Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Markuseye
#80377
Bene i rolfati mi sembra siano quattro.

Citando romi ha provato delle azioni meccaniche sul corpo che si sono tradotte in sensazioni di "apertura".

Dall'intervento di Priula59, il rolfing agisce sul tessuto connettivo, che guarda caso fascia la nervatura dell'uomo. Per certo sappiamo che il sistema neurologico umano, specie nel cervello, ha una concentrazione pari a nessun altro essere vivente conosciuto.

Inoltre il sistema nervoso è un apparato di trasmissione e ricezione sofisticato delle informazioni. Quindi praticare dei riallineamenti fatti da mani esperte, ci aprono dei canali assopiti. Questi tendono a richiudersi rapidamente, se il sistema corpo/anima/spirito è squilibrato.
[/font]

luciano ha scritto:Per me anima e spirito sono sinonimi, che significato gli dai ad ognuna visto che le usi come termini differenti?


[font=Georgia]Si sono separati, ma puoi pecepirli insieme, se il sistema con cui li osservi non ti permette di separarli a sufficienza. E' come diffrarre la luce con un prisma, se contiene delle aberrazioni vedrai tre magari quattro colori che sono mischiati tra loro. Questo non significa che la luce bianca ne ha solo quattro.

Per me il corpo è l'involucro su cui agiscono le forze minerali (esterne) diviso in tre parti, l'anima è l'involucro che a sua volta si divide in tre parti (anima senziente, razionale e cosciente), ed è in contatto con le tre parti spirituali superiori dell'uomo.

Questa è la natura dell'uomo. Rolfando o usando una tecnica che sappia toccare i punti giusti, ricollego le prime tre parti alle seconde tre (scollegate anche per l'accumulo di tossine) e le tre parti spirituali superiori cominciano a trasmettere dandoci sensazioni mai provate prima o rimuovendoci blocchi cronici in un attimo.

Il sistema però è instabile perchè "forzato" da una tecnica. Se manca il lavoro individuale, di cui la dieta ne fa parte, questi ritorna al punto di partenza. Qui poi subentrano le scelte individuali.

C'è chi "capisce" che ha avuto un attimo di vero se superiore e comincia il suo viaggio interiore per ritrovarlo. C'è chi attribuisce alla tecnica tutto il merito e non fa altro che saltare da un metodo ad un altro sperando sempre che da fuori gli si riempa il vuoto che sente dentro.

Caro luciano so di averti risposto in modo parziale, tuttavia negare le sfumature di anima e spirito e come pensare che la luce sia bianca. Se la fai passare da un prisma "vedi" che è composta di 7 colori. Attraverso un lavoro sull'anima puoi "vedere" che anche la natura umana è composta da 7 livelli, dove i tre livelli materiali (corpo) sono in equilibrio dai tre livelli spirituali con al centro l'anima sede del vero io.

Ciò di cui parlo sembra teoria, ma ha un fondamento pratico, che può essere sviluppato da chiunque.

Il corpo perde la vita, l'anima e lo spirito vivono in eterno.
Avatar utente
By luciano
#80381
Markuseye ha scritto:
luciano ha scritto:Per me anima e spirito sono sinonimi, che significato gli dai ad ognuna visto che le usi come termini differenti?


l'anima è l'involucro che a sua volta si divide in tre parti (anima senziente, razionale e cosciente), ed è in contatto con le tre parti spirituali superiori dell'uomo.
Mi pare troppo complicato, da quale dottrina/filosofia/religione proviene quella suddivisione?

Quello che ho avuto modo di osservare e sperimentare è che l'essere spirituale crea tramite il pensiero. Quando è connesso con un corpo il suo pensiero interferisce in positivo o in negativo generando emozioni che a loro volta influenzano il funzionamento delle ghiandole endocrine.

Se le emozioni sono positive le ghiandole funzionano a dovere e secernono gli ormoni in maniera bilanciata e le funzioni del corpo sono ottimali.

Viceversa, se le emozioni sono negative, per esempio collera o paura, la produzione di ormoni da parte delle ghiandole endocrine è alterata con conseguente malfunzionamento dei vari sistemi del corpo e successiva insorgenza di disturbi e malattia.

Rimuovendo il pensiero che origina un emozione negativa cessa l'alterazione del funzionamento dei vari organi e la malattia o disturbo scompaiano. Rimossa la causa, rimosso l'effetto.

Riguardo ad anima e spirito se non vogliamo speculare e quindi non aggiungere complicazioni ad un argomento di per sé semplice basta andare all'origine delle due parole, l'etimo dell'una e dell'altra, i significati sono pressoché identici:
anima /'anima/ s. f. [lat. anĭma, come anĭmus, dal gr. ánemos "soffio, vento"]
spirito¹ /'spirito/ s. m. [dal lat. spiritus -us "soffio, respiro, spirito vitale", der. di spirare].
Avatar utente
By Markuseye
#80387
[font=Georgia][align=justify]Caro Luciano è un grande piacere scambiare questi argomenti con te. Mi piacerebbe averti come vicino di casa.[/align][/font]
luciano ha scritto:Mi pare troppo complicato, da quale dottrina/filosofia/religione proviene quella suddivisione?

[font=Georgia][align=justify]L'Antroposofia fondata da Rudolf Steiner un quasi coetaneo di Arnold Ehret è nato cinque anni dopo Nikola Tesla (un periodo magico stroncato da ben due guerre mondiali).[/align][/font]
luciano ha scritto:...i significati sono pressoché identici:
anima /'anima/ s. f. [lat. anĭma, come anĭmus, dal gr. ánemos "soffio, vento"]
spirito¹ /'spirito/ s. m. [dal lat. spiritus -us "soffio, respiro, spirito vitale", der. di spirare].

[font=Georgia][align=justify]Hai fatto centro (pressoché)! Il soffio vitale dello spirito fluisce come un vento nell'anima tenendo in vita il corpo. Le ghiandole endocrine, in particolare l'epifisi, sono fasciate dal sistema nervoso e tramite questo inviano e ricevono impulsi che stimolano varie attività corporali. Il giusto pensare agisce sul sistema nervoso creando un ponte tra spirito anima e corpo.

Le emozioni (emo azioni) sono moti dell'anima. Semplificando il concetto ciò che è giusto e sbagliato per il corpo, per lo spirito tramite l'anima si traduce in sano e malato (ovviamente ad ammalarsi è il corpo).

Con questi ragionamenti ci siamo fatti una bella rolfata cerebrale (cosi non sono smaccatamente O.T.!), che è uno dei miei passatempi preferiti.[/align]
[/font] :D
In questo libro (Teosofia) si vuole dare una descrizione di alcune parti del mondo soprasensibile. Chi voglia ammettere soltanto quello sensibile, riterrà tale descrizione un vacuo prodotto della fantasia. Ma chi voglia cercare le vie che conducono fuori dal mondo dei sensi, arriverà presto a comprendere che la vita umana acquista valore e significato soltanto penetrando con lo sguardo in un altro mondo.

[font=Georgia]Rudolf Steiner[/font]
Avatar utente
By luciano
#80390
Sono contento che a me tutto questo nozionismo non serve per ottenere i risultati che desidero in ogni aspetto della mia esistenza.

Capisco che se iniziassi a controbattere apportando argomenti a dimostrazione delle mie affermazioni nei post di risposta ne troverei altre che affermerebbero, se non proprio il contrario, senz'altro qualcos'altro. E così via all'infinito.

Questo riempirebbe il forum di un sacco di significanza interpretabile che comunque non sarebbe risolutiva per quanto riguarda l'effettivo progresso spirituale.

Pertanto voglio graziare gli utenti dal supplizio inferto dalla confusione che ne deriverebbe se portassi avanti l'argomento, perciò terminiamo qui, limitandoci a quanto inerente agli insegnamenti di Arnold Ehret. :D

[align=center]The end. :lol:[/align]
Avatar utente
By Markuseye
#80394
Sono d'accordo. Lo scopo non deve essere quello di confondere, ma di crescere, se non aiuta al momento è meglio sospendere.

La crescita spirituale come dici non è un fatto teorico ma pratico, Ehret docet.

Comunque mi sono divertito (o rolfato!). :D
Avatar utente
By Priula59
#80406
Ad oggi: 4 rolfati e mezzo (Markuseye è un rolfato virtuale, spirituale direi...). :D
Se ho ben capito, il rolfing funziona, scioglie durezze, apre canali, ecc. Solo che i miglioramenti portati dal rolfing se non sono accompagnati da un rinnovamento del pensiero, col tempo tendono a cessare.
Avatar utente
By Markuseye
#80409
Già, ufficialmente rolfato virtuale! C'è chi si è spinto oltre arrivando sino all'ipnosi regressiva, ma il lavoro "sporco" tocca a noi, il giusto pensare parte da un lavoro fatto dentro di noi.

P.S.
Se incontro un professionista di rolfing mi rolferò la metà mancante, sono curioso più che una suocera!
Avatar utente
By luciano
#80411
Markuseye ha scritto:Se incontro un professionista di rolfing mi rolferò la metà mancante,
Questo darebbe utilità ai commenti sull'argomento avendo poi i requisiti per commentare con cognizione di causa. :D
Avatar utente
By Priula59
#80423
Markuseye ha scritto:Se incontro un professionista di rolfing mi rolferò la metà mancante, sono curioso più che una suocera!

Diventerai uno steineriano rolfato ehretista e aggiungerei anche parmigiano. Un importante esperimento scientifico, la società tutta te ne sarà eternamente grata. :lol:
Ironia a parte, sarà interessante vedere l'effetto del rolfing su chi ha una profonda capacità di introspezione e una dimensione spirituale molto sviluppata.
Priula59
Avatar utente
By Markuseye
#80441
Promesso che appena passo alla pratica torno a commentare. :lol:
Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret