Arnold Ehret Italia

Un forum necessario in linea con il sistema di guarigione della dieta senza muco.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum: Questo Forum serve per apprendere dati sulla bonifica dentale al fine di sapere poi cosa si vuole che il dentista faccia nella nostra bocca.
Non siamo un call center o un'agenzia che procura clienti ai dentisti.
La prima cosa da fare è leggere questo post, le regole del forum. E' obbligatorio leggerlo per non contravvenire le regole del forum, qualora venissero violate i tuoi post e infine il tuo account potrebbero venire cancellati. Il primo post che devi leggere è questo: Regolamento
Avatar utente
By sandrod
#81529
Pensavo di avere finito la bonifica e invece:

da quando è cominciato il freddo mi è ripartita la maledetta cefalea :!:.
E' tornata, quasi con la stessa frequenza di quando mi capitava prima della bonifica. In più il dolore sembra addirittura più lancinante.
Per fortuna adesso conosco la procaina :idea: e ne ho una scorta: se riesco ad intercettare l'inizio dell'attacco, lo blocco subito, altrimenti comunque ne accorcio la durata, alleviando leggermente il dolore.

Potete immaginare i miei pensieri: ci risiamo, allora sta bonifica?!? :( :evil: :oops:
Controbilancio con il positivo: l'intestino va sempre bene, è stato imprevedibilmente (ad esclusione di Riccardo, che lo aveva previsto) il miglior risultato della bonifica!

Devo dire che quasi me l'aspettavo: ho sempre 'sentito' che lì (zona 24/25/26 in alto a sinistra) c'era ancora qualcosa in 'movimento' e speravo fosse il processo di guarigione dell'osso, ricordandomi che proprio lì avevo un buco nell'osso grande come una grossa nocciola e che l'osso si doveva riformare.
In questi dodici mesi mi sono capitati due/tre 'colpi' di cefalea, leggeri e cortissimi (15/20 minuti). Questo rafforzava la convinzione che fosse un percorso di guarigione in atto.

Poi ho sfidato il freddo: quest'anno niente cappello, per due settimane (in seguito ad un problema al piede causato dalle scarpe da basket :wink: ) non ho indossato calze, restando scalzo (che goduria, davvero!) per tutto il tempo che potevo.

Così ho provocato il famigerato 'trigger' che scatena il 'grappolo' di attacchi della cefalea.
Ebbene sì, il mio disturbo è 'etichettato' così dalla medicina ufficiale: cefalea a grappolo con interessamento del nervo trigemino. Le cause possono essere mille, i sintomi invece sono gli stessi.
I rimedi sono numerosi, tutti tendenti a mitigare i sintomi in attesa che passi il 'grappolo', cioè la serie degli attacchi. Ho trovato un forum in America che accomuna gli sfortunati sofferenti di questo disturbo e mi ha stupito il fatto di avvertire che in molti siano rassegnati a combattere i sintomi, come se fosse impossibile scoprire la causa.
Mah, io la causa del mio la conosco bene: i disastri odontoiatrici.
In breve: dolori anche più forti, durata e frequenza simili al passato e un pò di comprensibile 'terrore' di essere ricaduto nel buco nero nero (nero lo scrivo due volte per farvi capire lo stato d'animo).

Piuttosto che mollare o abbattermi (con un pò di tristezza comunque ...) riprendo le vecchie usanze: cappello in testa, calze, attenzione a non prendere troppo freddo, con l'aggiunta della self-neural!

Caso (?) vuole che in questo periodo io frequenti lo studio di Andrea Barile per diversi motivi: accompagnare un amico per delle estrazioni, assistere in diretta alla cura di cavitazioni di una conoscenza :) del forum, accompagnare un altro amico per un controllo post estrazione. Insomma un 'habituè' dello studio ... sono quasi di casa.
Venerdì ero lì con il mio amico Sergio per controllare il decorso post estrazione (48 super incluso e 46 devitalizzato) e mentre Barile si accinge a fare una aggiunta di terapia a Sergio (minuscolo forellino in corrispondenza dei denti estratti, neuralterapia e ozonoterapia direttamente nell'osso) butto lì "Prima o poi vorrei fare una 3d in alto a sinistra". Barile mi chiede "Come mai?". Rispondo "Mi è tornato un pò il mal di testa". Risposta "Allora, facciamola subito!".
E mentre operava su Sergio, l'assistente mi fa la 3d (figo averci l'apparecchio lì, vero?).
Al termine dell'intervento (10 minuti) si mette a guardare la mia 3d con il software installato sul pc (magico, veramente!) e ci vede qualcosa.
Tenete presente che era l'ultimo pomeriggio prima della chiusura per due settimane dello studio e in sala d'aspetto c'erano solo pazienti con controlli post-estrazione da fare.
Barile mi guarda e mi dice "Siediti lì, interveniamo subito." "Ma come, c'è gente che aspetta!" "Se hai dolore è meglio farlo subito, poi sei una roccia, so come reagisci agli interventi" :)
Mi siedo lì (sorridente, non vi dico la faccia di Sergio ;) ) e dopo che l'assistente supera un comprensibile momento di smarrimento (stavano praticamente chiudendo, le macchine erano addirittura coperte), anestesia e via:
mi riapre il sito da 24 a 27, e cerca le cavitazioni misurando grazie alla 3d dove scavare.
Trova un pò di osso molle in corrispondenza del 26 e del 24, pulisce con il cucchiaio e poi passa il piezo.
Neuralterapia e Ozonoterapia, che non aveva l'anno scorso, ho visto disimballare la macchina due mesi fa in occasione dell'estrazione di Sergio.
Mi riapre anche l'arcata destra e ripulisce una piccola cavitazione in zona 15/16 con le stesse modalità.
Mi dice che l'osso nella zona 26 si è riformato bene, a parte la piccola cavitazione.
Punti di sutura (non si discute per via della possibilità di infezione), tempo impiegato 20 minuti!

Mentre lavorava sulle cavitazioni, ho sentito 'qualcosa' sciogliersi sopra al 26, non so come descriverlo, ma l'ho proprio sentito. Non avevo mangiato niente durante il giorno, perciò ho continuato il digiuno con i soliti magnesio e dentotox 16.
La mattina dopo nessun dolore, narici sempre più libere, maggiore energia. Continuo il digiuno, anzi esagero e alla sera faccio la pulizia del fegato che avevo già programmato di fare.
Forse era troppo :!: e durante la notte mi torna un pò il mal di testa.
Da allora sono passati quattro giorni e più niente mal di testa.
Aspetto a cantare vittoria, ma i risultati sono comunque evidenti :), è stato un bellissimo regalo di Natale.

Approfitto della giornata per fare gli auguri a tutti, in modo particolare a Luciano, Lorenzo e Riccardo ai quali devo molto per questo percorso di guarigione!
Ultima modifica di sandrod il 30 dicembre 2014, 20:41, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By acerra99
#81533
sandrod, io consiglio la bonifica del nervo trigemino con le punture d'api. L'amico Simics passò a Monaco e mi lasciò una fiala (io gli feci regalo di una quarantina di copie del libro di Bodog Beck da me tradotto in italiano nel 1998 - me lo chiedeva mio cugino apicoltore...!).

Ogni focus dentale che è rimasto lì vent'anni ha creato focus secondari. Lo dico perché sto leggendo a manetta gli autori tedeschi degli anni 50 e 60. Hai fatto la procaina delle tonsille? Il nervo del trigemino pure diventa un focus primario dopo essere stato martoriato da farmaci e infezioni. Un punto di iperalgesia.

Questo rinforza una delle tesi portate da qualcuno nelle discussioni nel forum, secondo cui la regola "salutare" dovrebbe essere di togliere i pezzi morti dalla bocca subito. Sei stato un maestro per molti, sicuramente il tuo corpo vuole pure che ci insegni quest'altra faccia della medaglia. Pure Lechner a Monaco deve fare i salti mortali con queste ricadute.

Ma soprattutto mi viene in mente che imboccare la strada della bonifica nasce da uno stato d'animo interiore.
Possibile che possa essere divulgata? Un collega dove lavoravo l'anno scorso aveva una psoriasi gigante, su braccia viso, mani, un po' come da bambino mi ero immaginato la lebbra, una patina bianca doppia, spessa, quasi dappertutto... Facendolo parlare un po' di questa condizione, lui aveva tutte le spiegazioni allopatiche a portata di mano e soprattutto non aveva nessuna necessità di liberarsene.
Mi ha fatto passare la voglia di fare l'esame di Heilpraktiker.....
Gli ho offerto di inviargli il pdf della d.ssa Rosemarie Mieg in allegato, se mi avesse inviato un'email. Questo per non scocciarlo in altri modi, già gli avevo detto che poteva dipendere da un dente del giudizio di cui avevamo parlato...

Ritornando a noi, perché tu hai questo stato d'animo e lui no? Cosa sarebbe potuto succedere nella tua vita per cui non avresti avuto questo stato d'animo?
Avatar utente
By sandrod
#81546
vorrei fare una piccola aggiunta, viste alcune domande che mi sono state fatte in privato.

Non dovete pensare di fare una 3d per controllare l'esito di un lavoro fatto da poco tempo.
Poichè la 3d (come la opt) rileva le variazioni della densità dell'osso, è necessario che lo stesso si riformi per poter notare se c'è qualcosa che non va.
Di certo due/tre mesi sono troppo pochi.
Ricordiamoci anche che sono comunque delle radiazioni, non è che facciano proprio bene alla testa, quindi ci andrei cauto con il fare esami radiologici frequentemente o senza che ci sia qualche sintomo indicativo o necessità relativa a interventi da fare.
A maggior ragione se il lavoro di bonifica non è ancora terminato e non si può essere ragionevolmente certi di avere bonificato tutti i possibili campi di disturbo.
Avatar utente
By sandrod
#81548
grazie Lorenzo.

la neuralterapia sulle cicatrici delle tonsille non l'ho ancora mai fatta, anche se era in programma, a Gennaio vedrò di farmela fare.
Vorrei informarmi un pò sulla terapia con punture d'api, mi sembra molto sensato aiutare il trigemino a superare le infiammazioni causate dai focus dentali.
Hai qualche link da suggerire?
Contemporaneamente sto cercando di studiare il modo migliore per aiutare anche la guarigione della sinusite che ho sempre un pò latente e che sicuramente non aiuta a stabilizzare la situazione.
Avatar utente
By sandrod
#81571
proseguo il racconto.

ieri (27/12) è stata una giornata infernale:
- verso le quattro del pomeriggio ho sentito che cominciava ad arrivare il mal di testa.
- metto in atto le solite precauzioni per contrastarlo e in più faccio un aerosol (ho la macchina acquistata anni fa e rimasta inutilizzata) per la sinusite.
- inizialmente il dolore rimane lì a metà strada come se fosse stato bloccato
- dopo un paio d'ore, invece di passare come al solito diventa addirittura più forte, ma con una serie di differenze:
se mi muovo aumenta, non era mai successo
la luce mi da fastidio, anche questo non era mai successo
- faccio un secondo aerosol che mitiga un pò il dolore
- provo a sdraiarmi per dormire (sono arrivate le undici di sera) e il dolore aumenta

mi rendo conto che sebbene il tipo di dolore sia lo stesso, sono cambiate le modalità e sembra proprio un attacco di sinusite piuttosto che la solita cefalea (naturalmente in questi giorni ho letto tutto il possibile sulla sinusite).

Insomma invece di sdraiarmi, sto seduto per qualche ora e riesco anche ad appisolarmi.
Mi sono svegliato alle 3 di notte e il dolore era praticamente sparito.
Riesco a sdraiarmi e dormire normalmente.

Oggi nessun dolore, sto molto attento al freddo e faccio 3 applicazioni di aerosol.
Al momento va tutto bene, niente dolore e naso completamente aperto.

Provo a fare un ragionamento: l'ultimo intervento e il freddo hanno in qualche modo sbloccato la situazione e non essendoci più un focus dentale la sinusite ha preso il sopravvento, cambiando però le modalità del mal di testa. Del resto se cinque applicazioni di aerosol portano a questo risultato, mi viene da pensare che tutta la situazione si stia evolvendo in un processo di guarigione dalla sinusite.

E' stato un pomeriggio/sera da incubo e non lo auguro a nessuno, ma evidentemente dovevo passare da lì per cominciare una guarigione definitiva da questi disturbi, e per questo in qualche modo ne sono contento.
Naturalmente continuo senza farinacei, quel poco che ho mangiato in questo periodo (Natale!) deve aver contribuito ...
Appena possibile farò la neural sulle cicatrici della tonsillectomia, intanto sto studiando anche le punture d'api (apiterapia) che sembrano un rimedio portentoso, vedremo.
Avatar utente
By valina
#81587
Ciao Sandro!

Il mio consiglio è bagno turco (mezz'ora) seguito da sauna (quanto riesci) e a seguire doccia scozzese (getti freddi).
Trovo che questa pratica stimoli in maniera esponenziale il corpo a far fluire via tutto il superfluo. Se lo fai concentrandoti su te stesso e con spirito positivo e felice tutto fluisce via ancora meglio :D
Ci sono tanti testi al riguardo (bagni derivativi ecc) ma son passata direttamente alla pratica verificando da subito un beneficio generale. E' una pratica tanto banale quanto efficace :D

Ti auguro di risolvere presto! Buon anno nuovo!
Avatar utente
By sandrod
#81588
grazie Valina, terrò presente.
Intanto proseguo il racconto:

Ieri mattina mi sono svegliato alle 6 con il mal di testa che stava arrivando.
Preparo subito l'aerosol, ci mette cinque minuti a entrare in funzione e sembrano trenta.
Faccio l'inalazione e come d'incanto sparisce il mal di testa, come se non fosse venuto, senza i postumi che solitamente sono stanchezza, leggero dolore residuo e naso otturato. Magia :)
In pratica è una sauna per le vie respiratorie ;)

Da ieri mattina più nessun mal di testa, anche se mi sento un pò influenzato, come se avessi un pò di febbre.

Sto organizzando una bella battaglia contro la sinusite: aerosol con acqua sulfurea, aerosol con olio essenziale di eucalipto e lavanda, mi procurerò il veleno d'api per la bonifica del trigemino suggerita da Lorenzo, ho cominciato anche una cura con macerato d'aglio suggerita da un amico che ha vinto lo stesso tipo di guerra.
Insomma metto in campo tutte le armi possibili, voglio proprio vedere chi vince!! 8)

Intanto BUON ANNO a tutti!
Avatar utente
By virtu
#81593
sandrod ha scritto:Sto organizzando una bella battaglia contro la sinusite: aerosol con acqua sulfurea, aerosol con olio essenziale di eucalipto e lavanda, mi procurerò il veleno d'api per la bonifica del trigemino suggerita da Lorenzo, ho cominciato anche una cura con macerato d'aglio suggerita da un amico che ha vinto lo stesso tipo di guerra.
Insomma metto in campo tutte le armi possibili, voglio proprio vedere chi vince!! 8)

Intanto BUON ANNO a tutti!


Sandro ho trovato da poco un sito abbastanza carino :P , forse protrebbe esserti d'aiuto. Lo seguo molto ultimamente è utilizzo molte erbe di cui non sapevo le proprietà, e le ho aggiunte di recente al protocollo post-estrazione.

http://www.erbeofficinali.org/dati/q_pr ... NOSINUSITE
Avatar utente
By sandrod
#81735
anche se non ti ho risposto subito, grazie Virtù.

Aggiornamento

come ho già detto, dopo l'intervento di Barile è proprio cambiato qualcosa circa l'origine del dolore.
Sembra che la situazione si sia divisa in due:
da una parte la sinusite vera e propria e dall'altra parte il trigemino già infiammato che si infiamma ulteriormente a causa della sinusite, provocando il dolore.
Intanto l'attacco di nevralgia del trigemino ha anche cambiato modalità, se lo lascio andare senza cercare di fermarlo, cresce di intensità molto più lentamente di prima, l'apice del dolore dura molto di più e quando cala, ci mette più tempo di prima a passare. Risultato: un attacco dura più di 3/4 ore! 8O
Fortunatamente l'aerosol combatte il dolore in modo molto efficace, bloccandolo immediatamente.
Almeno adesso ho un rimedio d'emergenza.
La neuralterapia sembra non avere effetti particolari sull'attacco di nevralgia, se non di anestetizzare un pò la zona dove la faccio.
Questa era la situazione fino a sabato scorso, quando andando da Barile per altri motivi, mi ha voluto fare la neuralterapia per la sinusite: mi ha sforacchiato guancia, tempia, arco sopraccigliare, osso mascellare (da dentro la bocca) sia labiale che palatale, dalle due parti del viso, insomma tutti i punti trigger della sinusite. In più me la sono fatta fare anche sulle cicatrici della tonsillectomia.
Credo che questo intervento abbia in qualche modo aiutato il trigemino a dis-infiammarsi perchè da sabato la sinusite non riesce ad innescare lo stesso dolore di prima.
Questa mattina il dolore è arrivato, ma è rimasto solo nella zona del seno mascellare (dove ho la sinusite) senza interessare il trigemino e quindi senza innescare la nevralgia tanto temuta.
Un pò di dolore, ma niente in confronto al solito e solo nella zona del seno mascellare, con durata di 10/15 minuti. WOW :D :D :D
Evidentemente la neuralterapia agisce sull'infiammazione del trigemino che diventa meno sensibile agli stimoli della sinusite.
E quadra anche con i discorsi fatti con Lorenzo che sostiene che il mio trigemino ha sopportato i focus dentali per più di trent'anni, ed è quindi infiammato già per i fatti suoi.
Insomma, la sinusite è comunque da curare, ma il quadro complessivo si sta evolvendo molto bene!
Oggi faccio di nuovo un salto da Barile che mi vuole rifare la neural, naturalmente ci vado di corsa 8)

Non so quanto questo ragionamento sia corretto, ma è il risultato dell'analisi delle mie reazioni, che è la cosa che conta di più!

A presto
Sandro

ps: il freddo è uno dei fattori scatenanti (trigger) della sinusite, sono sempre imbacuccato con cappellino e sciarpa per proteggere la parte sinistra del viso da botte di freddo, sembro proprio un orso! ;)
Avatar utente
By alexsurfer
#81737
Sandro, io la butto li, sai come la penso a 360 gradi, infiammazione del trigemino non è che è dovuta anche a una occlusione tutta falsata che hai in questo momento? Chiudendo la bocca appoggi senza precontatti su tutti i denti, tocchi prima un lato o un solo dente, come ti vedi allo specchio di profilo, la bocca pende da un lato?

Fatti controllare l'occlusione da Barile magari con l'attivatore può darti sollievo.
Avatar utente
By sandrod
#81744
alexsurfer ha scritto:Sandro, io la butto li, sai come la penso a 360 gradi, infiammazione del trigemino non è che è dovuta anche a una occlusione tutta falsata che hai in questo momento? Chiudendo la bocca appoggi senza precontatti su tutti i denti, tocchi prima un lato o un solo dente, come ti vedi allo specchio di profilo, la bocca pende da un lato?

Fatti controllare l'occlusione da Barile magari con l'attivatore può darti sollievo.

Grazie Alex,
no non è un problema di occlusione.
E' proprio una infiammazione del trigemino, che fortunatamente (grazie alla neural) sta regredendo.
Rimane la sinusite e quella è un infezione dell'osso nel seno mascellare, la neural può poco, e difficilmente guarisce da sola, me l'ha confermato Barile oggi. In effetti l'unica soluzione è una operazione per ripulire l'osso infetto, ne più ne meno che come per le arcate dentarie.
Naturalmente ci sono operazioni non invasive con sonda endoscopica e laser, fatte in day hospital.
Così mi sistemano anche i turbinati e smetto di russare come un orso!! ;)
Intanto, sistemo il trigemino, poi comincio a cercare per ripulire l'osso.

Se fosse un problema di occlusione non passerebbe certo con l'aerosol!
Comunque sia Barile sia Riccardo avevano controllato le protesi e per loro non c'era nessun problema.
Tieni conto che l'odontotecnico che me le fatte è anche esperto in gnatologia.
Ciao a tutti da Valerio

Ciao Valerio, benvenuto. :D Il primo passo è ac[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret