Invece, proprio perché il corpo si focalizza sui tessuti e sulle parti inutili e ridondanti, durante un digiuno le forme si fanno più sinuose, la figura si snellisce, gli occhi diventano più lucidi e splendenti, i capelli più forti.

Rispondendo a Luciano: in effetti, per far fronte all'infiammazione del mio piede, ultimamente avevo fatto diverse infiltrazioni locali di cortisone, oltre ad un paio di cure per bocca sempre dello stesso. Per il resto, non sono solita assumere farmaci. Si vede che, come dici tu, le difficoltà del weekend sono state dovute all'eliminazione del vecchio cortisone assunto. Ma, vedendo come mi sento oggi, mi sento di dire che il peggio è passato, e che la "pulizia" procede a gonfie vele.

Il mio piede è sempre insensibile, però, rispetto ad una settimana fa, l'ematoma sul collo si è riassorbito, e ho riacquistato una buona mobilità delle dita. Direi che già questa è una gran cosa!

Ok, passo e chiudo.
Le mie giornate proseguono tra riposo, lettura, lavoro, passeggiate, aria fresca e sole.
Ho come la sensazione che rimpiangerò questi giorni, mi sento troppo rilassata e come se guardassi il mondo dall'esterno. Tutto gira velocemente e chiassosamente, ma io sono sempre lì, in equilibrio, in contemplazione...

A domani!!
noe
-----------------------

Roma wasn't built in a day
#80499
Martedì, Mercoledì e Giovedì 30 Settembre - 1-2 Ottobre – NONO, DECIMO e UNDICESIMO GIORNO
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ciao a tutti!

Il mio digiuno procede davvero bene. Dopo le difficoltà del weekend, ho riacquistato energie e vitalità, e il mio digiuno procede in discesa.
Continuo a sperimentare una sensazione di pace e tranquillità interiore. Mi sento come "distaccata" dal mondo esteriore, che riesco ad osservare con più lucidità.
Mi sembra di apprezzare molto più del solito il silenzio, la quiete, il calore del sole, la tranquillità che deriva dal riposo e dalla contemplazione della natura.
Mi sento leggera, sia fisicamente che spiritualmente, come sollevata dal carico della materialità.
Insomma: STO BENE.

Mi è venuta una voglia pazzesca di ricominciare a correre, ma ho deciso di aspettare e di ultimare il digiuno prima di riprendere qualsiasi attività sportiva: credo sia giusto continuare a dare al corpo la tranquillità per procedere nel processo di rigenerazione, senza disperdere le energie in altre attività.
Sto continuando a lavorare, e questo non mi crea alcun disagio: la mente è lucida, la pazienza si attesta ad alti livelli (e con gli studenti ce ne vuole... eccome se ce ne vuole!!), il tempo scorre veloce.

Dal punto di vista del peso, ho perso 6 kg in 10 gg, quindi è tutto assolutamente sotto controllo. Credo che, alla fine dei 15 gg, mi attesterò su una media di mezzo chilo al giorno.
Il mio aspetto si è asciugato, la mia figura si è assottigliata, lo sguardo è lucido, la pelle come rinnovata, i capelli morbidi. Mi piaccio, e questo è davvero positivo.
Bevo succo di limone in acqua calda tutte le mattine, e ho aggiunto qualche tisana nel corso della giornata, giusto per indurmi a bere, visto che lo stimolo della sete è sempre ridotto al minimo.
Sto facendo un clistere tutti i giorni, e questo mi è sicuramente di aiuto per eliminare tutte le scorie che il digiuno sta mettendo in circolo.
Distinguo gli odori in maniera forte, come non mai, e mi sembra di cogliere sfumature nuove e più pungenti.
E' come se le mie capacità sensoriali si fossero acuite e potenziate.. così, senza fare nulla di particolare...

Lasciate che vi dica che a me tutto questo pare a dir poco MIRACOLOSO.
Lo stimolo della fame si è come azzerato, e ti rendi conto che il digiuno, contrariamente a quello che i più pensano, è tutt'altro che rinuncia o privazione o sacrificio. E' semplicemente lo strumento attraverso cui ci mettiamo a nudo e ci rafforziamo, sia nel corpo che nello spirito. E' la dimostrazione di quanto le credenze popolari (impossibile stare senza mangiare, bisogna fare sempre 3 pasti al giorno + 2 spuntini, ecc...) siano infondate e strumentalizzate.
Certo, è difficile pensare che il corpo possa subire una tale metamorfosi senza assumere cibo per un periodo più o meno lungo. Lo si può credere solo se lo si sperimenta in prima persona o se ci si fida di chi l'ha provato sulla propria pelle.
Mi piacerebbe moltissimo farmi promotrice di questa filosofia, e fare in modo che la digiunoterapia conoscesse il giusto sviluppo e riconoscimento. Perché, se è vero che ci sarebbero da vincere scetticismo, perplessità e convinzioni popolai radicate da secoli, è anche vero che i risultati parlerebbero da sé. E che, se le persone riuscissero a comprendere che gran parte dei propri guai fisici è legata ad una sovralimentazione e all'assunzione di farmaci, sarebbe poi più semplice promuovere una cultura basata sulla consapevolezza e sulle potenzialità del proprio corpo.
Voi che ne pensate? Credete questo sia fattibile nella nostra società? Da dove si potrebbe cominciare?

Chi di voi ha intrapreso digiuni lunghi, ha vissuto le mie stesse sensazioni? Come è stato il "post", ossia il ritorno alla "normalità"?

Vi ringrazio e vi saluto. Ci aggiorniamo nel weekend.

un abbraccio,
noemy
----------------------

COGITO, ERGO SUM
(Cartesio)
#80504
La mia esperienza di digiuno più lungo è di 10gg, ho perso 6 kg ma si recuperano in pochi giorni. Per me i più problematici sono i primi due giorni poi molto meglio, io bevo kefir con limone e ogni tanto aggiungo un cucchiaino di miele. Le sensazioni assomigliano alle tue, continuo a lavorare in campagna con ritmi ridotti.
Quando è il momento di fare un digiuno lo senti inutile forzare. Per fare digiuni lunghi occorre un minimo di preparazione mentre i due tre giorni sono alla portata di tutti e farebbero solo che bene a tutti gli onnivori.
Incredibile come per nove giorni non senta fame, poi come arriva il decimo sono assatanato di cibo; è veramente tutta questione di testa. Ciao, complimenti.
#80511
[font=Georgia][align=justify]La mia esperienza è stata di 30 giorni quest'estate, che ho raccontato nel thread "Vacanza digiuno". Ho utilizzato i succhi freschi dell'estrattore, per non esagerare col primo lungo digiuno.

Ora ti ringrazio perchè il prossimo anno potrei azzardare con una buona preparazione anche le tre settimane solo ad acqua.

L'utilizzo di succhi rende l'approccio più soft, ma ti assicuro che le tue sensazioni sono reali e provate da me ma anche da altri di cui ho letto le testimonianze su questo forum (qualcuno direbbe che ci stiamo autosuggestionando. Contenti loro!).

Il ritorno alla normalità è stato come un saluto nostalgico tra innamorati alla stazione del treno: emozionante ma un po triste.

Nel mio caso, continuare col digiuno diventava complicato, in linea di principio (molto di principio) il nostro corpo può vivere di aria e luce. Sconsiglio questa pratica se non si ha una forte connessione tra corpo, anima e spirito per non creare danni irreparabili. L'assaggio comunque lo abbiamo attraverso l'astinenza dal cibo. Dopo alcuni giorni tutte le prestazioni corporali migliorano.

Hai già pensato a come rompere il digiuno? Mi picerebbe saperlo se non sono troppo curioso.

Grazie per la bella testimonianza.[/align]
[/font]

[font=Georgia]P.S.
Questo video mi ha fatto venir voglia di digiunare ad oltranza!
[/font]
[hr]
[align=center][font=Georgia]Natalino Balasso ed il cibo[/font][/align]
[hr]
#80516
Venerdì 3 OTTOBRE – Dodicesimo giorno

Ed eccomi arrivata praticamente alla fine del mio digiuno.

Oggi, dodicesimo giorno, mi sono sentita come nei giorni scorsi, ossia leggera, in pace con me stessa, tranquilla. Complici le temperature ancora miti e gradevoli, mi sono goduta un bel pomeriggio leggendo in giardino.
Alla sera ho sentito che l’appetito, un sano appetito, mi stava tornando. Avvertivo voglia di cose buone, integrali, vere. Voglia di tornare ad assaporare con lentezza e con presenza, senza fretta, il gusto pieno dei cibi. Voglia di tornare ad annusare gli alimenti per coglierne le varie sfumature. Lì ho capito che il mio digiuno era finito.

È stata una fantastica esperienza, di cui farò certamente tesoro, e che senz’altro ripeterò in primavera, magari prolungandola di qualche giorno.

Come in passato, interromperò il mio digiuno con passati e vellutate di verdure, cibi integrali e biologici, creme varie (in particolare, sesamo, arachidi, nocciole, ecc..), gelati vegetali e frutta secca, di cui vado ghiotta, e che mi sembra sempre più buona dopo un periodo di astensione dai cibi solidi (in primis, mandorle tostate e semi di girasole!!). Assaporerò ogni singolo boccone, masticando lentamente e a lungo. Non mi forzerò a mangiare, ma ascolterò il mio corpo.

Continuerò per qualche giorno a fare clisteri, almeno fino a quando le funzionalità intestinali torneranno nella norma.

Con cautela, ma anche con una gran voglia, riprenderò a correre e a fare sport, nella speranza che il digiuno mi abbia liberato di quel fastidioso muco che mi opprimeva e che il calo di peso dia un po’ di sollievo al piede dolorante e alla schiena.

Continuerò a fare digiuni brevi (12-24 ore) con regolarità, sempre assecondando le richieste del mio corpo e senza forzature.
Credo che rimpiangerò questa breve parentesi. Ma farò di tutto per ricreare, pur nella vita affannosa e caotica di tutti i giorni, le medesime sensazioni di serenità e “presenza mentale”, prendendomi delle pause e mettendomi ad osservare il mondo.

Tenere questo diario mi è stato di grande aiuto, e ringrazio tutti voi che mi avete seguito e incoraggiato.

Spero che il digiuno diventi un’esperienza di benessere e guarigione universalmente accettata e riconosciuta. Io lavorerò affinchè sia così!

Spero anche che ci terremo in contatto.

Un forte abbraccio,
noemy
....................................

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,i capelli diventano bianchi,i giorni si trasformano in anni.
Però ciò che è importante non cambia;la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo,c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.
Fino a quando sei vivo,sentiti vivo.
Se ti manca ciò che facevi,torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite.
Insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
Fa in modo che invece che compassione,ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre,cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce,cammina.
Quando non potrai camminare,usa il bastone.
Però non trattenerti mai!!

(Madre Teresa di Calcutta)
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret