Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By arca
#713
Salve a tutti; sono al mio primo topic.
Sono molto contento dell'idea di questa sezione così anch'io posso apportare il mio contributo a questa sempre più grande famiglia.
Pur avendo cercato di tenere una alimentazione per grandi linee corretta, mi è sempre mancato quel click che in qualche modo me la facesse adottare in maniera definitiva.
Poi ho avuto l'opportunità di leggere il libro di Ehret e finalmente ho letto di qualcuno che diceva qualcosa con cognizione di causa poiché lo aveva egli stesso sperimentato. Inoltre quel che diceva era il raggiungimento di uno stato di salute certamente invidiabile: mica bruscolini...

Fermo restante che alla base c'è sempre l'atteggiamento che abbiamo come Esseri spirituali, se siamo davvero decisi al benessere allora qualsiasi azione che intraprenderemo per il nostro corpo avrà maggior effetto.
Al tempo che lessi il libro stavo già facendo esperimenti con alcuni rimedi naturali ed ho potuto effettivamente notare che tutto è divenuto più veloce.

Indipendentemente dai prodotti o dai sistemi che adottavo, lo scopo era uno solo: ripulire il sangue, la causa di qualunque male del corpo.

Le fasi erano obbligatoriamente due: la prima era quello di non sporcarlo, e ciò era raggiunto grazie all'alimentazione, visto che proprio l'intestino è l'organo che principalmente nutre il sangue. L'altra fase prevedeva la pulizia del sangue e dei tessuti per mezzo dell'eliminazione di tossine, pus, muco, batteri, metalli tossici, ecc. dagli organi preposti: i reni, la pelle, i polmoni, l'intestino stesso.

E' da tener presente che qualsiasi operazione che si affianca al sistema Ehert, avendo un forte effetto sinergico, può portare (ed in genere accade) ad una elevata disintossicazione di scarti acidi che verranno eliminati anche attraverso le urine.
Un eccesso di scarti acidi nelle urine può rappresentare un carico acido eccessivo per i reni.
Per tale motivo consiglio di tenere sotto controllo il livello del pH urinario (secondo i canoni standard) al fine di non sovracaricare eccessivamente i reni.
Se qualcuno vuole verificare il pH urinario consiglio di usare delle semplici cartine tornasole (economiche) e di non acquistare necessariamente gli stick urinari (striscette multi-parametro molto costose); entrambe le soluzioni sono reperibili in farmacia.
Avatar utente
By Melory
#724
Ciao arca,
grazie di aver condiviso la tua esperienza.
Posso chiederti quali metodi naturali hai utilizzato per favorire la disintossicazione?
Avatar utente
By arca
#805
Ciao Melory.
Innanzitutto scusa del ritardo ma sono stato impegnato per tutti questi giorni.
La tua domanda, seppur semplice, ha bisogno di una articolata risposta per cui non sarò breve! Voglio però sottolineare, come dico pure a tutti i miei amici, che io non sono un medico per cui tutte le mie dichiarazioni devono essere considerate solo come opinioni personali e come risultati delle mie esperienze personali.
Visto che ci sono in giro degli ottimi medici, ritengo sia prezioso comunicare loro di quei nuovi prodotti e di quelle tecniche che, distratti dalla medicina ufficiale, non ne vengono facilmente a conoscenza.
Detto questo ti elenco una serie di passi che mi sono stati utili: innanzitutto ho cominciato dall'alimentazione riducendo le dosi amidi, eliminando cereali e zuccheri. Ciò mi ha portato un immediato recupero digestivo. Devo dire che già da tempo, come stile di vita, non usavo molto le proteine animali e vegetali. Costantemente ho aumentato sempre più l'uso di frutta e verdure cotte e crude (meno frutta e più verdure) fino ad arrivare ad un consumo prevalente di frutta secondo i canoni descritti nel mio precedente messaggio, cioé tenendo sotto controllo il pH urinario durante tutte le fasi che ti ho appena descritto.

P.R.A.L.
il termine P.R.A.L. significa Potential Renal Acid Load (carico acido renale potenziale) ed indica la capacità di alcuni cibi di "tamponare" l'effetto delle sostanze acide nelle urine. Mi spiego meglio: se noi usassimo solo delle sostanze capaci di liberare muchi ed acidi, una gran quantità di materia acida porterebbe i reni ad un super-lavoro. Alcuni cibi che hanno un PRAL alto (buono per il PRAL si intende più negativo, cioé -8 è migliore di -5 o di +7) sono capaci di rilasciare sostanze alcalinizzanti per "tamponare" (proteggere) i reni.
Guarda questa comparazione:
Lattuga tavole di BERG 14,5 PRAL -4,9
Indivia tavole di BERG 14,5 PRAL -7,9.
Le tavole di Berg che vediamo nel libro di Ehret indicano la capacità di sciogliere il muco e come vedi sia lattuga che indivia hanno la stessa capacità. Però l'indivia ha una più elevata capacità di rilasciare sostanze alcalinizzanti per proteggere i reni. Per questo è importante verificare il pH urinario, così che si tengono sotto controllo i reni ed in caso di necessità, fermo restante i cibi indicati da Ehret, si possono supportare i reni in pericolo di carico acido con sostanze maggiormente tamponanti.

TELEGIORNALI - GIORNALI - RADIOGIORNALI
Un altro strumento che da oltre due anni utilizzo, o meglio che non utilizzo, è l'aver chiuso con tutte quelle fonti di particolari cattive notizie. Questa operazione, dopo poche settimane, mi ha portato ad una immediato recupero della serenità. Qualcuno mi chiedeva come facessi a rimanere separato dal mondo, ed io rispondevo che quello che i giornali e la TV mi presentano NON SONO IL MIO MONDO. Questa scelta non è stata relativa solo alle notizie ma a tutto ciò che riguarda la TV (di fatto non ho più l'antenna in casa e uso la TV per i DVD). Forse farò Sky per i deliziosi documentari di National Geographic.

IL SOLE
Un elemento importantissimo che uso (visto che vivo in campagna) è prendere il sole. Sono spesso al sole e mi godo l'energia che da esso proviene: è fantastico, ed i risultati sono immediati a livello di pelle e poi ti senti comunque pieno di forze. Per l'energia ed il valore terapeutico che il sole possiede bisogna fare attenzione a non prendere ore di sole se l'organismo è stato per 11 mesi chiuso in ufficio ed a casa altrimenti una grossa quantità di tossine possono di botto riversarsi nel sangue causando problemi. Usare un gradiente non troppo alto.

TISANE & Company
Vi sono infiniti tipi di tisane e di prodotti, ma quelli che ritengo prioritari sono quelle disintossicanti: Yucca, Aloe (quella seria e non quella con una piccola quantità di Aloe-vedere attentamente le etichette), la Caisse Formula -sostanza fitoterapica ad altissimo potere depuarante al punto tale che viene utlizzata da circa 100 anni per la cura di tumori - (deve essere di produzione nord-americana). Io, personalmente, dopo 5 mesi di uso della Caisse ho ottenuto risultati meravigliosi (utilizzavosolo metà dose di quella prescritta per l'uso di tumori).
E' corretto che sia un medico naturopata o simile a testare il tipo di disintossicante più adatto.
Anchei clisteri fanno miracoli, specie se eseguiti anche con l'olio: per qusta cosa rivolgersi sempre ad un esperto.

TEMPI: LE 4 STAGIONI
E' importante sapere che dopo 7 mesi di utilizzo di un certo metodo o di una certa sostanza il corpo produce degli enzimi capaci di distruggere il principio attivo della sostanza che si sta assumendo facendone perdere tutti gli effeftti.
Infatti se una tisana viene presa per più di 7 mesi, l'organismo assumerà una posizione di difesa nei confronti di quella sostanza al punto tale che ci vorranno 8 anni per riottenere un effetto completo al 100%.
Per questo è necessario porre enfasi sul fatto che ci dovremmo nutrire delle cose di stagione, poiché la natura, ciclicamente, ci impone di VARIARE, VARIARE, VARIARE: nessun prodotto della natura dura 7 mesi.


PULIZIA DEL SANGUE
Ci sono anche metodi per ripulire il sangue e che si trovano nei libri della dottoressa canadese Hulda Clark o di Pierre Pellizzari (Ripulire i propri organi), ma ritengo che il più importante di tutti sia quello della pulizia del fegato per mezzo dell'eliminazione progressiva delle tossine per mezzo della fuoriuscita dei calcoli biliari. Tale procedura è reperibile anche sul sito www.medicinenon.it

PENSIERI
Chiaramente è una cosa che già da anni perseguo e mi fa piacere condividere questa cosa con altri: bonificare le proprie aree di vita per avere sempre pensieri di serenità e di pace. Queste cose sono sempre più potenti del cibo e delle tisane stesse. Non siamo nati per soffrire o per essere schiavi di qualcuno secondo come vorrebbero le convenzioni sociali.

CONCLUSIONI
La cosa secondo me più importante è il punto di vista con cui si affronta questa cosa: io non mi curo poiché sono malato o devo guarire, ma mi alimento ed uso delle cose come stile di vita. Un individuo non dovrebbe mai dimenticare delle infinite capacità del proprio pensiero e della mente: usare delle cose per guarire confermerebbe uno stato di malessere da curare. Bisogna capire che queste cose si fanno per rispetto del proprio corpo e tutto deve divenire, semplicemente, uno stile di vita. Ho visto troppe persone che hanno fatto del vegetarianesimo, del crudismo ecc. ecc. un fatto di fanatismo.
Siamo Esseri spirituali che abbiamo un corpo e dobbiamo trattarlo bene, poichè senza quello non possiamo essere qui; noi non possiamo essere malati poiché uno spirito non si ammala; per questo è una trappola fare queste cose credendo di dover guarire, poiché il tutto ci riporterebbe ad una identificazione con il corpo e quindi a quelle cose di cui esso può essere effetto, quale il bene ed il male, il dolore ed il piacere, la guarigione e la malattia, ecc.
La vita è molto semplice; dovremmo imparare a non complicarcela.
Mens sana in corpore sano: Lo spirito lavora bene in un corpo in buona salute; l'atteggiamento è tutto: ama tutto, ama tutti!

Salute a tutti.

8) Arca
Avatar utente
By Melory
#807
Ciao Arca,
:D grazie infinite per la risposta decisamente esauriente! ...e non scusarti per il ritardo, non ce n'è bisogno.
P.R.A.L.

Stavo già pensando di acquistare le cartine per misurare il ph, ma non mi ero ancora documenta su come utilizzarle di preciso, quindi grazie ancora, mi hai dato un ottimo punto di partenza.
TELEGIORNALI - GIORNALI - RADIOGIORNALI

concordo su tutta la linea. Io è da parecchio tempo che non sto a tavola con i miei perchè trovo che mangiare guardando il telegiornale sia folle e masochistico (e pensare che c'è chi ci riesce persino guardando il tg4!!!) Certo rimanere fuori dal mondo forse non è bello o responsabile, ma se proprio devo informarmi preferisco dare un'occhiata su internet, almeno non sono costretta a sentire musichette strappalacrime o vedere filmati da terrorismo mediatico.
E' importante sapere che dopo 7 mesi di utilizzo di un certo metodo o di una certa sostanza il corpo produce degli enzimi capaci di distruggere il principio attivo della sostanza che si sta assumendo facendone perdere tutti gli effeftti.

Non si finisce mai di imparare: un'altra cosa da aggiungere all'ormai sempre più lunga lista delle cose da approfondire 8O :wink:
Grazie, grazie, grazie.
Melory
Avatar utente
By arca
#841
Ciao Luca
ho ben compreso la tua domanda; ti risponderò miscelando alle mie parole alcuni brani di Ehret per dare un maggior senso di realtà all’argomentazione (visto che siamo in famiglia) per poi arrivare alla tua domanda che troverai certamente soddisfazione nella parte che tratta di ACIDOSI.

Una verità che riguarda le condizioni del sangue umano, scoperta dai medici, è che l'acidità è un sintomo di malattia. C'è poco da meravigliarsi che questo accada prontamente all'onnivoro quando riempie lo stomaco quotidianamente di carne, amidi, dolci, frutta, ecc., tutto insieme.
Puoi fare una prova personale se non sei convinto completamente. Fai un pranzo normale ed un'ora dopo il consumo, vomitalo. Avrai una miscela acida in fermentazione di odore terribile, che ti ricorderà un bidone dell'immondizia e se la dessi da mangiare ai maiali diventerebbero indisposti perfino loro.
Se non ti senti di fare una prova così eroica fai il seguente esperimento: la prossima volta che ti siedi per il pranzo della domenica apparecchia un posto per un ospite immaginario. Versa la sua parte, le stesse quantità di ciò che mangi e bevi tu stesso, in una pentola. Mescola bene e porta il tutto alla stessa temperatura del sangue (circa 37 gradi) per almeno 30 minuti. Metti il coperchio e lascialo per tutta la notte. Quando alzerai il coperchio la mattina seguente ti aspetterà una bella sorpresa.
L’organismo è progettato per sopravvivere a problemi immediati ed è in grado di farlo a qualsiasi costo fintanto che organi e sistemi diventano esausti dopodiché possono comparire i sintomi.



Il pH del sangue deve essere compreso tra 7,39 e 7,41: l’organismo non esiterà a distruggere qualche organo per reperire sostanze capaci di riequilibrare il pH, come, per esempio, il sodio dai muscoli come prima difesa e poi con il calcio dalle ossa.
L’osteoporosi è dovuta esclusivamente all’intervento alcalinizzante che il calcio delle ossa deve espletare.

Questo non significa che si deve divenire obbligatoriamente vegetariani - se non lo si gradisce - e non mangiare più carne, ma, piuttosto, occorre trovare un giusto equilibrio: il corpo può maneggiare questi cibi acidificanti purché consumati eccezionalmente.

Esistono diete e dietine di tutti i tipi, consigli alimentari, programmi di come mangiare, ma dopo circa 10 anni di esperienza e studi ho capito che, di fatto, non esiste una dieta uguale per tutti; sono per tutti valide le linee guida, ma ogni individuo dovrebbe farsi seguire personalmente da un medico davvero esperto in nutrizione.

Questo è il motivo per cui cosi tanti "digiuni", "diete a base di frutta", "cure", ecc., falliscono. IL PROFANO INESPERTO SPESSO CONDUCE SE STESSO IN PUNTO DI MORTE con il "digiuno". In altre parole, rimuove "TOSSINE E MUCO DI OSTRUZIONE" troppo rapidamente; troppa "OSTRUZIONE" immediatamente e per un po' "si sente bene." Continuando il digiuno il processo di eliminazione va più a fondo e troppe tossine e veleni entrano in circolo causando ulteriore "Ostruzione" nel flusso sanguigno e ora si sente terribilmente debole, ritorna all'usuale dieta sbagliata. Questa dieta sbagliata ferma il processo di eliminazione e ritorna a sentirsi bene, considera il cibo corretto responsabile della sua debolezza e pensa che la sua vitalità è ritornata perché ha ripreso a mangiare come prima. Perde la fiducia e in tutta sincerità ti dice: "Ho provato, ma non funziona." Rimprovera il sistema di eliminazione non sapendo in realtà nulla a riguardo, quando l'unico da rimproverare è se stesso.

Per far funzionare un programma innanzitutto si deve COMPRENDERE cosa stiamo facendo: ciò significa che se una persona comprende che le proteine della frutta sono sufficienti, allora potrà divenire fruttariano senza soffrire di carenza proteica; ma se non lo comprenderà, allora si ammalerà.
La domanda classica è: Come si fa a vivere senza proteine? La mia risposta è quella che fu di un medico indiano: E l’elefante come fa? È la forza del pensiero che orienta il corpo.

Ma per prima cosa dobbiamo capire quanto segue: il corpo si abitua lentamente ai cambiamenti.
A tal fine bisogna dire che un corpo può rispondere più velocemente ad un cambio di abitudine, fermo restante il fatto di non farlo soffrire, rispetto ad un altro.

Un altro punto importante è che una dieta vegetariana non significa sempre non acidificante, poiché tutte le proteine (e quindi anche quelle vegetali) e gli amidi sono acidificanti. Sono da preferire le proteine vegetali rispetto a quelle animali: quest’ultima è più calorica della vegetale ed immette nel nostro corpo tossine che vi rimangono per 142 ore dopo l’ingestione (cadaverina, putrescina, fenoli, ecc) dando comunque luogo ad uricemia (acido urico).

Per digerire le proteine animali il pH dello stomaco deve arrivare fino a 2 per attivare un enzima digestivo detto PEPSINA con relativo successivo scarico nel circuito corporeo degli acidi; se le riserve di minerali alcalini sono esaurite, il corpo si depaupera di sostanze per tamponare gli acidi. Alla fine i reni produrranno quantità di ammonio (NH3+) per tamponare gli acidi forti della digestione e dopo interviene la malattia cronica.
Abbiamo detto che il pH del sangue deve essere compreso tra 7,39 e 7,41. Questo intervallo trova il suo corrispondente nel pH urinario che deve essere circa 6,5. Quindi il livello del pH del sangue ha un suo corrispettivo nelle urine così come, anche, per quello della saliva.


ACIDOSI
L'acidosi è uno stato pericoloso del nostro organismo: crea stanchezza, stati infiammatori nei tessuti, sofferenza della mielina del sistema nervoso, aumento delle tossine e quindi dei radicali liberi… Normalmente è sottovalutata, malgrado la gravità dei disturbi che può procurare. Si parla di acidosi quando il pH urinario è costantemente acido. È essenziale per la salute del nostro organismo che il pH delle nostre urine non scenda sotto 6 (l'ideale sarebbe intorno a 6,5). Normalmente se l'alimentazione è equilibrata, l'acidità rientra nella norma; il livello di acidità del nostro organismo va perciò tenuto sotto controllo.
Il metodo migliore è il controllo dell'acidità delle urine, che può essere effettuato facilmente da chiunque. Basta procurarsi in farmacia un misuratore del pH (cartina di tornasole): sono venduti sotto forma di stiks (striscioline multiparametri) o di rotolini di carta speciale (più economici). L'acidità si misura in tre momenti della giornata:
• prima urina del mattino dopo aver eseguito il primo versamento
• prima di pranzo
• prima di cena.
Basta staccare un pezzo di strisciolina dal rotolo e bagnarne la punta mentre si orina.
La parte bagnata cambia colore: sulla scala colorata riportata sulla confezione si può rilevare il numero relativo e segnarlo sulla scheda che preparerete per avere traccia dei valori rilevati nei 15 giorni. La misurazione deve continuare per 10-15 giorni.
Queste sono le cause dell'acidificazione:
a) l’assunzione eccessiva di alimenti acidificanti per tutti (proteine animali, cereali, legumi, zucchero, tè, caffè, alcol);
b) la carenza di minerali e vitamine (cibi poco “biologici” o cotti oltre i 45°C e quindi denaturati, cioè che perdono alcune caratteristiche nutrizionali)
c) le sostanze provenienti dall’inquinamento;
d) la scarsità di ossigenazione nei soggetti sedentari;
e) un’insufficienza funzionale endocrina;
f) il sovraffaticamento fisico;
g) disturbi degli organi emuntori (per es. insufficienza renale);
h) l’uso di farmaci di tipo chimico;
i) alcuni stati psicologici (collera, preoccupazione, paura, ecc.).
Occorre agire il più presto possibile contro tutti questi fattori. Se il pH rimane comunque basso (sotto il 5,5-6) occorre intervenire con un prodotto alcalinizzante: per un intervento "di emergenza" basta un po' di bicarbonato di sodio (non abusare poiché il bicarbonato si installa nel cervello). Se il problema dovesse prolungarsi occorre usare un deacidificante con basso contenuto di sodio, come Alcabase, Basenpulver, Basica, Rego Basic o Erbasit (uno di questi in farmacia è sempre reperibile; dipende dai loro distributori).
Ma, lo ripeto, occorre evitare di pensare che basti correggere l'acidità con un alcalinizzante: l'acidità delle urine è sintomo di uno squilibrio quasi sempre alimentare.
È comunque pericoloso abusare di sostanze alcalinizzanti (non alcaline ma alcalinizzanti) poiché si può portare l’organismo a collassare dall’altra parte. È quindi sempre indicato il controllo da parte di un medico nutrizionista.
Caro Luca bisogna, innanzi tutto, correggere l'alimentazione con una dieta più equilibrata e “nutrirsi” di pensieri sereni.

Per avere precise informazioni in merito ti consiglio il seguente libro: Il Ph e la dieta ortomolecolare del dott. Adolfo Panfili edizioni TECNICHE NUOVE (euro 7,90). In questo libro, se letto con la corretta ottica, si troveranno le stesse indicazioni di Ehret supportate da moderne conferme scientifiche.
Inoltre, posso indicarti la mia “bibbia”; ce l’ho appesa in cucina. Puoi stamparla e fare altrettanto per averla sempre sott’occhio.
Ciao. Arca



+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Il sangue dovrebbe ricevere dal tubo digerente acqua, aminoacidi, acidi grassi, glicerina, monosaccaridi, minerali e vitamine e non dei veleni. Purtroppo le nostre abitudini alimentari creano invece dei veleni che intossicano il sangue e tutto l'organismo. Perché? Perché il cattivo accostamento degli alimenti nello stesso pasto genera fenomeni di fermentazione e putrefazione.
- Dr. Herbert M. Shelton

..........D E V O R I C O R D A R M I CHE…........

ASSOCIAZIONI PERICOLOSE:
frutta (soprattutto quella acida) e proteine (carne, pesce, pollo, legumi, noci, uova, latticini)
frutta acida e frutta dolce
proteine e cereali
proteine di tipo diverso (carne con pesce, o con legumi, ecc)
proteine ed amidi
amidi e frutta
mischiare agrumi, mele, meloni e prugne (evitare la macedonia specie se preparata tempo prima: la frutta si acidifica subito)
carboidrati e proteine
zuccheri e proteine
zuccheri ed amidi (le fette di pane con la marmellata, ad esempio)

ASSOCIAZIONI CORRETTE:
cereali e frutta (sebbene sia sempre meglio consumare la frutta da sola)
verdure e cereali
verdure e proteine
proteine e cereali non acidi
i vari tipi di frutta secca

definizioni:
CEREALI (sono comunque cibi amidacei ma non definiti AMIDI a livello alimentare): Avena - Farro - Frumento - Bulgur - Kamut - Mais - Miglio - Orzo - Riso - Segale
AMIDI: Pane – Pasta – Riso - Patate


NOTA importante: Nessun animale fa pasti “combinati”.


La parola d’ordine è SEMPLICITA’! Non mischiare più di tre tipi di verdure e passare gradatamente ad una alimentazione fruttariana.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ :)
Ultima modifica di arca il 12 dicembre 2006, 21:03, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
By FANNY22
#856
ASSOCIAZIONI PERICOLOSE

frutta acida e frutta dolce


Ciao Arca io ho la cattiva abitudine (che provvederò presto a correggere) di mischiare sempre la frutta. Quando hai fatto la distinzione tra frutta acida e dolce in mente ho subito cercato di fare una classificazione però ho dei dubbi quindi ho pensato di metterla x iscritto in modo che puoi darci un'occhiata e dirmi se ciò azzeccato :P , Grazie.


Frutta acida:
tutti gli agrumi - Uva - Kiwi - Prugne - Susine - Nespole - Pesche - Melegrane - Fichi d'india - Ciliegie - Ananas - Gelsi

Frutta dolce:
Fichi - Albicocche - Mele - Pere - Angurie - Meloni arancioni e gialli - Banane

Per ora non mi viene in mente altro, semmai puoi aggiungere tu quello che manca.
Ciao Fanny.
Avatar utente
By Melory
#862
Per quanto riguarda le combinazioni alimentari ho trovato questo http://www.vegetarian.it/mra/combinazionialimentari.pdf.
L'ho scaricato da qui: è un documento .pdf di 2 pagine con una tabella dedicata alla frutta e un'altra alla verdura: tra quelle che ho visto in rete è la più semplice ed immediata.
Che ne dici Funny? te gusta? :D
Melory
Avatar utente
By FANNY22
#867
Grazie Melory me gusta mucho. :D
Ti abbraccio Fanny.
Avatar utente
By arca
#1036
Ciao Luca,
è bello vederti motivato a conoscere; sono contento che tu abbia trovato il libro che ti ho suggerito. Quello è un libro molto profondo, sia per come è scritto, sia per il fatto che è un sunto di un libro di più pagine. Se dovessi avere difficoltà fammi sapere.

Per quanto riguarda il fatto che mi chiedi di scrivere di più, ci ho voluto riflettere in questi giorni, motivo per il quale ti rispondo adesso.
Quando faccio qualcosa è solo a seguito di una profonda spinta interiore e mai per ottenere una diretta soddisfazione personale.

Riflettendo sulla tua frase circa la saggezza presente in questo forum, sono venuto alla conclusione che scriverò altri articoli su questa sezione di RIMEDI NATURALI SENZA FARMACI.

Nelle mie ricerche ho scritto di migliaia di pagine, per cui ho una quantità di potenti informazioni che ho deciso di mettere a disposizione di tutti coloro che sono motivati al benessere. Quindi ti ringrazio dello spunto di riflessione che mi hai dato.

In questo momento sono molto impegnato a seguire altre cose, ma mi adopererò al più presto per sfornare questi topic:
- detergenti per l'igiene personale
- il potere curativo del sole
- l'atteggiamento mentale verso la realtà
- il riposo notturno
- attività sessuale in relazione al livello di acidificazione del corpo
- potenti esercizi fisici di recupero dell'energia

Consiglio quindi di continuare a seguire questa sezione: ci saranno aggiornamenti importanti.

Un caro saluto a tutti.
Arca
By Kissakie
#1044
Ciao Arca
Grazie per aver aperto questo topic, mi è stato molto d'aiuto.
Non vedo l'ora di leggere i tuoi nuovi articoli.

Un abbraccio
Claudia
Avatar utente
By arca
#1047
Bene Claudia,
sono contento di essere stato utile anche a te.

A questo punto suggerirei a tutti coloro che sono interessati agli argomenti che pubblicherò, di spuntare l'opzione AVVISAMI QUANDO VIENE INVIATA UNA RISPOSTA di questo Topic; ogni volta che sarà pronto un nuovo topic, metterò anche su questo un REPLAY che avvisa della pubblicazione del nuovo, in modo tale che tutti coloro che hanno richiesto di essere avvisati riceveranno l'avviso in tempo reale.

Cari saluti.

Arca :)

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret