Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
#80442
L'intervistatore sono io, Lorenzo. Serve come allenamento per chi sta in Sardegna e deve approcciare un chirurgo orale.

Intervistatore ---- "Paolo, sono il moderatore del forum arnold ehret sulle questioni dei denti focali, acerra99, autore di Denti Tossici (1999). Metto in cc: pure Luciano. Ho l'impressione che ci puoi dare dei contributi utili, come quelli che hai dato qui e qui
Ovviamente non è detto che tu abbia tempo per rispondere alle mie domande. Ma io ci provo. Provar non nuoce."

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Hai ragione.....sono sempre incasinato....ma ci provo! :-)


"Ti volevo chiedere un piccolo resoconto di quello che pensi sugli strumenti piezoelettrici, quando li usi, perché sono essenziali, i vantaggi che si possono loro attribuire."

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Ho smesso con la Piezochirurgia ed ora sono al livello successivo, la chirurgia sonica...in pratica la cosa è similare, ma la capacità di lavoro degli strumenti è maggiore ( tagliano/incidono meglio e più velocemente..), inoltre l'apparecchiatura è molto contenuta e trasportabile anche in altri ambulatori, al contrario del macchinario della ch. piezoelettrica....inoltre le punte (che costano un botto!) sono molto più resistenti.
I vantaggi reali che vedo sono sostanzialmente limitati....hanno un taglio più delicato e meno aggressivo degli strumenti rotanti, ma sono anche disastrosamente "lenti"...anche quelli sonici.....diciamo che hanno impieghi limitati PER ME, altri chirurghi li usano sempre....


"Oggi rileggevo questo post, parlando con un dentista sul protocollo...
e ho deciso che potevamo provare ad interpellarti più spesso, e se sei specializzato in chirurgo orale (non capisco bene dal tuo CV), servirà leggerti anche a chi si sfoglia il Forum."

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Avessi tempo....faccio fatica anche a rispondere alle mail ed a scrivere sul forum dei dentisti.....


"E se non fossero abbastanza queste domande, ci aggiungo se mi potresti COMMENTARE questo video:
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=eJRsnmT-tAg[/youtube]
[align=justify]M'interessa il discorso del DEBRIDEMENT (post-estrazione) con punta OP3 dell'alveolo.
O se vuoi puoi commentare questo video, che riguarda le varie punte usate: https://www.youtube.com/watch?v=Ly3PN85by_I
Do per scontato che usi strumenti piezoelettrici, da quanto tempo? (e do per scontato che stai a casa e non sai come occupare il tempo.. ...)".

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Ti ho risposto sopra....si parla un sacco di tutti gli aspetti positivi degli strumenti sonici/subsonici/piezoelettrici, ma la realtà è che non sostituiscono la tradizionale azione detergente o come piace a voi di "pulizia ossea" dopo estrazione degli strumenti tradizionali, manuali o rotanti per intenderci..., sono usati prevalentemente per chirurgie raffinate, non solo per le estrazioni, dove la maggior parte dei pazienti li giudica lenti e noiosi...però le case produttrici, devono venderli, e quindi le provano tutte...


"E' la prima volta che faccio questo tentativo di approcciare un bravo chirurgo orale. Se va a buca con te, sicuramente lo ripeterò con qualcun altro. Sapendo bene che uno deve accettare i medici allopatici se poi vuole cominciare a parlarci e fargli fare dei lavori.
Ho trovato il tuo Cv qui: http://www.guazzipaolo.it/staff.php

Chiaro, c'è l'eterno dilemma tra conservazione osso alveolare e infezione dentale cronica a carico dell'osso, qui entrano in gioco gli strumenti piezoelettrici, solo che noi li vorremmo mettere in mano ad uno che vede e rispetta il punto di vista della bonifica".

http://www.cortellinidavide.com/uploads ... 154665.pdf
    Il dott. Carlo Clauser ha affrontato il tema della conservazione dell’osso alveolare, ricorrendo a un’ampia carrellata di casi clinici emblematici. Poiché l’osso si rigenera a patto di conservare le sue pareti, si rende auspicabile da parte del chirurgo la minima invasività in ambito estrattivo,
    [..] Inoltre, il chirurgo deve sempre rammentare che nel caso il sito presenti infezione purulenta l’osso reagisce semplicemente ritirandosi, senza mai più riformarsi. Pertanto in tali frangenti è da privilegiarsi un approccio eminentemente chirurgico, mediante drenaggio e scrupolosa disinfezione strumentale, diffidando dell’azione degli antibiotici, che s’impiegano comunque ed efficacemente, ma come copertura delle manovre chirurgiche, non certo per risolvere d’emblée un’infezione in atto
    .

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Cortellini e sopratutto Clauser sono ottimi operatori....non confondere però quello che scrivono per i pazienti e quello che "vorreste sentirvi dire" come rispettosi di Ehret....sono cose diverse....il mondo odontoiatrico "standard" non accetta qs. punto di vista.....non sarebbe nemmeno conveniente per il clinico, visto che il 99% dei trattamenti con pazienti non ehret segue altre vie.....meglio per voi sarebbe trovare odontoiatri maggiormente fidelizzati......

Ritengo che il problema per Voi non sia farvi togliere un dente......ma rimetterlo....anche perchè in odontoiatria, sempre di metallo si parla.....o perlomeno per quanto riguarda gli impianti!
Come scrissi nel 2012 dopo una estrazione dentale, nel sito chirurgico si mette collagene/osso naturale di cadavere/osso sintetico/osso di animale...ovviamente tutti deantigenati e sterili, e correttamente denunciati a S.S.N ed approvati per l'uso di rigenerazione ossea....ci si mette un sacco "di roba" per avere la migliore guarigione ossea possibile e poi fare un impianto.

Se il paziente-Ehret ["vuole super-curettaggi", Ndell'intervistatore], non vuole biomateriali, suture, e nient'altro che la sola estrazione....padronissimo di scegliere, ma la guarigione sarà da verificare nel tempo....avverrà di sicuro, ma quanto osso rimane? e dove lo metto l'impianto anche se di zirconia??

Un chirurgo potrebbe anche metterti un impianto in zirconia, ma se va male??? dovresti pagarlo lo stesso, ed il "circolo vizioso" non avrebbe fine.....a mia conoscenza nessuno a tutt'oggi garantisce gli impianti in zirconia.....non sono nemmeno più manco sperimentali.....sono "spariti" e basta! ( segno inequivocabile che qualcosa non funzionava come doveva....)
Nb: quando una cosa "sparisce" vuol dire che non la usa più nessuno, ma magari è ancora in commercio.....

Altra possibilità ( da non trascurare..) è che facendo IO parte della Odontoiatria e Chirurgia tradizionale, MAGARI non sono a conoscenza di un "universo parallelo" di medici che operano in accordo con voi....ma in questo non ti posso aiutare....e d'altronde se mi poni queste domande ritengo che neanche tu ne abbia trovati...mi spiace....


lorenzo

dentista, chirurgo orale a modena ha scritto:Ciao, Paolo. :-)


.... e direi che la prossima domanda che gli farei è "Cosa deve pensare il chirurgo orale, dopo che ha estratto un dente del giudizio intero, vede che le radici sono venute intere tutte... può suturare o deve fare e pensare qualcosa prima di cucire il sito?[/align]
Avatar utente
By Abobo
#80448
acerra99 ha scritto:Ritengo che il problema per Voi non sia farvi togliere un dente......ma rimetterlo....anche perchè in odontoiatria, sempre di metallo si parla.....o perlomeno per quanto riguarda gli impianti!
Come scrissi nel 2012 dopo una estrazione dentale, nel sito chirurgico si mette collagene/osso naturale di cadavere/osso sintetico/osso di animale...ovviamente tutti deantigenati e sterili, e correttamente denunciati a S.S.N ed approvati per l'uso di rigenerazione ossea....ci si mette un sacco "di roba" per avere la migliore guarigione ossea possibile e poi fare un impianto.

Se il paziente-Ehret ["vuole super-curettaggi", Ndell'intervistatore], non vuole biomateriali, suture, e nient'altro che la sola estrazione....padronissimo di scegliere, ma la guarigione sarà da verificare nel tempo....avverrà di sicuro, ma quanto osso rimane? e dove lo metto l'impianto anche se di zirconia??

Come rispondiamo a questo?

acerra99 ha scritto:Un chirurgo potrebbe anche metterti un impianto in zirconia, ma se va male??? dovresti pagarlo lo stesso, ed il "circolo vizioso" non avrebbe fine.....a mia conoscenza nessuno a tutt'oggi garantisce gli impianti in zirconia.....non sono nemmeno più manco sperimentali.....sono "spariti" e basta! ( segno inequivocabile che qualcosa non funzionava come doveva....)
Nb: quando una cosa "sparisce" vuol dire che non la usa più nessuno, ma magari è ancora in commercio.....

Anche Barile mi ha detto più o mano la stessa cosa.

Grazie per la condivisione.
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret