Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By ricky66
#81152
la frutta è una sostanza che induce un estrema disintosicazione, e secondo me dovrebbe essere usata con molta moderazione, specie di questi tempi di elevata concentrazione di tossine da acqua, terra e aria.

la frutta oggigiorno è ibridata, tutta, bio inclusa, per renderla più dolce possibile.
elevati zuccheri e fibre, sono il terreno ideale di coltura per qualunque situazione disbiotica, candida albicans in testa , è di fatto epidemico oggigiorno.
la frutta è estremamente YIN, quindi un suo eccesso , se associato a veddure crude e semi, molto Yin, crea problemi di pelle, infezioni croniche, carenze e malassorbimento di zinco e iodio, intossicazione da rame, con la conseguente "nebbia mentale" e problemi genitali.

le uova sono molto Yang, quindi contribuiscono a ribilanciare la situazione,e contengono vitamine di elevata biodisponibilità.
sarebbe opportuno associare circa un etto di carne rossa poco cotta, molto YANG, anche per ottenere le quantità necessaria di zinco.
i miei clienti che passano a 70% verdure cotte+ succo di carota + uova e carne/pesce normalmente rinascono.
è necessario eliminare i cerali e la frutta per alcuni mesi, o mangiare poca frutta "originaria", tipo le mele renette, acidule.
Avatar utente
By sibillina
#81157
ricky66 ha scritto:la frutta è una sostanza che induce un estrema disintosicazione, e secondo me dovrebbe essere usata con molta moderazione, specie di questi tempi di elevata concentrazione di tossine da acqua, terra e aria.

la frutta oggigiorno è ibridata, tutta, bio inclusa, per renderla più dolce possibile.
elevati zuccheri e fibre, sono il terreno ideale di coltura per qualunque situazione disbiotica, candida albicans in testa , è di fatto epidemico oggigiorno.
la frutta è estremamente YIN, quindi un suo eccesso , se associato a veddure crude e semi, molto Yin, crea problemi di pelle, infezioni croniche, carenze e malassorbimento di zinco e iodio, intossicazione da rame, con la conseguente "nebbia mentale" e problemi genitali.

le uova sono molto Yang, quindi contribuiscono a ribilanciare la situazione,e contengono vitamine di elevata biodisponibilità.
sarebbe opportuno associare circa un etto di carne rossa poco cotta, molto YANG, anche per ottenere le quantità necessaria di zinco.
i miei clienti che passano a 70% verdure cotte+ succo di carota + uova e carne/pesce normalmente rinascono.
è necessario eliminare i cerali e la frutta per alcuni mesi, o mangiare poca frutta "originaria", tipo le mele renette, acidule.



Grazie Ricky e comunque cos'è la "nebbia mentale"?
Avatar utente
By Gen82
#81160
Mah..sono molto perplesso!! Passino le uova e pure i formaggi di tanto in tanto in una dieta di transizione e soprattutto per chi è all'inizio del percorso..ma da qui a suggerire la carne in una dieta di guarigione mi sembra istigazione al suicidio!! Per carità detto senza alcuna polemica..però poi mi viene da sorridere quando si demonizzano in toto i cereali e i farinacei che a parità di danno per lo meno non provengono da fonti animali.
Avatar utente
By luciano
#81161
Gen82 ha scritto:..però poi mi viene da sorridere quando si demonizzano in toto i cereali e i farinacei che a parità di danno per lo meno non provengono da fonti animali.
Di fatto i farinacei sono ancora più dannosi della carne. Non che la carne faccia bene, ma non si creda che il fatto che non siano prodotti animali siano dannosi alla pari o addirittura meno.

Purtroppo le opinioni sui prodotti non animali sono inquinate dall'ideologia animalista e vegana. (E' un'ideologia quando si prende in considerazione il solo aspetto "etico" [che poi etico non è considerato l'astio che a volte osservo in alcuni animalisti nei confronti di chi non ha il loro stesso punto di vista] senza informarsi cosa comporta, per esempio, un'alimentazione con farinacei scelta ciecamente, senza valutare i pro e i contro, in sostituzione di una che include prodotti animali).
Avatar utente
By Vega70
#81162
luciano ha scritto:Di fatto i farinacei sono ancora più dannosi della carne.

Mamma mia quanto è vero! Provato sulla mia pelle! Ricordo ancora quando ho detto basta ai farinacei... dopo circa due settimane di stop, forse meno, ho cominciato a spurgare muco dal naso... sono andata avanti a spurgare per ben 14 giorni (li ho contati!!!), soffiavo il naso 6/7 volte al giorno 8O e riempivo il fazzoletto ogni volta... sul serio, non ci potevo credere! Dopo di che la rinascita... offuscamento mentale scomparso, lucidità incredibile ed energia da vendere... mai più i farinacei entraranno nel mio corpo!! Però no e poi no alla carne! :lol:
Avatar utente
By stellina3
#81163
Per i bagni derivativi, ora che ho un po' capito meglio, proverò!
Per l'alimentazione, sicuramente ognuno ha dei principi su cui basa le proprie ricerche e studi, ma bisogna essere predisposti o meglio sentire che "questa cosa faccia veramente bene" a sè stessi. In parole povere...quando mi capita di non stare bene il mio corpo e la mia mente mi chiedono frutta o verdura cruda. Le giornate in cui mi sono più sentita in forma sono state quelle rare giornate veramente crudiste (in termini sempre salutari, senza troppi intrugli). Di verdure cotte ne mangio la sera perchè emotivamente :D ne ho bisogno e spesso questi cibi cotti mi fanno sempre superare il limite di sazietà.
Insomma, la via "sana" per la mia alimentazione l'ho trovata, in teoria, nella pratica risulta ancora un po' difficile. Sicuramente sarà per una latente intossicazione intestinale e mentale, ma per quanto mi riguarda proteine animali anche al gusto sono ormai troppo per me, senza contare che quando quest'estate ho provato a dare per qualche giorno tuorlo d'uovo al piccolo di due anni gli si è scatenata dermatite e diarrea nonchè nervosismo.
Avatar utente
By Vega70
#81166
luciano ha scritto:
Vega70 ha scritto:...Però no e poi no alla carne! :lol:
Si certo, non sto proponendo alcun sostituto ai farinacei... :wink:

Si si avevo inteso bene, mi riferivo a quanto consigliato da Riccardo, i cui consigli considero preziosissimi, ma sulla carne personalmente non transigo :lol:
Avatar utente
By swami863
#81169
Premetto la stima nei confronti di Ricky, che seguo nei vari post s ecc. soprattutto relativi alla situazione dentaria, ma davvero neanche a me risuona introdurre uova o integrare con ghee.

Son stata recentemente ad una Conferenza del Professor Berrino: stessi consigli, ma sappiamo che è un Macrobiotico, con Ehret c' entra davvero poco.
Alla Conferenza era infatti insieme a Tamio, a Torino nutrizionista giapponese notissimo, strade percorse anni fa con effetti su di me deleteri: pochissima frutta, tutto cotto....energia e umore sotto le scarpe.

Ehret suggerisce di rallentare eliminando per un attimo la frutta, questo si, ma integrando con verdure crude e cotte, mi sono persa qualcosa?
Avatar utente
By ricky66
#81170
proverò ad offrire alcuni spunti... uno scarno riassunto dei dati che i miei viaggi, studi, corsi , lavoro e sperimentazioni personali, da ex vegetariano, (alcuni anni) vegano (un anno) e fruttariano (4 mesi) mi hanno ad oggi portato.


tutti i dati e le testimonianze storiche indicano che, da che vi è memoria, l'uomo si serve di carne e/o derivati del latte come BASE della propria alimentazione.

tutte le razze e culture più antiche e forti, che presentano ossa e denti robustissimi e privi di degenerazione (carie) anche in età avanzata, fanno tutti uso di prodotti animali.

è un dato antropologico, non un opinione.

basti leggere il sontuoso trattato di weston price, dentista e antropologo, "Nutrition and physical degeneration" che girò il mondo alla ricerca della "dieta perfetta" , analizzando meticolosamente abitudini alimentari e dentatura .
lui è lo scopritore del "fattore X", ovvero la vitamina K2.
ebbene, nessuno dei popoli studiati era anche solo lontanamente tendente al vegetarianesimo o ceraliano, anzi, tutto l'opposto.
base alimentare sempre carnea, con integrazione "vegetale" in base al territorio.
per passare da svizzeri, celtici, indiani d'america, aborigeni, amazzonici, siberiani, papua, eschiemesi, popoli africani del deserto e foresta....
arriviamo all' estremo del popolo eschimese-inuit , che vive(va) di solo pesce, carne e grasso di foca, caribou, alce, condito da qualche bacca, erba, lichene, radice... :lol:
sur sopportando clima e stile di vita estremo. gli eskimos presentavano longevità, e dentatura perfetta, con addirittura ricrescita dentinale (!) secondaria. questo nel 1930 circa.

oggi è un popolo semidistrutto dall' introduzione di cereali e zuccheri, al pari degli indiani d'america, altro popolo di eccezionale resistenza e performances fisiche, con dieta basata sulla caccia, ad oggi distrutta da zucchero farine e alcool..
tra i vari incontri con uomini straordinari che ho sperimentato, oltre agli indiani hopi , posso citare i popoli nomadi mongoli del deserto dei Gobi, che ho attraversato...
uomini fieri e potenti, quelli non ancora distrutti dala piaga dell' alcool...
ho visto fieri ottantenni galoppare e cacciare con i falconi al braccio.... mangiatori di sola carne (mangiano TUTTO l'animale, capre, cavallo o yak) e latticini, zero frutta e verdura se non qualche rara patata...
alla mia allucinata richiesta di qualche "verdura" (all epoca ero vegetariano) mi chiedevano ridendo se ero per caso un animale, visto che "cercavo erba" ... :lol:

il vegetarianesimo e simili sono movimenti pseudoreligiosi, ispirati dalle pratiche ascetiche di alcuni monaci di clausura che per ridurre le pulsioni sessuali adottavano questo regime alimentare che riduce in effetti la produzione di ormoni sessuali. (zero colesterolo)
i puritani, con il loro famoso affarista e leader Kellogg, (sì, quello dei corn flakes) ripresero e diffusero questa pratica alimentare, che si è tramandata tutt' oggi in varie declinazioni.

rispetto agli inizi del 900, la situazione oggigiorno è purtroppo TRAGICAMENTE cambiata in peggio, con l'arrivo di :

vaccinazioni,
antibiotici,
pesticidi,
ibridazioni,
OGM,
radiazioni,
inquinamento globale di acqua, (mercurio) ed aria (scie chimiche, emissioni )
ed impoverimento tra il 50 ed il 70% (!) dei valori nutrizionali dei prodotti della terra.

in altri termini, frutta e verdura sono UN VAGO RICORDO di ciò che erano appena 100 anni fà.

aggiungiamo ora all' equazione i cerali ibridati, macinati e rancidi, pieni di glutine e antinutrienti, fitati, lectine saponine, sostanze che ostacolano l'assorbimento intestinale di minerali di cui siamo già cronicamente carenti, ovvero : calcio, magnesio, iodio, zinco, ferro...

l'utilizzo di frutta e verdura cruda induce forte disintossicazione, ma non offre più neanche minimamente il substrato necessario al sostentamento fisiologico.

con l'adozione di queste pratiche similvegane un iniziale miglioramento generale dato dalla disintossicazione dei tessuti, viene seguito soltamente da una stagnazione , con comparsa nel tempo di "misteriose" problematiche, che vengono erroneamente ascritte ad una non meglio precisata "perenne disintossicazione", quando invece sono segni di grave squilibrio del metabolismo batterico (infestazione da flora batterica e fungina tossica) e il conseguente malassorbimento, denutrizione ed auto-intossicazione.


benvenuti nel 2014.

p.s.
prima che qualche saggio citi i "primati" come esempio di nostri "simili" vegetariani , faccio presente che scimpanzè e bonobo già sono noti cibarsi dei loro simili,
ma ora ci sono sospetti che pure i "mitici" gorilla (con quei bei canini aguzzi...) facciano uso di carne oltre ai già conosciuti insetti e uova, di cui sono ghiotti.
http://news.nationalgeographic.com/news ... sions.html

gorilla
http://news.nationalgeographic.com/news ... feces-dna/
Avatar utente
By Gen82
#81172
Come dicevo non voglio scatenare polemiche, ma, piuttosto cercare di scendere a fondo della questione che ritengo di vitale importanza..
Premesso che bisogna imparare da tutto e da tutti, ma dopo le recenti dichiarazioni di Ricky mi chiedo dove abbiamo relegato l'esperienza e la testimonianza di Ehret..e si badi non ho parlato di insegnamenti ma di esperienze vissute sulla sua pelle e di tanti altri..
Se lui parla di aver raggiunto la rigenerazione completa attraverso una dieta di sola frutta e verdura, mica se lo sarà sognato?? Se lui parla del raggiungimento della più alta efficienza fisica e mentale con una siffatta dieta, non può esistere un'altra Verità in materia dal momento che l'essere umano è uno e tali anche le sue caratteristiche ed esigenze..
Questi sono i miei dubbi..poi come dicevo son qui per imparare da tutti!! :D
Riguardo alla questione carne vs cereali non è forse lo stesso Ehret che dice che il mangiatore di carne alla lunga si ammala di malattie più gravi del vegetariano?? Qui non si sta facendo dell'ideologia vegetariana o vegan, qui si sta ricercando la Verità!
Avatar utente
By Gen82
#81173
Sarà poi un caso se nelle ricette della dieta di transizione Ehret inserisca cereali e legumi (anche uova e se non erro derivati del latte) ma non parli mai di carne o pesce??
Avatar utente
By stellina3
#81175
Grazie Ricky per aver condiviso le tue esperienze che danno molti spunti di riflessione. Quello che viene a me intuitivamente di dire è che siamo appunto in una situazione di autodistruzione, siamo sul "si salvi chi può". Il punto è che tutte queste popolazioni che tu citi vivono/vivevano in una condizione appunto completamente diversa da noi, con uno SPIRITO diverso da noi, con una materia prima diversa da noi. La nostra vita occidentalizzata o come vogliamo chiamarla rende tutto innaturale, dalla verdura alla carne. Il nostro primo grande problema è la quantità poi la qualità e poi il cosa mangiare.
Ormai non si capisce più bene la Verità dove sta visto che ognuno dice la sua (ricercatori antropologi, scienziati di tutti i tipi). Si può trovare tutto il contrario di tutto...un motivo ci sarà!?
Ehret potrebbe essere smentito dall'affermazione "le verdure e la frutta non sono più come 100 anni fa"..
Insomma, quello che torno a pensare puntualmente, anche alla luce di disturbi miei personali, è che bisogna cercare e ricercare e poi finalmente...ascoltarsi, dentro, profondamente, altro passo difficilissimo, sempre per noi uomini "civilizzati".
E allora io sono convinta, perchè sono testarda, che arriverà il momento in cui vi scriverò amici miei: "Io ce l'ho fatta!"
Avatar utente
By ricky66
#81176
Gen82 ha scritto:Sarà poi un caso se nelle ricette della dieta di transizione Ehret inserisca cereali e legumi (anche uova e se non erro derivati del latte) ma non parli mai di carne o pesce??


quando si soffre di malattie degenerative si DEVE abbandonare ogni proteina animale, inteso come carne e latticini densi, alimenti che stimolano l'anabolismo cellulare (crescita, dunque anche della malattia) e passare ad un regime di digiuno intervallato da sola verdura/frutta, il cui effetto disintossicante deve essere ATTENUATO da cereali (preparati in un certo modo) e latticini fermentati.
dopo mesi o anni, a guarigione avvenuta, E FLORA BATTERICA RIPRISTINATA , se non si riporta una percentuale proteica, (anche solo latticini e uova) si degenera , e i denti diventano il chiaro specchio.
SI PASSA DALLA GUARIGIONE ALLA CONSUNZIONE.

ripeto, benvenuti nel 2014.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret