Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
Avatar utente
By Vega70
#80966
Abobo ha scritto:Al posto del merluzzovis non si potrebbe prendere direttamente dell'olio di fegato di merluzzo? Lo vendono?
Riguardo il magnesio: è consigliabile prendere anche questo in preparazione alle estrazioni?
Avete una marca/prodotto da consigliare?

L'olio di fegato di merluzzo ed il cloruro di magnesio li trovi in farmacia... puoi prendere un cucchiaio di olio tutte le mattine e 4gr al giorno di cloruro... per non sentire il sapore orribile puoi aggiungerlo ai succhi vegetali se li bevi, oppure ne sciogli 30gr in 1 litro e mezzo di acqua e ne bevi 150 ml al giorno...

AGGIORNAMENTO:

appuntamento con Barile il 10 dicembre... estrazione 38 e cavitazioni 36 e 37! Ma prima passo da Ricky :lol:
Ultima modifica di Vega70 il 9 novembre 2014, 13:42, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By Vega70
#81410
Ieri sono andata da Barile per la prima bonifica. Purtroppo sono parecchio demoralizzata, perchè è successa una cosa che mi ha spiazzata. A oltre 24 ore dall'intervento sembra che una parte di anestesia non se ne voglia andare. Mi prende la parte del mento, dal centro e un pò la parte sx verso la mandibola, compresa la parte sx del labbro inferiore. Ho chiesto a Barile e mi ha detto che è una reazione del nervo e di prendere il cortisone che mi ha prescritto più l'antibiotico. A parte che non avevo nessuna intenzione di prendere nè uno nè l'altro... Ma quello che mi chiedo io è: cosa vuol dire reazione del nervo??? Sono davvero demoralizzata, perchè vado a pensare cose non belle adesso. Se qualcuno può darmi una mano a capirci qualcosa e consigliarmi se sia meglio prendere cortisone e antibiotico o no, gliene sarei davvero grata.
Avatar utente
By Vega70
#81413
luciano ha scritto:Tenterei prima di fare impacchi con l'argilla sulle parti desensibilizzate, mento mandibola labbro...

Ci provo, ho l'argilla verde ventilata in casa. Ma vorrei fare una domanda in tutta sincerità e fuori dai denti: potrebbe avermi preso il nervo e la cosa diventare permanente? 8O
Avatar utente
By luciano
#81414
Non non credo, la sostanza quando è uscita non fa più il suo effetto e gradualmente torna normale.

Non aggiungere preoccupazione, altrimenti rallenti la guarigione.

Fai dei respiri profondi con la pancia e quando espiri lascia scendere l'energia verso i piedi, ben poggiati per terra.

Questo per togliere l'attenzione dalla testa, dove stai condensando tutta l'energia con preoccupazione e ansia. :D
Avatar utente
By Vega70
#81415
luciano ha scritto:Non non credo, la sostanza quando è uscita non fa più il suo effetto e gradualmente torna normale.
:D

intendevo Barile non l'anestesia...
Avatar utente
By luciano
#81417
Per il nervo se fosse stato punto non dovrebbe succedere nulla.

In passato un dentista per ripulirmi un canale ha sbagliato la fresa, ne ha usata una più lunga, mi ha punto non so che nervo e ho sentito un male che non auguro a nessuno, è partito da quel nervo fino alla testa e giù per tutto il braccio sinistro fino alle dita e mi è durato 5 minuti, poi gradualmente si è attenuato fino a scomparire.

Come va ora?
Avatar utente
By Abobo
#81418
Tranquilla, è successa la stessa cosa anche a me. Tutto è passato al 3° giorno.
Io avevo una profonda infezione a contatto con il nervo quindi non mi sono preoccupato più di tanto.
Avatar utente
By Vega70
#81425
Abobo ha scritto:Tranquilla, è successa la stessa cosa anche a me. Tutto è passato al 3° giorno.
Io avevo una profonda infezione a contatto con il nervo quindi non mi sono preoccupato più di tanto.

Davvero??? Ma l'avevi detto a Barile? Io sto impazzendo, è una cosa fastidiosissima e per il momento non accenna a migliorare... Questa notizia mi rincuora, speriamo in bene dai... :D
Avatar utente
By Vega70
#81426
luciano ha scritto:Per il nervo se fosse stato punto non dovrebbe succedere nulla.

In passato un dentista per ripulirmi un canale ha sbagliato la fresa, ne ha usata una più lunga, mi ha punto non so che nervo e ho sentito un male che non auguro a nessuno, è partito da quel nervo fino alla testa e giù per tutto il braccio sinistro fino alle dita e mi è durato 5 minuti, poi gradualmente si è attenuato fino a scomparire.

Come va ora?


Oddio!! 8O
Avatar utente
By Vega70
#81837
Rieccomi qui dopo una lunga assenza, ma abbiate pietà, il morale non era dei migliori… Ho trascorso 40 giorni con una parte del mento praticamente morta, accompagnata da una sensazione di anestesia totale nei denti, dal 31 al 35… ma procediamo per gradi.. dopo l’intervento del 10 dicembre, il 19 sono tornata a Savigliano per una resettata da Riccardo, che dopo vari test kinesiologici, ha rilevato un’anomalia sull’anestesia verde usata nell’intervento, tant’è che ci è venuto il dubbio che parte del mio problema potesse dipendere da quella… col dubbio sono scesa ad Alba da Barile, che mi ha controllato la situazione, tolto i punti e rifatto la neural.. lui invece mi ha confermato che il tutto dipendeva dal nervo, che avendo lavoratogli troppo vicino si era come “stordito”, ma mi ha raccomandato di star tranquilla, che ci sarebbe voluto un po’ di tempo, ma che sarebbe tornato tutto alla normalità, alchè me ne sono tornata a casa serena… mi ha dato delle fiale di procaina da iniettarmi e Riccardo (anche lui presente) mi ha prescritto “Alimento B” della Solgar per aiutare il nervo a riprendersi… la situazione però, trascorso un mese, non dava nemmeno il più piccolo segno di miglioramento, ho pensato davvero al peggio ad un certo punto, tant’è che ho deciso con mio rammarico, di ascoltare il consiglio di Lorenzo Acerra, che mi spronava da tempo a ricorrere alle punture d’api… povere bestiole innocenti, spero che il miglioramento sia davvero dovuto anche a loro e che non siano morte invano… ad oggi (55 giorni dopo l’intervento), non è ancora tornato tutto alla normalità, ma non ci vorrà ancora molto, ora la sensazione è di formicolio al tatto per quanto riguarda il mento, i denti invece, il 31, 32 e 33 adesso li sento, il 34 ed il 35 sono ancora storditi… ad occhio e croce credo passerà ancora un mesetto perché il tutto si ripristini.. il mio prossimo incontro da Barile è fissato per il 18 marzo, il programma prevede estrazione del 47 e cavitazioni 46 e 48, salvo cambiamenti… purtroppo è emerso dalla 3d fatta da Barile che l’arcata superiore è messa peggio di quanto pensassi… sento un po’ il suo parere e anche quello di Riccardo e poi aggiorno… volevo ringraziare Lorenzo per i consigli utili e il suo interessamento nei miei confronti e volevo anche mandare un abbraccio virtuale a Sandro che con il suo affetto mi riscalda il cuore… grazie, grazie, grazie!! (tra l’altro ci siamo incontrati nello studio di Barile e mi ha fatto un piacere immenso!!) Mando un salutone a tutti quanti e… alla prossima!

p.s. ovviamente un grazie di esistere rivolto a Luciano e a questo forum! :lol:
Avatar utente
By Vega70
#82121
alexsurfer ha scritto:Ciao,
ma dove si prendono le api per farsi fare le punture?

non è che si prendono, si va dall'apicoltore che ne sceglie una fra le tante, la posiziona sul viso dove sei stato operato e fa in modo che l'ape ti punga... nei 5/10 min successivi mentre il veleno penetra, senti un pò di dolore, poi passa... la parte resta gonfia per un paio di giorni o almeno a me è successo così... l'apicoltore dice che è meglio se si gonfia...

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret