Arnold Ehret Italia

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante e tutto quanto può essere utile per fare la transizione senza sforzi considerevoli

Moderatore: luciano

#83084
Allora, chiedo aiuto per un altro problema, quello della fame. Ieri sera ho cenato con due pasti distanti un'ora l'uno dall'altro circa. Erano cavoli e lo sono diventati. Praticamente mi sono spinto un pò troppo oltre la soglia credo e la notte mi sono alzato e ho avuto diarrea liquida, la mattina fino all'ora di pranzo ho avuto fastidio allo stomaco e quando al giorno sono andato di nuovo in bagno ancora feci liquide con odore terribile nauseabondo. E' possibile siano stati i cavoli oppure si tratta di crisi eliminativa?
#83090
Grazie del supporto. E' difficilissimo, per uno come me che si interessa di psicologia in generale, distinguere se una sensazione sia liberata dalla dieta oppure rimossa da esperienze infantili. Per fortuna non sono uno psicoterapeuta sennò avevo già dato di matto
#83091
Mirkology ha scritto:... psicologia in generale...
La psicologia ortodossa, quella insegnata nelle università, è solo ciarpame, in quanto non considera l'esistenza dell'essere spirituale, i cui turbamenti sono la causa delle varie "malattie" e disturbi, mentali e fisici.

Perciò attribuiscono la causa alla mente, separata da ogni cosa, mente di cui nemmeno sanno cosa sia esattamente.
#83101
Stasera non c'è la faccio proprio. Mi sento giú, mezzo depresso, ho la mente annebbiata, una strana sensazione generale come se il mio corpo fosse caldo, un leggero mal di testa e una voglia impressionante di frutta, ho voglia matta di riempirmi di frutta fino a scoppiare (sigh!). Cioé credo che ho proprio una crisi di astinenza da frutta che mi faccio passare solo scrivendo qui, non ne posso piú spero passi presto. Credo di stare entrando in piena transizione auguratemi buona fortuna per la resistenza al canto della fruttariana tentatrice. La notte porterà consiglio
#83108
Grazie Doriana, spero che questi siano segnali positivi. E' il fatto di non saper riconoscere il segnale che crea la tentazione secondo me. Non riesco ancora a distinguere la fame dalla voglia di mangiare ma credo che la fame non sia così forte, a meno che io sia sul punto di rimanere senza nutrienti ovviamente, ma ieri sera non credo fosse questo il caso, E' un po' come se il fatto di non sapere cosa senti fosse una scusa per continuare a non sentirlo. Ho tamponato con la frutta a guscio, con le mandorle e con le noci ma per me dovevo resistere e non mangiare. Comunque sempre meglio che mangiare gli alimenti sbagliati. La prossima volta provo ad aspettare di più e vedo cosa succede. Tu Doriana come sei messa con la dieta?

La mia forza di volontà è molto alta ma mi accorgo che in dei momenti è condizionata dai dubbi. Sono i dubbi che mitragliano la volontà, credo siano gli stessi dubbi messi a tacere dall'infanzia in poi per sottostare alla volontà parentale.
#83119
Stamattina non ho fatto colazione, ho preso fermenti, enzimi e omega e sono andato al lavoro. Verso metà mattinata sono dovuto andare in bagno, ero in emergenza. Le mie feci erano morbide ma non liquide e il fatto è che io ho la sensazione che siano stati i piselli spezzati ma sono sempre in dubbio se si tratti degli alimenti che doso male o della crisi eliminativa. Ho letto che i piselli spezzati secchi non vanno ammollati ma cotti in una pentola con acqua per trenta-quaranta minuti. Ne mangio una manciata praticamente, a pasto e poi non sempre, mi sembra poco cosa ma magari sbaglio qualcosa. Spero sia eliminazione. A pranzo poi ho mangiato melanzane e pochi pomodorini, insieme a semi e qualche nocciola Sono al 25° giorno, a pochi giorni dal primo mese di dieta
#83153
Tra l'altro ho fatti anche caso che ci sono momenti in cui basta mangiare due nocciole per darmi il mal di stomaco ed altre in cui posso mangiare una decina di noci che mi vanno tanto e senza star male. Ho notato anche che le noci del Brasile mi restano molto piú pesanti delle noci comuni. É il ventiseiesimo giorno e ormai alle abitudini di ció che mangio mi sono adattato, tanto che credo di poter distinguere le sensazioni di:

- mangiare troppo
- combinazioni errate di verdure cotte o tra queste e la frutta a guscio
- quantità giuste di legumi a pasto (molto poche)
- voglie causate dal desiderio di riempirsi
- voglie causate dalla disintossicazione
- desiderio sano di cibo

Le altre le sto studiando anche se é difficile perché ti colgono in mezzo alla giornata e non sai mai quale processo, interiore o esteriore, ha influito:) vabbé, in generale seguo il mio corpo, spero di ascoltarlo bene come si deve. Certe volte mi manca l'incoraggiamento e la sicurezza che tutto si sistemerà ma di che devo darmele da solo e pazienza. Un saluto a tutti e via verso il secondo mese.

Ho voglia di frutta essiccata che non ne posso piú!
#83159
Il problema principale credo che sia lo stato d'animo in cui ti trovi al momento del pasto. Se sei ansioso o irritato anche se mangiassi il cibo degli dei renderesti acido anche quello.

Inoltre se sei pieno di dubbi, anche questo influisce.

I dubbi si risolvono studiando bene i fattori coinvolti nella digestione, che includono gli stati d'animo e l'atteggiamento verso la vita in generale e porvi rimedio.

Se devi andare da qualche parte e ti trovi di fronte a un bivio e non sai quale delle due strade sceglliere, inevitabilmente avrai dei dubbi.

La soluzione e accertarsi dove porta ognuna delle due strade, a quel punto i dubbi si dissolveranno.

Diversamente continuerai a supporre che un determinato cibo ti causa problemi, quando invece sono le tue emozioni negative o scontenti che aggiungono acido alla tua digestione.
La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Libri di Arnold Ehret