Arnold Ehret Italia

Moderatore: O.P.T

Regole del forum: Chi desiderasse fare leggere la propria panoramica (OPT) deve postarla qui.
Chi non avesse precedentemente ottenuto soddisfazione riguardo alla propria opt può aprire un nuovo post in questa sezione allegando la sua OPT, chiedendo che sia rivista dal moderatore e collaboratore di questa sezione, aggiungendo ulteriori dati richiesti che sono:
* una buona panoramica recente che si veda bene tutta e non a pezzi
* nome di battesimo (deve essere vero, non un diminutivo, un vezzeggiativo, uno inventato o un soprannome!)
*data di nascita
* storia clinica generale e dentale con eventuali correlazioni temporali, cioè se dopo una certa cura dentale sono insorti problemi di salute.
* se sono state già fatte operazioni ai denti dopo aver fatto la opt
E' necessario scrivere in maniera ordinata, ogni punto deve essere un paragrafo con uno spazio fra l'uno e l'altro.
Resta inteso che argomenti differenti dalla richiesta di una lettura della panoramica verranno cancellati, per mantenere razionalità nella sezione.
Avatar utente
By faraone
#84776
Salve, sono Fabio nato 7/3/1974, provo a descrivervi di seguito i lavori in bocca e i disturbi che ho avuto negli anni (spero di ricordarmeli tutti ).

I primi lavori importanti che ho fatto risalgono al 1987 e sono delle otturazioni ( fatte in amalgama ) e l’estrazione dei due sesti inferiori perché irrecuperabili.
Non ho ricordi di disturbi successivi se non qualche episodio di tachicardia e una stanchezza generale che non era attribuibile a cause precise.
Nel 2002 ho deciso di prendere in mano la situazione della mia bocca, volevo sistemarla prima di sposarmi per non portarmi dietro delle zavorre ( Spese ).
Elimino alcune amalgame senza alcuna precauzione (restano le due dei settimi superiori), un paio di importanti le sostituiscono con 2 intarsi ( i due sesti superiori).
Metto 2 ponti per occupare lo spazio vuoto dei denti estratti in precedenza.
Da allora non ne vengo più fuori:
Iniziano dei mal di testa che prima non sapevo cosa fossero, vado dal dentista e mi propina il primo byte.
Nessun risultato, inizio ulteriori indagini che attribuiscono i disturbi ad una deviazione del setto nasale, operata ma senza risolvere il problema.
Convivo con questi mal di testa che diventano meno frequenti e iniziano dei problemi alla muscolatura della schiena, esami anche lì ( Di tutto di più ) e si arriva ad attribuire la causa del disturbo ad una malattia autoimmune (Spondiloartrite Sieronegativa ) mi danno una cura con dei farmaci che ora non ricordo ma potenti senza che io trovassi giovamento.
Ripercorrendo a ritroso la mia situazione mi viene in mente che tutto era cominciato da quando avevo fatto i lavori alla bocca.
Allora nel 2006 sento un nuovo dentista e mi dice che i ponti fatti in precedenza non andavano bene, mi propone di rifarli, mi toglie i denti del giudizio e mi fa le devitalizzazioni che ho ancora adesso, per fare una delle devitalizzazioni deve rompere un’ intarsio ( il sesto superiore SX ) e me lo ottura con amalgama.
Alla fine dei lavori io continuo ad avere i miei dolori alla schiena e altri disturbi vari ( occhi che lacrimano di notte, mal di gola ricorrenti, dolori intestinali ), allora ecco spuntare il secondo BYTE, il primo era inferiore morbido mentre, secondo la nuova teoria, quello giusto doveva essere superiore e rigido.
Morale della favola rimane tutto come prima ( a meno del mio conto corrente che ne risente parecchio ).
In tutta questa situazione notavo che c’erano dei momenti in cui le cose andavano meglio, allora convinto che tutto fosse legato al problema denti ( In particolare masticazione ) sento un’ulteriore dentista.
Inizia il valzer delle limature “ ci sono dei precontatti “ e mi limano un po’ qua e un po’ lì, limano sui ponti, sulle amalgame senza un criterio che stabiliva quale fosse la giusta occlusione, mi facevano masticare una cartina ( che a seconda di come sei messo la mastichi con precontatti da una parte o dall’ altra ).
In questo valzer di limature vedo dei miglioramenti alla schiena (sono 4 anni che mi sento meglio ) pero’ continuo ad avere mal di gola frequenti, occhi che lacrimano, dolori alla spalla SX , cervicali, infiammazioni intestinali.
Mi convinco che meglio di così non può andare, fino a due anni fa quando inizio a sentire degli odori nasali che non ci sono nell’ ambiente circostante.
Inizio a re interpellare vari specialisti ( Otorini, gastroenterologhi ) mi fanno fare analisi di ogni sorta ( TAC, RM, Gastroscopie ), e l’unica cosa che evidenziano è una sinusite mascellare bilaterale ( Possibile causa del mio disturbo ).
Faccio aerosol e antibiotici ma ad oggi non ho ancora risultati.
Allora torno da un'altra dentista per provare a capire se questo disturbo possa essere legato ai denti, mi fa fare una panoramica dove si notano dei granulomi sotto i denti devitalizzati di uno dei ponti.
Mi propone di rifare la cura canalare e qui io inizio a documentarmi fino a giungere al vostro sito.
Io non sarei dell’ idea di rifare cure canalari, propenderei per togliere i denti dei due ponti, leggendo anche quello che scrivete sarei intenzionato a levare anche i due denti devitalizzati superiori e bonificare le amalgame.
Voi cosa mi consigliate?
Cosa notate dalla panoramica?
I miei problemi olfattori possono essere legati a questi denti?
Io abito vicino Castelfranco Veneto(TV) avete qualcuno da suggerirmi qui in zona che sappia fare correttamente il lavoro?
Con cosa mi consigliate di sostituire i ponti?
Grazie.
Allegati
1.jpg
Avatar utente
By luciano
#84778
Benvenuto. :D

Non indichiamo più dentisti da cui andare. In passato alcuni che proponevamo poi non sempre seguivano i protocolli da noi suggeriti.
La cosa migliore è studiare i materiali in questa sezione al fine di sapere quali scelte fare e poi informare il dentista su cosa si vuole che venga fatto, tutti i dati sono qui.
Avatar utente
By O.P.T
#84786
Grazie per la precisione della tua richiesta, ti faccio subito la lettura!
Dopo aver letto la tua via crucis e visto la panoramica ti inserirei più nel post "disastri odontoiatrici".
Prima di tutto prendo spunto dal tuo caso per chiarire il discorso bite, visto che ne hai fatti più di uno e dare a questi un senso.
Di bite ce ne sono diversi tipi, molti dentisti e non hanno la loro metodica osannata da tanti e denigrata da altri .
Sembrano quasi delle mode, tutti a fare quel tipo di bite perchè tizio ora sta bene ma caio invece no.
In realtà i problemi all'ATM hanno diverse origini e se becchi il bite giusto per quel problema e fatto bene ti va bene, altrimenti ,se non ti fa male, non ti fa niente.

Quindi è un problema di diagnosi differenziale, che deve considerare l'articolazione i muscoli e l'occlusione, ma anche altri fattori sia buccali che generali.

Nel tuo caso mi sembra che le articolazioni vadano bene, ma hai diverse focalità.
Il FOCOLAIO DENTALE COMPROMETTE QUASI SEMPRE L'ATM, quindi se non si identifica si parte con un bite ,che risolve poco o niente, poi si passa ai molaggio alle riabilitazioni protesiche sempre senza risultato.

Trovatemi uno gnatologo che guardi le focalità, quello è il vostro dentista!
Prima del bite vi farà una bonifica, ma dopo la bonifica non servirà più il bite !

Torniamo alla panoramica.

Ti elenco le cose da fare in ordine di gravità:

1- togli il ponte in basso a dx e togli il 47 con pulizia ossea quello è il primo focus.

2- il secondo è zona 36 dove non hai più il dente sotto il ponte a sx , prova a
togliere il ponte,si bonifica l'osso e te lo fai rimettere, per adesso il 35 e 37 li puoi tenere.

3- il terzo focolaio è zona 38 dove hai tolto il giudizio fatti bonificare quella zona.

4- estrai il 26 devitalizzato, è quello la causa della sinusite.

5- fai ritrattare il 45 e il 15 col biocalex (metodo cosigliato dalla Clark) sono due campi di disturbo per ora trattabili anche con la neuralterapia.
Poi andranno valutati dopo qualche mese e anche in base al tuo stato di salute.

Togli le due amalgame e fai disintossicazione per il mercurio.

Sono convinto che la maggior parte dei tuoi problemi sia di origine dentale quindi con calma inizia a fare la bonifica seguendo le priorità che ti ho dato.

La strada è un pò lunga ma l'importante è cominciare il cammino
Buona guarigione
Avatar utente
By luciano
#84787
luciano ha scritto:Benvenuto. :D

Non indichiamo più dentisti da cui andare. In passato alcuni che proponevamo poi non sempre seguivano i protocolli da noi suggeriti.
La cosa migliore è studiare i materiali in questa sezione al fine di sapere quali scelte fare e poi informare il dentista su cosa si vuole che venga fatto, tutti i dati sono qui.
... e ovviamente, e soprattutto, i suggerimenti di O.P.T. :D
Avatar utente
By faraone
#84814
Rieccomi.
Grazie per le risposte, soprattutto per la celerità.
Ho dimenticato di dire una cosa, i ponti sono presi molto male ( sul 35, 37 e 47 a forza di limature ho il metallo della capsula che presenta dei fori) quindi una volta tolti dovrei sostituirli (anche perché mi hanno detto che i ponti non riescono a sistemarli e rimettermeli), a questo punto non credo abbia senso rifarli con l’incognita di doverli togliere in seguito.
Voi cosa mi consigliate?
Una volta tolti dal punto di vista di un corretto funzionamento dell’ ATM dovrei rimpiazzare tutti i denti?
Con che soluzione sostituirli ?

Aggiungo qualcosa che ho sperimentato negli anni e credo possa tornare utile a chi legge.
Io non sono ne dentista ne esperto ma di fronte alle prove fatte sulla mia pelle sono arrivato a decretare che i denti sono molto più importanti di quanto pensiamo.
All’inizio pensavo al problema dei denti esclusivamente per un corretto bilanciamento come soluzione dei problemi ma sempre da esperienze fatte mi trovo in accordo con le teorie dei focus.
MI spiego meglio, parlo del mio singolo caso e dell’idea che mi sono fatto :

Dolori cervicali che molti attribuivano a scorrette posture, umidità, artrosi, e chi più ne ha più ne metta con farmaci si alleviavano per poco tempo, con massaggi lo stesso (senti come sei rigido mi dicevano) ma notavo che con una limatura che andava a modificare il mio bilanciamento magicamente sparivano (e quando dico magicamente vuol dire il giorno dopo ).
Lo avrei potuto catalogare anche come un caso ma tornando a ritoccare ulteriormente i denti sempre per un precontatto ecco che ricomparivano i dolori.
Poi bilanciando in un modo notavo dei dolori ad alcune parti, ritoccando quei dolori sparivano e ne comparivano altri, era un continuo inseguire un ritocco di qua e di là.
Ad un certo punto mi sono chiesto come mai se l’ultimo ritocco mi dava la sensazione che fossi bilanciato poi mi ritrovavo a doverci rimettere mano …. Come se i denti si muovessero!!!!
Credo che i denti che presentano questi focus siano suscettibili a movimenti, questi dovuti a quanto carico viene a poggiare su di loro .
Quindi come suggerito se non si elimina la causa non si risolve il problema, se prima non tolgo i focus non riuscirò mai a fare un corretto bilanciamento.
Non voglio sembrare di parte ma solo raccontare la mia esperienza a scapito di soldi buttati per non giungere ad una soluzione.

E’ anche per questo che chiedo un contatto a cui rivolgermi, tutti quelli sentiti fin’ ora non hanno mai parlato in questi termini e seguono più la via tradizionale e il profitto piuttosto dell’interesse del paziente.

Grazie.
Avatar utente
By luciano
#84815
Ponderate e sensate considerazioni.

Eh, il problema è trovare il dentista "giusto" al momento giusto.

Non è facile, dato che alcuni nonostante la buona volontà, in alcune situazioni, non riescono a schiodarsi da falsi dati appresi durante i loro studi ortodossi specialistici.

E se uno capita nella particolare situazione che è connessa alla falsa credenza appresa, esce dallo studio insoddisfatto.

Capisci la situazione? E' come cercare il gurù che lo porterà all'illuminazione. Quasi tutti portano in uno stato di tranquilla, serena, gioiosa beatitudine soporifera seduti sulla poltrona preferita mentre la casa brucia.

La cosa migliore è salvarsi la conoscenza che O.P.T. offre di volta in volta, tipo questo : Bonifica cavitazione, suggerimenti e riflessioni, fino a collezionare tutta quella che riguarda il proprio caso personale e studiarsela, per poi dire al dentista: "Desidero che lei mi faccia questi lavori attenendosi a quanto esposto qui." Se accetta, gli fai firmare il foglio spiegandoli che questo è un accordo privato che avrà valore legale se non si sarà attenuto a quanto richiesto.
Dato che alcuni ti dicono Sì Sì, e poi fanno come vogliono loro, se ti firma il foglio hai trovato il tuo dentista.

E' fantascienza oggi, ma forse un giorno sarà possibile fare un cosa così, come stanno le cose oggi se qualcosa va storto non per colpa del dentista, con un accordo del genere puoi chiedergli danni, quindi è persino disonesto pretendere un accordo del genere. E anche chi volesse attenersi a quanto richiesto non lo firmerà mai, perché è vulnerabile, il sistema medico non vuole che si lavori al di là del business.

Ma puoi vedere se la persona farà quello che vuoi dal suo comportamento generale e dal suo sguardo.

Molti dentisti già a solo leggere i protocolli proposti ti diranno "Sì, ma vede... seguito da varie giustificazioni, tipo non serve la diga ormai l'amalgama ha più di dieci anni, è inerte il mercurio se né già andato, ecc, ecc," Quando ha finito di parlare puoi salutarlo per sempre.

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret