Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
#83430
Salve, sono un nuovo iscritto, ed anche un "nuovo" in materia...mi occupo di terapia, e con il gruppo di terapia con cui faccio formazione abbiamo appena terminato un mese di "crudismo vegano"; in pratica per un mese ho mangiato solo frutta e verdura cruda! Da 6 mesi non mangiavo carne; avevo di recente fatto la purificazione del fegato e del colon, e devo dire la verità, non ho avuto grosse difficoltà in questo mese con la detossinazione (spero si dica così!). Arrivato al termine sento tutti i benefici di una dieta di questo tipo e sento bene che avrei anche bisogno di prolungarla, o addirittura farla diventare "mia", ma ho due problemi fondamentali; il primo è che in questo mese ho dovuto abbandonare tutti i miei impegni per riruscire ad organizzare i miei pasti, e pertanto, dovendo riprendere il normale ritrmo quotidiano, credo di dover fare una transizione graduale, compatibile con la mia capacità di imparare a gestire appunto la preparazione dei pasti vera e propria (lavorando fuori è davvero difficile)...ma il problema principale è che in un mese ho perso 6/7 chili di peso; adesso peso si e no 60 chili, per un metro ed ottanta di altezza; insomma credo di essere eccessivamente sotto peso (mi sono confrontato anche con amici medici) e quindi pensavo di riprendere una alimentazione grossomodo "vegetariana" inserendo però anche i carboidrati (pane e pasta) che credo siano i principali responsabili della mia perdita di peso. La mia domanda principale è quindi capire se le mie considerazioni sono corrette o meno (premetto che ho letto "La dieta senza muco" di Eheret e so cosa scrive in proposito... e se eventualmente sapete consigliarmi dei cereali o similari che hanno, diciamo così, pochi effetti collaterali.
Vi ringrazio se poi potete aggiungere anche qualche consiglio riguardo una dieta valida che non mi faccia sembrare però "malnutrito" come adesso.
Voglio dire, esistono vie di mezzo da adottare nell'attesa di essere in grado di confromarsial 100% alle indicazioni del prof. Eheret?!
Mi scuso fin da adesso se l'argomento che propongo risulti fuori luogo all'interno di questo forum...abbiate pazienza, sono alle prime armi :), ma l'intenzione c'è, ed è quella giusta!
Grazie e buona giornata a tutti, Claudio
#83434
Ciao Claudio. Darti risposte certe mi è impossible, quindi rimando a coloro i quali, a cominciare da Luciano, hanno di sicuro tanta più esperienza di me... infatti sto "sperimentando" Ehret da soli 3 anni o poco più (io li sento ancora pochi). L'argomento poi, come già sai, è ampio e riguarda infiniti aspetti. In due parole, però, penso che se senti il bisogno di fare qualche passo indietro, fallo (e non vederla se puoi come una sconfitta), capita, anche io ne ho fatti ogni tanto e poi magari ho ripreso a farne in avanti (o almeno lo spero). Penso sia molto importante che ognuno ascolti sè stesso, avendo però sempre Ehret come strada in mente. La mia situazione è anche delicata dal punto di vista del peso, però sinceramente non mi vedo "deformato" o disarmonico allo specchio... piccolino si... ma non deformato (il che penso sia importante). Sinceramente non me ne preoccupo e mi sento bene a livello psico-fisico. Ho notato personalmente che il pane integrale ben tostato e il consumo di banane ben mature mi aiutano a togliere il senso di fame e, credo, a mantenere un po' su il peso.
Ultima modifica di peppeacc il 22 luglio 2015, 22:55, modificato 1 volta in totale.
#83464
Ciao Claudio, benvenuto!
Sarò molto breve, io ti consiglio del sano sport e della regolare palestra. Io ho ripreso peso e ho un fisico a dir poco invidiabile, con pochissima massa grassa.
Per il resto credo che il corpo si abitui al cambio di alimentazione col tempo, ti consiglierei di inserire quinoa o miglio da cucinare come fossero risotti, ma non tornare alla pasta. Anche degli spuntini a metà pomeriggio con frutta o frutta secca (io faccio noci brasiliane, mandorle e uvette) aiuta a mio parere.
#83534
Ok!! vi ringrazio!
quindi se non ho capito male posso provare a tamponare (diciamo così) la temporanea (speriamo!!) carenza di carboidirati con sostituti tipo qhinoa, miglio, amaranto, grano saraceno etc..ma non pasta! ci stavo già un pò provando! Ho ancora dubbi però...del tipo:
- riso e/o farro vanno bene?! leggendo Eheret sono più propenso a pensare di no!
- un pò di pane integrale, fatto magari in casa con farine tipo grano saraceno miglio etc, può andare?

...purtroppo sport ne faccio davvero tanto, o per lo meno lo facevo prima del crudismo, perchè a seguito della pratica (sarà anche il caldo di stagione) ho diminuito molto per il calo non tanto di energie quanto di forza e resistenza! forse il cambio è stato troppo drastico.

Vi chiedo un'ultima cosa...sempre leggendo Eheret ho visto che un pò di latticini e anche uova (meglio sode) si possono anche usare...voi che ne dite? qualcuno ha esperienza in merito?! sono sempre alla ricerca di cibi proteici che possano integrare la carenza di proteine animali che sto sperimentando, in conseguenza delle mie precedenti abitudini alimentari.

Vi ringrazio di nuovo e resto in attesa di altripreziosi consigli!
#83570
Caro Claudio, ancora una volta non posso dare consigli, ma cerco di illustrarti il mio percorso in attinenza a ciò che hai detto:
- da 3-4 anni non faccio più analisi del sangue (tranne che l'anno scorso perchè ho fatto un incidente ed in ospedale mi hanno fatto ovviamente il prelievo e analisi) perchè non ne sento la necessità dato che tutto ciò fa parte di un sistema a monte che è in evidente contrasto con le semplici cose che sostiente Ehret.
- il mio LENTO percorso può anche essere sbagliato (chiaro che probabilente sperimentando faccio molti errori) però credo che di positivo mi abbia dato forza nei cambiamenti. Ti faccio un esempio: lentamente ho eliminato il sale, senza sentirmi in colpa se qualche giorno lo usavo. Ho impiegato mesi, ma credimi: oggi se sento il sale mentre mangio provo un forte senso di fastidio. Stesso dicasi per la pasta: anni fa ero un grande mangiatore... col tempo non l'ho più mangiata ed oggi se mi viene in mente di mangiare qualcosa, di certo non penso alla pasta. Anche qui: LENTO cambiamento delle abitudini. Con LENTO ovviamente intendo un processo che varia da soggetto a soggetto: senti te stesso, avendo sempre in mente Ehret, se veramente credi in quello che dice.
-faccio pane da grano 100% integrale in casa... lo mangio assolutamente ben tostato. Il probema, ma non solo, è che il grano standard viene coltivato riempiendo i campi di diserbanti e concimi chimici a go-go. Il mio prossimo passo dovrebbe essere l'eliminazione del pane tostato, ma con calma. :)
-Quelle poche volte che mangio il riso integrale, onestamente, ho brutte sensazioni e penso al pane tostato che potevo mangiare al suo posto. La quinoa la trovo molto meno amidacea, ma nn ne faccio un abuso.
-Per quanto riguarda lo sport, a volte non ho proprio voglia, ma quando salgo (e molto volentieri) in bici non ho nessun problema e posso fare camminate lunghissime, anche a piedi e sotto il sole cocente. Quando corro a piedi mi sento molto piu leggero il piu delle volte. Il fatto che ti senti senza energie mi fa pensare che hai fatto cambiamenti troppo drastici: attenzione! Ehret mette ben in guardia contro i cambiamenti drastici! Potrebbe aiutarti rileggere il libro.
-Ovviamente frutta essiccata e frutta secca, come dice Ehret (e Andrea87), vanno molto bene! Magari meno durante l'estate...
-Per quanto riguarda le uova sode, si, per me sono abbastanza ok ma non le mangio quasi mai. La mayonese in casa ok, ma non la faccio quasi mai. A volte faccio una frittata ben cotta con uova e molte verdure in mezzo (giusto il minimo di uova o farina di ceci per amalgamare).
-Per quanto riguarda i latticini, io forse ho la fortuna che sin da piccolo non ho mai mangiato formaggi stagionati. Per me è stato semplicissimo eliminare mozzarella, etc. A volte mangiavo le classiche "rabiole" (roba acida) di cui parla Ehret e molto piu spesso mangiavo l'ottimo yogurt acido "kefir" fatto in casa (mi ha aiutato moltissimo e lo consiglio a chi consuma latte, ma consiglio ancor piu il kefir d'acqua che attualmente produco).
-Io sinceramente seguo molto alcuni scritti (e ce ne sono parecchi anche recenti) che sostengono il corpo umano non abbia bisogno di parecchie proteine (sto sperimentando e mi pare di stare bene per fortuna).
-Ti ripeto, questa è la mia esperienza... credo sia importante avere uno stato di minima fiducia verso ciò che si sta sperimentando, altrimenti forse meglio fermarsi e riflettere su come procedere. Spero di non esserti stato completamente inutile, rinnovo ovviamente l'invito a chi ne sa piu di me ad intervenire e spero di non aver detto cavolate, soprattutto spero di ricordare bene Ehret. Nel caso probabile, chiedo scusa! Un saluto.
#83932
Salve, sono tornato da poco dalle ferie e leggo con piacere i vostri messaggi!! mi sono davvero molto di aiuto, per le indicazioni che mi date, ma ancora di più perchè non mi sento solo in questo cammino! GRAZIE DAVVERO!!
Ho fatto un viaggio in sud america, e fortunatamente, nonostante fossi da poco uscito da un periodo di crudismo con le difficoltà che ho descritto nei precedenti messaggi, alla fine sono stato bene! riguardo l'alimentazione però, dico la verità, mi sono rifugiato dietro la scusa che in posti del genere non è facile decidere di alimentarsi con solo cibo vegetale, e pertanto sono tornato a mangiare anche carne... In breve tempo sono tornato a sentirmi come "prima del crudismo", ed ho affrontato il viaggio senza alcun problema. (col senno di poi credo che, come dice Ehret, tornando ad una alimentazione "sbagliata" si interrompono i sintomi della disintossificazione e sembra di stare meglio...)
comunque non mi arrendo!! Appena tornato ho ripreso a nutrirmi con alimenti principalmente non animali, ad eccezione di qualche uovo e qualche formaggino fresco, giusto per le solite questioni...il peso infatti non riesco a riprenderlo!
Ma a parte questo mi sento bene, e intendo continuare, se non fosse che ho iniziato da qualche giorno ad espellere molto muco, in particolare dal naso. Mi sono confrontato con persone che conoscono medicine naturali di vario genere, dall'ayurveda, alla medicina tradizionale cinese, e praticamente tutti hanno puntato il dito contro la grande quantità di frutta che mangio a metà mattina e metà pomeriggio. In effetti sento anch'io un collegamento e se ne mangio meno, devo dire che ho anche meno problemi col muco.
Rileggendo Eheret però, non sono sicuro di fare bene, in quanto mi sembra di capire che la frutta non genera muco (sebbene sia un alimento umido per le medicine orientali) ma piuttosto scioglie il muco presente causando i fenomeni sopra descritti. A questo punto il dubbio è se continuare, perchè sto facendo una buona pulizia, oppure se controllarmi nell'assunzione della frutta perchè magari i segnali del corpo mi dicono che sto esagerando e rischio nuovamente di compiere l'errore di fare cambiamenti troppo drastici!?!
insomma, mi chiedo se regolarmi con la frutta, in maniera da non avere grandi fenomeni di emissione di muco, significa interrompere il processo di purificazione o al contrario tenerlo sotto controllo.
Forse il problema è trovare un equilibrio fra una alimentazione intossicante che blocca ogni feniomeno di purificazione e una alimentazione eccessivamente purificatrice che rischia di produrre eccessivi e scomodi effetti... Quando si è in equilibrio, anche con una dieta di transizione, i segni della purificazione sono evidenti oppure no?! che dite?! come posso regolarmi??!

GRAZIE ANCORA, NELLA SPERANZA CHE QUESTO CONFRONTO NON SIA UTILE SOLTANTO A ME, MA A TUTTI COLORO CHE PARTECIPANO E CHE LEGGONO!
Claudio
#83937
In poche parole, occorre fare una transizione lunga.

Quindi ridurre la frutta quasi a zero, che scioglie il muco, eliminare i farinacei che lo creano. Periodicamente formaggi freschi o fiocchi tipo Yocca.
Qualche uovo, nel tuo caso, meglio il rosso crudo.

Aumentare di molto la verdura cotta. In questo modo la disintossicazione è graduale.

Il problema oggi è molti si confrontano con diverse discipline, ognuna con le proprie teorie e nomenclature, e alla fine il risultato è confusione.

Questo articolo aiuta:
http://www.arnoldehret.it/dieta-di-tran ... la-candida
#84075
...è da un pò di giorni che sto seguendo i tuoi consigli Luciano, e devo dire che sto già molto meglio!
Ho praticamente smesso di mangiare frutta (fresca), e dopo una settimana, dieci giorni circa, il muco si è ridotto a livelli accettabili (ridurlo ancor di più credo non saraà facile)...
nache pane e pasta li ho praticamente eliminati e sostituiti con quinoa, amaranto e miglio ed un pò di pane fatto in casa con farine totalmente integrali. Mangio un pò di formaggi freschi (tipo robiola) e uova, anche sode, ma in effetti devo dire che mi risultano (quelle sode) molto più indigeste per esempio delle uova in camicia (col tuorlo appunto quasi crudo)!
E ovviamente mangio molta verdura cotta (e anche un pò cruda).
il mio dubbio a questo punto è se la disintossicazione in questo modo vada avanti, anche se apparentemente non ne ho segnale?!!
Resta ovviamente il problema di prendere peso (sono stabile sui 60 poco più, per un'altezza di un metro e ottanta!!), ed un dubbio; ma il video sulla candida può interessarmi per il problema del muco, o perchè Luciano tu pensi che la produzione di muco così elevata possa essere ricondotta alla presenza di un fungo??!

GRAZIE ancora di tutto quanto...sento che con il vostro aiuto ce la sto facendo, anche se la strada è ancora lunga... ...

Claudio
#84077
Dovresti aumentare di peso senz'altro.

La disintossicazione avviene con questa dieta, elimini il muco creato dagli amidi (pasta e farinacei ecc.)

La candida ama gli zuccheri derivati dagli amidi. Ma come da articolo, serve anche a chi non ha la candida.

I continuerei così fino a risultati stabili. Se hai fame,fai dosi maggiorate.

Non frenare la fame, finché i cibi scelti sono quelli proposti.
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret