Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Avatar utente
By Pasc
#82254
Ciao a tutti da Pasc,
mi chiamo Pasquale, 35 anni, di Salerno. Vorace onnivoro per 33 anni, poi un clic nella mia testa e passando per letture di macrobiotica, veganismo, naturopatìa, sono infine giunto, in maniera quasi naturale, come punto d’arrivo di un percorso scontato, all’igienismo naturale.
Parallelamente ho modificato tante volte l’alimentazione, affinandola man mano che incameravo nuovi concetti sulla nutrizione.
Riassumendo, dopo un anno di alimentazione alcalina, ho cominciato ad applicare le combinazioni alimentari di Shelton. Poi ho eliminato i cerali e in breve tempo sono passato ad un regime di sola frutta.

La mia costanza, notevole, per la maggior parte del tempo, ha ceduto il passo alle maratone alimentari delle festività natalizie e pasquali, nonchè a qualche pizza (vegana) con fritturine del sabato sera con fidanzata e amici.

Ho provato un paio di digiuni (di 2 e 3 giorni), ma abortiti anzitempo per pressioni della famiglia.

Riguardo la salute, i risultati apprezzabili sono stati:
dopo un anno di alcalina, la mia stanchezza cronica è diminuita notevolmente e l’umore medio è migliorato e dormo un po’ meglio (faticavo tantissimo a dormire anche 4/5 ore a notte).
Quando sono passato a sola frutta, ho avuto i primi 20 giorni da leone durante i quali ho avvertito una sensazione di vista più acuta e lucidità mentale superiore.
Sorpreso di ciò mi sono informato in rete e ho scoperto che non è stata autosuggestione, ma tante persone lo avevano sperimentato prima di me. Ciò mi ha gasato un bel po’ e spronato a continuare.
Poi è iniziato qualche problema, la lucidità mentale superiore è svanita, la vista non saprei dire. Ma soprattutto, ho iniziato ad accusare un’infiammazione a (presumo) esofago, stomaco e intestino che si manifestava con calore pronunciato alla gola e cavo orale, digestione pesante dopo ogni pasto di frutta seppur frugale, defecazioni frequentissime (anche 5/6 al dì) e feci giallastre, molto molli e con tanti residui di cibo non digerito. Parallelamente il mio peso che con l’alcalina era passato da 76 a 68 kg (sono alto 1,74), con la sola frutta e il problema, è sceso fino a 62, nei momenti di maggior “fuoco” in gola. Dunque un malassorbimento dovuto probabilmente ad infiammazione, nonostante mangiassi 4/5 chili di frutta al giorno.
Sono andato avanti così un paio di mesi, poi, grazie a questo forum davvero interessante e ricco di consigli ed esperienze, mi sono avvicinato ad Ehret e al concetto di transizione.
Durante le feste pasquali, volutamente, ho mangiato di tutto, ad eccezione di carne e pesce, per mettere il mio organismo alla prova e, paradossalmente, mi sono sentito un po’ meglio e con feci più “normali”: segno che con stomaco e intestino in quello stato non traevo giovamento dalla frutta.

Così ho realizzato di aver proprio bisogno di una transazione maiuscola, prima di tornare alla frutta.

Mi sono organizzato con una dieta povera di frutta e anche di verdure crude, con più enfasi sul cotto (verdure, legumi e pochi amidi). Questo per evitare le fermentazioni che in un apparato gastro-intestinale infiammato, come ho imparato da voi, non sono auspicabili.

Ecco nel dettaglio:

COLAZIONE (ore 10:00 / 10:30): due mele o qualche altro frutto (un solo tipo);
PRANZO (13:00): insalata cruda di carote, cavoli, sedano e qualche foglia verde cotta, salsa di pomodoro non salata, un po’ di pane integrale biscottato e foglie verdi o cavolfiore bollito con succo di limone;
SPUNTINO (16:30 / 17:00): qualche frutto (un solo tipo);
CENA (19:00 / 20:00): legumi cotti, verdure cotte, salsa di pomodoro non salata e poche (o niente) verdure crude.


Premettendo la mia esperienza nulla e conoscenza ancora solo teorica della dieta senza muco, volevo qualche consiglio da voi:

- Qualcuno sa dirmi cosa è successo dentro di me quando è sopraggiunta l’infiammazione?
- Vi sembra appropriata la dieta di transizione che ho impostato? Consigli/miglioramenti?

Grazie e chiunque voglia partecipare a questa conversazione e scusate per qualche lungaggine, ma temevo di omettere particolari importanti :)

Ciao
Pasquale
Avatar utente
By Doriana
#82255
Benvenuto Pasquale!

Non posso darti consigli, perchè sono novellina, ma volevo farti i miei complimenti per la costanza! 8)

Doriana
Avatar utente
By Pasc
#82268
Grazie Luciano,

avevo già letto questo interessante articolo e per questo avevo basato la mia transizione sul cotto.

A distanza di qualche giorno, avverto un senso di sonnolenza durante varie fasi della giornata e un leggerissimo mal di testa, come un senso di intorpidimento, ma appena accennato.
Ho provato a mangiare un pò di tutto Domenica a pranzo ed è sparito. E' poi bastato il Lunedì ben fatto con la mia dieta di transizione ed è ritornato.

Posso concludere che si tratta di un sintomo di detox in corso?

Ciao
Pasquale
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret