Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
By kefirina
#81767
Ciao a tutti, ho 31 anni e sono una nuova crudista ed ehretista, dopo aver provato diete (sono a dieta da quando avevo 10 anni!) di tutti i tipi (ordinaria, dissociata, proteica, ipocalorica e bilanciata, raw-diet, mediterranea, ipolipidica oppure iperproteica, dell'indice glicemico, ecc.), soprattutto quella Paleo negli ultimi anni. In passato ho sofferto di disturbi e disordini del comportamento alimentare, ma per fortuna ne sono uscita da sola prima che diventassero gravi, grazie alla paura di rovinarmi la vita perdendone il controllo...In seguito ad alcuni episodi di febbre elevata (ipertermia), che mi ha liberata dalle tossine, e grazie al fatto che ho sopportato benissimo dei dolori atroci senza usare nessun analgesico, ho sconfitto definitivamente la mia tendenza alla bulimia (perchè mi si è azzerata la fame nervosa che mi tormentava). Sono stata vegetariana per 3 anni durante l'adolescenza, ma ne sono rimasta talmente delusa dall'esperienza, da abbandonare il vegetarianismo e diventare dipendente dalla moda delle cose artificiali e moderne a 21 anni, ma non sono mai stata né tossicodipendente né fumatrice né alcolizzata. Purtroppo da latteo-vegetariana, nonostante lo sviluppo tardivo (a 15 anni) ero ingrassata parecchio perchè mangiavo troppo (dolci, amidi, grassi, latticini), allora ero diventata vegana per un anno, tornando così al peso normale, ma continuavo ad avere la pancia gonfia come un palloncino...Il riso (anche se integrale) in combinazione coi legumi (che invece senza cereali non mi danno problemi), e soprattutto il seitan (che è glutine puro che io non ho mai tollerato anche se non sono celiaca), mi causavano gonfiore e gas intestinale. (Continua)

(Continua)...Ho sempre avuto il colon irritabile praticamente dalla nascita (che era peggiorato gravemente in seguito all'uso della pillola dai 20 ai 23 anni, di cui me ne vergogno e sono stra-pentita, ma dal 2007 seguo la medicina naturale al posto di quella ufficiale, così non ho mai più preso nessun farmaco di sintesi, ma solo quelli di origine naturale quando necessario, inoltre a 16 anni mi ero fatta rimuovere tutte le amalgame dai denti senza anestesia), ma solo verso i 30 anni ho guarito il mio colon con kombucha e kefir d'acqua (home-made), che bevo quotidianamente, ma anche grazie all'eliminazione degli alimenti non tollerati dal mio organismo e ricchi di muco (latte vaccino, frumento, albume d'uova, cozze) (inoltre sono allergica all'Aspirina, che prendevo ogni tanto solo da piccola per colpa di mia mamma). Dai 23 anni ho eliminato tutti i farinacei, visto che mi facevano ingrassare, mi rendevano lenta fisicamente e mi causavano gravi disturbi digestivi più di qualsiasi altro alimento, ma inizialmente, avendo anche un'intolleranza alle solanacee ed al sorbitolo della frutta (che mi fermentava nel colon come se fosse lattosio) (però in passato ho avuto per un periodo l'abitudine di masticare molte cicche sugar-free, che sono piene di additivi che poi ho eliminato, per controllare la fame nervosa, infatti mi piegavo dal mal di pancia), allora pensavo che la colpa fosse di tutti i carboidrati, così per anni ho seguito un'alimentazione low-carb ed a volte una dieta carnivora (simile alla Dukan), oppure alternavo brevi digiuni (ma integrati con vari integratori) ed abbuffate (soprattutto di latticini, ma proprio grazie alla caffeina mi è passata la dipendenza alla caseina!), intanto però continuavo ad avere infiammazioni con muco (colite, dermatite, cistite, gastroenterite, congiuntivite allergica, bronchite, ecc.)... (Continua)

...(Continua)...Nel 2012 ho avuto anche un'episodio di polmonite con febbre a 40°C (curato in modo naturale con digiuno e riposo, acqua ghiacciata o caldissima, fitoterapia, argento colloidale e propolis...poi passeggiate in montagna visto che mi piace molto l'esercizio fisico di tipo aerobico), ma ho rischiato la morte ed ho iniziato a capire che forse stavo sbagliando qualcosa nella mia alimentazione "paleo"(inoltre già riconoscevo il fantastico potere terapeutico, purificante e rigenerante della febbre, che mi provoca addirittura una sensazione estatica stupenda, e della stimolazione immunitaria). Eppure ero convinta che il paleocrudismo fosse l'alimentazione ideale, perchè noi umani nel Paleolitico eravamo ominidi che vivevamo di raccolta, caccia e pesca, quindi non mi sentivo in colpa di essere carnivora, perchè mangiavo pesce crudo e carne magra scondita di animali allevati all'aperto, senza conservanti e spesso cruda, perchè mi sentivo come un Homo di Neanderthal vissuto nella Preistoria, che uccideva solo per fame (e mi giustificavo col fatto che troppi erbivori divorerebbero tutta la vegetazione, che i campi di grano fanno disboscare foreste e desertificano il terreno, ecc.), ma purtroppo ancora non riconoscevo la verità biologica e fisiologica di essere una frugivora e non un animale carnivoro, perchè noi in realtà siamo primati e discendiamo dalle scimmie, ed il nostro genoma umano è rimasto quasi immutato rispetto a 3 milioni di anni fa, nonostante l'evoluzione umana e tecnologica! Nel frattempo ero troppo contenta di essere finalmente dimagrita (senza le solite diete dimagranti da fame) e con la pancia più che piatta (addirittura incavata), ma stranamente avevo il viso pallido e paffuto e la mia energia derivava solo da una stimolazione nervosa, probabilmente a causa dell'acido urico in eccesso. (Continua)...

...(Continua)...D'altronde ero però rimasta scoraggiata dal comportamento contradditorio di molti vegetariani (tranne di quelli Igienisti, crudisti e/o ehretisti, che invece mi hanno salvata), che si ritengono "spirituali" solo perchè meditano (ma intanto fumano le canne), o "secondo Natura" solo perchè mangiano bio e 100% vegetale (ma spendono un sacco di soldi per prodotti costosi ma molto lavorati industrialmente, anche se ammetto che anch'io ho "buttato" troppo denaro per mangiare cibi animali oppure prodotti dietetici, light oppure bio, o per integratori che non funzionavano, perchè finivo anch'io nelle solite trappole commerciali del business), vegetariani che preferiscono ad esempio cosmetici e vestiti sintetici piuttosto che quelli sani e artigianali ma di origine animale o, peggio di tutto, alcuni di loro fanno sterilizzare cani e gatti (una cosa orrenda e contro-natura paragonabile alla vivisezione, che è peggiore della morte!)...Infine è stato proprio il mio istinto materno a condurmi sulla via giusta della verità, infatti ho scoperto ed iniziato a leggere i libri di Arnold Ehret l'anno scorso, grazie ad un naturopata amico di mio padre, ed i suoi illuminanti insegnamenti hanno salvato me e mia figlia (nata circa un anno fa con parto vaginale non medicalizzato e senza analgesia) dalla Mafia della Sanità, anche se l'abbiamo dovuta per legge sottoporre alle vaccinazioni obbligatorie, ma è sempre stata sana lo stesso, anche perchè l'ho allattata al seno senza latte artificiale fino al 7° mese (ma speravo di allattarla più a lungo), e non le abbiamo mai dato nessun medicinale allopatico chimico: qualche volta ha avuto la febbre, che non è una malattia bensì una difesa, ma sono bastati pochi impacchi per abbassargliela, anche perchè voleva solo succo e tisana da bere e succhiava spicchi di clementine al posto della pappa finchè stava meglio, inoltre quando ha il muco nel naso glielo pulisco subito con soluzione fisiologica di acqua e sale marino ed aspiratore nasale, così non degenera diventando catarro. (Continua)...

(Continua)...Mia figlia non è né vegana né crudista, ma l'ho allattata e svezzata solo a base di cibi freschi e naturali senza farine né amido di cereali, continuando così...Io per disintossicarmi (con una dieta detox) sono passata gradualmente da un'alimentazione quasi carnivora ad una quasi vegana entro un anno (nel 2014), inoltre ero già una mezza crudista ed avevo provato il crudismo al 100% (solo cibi crudi) varie volte da ragazza, ad esempio per una settimana d'estate da vegan, nell'estate 2007 per due mesi da paleocrudista, ecc., ma negli ultimi anni ho sgarrato troppo. Durante la gravidanza nel 2013 (per fortuna ero già super-immunizzata contro la toxoplasmosi), avevo l'abitudine di mangiare a colazione un'ananas (e basta), perchè era l'unico alimento che desideravo quando mi veniva la nausea mattutina: gli acidi organici ed enzimi proteolitici di questo frutto, anche se mi bruciavano la bocca, mi facevano stare subito meglio, mi era sparita tutta la ritenzione idrica, sono dimagrita invece di ingrassare (e mi era tornata subito la pancia piatta appena dopo il parto, ma in compenso mi si sono gonfiati i seni con una bella montata lattea, anche se ora son tornati piccoli), ed ho recuperato la tolleranza nei confronti dei vegetali freschi, ma purtroppo, quando mia figlia era appena nata, io ho sofferto ingiustamente per un trauma da stress emotivo iatrogeno (anche se non ho mai avuto la depressione), ma fortunatamente i medici mi hanno danneggiata solo emotivamente (con le parole false ed infamanti) e non fisicamente né mentalmente: per la paura e la rabbia sono rimasta sempre in tensione nervosa ed ho reagito diventando ehretista (ora sono in transizione)...Adesso devo andare: vi racconterò la mia storia di come sono diventata ehretista un'altra volta...Ciao e grazie a tutti!
Avatar utente
By luciano
#81772
Benvenuta, non ho ancora letto quello che hai scritto, solo sto sistemando i tuoi post.

Non ha molto senso creare nuovi argomenti (topic) sullo stesso argomento.

Se necessiti di darti/darci delle pause, rispondi al tuo stesso argomento senza crearne uno nuovo. :wink:

Ora ho condensato tutti e 5 tuoi topic in un unico post, spero di essere riuscito a rispettare la sequenza discorsiva.
Ultima modifica di luciano il 20 gennaio 2015, 20:36, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By luciano
#81773
Ok, letto, interessante, anche se potevi stringere parecchio, molto contorno poteva essere evitato.
Lo scopo del forum non è di raccontare la propria vita ma di esporre i propri problemi sull'argomento o proporre soluzioni a chi le chiede.

Peccato per le vaccinazioni, poteva essere evitato di vaccinare tua figlia.

Ai miei tre figli non ho fatto fare alcuna vaccinazione, non importa quale legge approvata dietro foraggiamento da parte delle case farmaceutiche lo imponga.
#81774
Ciao e grazie Luciano, scusa se non ho postato bene ma non sono molto abituata ad usare il computer, anche se amo leggere e scrivere...Purtroppo mi hanno minacciata di togliermi la patria potestà se non avessi fatto vaccinare mia figlia, pensa che addirittura ho litigato coi pediatri dell'ospedale che mi hanno fatta controllare dall'Asl perchè ho rifiutato di dare il latte artificiale a mia figlia (che è nata a termine ma pesava solo 2 kg. e mezzo alla nascita, ma solo per questo mi accusavano di "farla morir di fame": sono ancora arrabbiata per i problemi che mi hanno provocato! Spero di trovare un conforto e sostegno anche da voi, oltre che dai miei familiari). Penso che le nostre esperienze non siano solo personali, ma possono insegnare anche agli altri a non ripetere gli stessi errori o ad imitarne i successi...io personalmente ho imparato molte cose dalle esperienze altrui, ma basta non lasciarsi troppo influenzare perchè non siamo tutti uguali; spero di essere utile anch'io...Ciao!
#81775
kefirina ha scritto:...Purtroppo mi hanno minacciata di togliermi la patria potestà se non avessi fatto vaccinare mia figlia,
Capisco, anch'io sono stato minacciato, ma non li ho fatti vaccinare in ogni caso, e non mi hanno tolto la patria potestà.
Non è sempre facile comunque.

Se sei arrabbiata con i dottori o con chiunque altro sappi che questo fa solo male a te e al tuo corpo. Le vibrazioni delle emozioni negative disturbano le ghiandole endocrine e gli altri organi.

Ti conviene mollare qualsiasi risentimento nei confronti di chiunque, non importa cosa possa averti fatto.
#81776
Grazie Luciano della tua attenzione e dei consigli, ma in questo momento della mia vita sono dominata dalle emozioni, infatti l'amore per mia figlia è inversamente proporzionale all'odio che provo per quelle persone della Mafia della Sanità, ma proprio da questo amore materno nasce una nuova energia che mi porta a reagire per migliorarmi...A proposito, mi sono accorta che ho postato forse nella sezione sbagliata, ma è un lapsus perchè negli anni dai 20 ai 29 ho fatto molti brevi digiuni di qualche giorno (in totale 365, cioè un anno), ma non sempre solo idrici, poi ho dovuto smettere per diversi motivi: 1) ero a un passo dalla bulimia o dall'anoressia 2) poi sono rimasta incinta e dovevo allattare 3) la mia costituzione è diventata magra e nervosa naturalmente, mentre prima della gravidanza tendevo ad ingrassare 4) l'amico naturopata si è spaventato per la mia infiammazione ai bronchi e mi ha sconsigliato persino lui (che ama il digiuno terapeutico) di digiunare: dalla visita iridiologica risultava che i miei organi emuntori sono tutti infiammati perchè in crisi di disintossicazione, ma grazie agli enzimi dei cibi crudi e fermentati ho guarito i miei organi digestivi (che prima invece erano il mio punto debole); comunque vorrei provare una dieta senza muco a base di verdura e frutta acida (soprattutto agrumi, che adoro!) per questa Quaresima, poi vi spiegherò meglio il perchè e vi racconterò come andrà e se ci resisterò...Grazie e ciao!
#81786
A proposito, gli agrumi non trattati sono la frutta che preferisco, perchè mi piacciono molto i sapori acidi, ma al contrario di ciò che può sembrare l'acido citrico degli agrumi è alcalinizzante e non acidificante, come ci insegna anche Ehret con le tabelle di Berg, inoltre non fermentano nel colon perchè non contengono sorbitolo, così ne posso mangiare anche a chili; l'acidità degli agrumi scioglie e dissolve il muco, ed anche se ad esempio il limone puro può bruciare un pò, questo è perchè disinfetta e pulisce il corpo dalle tossine, inoltre la vitamina C naturale di cui sono ricchi mi aiuta a rimpiazzare le scorte di ormoni dello stress nelle mie povere surrenali che rischiano l'esaurimento nervoso (purtroppo è vero che le emozioni negative ci danneggiano, ma per fortuna ci sono anche quelle positive che ci salvano!), ecc. La frutta che contiene sorbitolo tipo le prugne ancora mi provocava fermentazione intestinale perchè negli anni passati ho mangiato troppa carne (che non si combina con la frutta dolce, causando putrefazione), invece mia figlia tollera benissimo qualsiasi tipo di frutta ma ovviamente la sua preferita (ed il suo primo assaggio) è la banana schiacciata; a me piace la frutta dolce ma apprezzo di più quella acidula, ed addirittura mangiavo con piacere le arance amare (citrus aurantium) che mi era capitato di raccogliere in riva al mare o al lago: i miei familiari ridevano a crepapelle perchè si chiedevano come facessero a piacermi, mentre a loro purtroppo facevano schifo (invece io vorrei vivere in una foresta con piante di frutta selvatica: questo sì che sarebbe il Paradiso terrestre!)...
#81788
Ciao Luciano, ho raccontato del mio passato perchè influenza il presente, ed infatti cerco sempre di ricordarmi tutto ciò che mi serve per poter imparare dalle mie esperienze, sia positive che negative, valutando bene i pro e i contro, comunque ora sono in transizione e sto abbastanza bene, anzi il benessere e la leggerezza che sento nel corpo sono in contrasto con le emozioni di rabbia e paura che provo per la Mafia della Sanità (insomma ci siamo capiti... :wink: ), ma il mio aspetto fisico e la psiche riflettono molto bene il mio stato emozionale in tutti i sensi; però ho ancora un pò di infiammazioni perchè mi sto disintossicando ma questo non mi disturba affatto, perchè da molto tempo ho capito che l'infiammazione è una forma di purificazione, un pò come il digiuno e la febbre,quindi non va contrastata con prodotti chimici, infatti uso solo prodotti erboristici per la cura del corpo e soprattutto non prendo mai nessun farmaco. Ciao!
#81790
Adesso sono infiammata soprattutto nel polmone destro, ma per fortuna non m'è mai uscito il liquido dalla pleura (pleurite), però dalla fine del 2011 ho spesso delle fitte nel polmone ed ogni tanto mi si arrossa la zona (dove c'è un piccolo segno, come se ci fosse un linfonodo ingrossato, ma si vede solo alla luce forte), non solo d'inverno ma in tutte le stagioni, inoltre ho passato settimane a tossire (con tosse secca, non ho molto muco, ma quando ho avuto la polmonite quella volta ne ho espulso tantissimo e stavo per soffocare); il mio timore maggiore era quello di contagiare la bambina, ma poi ho capito che conta di più il "terreno" che i germi in sé, comunque per fortuna il mio latte era molto ricco di colostro quindi spero di averla immunizzata, ma se non dovesse bastare il mio obiettivo principale è un ri-allattamento, però non ci posso riuscire finché non mi curo, ovviamente sempre in modo naturale con l'Ehretismo, ma il digiuno purtroppo m'han detto che è controindicato nel mio caso; i medici dell'ospedale fortunatamente non si erano accorti anche se ho rischiato, ma il mio medico di base mi aveva consigliato una radiografia che non ho mai fatto perchè le radiazioni sono mutagene, quindi non sono sicura di cosa ho (forse un'infezione?), ma tanto la causa delle malattie è sempre la stessa e questa è la mia malattia latente, che mi era ritornata allo scoperto durante un digiuno proteico, ma tanto sono contenta di disintossicarmi, l'importante è che mia figlia rimanga sana tutta la vita (e vorrei averne anche un altro di figlio in futuro)...Ciao!
#81801
Ciao, son tornata! Vorrei aprire una parentesi sui cibi fermentati, di cui sono appassionata perchè mi piace molto anche l'alimentazione orientale ed antica (con cibi fermentati artigianalmente invece di quelli trattati industrialmente), in contrasto con quella occidentale e moderna (piena di junk-food e farinacei); le caratteristiche principale di alimenti e bevande fermentati da batteri e/o lieviti vivi, sono quelle di essere vitali (anche quando vengono pastorizzati prima della fermentazione, perchè poi i batteri vivi li arricchiscono comunque di enzimi e vitamine, tra cui la B12 di cui sono spesso carenti i vegani e che si trova nel lievito) e in molti casi anche fonte di probiotici (che sono indispensabili e fondamentali per la salute, ma si trovano anche sui vegetali freschi appena raccolti e senza sostanze chimiche come pesticidi o fungicidi), inoltre il loro ph acido tende a sciogliere il muco ed impedire che si attacchi ai tessuti dell'organismo, quindi hanno poco muco (da come ho imparato leggendo Ehret, ma questo già l'avevo intuito da sola perchè mi piacciono le ricette coi cibi fermentati ed in casa ho diverse colture di kombucha e granuli di kefir :wink: ); mia figlia l'ho abituata a mangiare yogurt (soprattutto di capra, ma anche di soya, ecc., però dolcificato con frutta, zucchero integrale o miele) al posto del latte vaccino (quest'ultimo è troppo ricco di caseina che forma molto muco, anche nella versione scremata, tranne il siero di latte): non le ho voluto mai dare da bere il classico latte di mucca o (peggio) quello artificiale perchè, anche prima di leggere i libri di Ehret, sapevo già che è la causa principale di coliche, catarro, eczema, ecc., e non me ne fregava nulla del fatto che i pediatri giudicassero lo yogurt fatto di latte fresco (della fattoria, e non dalla fabbrica come il latte artificiale!) come "pericoloso" per i neonati (solo per i loro schifosi interessi). Lo yogurt di soya al naturale (come fonte alternativa di proteine) mi ha aiutato ad eliminare carne e latticini dalla mia alimentazione, inoltre mi preparo ottimi raw smoothies col mio kefir al limone... In passato ogni tanto provavo anche un digiuno a base di sole bevande latto-fermentate senza latte e mi aveva rigenerato tutto l'intestino, inoltre non mi indebolivo così tanto come succedeva col vero digiuno solo di acqua...
#81802
Aggiungo una cosa a proposito di allattamento...Desideravo tantissimo fare l'allattamento al seno esclusivo e mi sono impegnata moltissimo per questo (allattando su richiesta ad ogni orario), ma purtroppo la mia infiammazione polmonare ha compromesso una mammella (sentivo come se ci fosse un collegamento, perchè dopotutto tutti i nostri organi ed apparati corporei si influenzano a vicenda: l'organismo dovrebbe essere studiato in modo olistico), quindi il latte continuava ad essere giallo invece che bianco (forse c'era del pus?)(ed i primi giorni era arancione per il colostro, che è necessario per l'immunità), inoltre stavo rischiando una mastite (curata con impacchi di ricotta e cuscino caldo, aiutandomi col tiralatte, ma senza antibiotici, che uccidono la flora batterica e finirebbero anche nel latte), allora non bastava (quanto mi dispiace, mi sento un'incapace per questo!), quindi dopo i primi 10 giorni in cui sono riuscita ad allattarla solo col latte materno, poi ho dovuto integrare per forza, ma al posto di quello artificiale usavo un pò di latte d'asina fresco (perchè è simile a quello umano)(e le davo da bere anche la tisana di camomilla al naturale); grazie alla lettura di Ehret, dopo qualche mese integravo con succo di frutta spremuta (soprattutto di mela), siero di latte caprino, yogurt e latte vegetale di mandorle o soya (ma non sterilizzato, cioè non UHT) al posto del latte animale, ma i miei familiari, seppur d'accordo con me sulla scelta di essere contrari a latte artificiale, tachipirina, ecc., erano preoccupati ed allora m'hanno riempito di soldi per tornare a comprare il latte d'asina! Avevo proposto anche di comprare una capretta tibetana da tenere in giardino, perchè ce n'era una in un recinto che è corsa incontro alla mia "poppina" per allattarla appena l'ha vista (che tenerezza), ma m'hanno sgridato dicendo che non è igienico e potrebbero trasmettere terribili malattie...
#81803
Ciao kefirina, se troppo dispersiva nei tuoi post.
Non è il modo corretto di usare il forum.

Ogni tuo post è un trattato su diversi argomenti, argomenti che più o meno conosciamo già, trattati in uno o l'altro dei più degli 80.000 post del forum.

Se vuoi posso aiutarti a indirizzarti nel modo giusto.

Per esempio, giusto per vedere da dove possiamo partire, cosa hai mangiato ieri?
#81805
Ciao Luciano, ah è vero, ma mi piace parlare di vari argomenti riassumendoli in poco tempo, spesso nei discorsi parto da un argomento per poi finire ad un altro diverso, seguendo un certo collegamento logico, come una serie di parentesi infinite...Recentemente sto seguendo un'alimentazione che alterna giornate "vegan" a giornate "paleo", perchè io provengo da una paleo-dieta e non posso diventare vegana da un giorno all'altro, perchè un cambiamento troppo repentino mi provoca sintomi di debolezza (forse ipoglicemia?), però non mangio praticamente mai farinacei da anni (nemmeno il riso, che è molto mucoso anche se non contiene glutine), inoltre non mangio più nemmeno uova, latticini e carne. Avendo sofferto di disturbi e disordini alimentari in passato, ma avendo recuperato per miracolo l'istinto e la percezione dei segnali giusti di fame-sazietà (restando magra naturalmente), mi regolo ad occhio sulle quantità dei cibi senza più contare le calorie (che in passato mi ossessionavano tanto, forse per questo ora preferisco non focalizzare troppo il discorso sul cibo)...Ad esempio ecco un mio menù-tipo: al mattino bevo una tisana al naturale di varie erbe officinali a seconda del bisogno (ad esempio quando allattavo preferivo galega, finocchietto, verbena, ortica, ecc., mentre ora echinacea, gemme di pino, tè, ecc., oppure delle erbe lassative a volte per regolarizzare l'intestino), ma anche una tazza di caffè (sia di vero caffè, scusa ma non riesco a rinunciare all'effetto energizzante della caffeina, ma anche di cicoria) dolcificata con miele a crudo e macchiato con latte di mandorle; più tardi di mattina mi faccio il mio raw smoothie col kefir d'acqua ed 1 tazzina di kombucha; a mezzogiorno mangio un'insalata scondita con una tartara di pesce crudo fresco con limone (oggi), oppure solo condita con aceto di mele ed 1 cucchiaino d'olio extravergine d'oliva (ieri) (ma sto pensando di sostituire il salmone con delle acciughe, che mi sembrano meno "mucose")... quando non mangio il pesce (nei giorni vegan) mangio anche degli ortaggi scottati al vapore oppure uno yogurt di soya da mezzo kg. con farina cruda di lupino (proteica); poi durante il pomeriggio mi mangio un sacco di agrumi (clementine, mandarini, arance) (cioè frutta acida di stagione); per cena mangio in modo più leggero che a pranzo, ad esempio un'insalata verde, uno yogurt di soya ed una mela; a volte come snack cedo alla tentazione di qualche quadratino di cioccolato crudo extra-fondente, ma non mi piace la frutta secca; aggiungo che d'inverno integro con 1 cucchiaino d'olio di fegato di merluzzo e durante la gravidanza e l'allattamento prendevo del lievito di birra fresco, che tra l'altro tollero benissimo (perchè non ho più la candidosi ed ora il mio intestino è guarito).

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Libri di Arnold Ehret