Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By acerra99
#81697
Sul forum faccio volontariato come moderatore della sezione "bonifica dentale" dall'autunno 2011. Sono stato il primo a farla, a studiarla, a tradurla in lingua italiana! Ho fatto la bonifica dentale con la speranza di poter far funzionare il mio viaggio di autonomia pensato da Ehret ("[font=Comic Sans MS]qual è il quantitativo di carburante minimo per far funzionare questo nostro corpo umano?[/font]").

Nel forum ero già iscritto da aprile 2006. Non è stato automatico tornare (al forum) per capire come funzionano i viaggi di autonomia degli altri. Sono tornato al forum come traduttore. Ho anche aperto una sezione su le mie osservazioni personali.

Se andate nella sezione bonifica dentale vedete che non pochi (mentre cercavamo di capire i protocolli e i dentisti tedeschi) hanno provato a farmi diventare un dottore.

Nel vero senso della parola, nel senso che c'è bisogno di farsi consigliare e a volta di delegare (essendo difficile capirci qualcosa,meglio far tirare ad indovinare ad un altro! :D )

Utente: "Che debbo fare? (che scelta debbo fare?)"
Lorenzo: "Ragazzi, se volete ci provo (a parte che sarebbe illegale... non sono laureato in medicina o radiologia), piuttosto io preferirei rimanere un Traduttore."

Anche in questo senso scrivo questa presentazione. Io sono traduttore sul forum e nella vita- Ovvero, di lavoro no! Sono impiegato in una grossa azienda in Germania, tipo Amazon, quasi grande come... e saltello da uno scaffale all'altro di centinaia di megascaffali su un'area totale forse di 4 km quadri di superficie per 8 ore e 1/2 al giorno e a volte mangio solo alghe (una volta al giorno). Quando non mangio solo alghe, comunque mangio una sola volta al giorno. Questo il mio viaggio di autonomia. Ho un lavoro che fa rabbrividire anche i polacchi più in forma e comunque rendo quanto i migliori e non ho né fame, né bisogno di chissà che gran quantità di calorie.
Esclusi i cereali (questa la priorità che ho constatato sul mio corpo - ehret profeta dunque!), due volte al mese posso indugiare su legumi, altrimenti nel piatto ci saranno un paio di avocado con noci, broccoletti, cavoli di bruxelles, fagiolini, oppure noce di cocco e miso. Altre volte anche pesce e carne. Siccome la mia priorità è eliminare i cereali, si tratta di vedere solo cosa resta fuori che non mi faccia impazzire il cervello.

Mi aiuta molto non mangiare la sera. La "fame" residua scema tantissimo, non avete idea. Quello che viene consumato di sera, anche se "bio" e simili, diventa spazzatura se consumato nel momento di stasi (lo stomaco dev'essere vuoto affinche' la notte i giusti ormoni vengano prodotti nel sonno).
La forza dell'abitudine era ed è una grossa rompiballe ma ora ..dopo anni, anni e anni è una dei miei più saldi alleati.

Per gli utenti del forum Bonifica Dentale, dove sono moderatore lascio qui un messaggio: Non voglio fare l'esame di Heilpraktiker, sono sicuro. Ho altre passioni! La mia vocazione era quella del traduttore e non quella di fare l'intermediario tra la teoria neurofocale di Ernesto Adler e i piani individuali di chi deve guarire. Lo so per certo. Il mio percorso mi propone come uno che ha le informazioni (magari di autori tedeschi). Cosa fare, come interpretare le informazioni dipende al 90% dal protagonista che si e' informato. Luciano non mi ha mai chiesto niente sulla bonifica dentale e se l'e' cavata benino gia' solo leggendo. E in quale ordine fare le cose a volte non compare in queste fonti tedesche e quindi lo dovrete decidere voi.
Oppure se non avete altra scelta che delegare, bisogna capire insieme qual è il miglior dentista o dottore cui dedicare un gran viaggio in treno e in aereo (per es. Munro Hall) e se possibile.... delegare anche la strategia!!!.. A me personalmente non piace buttarmi ad indovinare nela vita e nei disturbi di altri. A volte non so nemmeno se farete un digiuno, se vi siete comprati la procaina su internet, se vi toglierete i punti appena tornati a casa... e tutta una serie di altri parametri!

A volte mi dite solo dopo 11 messaggi che avete una cicatrice da piercing oppure una cicatrice da trauma chirurgico ed era quella che era focale, ovvero che causava mal di testa o mal di stomaco resistenti a terapie!
Certo, la bonifica dentale può essere una tappa "spirituale", almeno per me lo è stata. Le leggi dell'estrazione dentale impongono che un'estrazione sia fatta con associato digiuno e magnesio come minimo! (oltre che presso un dentista attrezzato per un protocollo come quello che vi abbiamo proposto insieme a Sandrod e Ricky66).

Da buon Traduttore, a completamento del mio Post vi lascio il mio contributo di oggi:

[font=Comic Sans MS]Come spiegato in questo video dal Dr. Robert Rowen – California:

[youtube]7SxibYB8y_o[/youtube]

l'iniezione di procaina su un dente infetto lo tira temporaneamente fuori dal circuito elettrico
e così istantaneamente cambia la situazione: scompare all'istante la zavorra elettrica che stava causando un dolore magari alla schiena oppure qualche atro disturbo su un sistema a distanza magari in un punto di minor resistenza.

Quindi lo strumento della ripolarizzazione elettrica da parte della procaina sul sito infetto (regalatoci dai primi neuralterapeuti degli anni 40) prova una risposta immediata che ha a che fare con il circuito elettrico e secondo me prova anche l'esistenza di una centralina di controllo. Il fatto del video, ovvero la risposta istantanea, prova che la patologia aveva una relazione con un corto circuito elettrico e non un carattere prettamente “infettivo-tossico”.

Certo, l'infezione di un dente porta anche una tossicità da immuno-complessi, porta anche eventualmente dei granulomi e dei batteri anaerobici, ma il test della ripolarizzazione del “buco nero” elettrico con procaina mostra che tipo di reazione avversa aveva causato il malanno, ovvero un impappinamento della centralina di controllo causata da un corto circuito elettrico.

A questo punto finisce l'abbaglio di chi voleva dimostrare che la malattia focale dipendeva solo dalla trasmigrazione di batteri da un dente morto nell'organismo.
Questa constatazione ci porta ad un “eureka!” che fu quella che ispirò e appassionò Ernesto Adler. Egli fu uno di quelli in prima fila che all'inizio degli anni Cinquanta andavano ai congressi di medicina focale in Germania e in quei 15 minuti che gli venivano dati per la sua presentazione all'assemblea sapeva cosa doveva spiegare. Anno dopo anno sempre più autori riportavano di aver fatto questa scoperta nella propria pratica clinica: Adler e Huneke li accompagnavano con la manina sapendo che la teoria focale delle malattie doveva essere aggiustata in malattie dovute alla reazione della centralina di regolazione, ovvero neuro-focale. Fa piacere seguire il percorso di Adler (1906-1996), di cui traduco qualcosa dal tedesco, qualcosa dal catalano e rispetto al quale mi faccio chiacchierate con la moglie Elisabeth, il figlio di Huneke, il suo alter ego in Olanda e il traduttore del suo libro tedesco in catalano, tutti ancora in vita.

Tanto più fa piacere occuparsi di Adler perché egli mise al posto giusto molti altri pezzi del puzzle, per esempio l'interazione dell'alimentazione con le manifestazioni dei focus dentali. Siamo nel 1953 al Congresso annuale di Nauheim intitolato “Terapia della malattia focale”. A parlare non e' il Dr. Adler, ma un famoso esponente del salutismo vegetariano tedesco, il Dr. Werner Kollath (1892-1970), che ispirerà anche il lavoro del Dr. Francis Pottenger (co-fondatore del sanatorio Pottenger a Monrovia). Adler sente il discorso di Kollath e annuisce ad ogni parola, vediamo![/font]



Congresso Nauheimer Tagung 1953 intitolato “Terapia della malattia focale”
Deutsche Arbeitgemeinschaft für Herdforschung und Herdbekämpfung /D.A.H.) e.V.

Werner Kollath ha scritto:Quante volte nella corrispondenza con cui i pazienti mi aggiornano si ripropone una questione, sempre invariabilmente la stessa: "Sono mesi o anche anni che seguo un regime vegetariano salutista secondo questo o quell'altro autore [Kollath sostiene il crudismo vegetariano, NdT], come mai non migliorano le mie condizioni? Cosa sto facendo ancora di sbagliato?"
E nei casi di questo tipo in cui mi viene data la possibilità d'indagare si rivela sempre che l'interessato/a o aveva una anomala flora batterica intestinale oppure semplicemente denti guasti, che agiscono come antenna di intossicazione [“Herd”, campo d'interferenza] dell'organismo.


In meinem Briefwechsel mit Patienten wiederholen sich immer wieder die folgenden Klagen: “Nun lebe ich seit Monaten und Jahren usw. Streng vegetarisch, nach Bircher-Benner oder einer anderen Vorschrift, und ich werde doch nicht gesund. Was fehlt mir denn?”
Und dort wo ich die Möglichkeit hatte, eine Untersuchung vornehmen zu lassen, ergab sich dann, daß der Betreffende eine abnorme Darmbakterienflora besaß oder daß er kranke Zähne hatte, die als Herde den Korper vergifteten.

Werner Kollath ha scritto:
Oh quante conferme ho potuto avere negli anni rispetto a quello che mi disse una volta lo stesso Bircher-Benner, e cioè che non si poteva avere nessun singolo successo della sua terapia nutrizionale fin quando non ci fosse stata una bonifica dentale delle zone malate. E questo concetto di ostacolo ai successi su cui lui fu chiaro riguardo alla sua terapia e ai suoi pazienti, ritengo di essere autorizzato ad allargarlo all'effetto curativo di una dieta di cibi crudi, o anche di qualsiasi tipo di terapia alimentare mirata. C'è un'impossibilità di portarle al successo senza una bonifica dentale
.


Immer wieder fand ich ein Wort bestätigt, das Bircher-Benner mir einmal sagte: er habe keinen Erfolg mit seiner Ernährungstherapie, solange das Gebiß nicht saniert sei.
Wir dürfen diese Satz heute dahin erweitern, daß wahrscheinlich alle “Herde” die Heilwirkung einer Rohkostdiät, vielleicht auch vieler andered Diäten aufheben und ummöglich machen.

Werner Kollath ha scritto:C'è veramente poco da dire o da spiegare una volta che è chiaro quello che ho appena detto. Il senso di questa mia presentazione era questo: ovvero far presente che aggiustamenti terapeutici alimentari non avranno successo nei disturbi tenuti in piedi dalle focalità ([font=Comic Sans MS]to be continued...[/font])


Man könnte meinen, daß mit diesen klaren Erkenntnissen das Thema meines Vortragesbereits erschöpfend behandelt worden sei, in dem Sinne, daß eine Ernährungstherapie bei Herderkrankungen nicht in Betracht komme, da sie aussichtslos sei. Aber ganz so einfach liegen die Dinge nun doch nicht. Und so möchte ich denn versuchen, das Thema etwas weiter zu fassen..


Che altro aggiungere? Ho presentato anche video informativi con sottotitoli (aiutato per es. da virtu e corrado!):
http://adleritalia.blogspot.it/



Questo uno scambio tipico di email con chi mi contatta per il discorso "Bonifica":

Date: Wed, 7 Jan 2015 12:17:52 +0100
From: lorenzoacerra
Subject: Re:


tu ti sei posto un dubbio sul dente devitalizzato.

Io ho detto, "lo devi sapere tu se c'e' un nesso."

Infatti io non ho letteratura scientifica su questo nesso. Quindi non so aggiungere altri autori in questo campo. Io stesso non ho mai avuto questo problema.

lorenzo


---- On Wed, 07 Jan 2015 11:04:27 +0100 franky67 wrote ----

Aspetta Lorenzo non ti seguo,mi dici che significa la rua risposta?almeno per capirci bene!Poi magari ti faccio la seconda domanda!


Date: Wed, 7 Jan 2015 10:37:15 +0100
From: lorenzoacerra
Subject: Re:


questa domanda non ha senso. Lo devi sapere tu se c'e' un nesso.

Passiamo alla seconda domanda.

lorenzo


---- On Wed, 07 Jan 2015 10:31:13 +0100 franky67 wrote ----

Ciao Lorenzo,mi hanno segnalato il tuo nome per un importante problema che ho da un anno e più.Non so se possa essere un caso ma dopo aver devitalizzato e ricostruito un dente a distanza di qualche mese é iniziato il mio inferno.Ho tutti i sintomi di una grave anemia ma nn sn anemico ed i dottori nn sanno come aiutarmi.Oltretutto questo dente mi fa pure male da quando l'ho messo e tutt'ora fa ancora malino.I sintomi che ho sono devastanti,stordimento alla testa,dolore toracico,fiato corto,aritmie,palpitazioni,tachicardie,ipotensione ortostatica,mal di testa ,vertigini e tanto altro.Mi dici se ci possa essere un nesso???grazie
Avatar utente
By acerra99
#81705
scusate, mi hanno chiesto di aggiungere qualche altra riga alla testimonianza del dottor Kollath sui focus dentali del 1953.

Nel post precedente diceva della sua corrispondenza con i pazienti (che bello... un medico che incoraggia il paziente fino alla guarigione totale - proprio come in un Forum: non si sfugge alla persona che hai incoraggiato su un certo percorso con lo spiraglio di una guarigione!).
A me successe con quelli che a seguito del servizio di Report (1998 e 2002) sul mercurio dentale, mi contattarono per vedere se era possibile liberarsi di un malanno resistente a terapia con rimozione amalgama, regime di magnesio e alimentazione senza glutine! Inutile dire che pure io scoprii il fattore "denti del giudizio"+ denti inclusi, cavitazioni e denti devitalizzati! - vedi le mie osservazioni personali).

I pazienti dunque aggiornandolo riproponevano sempre la domanda a Werner Kollath negli anni quaranta e cinquanta: "Sono mesi o anche anni che seguo un regime vegetariano salutista secondo questo o quell'altro autore [Kollath sostiene il crudismo vegetariano, NdT], come mai non migliorano le mie condizioni? Cosa sto facendo ancora di sbagliato?"


( # # # #

# # # # # # # # continua dal discorso di sopra)

[align=right]Der Hauptwert einer vollwertigen Ernährungsbehandlung liegt darin, daß der Entstehung von Herderkrankungen vorgebeugt wird.
Aber dann werden sie sich bestimmt fragen: sei die Bildung eines Herdes zustande gekommen, ist es dann zu spät?
[/align]
Il valore principale del seguire un'alimentazione salutare è che essa previene la formazione di malattie da “foci”.
Questa affermazione però può lasciare spazio ancora ad una vostra domanda: E se dunque una persona ha lasciato formare questo focus, è ancora possibile aiutarla?


[align=right]Voreilig könnte man daraus schließen, daß man also bei der Feststellung einer Herderkrankung mit Diät nichts mehr erreichen könne. Aber das ist nicht so. Viemehr ist es derartig, daß wir verpflichtet sind, mit den Methoden der Wissenschaftlichen Medizin den Herd zu beseitigen und dann mit den Methoden der naturgegebenen Heilweisen den Körper langsam wieder ins natürliche Gleichgewicht zu bringen. [/align]
Non direi proprio che uno debba togliersi di mente di ottenere dei risultati con una giusta alimentazione, anche quando la malattia da foci si è formata. Soprattutto si possono ottenere risultati se uno capisce che è obbligato a bonificare il focus secondo il migliore sforzo come ho udito menzionare da numerosi di voi qui presenti e poi con i metodi di medicina naturale lasciare che il corpo lentamente intraprenda il percorso a favore del suo riequilibrio.


[align=right]Beachtet man diese Bedingungen nicht, dann können die besten Heilverfahren versagen, und der wirklichen Vorwurf trifft nicht die Heilverfahren, sondern die Ärzte, die diese Gesetzmäßigkeit nicht kennen oder beachtet haben.[/align]
Se uno invece si vuole dimenticare la bonifica dei focus, allora ogni terapia naturale, da sola o combinata con altre, porterà ad un insuccesso, e non perché non sia una buona tecnica, ma perché il medico che li ha proposti si è dimenticato di associarli alla bonifica dei foci.


[align=right]So einfach wie es einstmals war, mit natürlichen Heilverfahren Heilungen zu erreichen, ist es jetzt, nachdem der Niedergang der Gebisse nahezu 100% beträgt und das Auftreten der Dysbakterie etwa 50% der Bevolkerung umfaßt, nicht mehr. Das Leben ist allmählich etwas kompliziert geworden, selbst die Krankheiten.[/align]
Un tempo la guarigione non diceva di no ai guaritori naturali che facevano ricorso a qualche semplice terapia olistica. Oggi però non è più così, visto che la sepsi orale è un fenomeno universale, forse il 100% delle persone hanno un focus dentale, e un 50% delle persone hanno anche disbiosi intestinale.
Il mondo si è fatto complicato, ma soprattutto le malattie sono complicate da fattori plurimi.
Avatar utente
By Gen82
#81710
Ciao Lorenzo ti seguo con interesse pur non avendo problemi "evidenti" con i denti. A breve farò una panoramica per controllare situazione denti del giudizio (ho 32 anni e non ho mai avuto problemi con essi).
Potresti approfondire il discorso dieta, specificando meglio il tuo percorso personale e relative esperienze?
Grazie mille.
Avatar utente
By acerra99
#81711
il percorso di autonomia secondo me deve tenere conto del digiuno serale. Appena apri un topic su digiuno serale sicuramente mi vedrai intervenire, nonostante non abbia tanto tempo a disposizione per il forum, su quello sicuramente mi soffermerò perché è una priorità. Riesco a fare un discorso serio solo in un topic di digiuno serale. In questo topic si parlava di denti.
Ho sempre detto pure a Riccardo che io non sono d'accordo con lui, perché io cerco il digiuno serale.

Le mie teorie su come "arrivare" (avvicinarsi) tu dici che io non le ho accennate sul forum? A me sembrava di si. Certo, un po' hai ragione, non sono arrivato allo stadio che il bisogno di esporle mi perseguita la notte..!
Per es. le patate: re : cuore pazzo!!!
Per es. sul fatto che la frutta crea problemi perché disintossica. Mi sono fissato che non è così. In ogni caso voglio parlare di alimentazione solo in un topic di digiuno serale. Perché è lo stesso discorso della frutta.
E poi nel digiuno serale scompaiono tantissime difficoltà.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret