Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By broly86
#83453
Ciao a tutti
dopo l'esame in campo oscuro del sangue e facendo 1 minimo di ragionamente all'origine dei miei problemi c'è senzaltro ANCHE, una
permeabilita' intestinale, come vedete dall'esame... ora che dieta seguire..??!

come dimostrato glutine e cerali sono uguali a problemi...
legumi forse pure.. quelli...
Allegati
(162.25 KiB) Scaricato 258 volte
Avatar utente
By broly86
#83498
Frutta dal mattino al pranzo,
pranzo di solito con verdure crude o cotte (cerali pochi e senza glutine)
merenda frutto o banana
cena verdure + avocado e qualche noce...

premesso che sono dubbioso sulle terapie omeopatiche.. non so se farla o meno
Avatar utente
By luciano
#83499
La frutta dovrebbe essere evitata quando si ha la permeabilità intestinale. leggi questo articolo per capire perché e prova a fare la dieta suggerita per un po'.
http://www.arnoldehret.it/dieta-di-tran ... la-candida

Per le cure omeopatiche credo che sia soggettivo.

Personalmente quando ne ho fatta una non ho visto risultati su di me. Altr invece sono soddisfatti.
Avatar utente
By Liss
#83688
Ciao broly86 :)

broly86 ha scritto:premesso che sono dubbioso sulle terapie omeopatiche.. non so se farla o meno

Considera che l'omeopatia può essere applicata in modi differenti, alcuni dei quali si discostano dai principi dell'omeopatia classica fondata da Samuel Hahnemann, risultando così più dannosi che curativi.

L'omeopatia (omeopatia classica/unicista) è applicata correttamente se (giusto qualche cenno):
- per individuare il rimedio corretto si tiene conto della totalità dei sintomi/segni fisici, emozionali e mentali (dando la priorità ai sintomi emozionali e mentali);
- non viene somministrata in maniera preventiva ma unicamente curativa (quando ci sono sintomi/segni fisici e/o emozionali e/o mentali);
- viene somministrato un rimedio solo alla volta, aumentandone ad ogni somministrazione la potenza (ad esempio, dopo aver assunto la prima dose unica in globuli/granuli, il rimedio viene assunto in forma di gocce, preparate con gli stessi globuli/granuli, dando, prima di ogni assunzione, delle scosse alla bottiglietta (che aumentano progressivamente la potenza del rimedio, che in questo modo può risollevare gradualmente la forza vitale della persona); quindi somministrare ripetutamente globuli/granuli alla stessa potenza/diluizione non fa parte di un'applicazione corretta dell'omeopatia;
- vengono utilizzate le diluizioni/potenze corrette: nelle situazioni acute le centesimali (30 CH - 200 CH, nelle situazioni croniche le cinquantamillesimali (LM/Q 1-12);
- la guarigione avviene in maniera centrifuga: migliorano le parti più profonde/importanti (piano mentale ed emozionale), mentre la malattia viene eliminata attraverso le parti più superficiali (piano fisico, in particolare la cute): se la persona inizia a sentirsi meglio mentalmente ed emozionalmente e c'è un peggioramento sul piano fisico, si è sulla buona strada, se invece il sintomo fisico viene soppresso senza un miglioramento mentale ed emozionale, allora la malattia si sta approfondendo.

L'efficacia di una cura omeopatica dipende dall'esattezza del rimedio prescritto, non sempre è facile individuare subito il rimedio corretto e a volte sono necessari più rimedi; ci possono però essere anche dei blocchi alla guarigione legati alla persona che si sottopone alla cura.

Se vuoi informarti sui principi dell'omeopatia ti consiglio, oltre all'"Organon dell'arte del guarire" di Hahnemann, in particolare "La Scienza dell'omeopatia" di Vithoulkas.

:D
Ciao a tutti da Valerio

Ciao a tutti, sono Valerio e ho 35 anni. Soffro da[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Grazie OPT! :D I tuoi post sono illuminanti. Dimo[…]

Libri di Arnold Ehret