Arnold Ehret Italia

Purtroppo ci sono e sono tanti ed è opportuno che vengano resi noti. La tua salute è più importante di qualunque pratica "sicura" della scienza "ufficiale". Il singolo utente è legalmente responsabile di quanto pubblica.

Moderatori: luciano, O.P.T

#84985
Salve a tutti,

Vi scrivo per avere dei pareri circa la mia situazione dentale: Cercherò il più possibile di essere chiara.
Nella ricerca delle cause della mia cattiva salute, non ho più preso in considerazione i denti, giacchè non ho denti devitalizzati e ho fatto rimuovere i denti del giudizio. In realtà mi sbagliavo e ho sempre attribuito la causa principale dei miei problemi di salute ai pregressi trattamenti allopatici.

All'età di 20 anni circa (quindi molti anni fa) ho avuto l'idea di sistemare i denti sovraffollati a livello degli incisivi, perchè avevo un forte complesso estetico. Mi sono rivolta ad un ortodonzista, il quale, pur non essendoci motivo di mettere l'apparecchio perchè masticazione, guida canina ed incisiva combaciavano, approfittando del mio stato emotivo, mi ha convinta a iniziare il lavoro.

Analizzando le mie impronte di ieri e di oggi e le mie panoramiche, grazie alle conoscenze che ho acquisito oggi, mi sono resa conto che bastava estrarre i denti del giudizio e non serviva fare altro.
Già a quel tempo, i denti del giudizio erano infetti e bisognava estrarli e ripulire l'area di infezione. Si vedeva da una banale panoramica che c'era infezione e sarebbero bastate queste 4 estrazioni per portare gli incisivi e tutti gli altri denti in posizione ottimale, senza apparecchio, giacchè si sarebbero recuperati 4 cm di spazio (a me ne serviva metà).
Invece, ho iniziato un percorso lungo e dispendioso.

A differenza di altri che avevo contattato, mi ha proposto di estrarre un solo dente, anzichè i soliti 4 premolari. Ho quindi pensato di accettare e risparmiare 3 denti. Inoltre cosa strana, nessuno dei dentisti contattati si è accorto delle infezioni dei denti del giudizio.
Quindi mi ha estratto un incisivo inferiore e allargato il palato con un apparecchio. Poi alla fine stripping e filo retainer sopra e sotto.

Da questo momento in poi la mia salute è gradualmente peggiorata e mi ci sono voluti anni per capire che un importante contributo al mio peggioramento di salute dipendeva da questo intervento.

Anni dopo, poichè grazie a questo forum sono venuta a conoscenza che i miei denti del giudizio erano infetti, li ho fatti togliere da un maxillofacciale, ma nonostante fosse un maxillofacciale e le mie raccomandazioni, non ha fatto un buon lavoro e oggi mi ritrovo le cavitazioni + una ciste sul 28 che non è stata tolta perchè a suo dire "quel rigonfiamento" sarebbe andato via da solo. Ho avuto un serio peggioramento della salute dopo alcuni mesi da questo intervento.

Nel frattempo, ho fatto rimuovere i fili di contenzione degli incisivi, convinta di aver risolto con i denti del giudizio, e subito ho notato un forte miglioramento dello stato energetico e ormonale, ma dopo qualche settimana ho avuto una brutta sorpresa: non solo ho perso tutto il beneficio della "liberazione" dei denti, ma poichè i denti si sono sistemati tra di loro, ho notato che fino a quel momento essi erano stati posizionati "correttamente", diciamo, in maniera artificiosa, grazie ai retainers.

Siccome mi sto dilungando troppo, cerco di sintetizzare le problematiche sorte dopo questa pazzia che ho fatto.

Problemi estetici:
- il mio viso è un fotomontaggio, nel senso che ho un viso da trentenne, con una bocca da dodicenne perchè la dentatura è stata ristretta ed accorciata. Mi spiego meglio: come da impronte, si evince che ho una bocca che è un poco più piccola di quando avevo 12 anni;
- ho un vergognoso sorriso da "futurama" con 3 incisivi. Fino ad ora non ho mai visto nessuno che dopo l'ortodonzia si è ritrovato con 3 incisivi;

Ora veniamo ai problemi più importanti:
- Riduzione della vitalità di tutti i denti;
- Assorbimento delle radici, in special modo a livello degli incisivi, che sono stati tenuti bloccati per anni in maniera artificiosa; prima le radici erano più lunghe e quelle degli incisivi inferiori addirittura più del doppio!
- Cavitazione nel sito di estrazione dell'incisivo. Negli ultimi tempi sto avendo dei dolori strani ai reni e poichè gli incisivi sono collegati ai reni, credo che la causa sia questa infezione;
- Rischio di perdere l'incisivo che è appoggiato sulla cavitazione;
- Recessione gengivale e infiammazione: devo avere molta cura e pazienza nella pulizia, perchè basta un nonnulla che le gengive subito diventano doloranti e se non faccio attenzione le "spazzolo via". Inoltre, dopo l'ortodonzia, devo stare attenta a cosa mangio (quindi niente sgarri, niente di niente, faccio una dieta forzata) perchè ad esempio se mangio un pezzo di pane, una pizza o una brioss ecc... mi si infiammano le gengive per 2 giorni. Prima dell'ortondozia mangiavo di tutto e di più e problemi (dal punto di vista dentale) non ne avevo;
- Scogliosi craniale, con disallineamento tra naso ed incisivi;
- Poichè è stato tolto un incisivo e fatto stripping a destra e a manca si è disallineata una delle 2 occlusioni masticatorie;
- Difetti di pronuncia per l'allargamento delle fontanelle;
- Cambiamento di voce! (ho recuperato per caso dei filmati vecchi e ho sentito la differenza)
- Siccome la bocca è più stretta e più corta, non c'è più spazio sufficiente per stendere correttamente la lingua;

Cambiamenti nella personalità (pure!):
Prima dell'ortodonzia mi piaceva uscire, vedere persone, andare al cinema ecc... mi piaceva fare sport, avevo cura nell'abbigliamento, ero più energica ed ordinata; oggi sono apatica, non ho nessun interesse, voglio sempre stare a casa, guidare l'auto è un'angoscia terrificante, mentre prima guidare era emozionante ecc...

Per fare fronte a tutti questi problemi avrei pensato a queste soluzioni.
DENTI DEL GIUDIZIO:
Ho pensato di rivolgermi ad uno studio tedesco che come minimo possiede il cavitat, per vedere quando sono profonde queste cavitazioni. Inoltre non mi fido dei dentisti italiani perchè, come mi è parso di capire, sulla questione neurofocale non sanno o non vogliono sapere. Oltretutto l'intervento non è gratis, mi porterà via come minimo un migliaio di euro e non ho soldi per farlo fare due volte. Quindi vorrei un consiglio da chi conosce qualcuno a cui si è già rivolto là, che magari è abituato a trattare anche con italiani.

DISASTRO ORTODONZIA:
Ho pensato di rivolgermi ad un dentista dentosofo e trattare i denti con l'attivatore. Successivamente, far mettere degli spessorini tra i denti (con che materiale?ad esempio quello di resina per le otturazioni?) per ripristinare i mm limati (assurdo!).
In questo modo ripristinerei l'armonia del viso, risolverei la scogliosi craniale, lo spazio per la lingua, la corretta occlusione e ricreerei lo spazio per l'incisivo estratto. Quindi ritornerei dal dentista neurofocale e rimuovere la cavitazione dell'incisivo. Successivamente, mettere una fascetta estetica per coprire il buco (ri-assurdo!!!!) in attesa di fare un innesto di staminali (dove, come?) per far ricrescer il dente perso. Non esiste che faccio un impianto.

Rimarrebbero i danni focali dell'ortodonzia, cioè l'accorciamento delle radici degli incisivi e la riduzione di vitalità di tutti i denti, che spero si risolveranno da soli. A questo proposito ho letto alcuni documenti sulla rigenerazione degli organi di Arcadij Petrov, ma non credo sia una cosa realizzabile, anche perchè non riesco a capire i concetti che espone questo dottore.

Ecco, questo è quanto, spero di essermi spiegata bene. Se qualcuno ha dei suggerimenti, resto in attesa.
Grazie in anticipo..
#84987
Che serva da monito a tutti che l'ortodonzia,quella nella quale si forzano i denti può creare grossi danni.
La parte estetica è quella che dà al dentista carta bianca per fare di tutto, togliere denti buoni e bloccarne altri per anni.
Poi si vedono persone nelle quali si nota una disarmonia del viso nei muscoli facciali e,chiedendo, sono state tutte vittime dell'ortodonzia.

Mi sembra che tu abbia già inquadrato tutti i problemi e le tue scelte mi sembrano sensate.

Portare un attivatore è giusto nel tuo caso, ristabilirebbe un'armonia già persa.
Considera che per quanto ne so gli attivatori che si usano nello stile dentosofico non garantiscono nessun risultato prevedibile ma mirano a creare uno stato di equilibrio muscolatura denti lingua e psiche.
Quindi devi essere pronta a dei miglioramenti generali ma non ad una estetica prevedibile, i denti si posizioneranno in situazione di forza neutre.
Probabilmente quello stato per il quale hai messo l'apparecchio.

Il discorso focale lo affronterei prima di tutto, in modo da lavorare poi in una bocca senza problemi irritativi e un fisico più reattivo.

La rigenerazione dei denti come le cellule staminali per ora mi sembra una opzione irrealizzabile, ma il futuro ci fa ben sperare.

Intanto hai da fare fra foci e attivatore, poi si vedrà, magari l'umore cambierà e accetterai soluzioni che per ora non ritieni tollerabili.
#85264
Grazie per le risposte

Aggiornamento

DENTOSOFIA
In questi giorni sono andata da un dentista dentosofico per avere un parere su come procedere, ma la visita è stata moooolto deludente.

A suo avviso non è possibile fare molto. L'incisivo è stato tolto e i denti superiori limati. E' pressochè impossibile, secondo lui ricreare la dentatura di prima. Cmq mi ha detto che si potrebbe provare a fare il trattamento con l'attivatore, almeno per tentare di avere una dentatura più larga.

Tralascio inoltre cosa ha detto a proposito di ottavi e cavitazioni, che è meglio...

Mentre per ripulire le cavitazioni degli ottavi basta poco, per quella dell'incisivo, che è quella molto più vecchia ed importante (e fastidiosa), pare che non si possa fare nulla. Ci vorrebbe, tra l'altro, molto tempo, perchè bisognerebbe spostare almeno 7 denti sotto e 7 denti sopra, e ovviamente i denti non si possono spostare i 2-e-2-4. Inoltre con l'attivatore si fa un lavoro armonico che comprende tutta la bocca e sarebbe difficile spostare i denti in maniera selettiva.

Insomma, se mi fossi rivolta a lui prima potrebbe essere venuto fuori un lavoro fantastico, ma per come sono le cose non si può pretendere il miracolo.

CAVITAZIONI
Ad oggi sto attendendo dei preventivi da dei dentisti tedeschi privati, che ho trovato su internet (che hanno l'"insegna" cavitat all'interno del sito). So già che la pulizia delle cavitazioni si aggira grossomodo ai 400 euro l'una. Alla fine della fiera dovrei raccogliere almeno 2000-2500 euro per l'operazione + cavitat + viaggio + soggiorno e tutto questo solo per le prime 4 cavitazioni. Qualcuno sa se per caso in un ospedale pubblico tedesco si fanno queste operazioni e se un italiano può accedervi?

Grazie in anticipo
#85265
Amici miei di Bolzano andavano a Innsbruck in Austria per delle operazioni chirurgiche (non dentistiche) alle stesse condizioni degli ospedali italiani.
Non so se per il resto d'Europa vale la stessa cosa.

C'è da dire che l'Austria ha sempre sentito un po' come suoi cittadini gli abitanti dell'Alto Adige (Südtirol)
#85308
Dunque,

sembrerebbe che la pulizia delle cavitazioni, con il protocollo che abbiamo visto, venga effettuata solo in studi privati, perciò devo aspettare perchè ho una disponibilità monetaria molto limitata.

A causa della mia situazione reddituale odierna, presto dovrò fare dei grossi cambiamenti nella mia vita lavorativa.

Quindi, premesso che ora ho tempo da vendere, poi non si sa, vorrei chiedere se secondo voi è sconveniente cominciare intanto con la dentosofia senza aver fatto prima la bonifica dentale.

Tornando al discorso cavitazioni, noto già a sensazione che l'incisivo centrale inferiore è appoggiato su un osso "molliccio"; nessun altro dente "normale" presenta un'anomalia del genere, anzi sono tutti ben saldi. Questa è la cavitazione che mi preoccupa di più. Per operarla, come ho già detto, bisogna spostare 7 denti sotto e 8 sopra, per ricreare il buco e operarlo.

Non so se questo sarà possibile con l'attivatore, a meno che non valuti di effettuare una mini-ortodonzia per i sette denti inferiori, ma temo che l'osso e le radici siano compromesse, con pericolo di caduta dei denti. Allora cosa posso fare?

In breve, si può fare qualcosa di utile con la neuralterapia (procaina) in attesa di fare la bonifica (soprattutto per l'incisivo, che richiederà molto tempo)? O si tratta solo di "mascherare" i sintomi focali? la distruzione dell'osso va avanti comunque?

Grazie
#85363
Si, hai ragione OTP.

In un vecchio post di Lorenzo ho letto di una ragazza che ha dovuto togliere TUTTI I MOLARI! a causa dell'infezione delle cavitazioni degli ottavi. Sono 2 anni ho estratto i denti del giudizio e circa una ventina l'incisivo e dopo questa storia( sintomi IDENTICI! + tanti altri), me la sto letteralmente facendo sotto per la paura di dover togliere un sacco di denti sani!

Ergo, è meglio che non perda ulteriore tempo.

Se uno sa, conosce, ho bisogno di un consiglio sul dentista neurofocale a cui rivolgermi, perchè per me uno vale l'altro.

Facendo mente locale, la logica mi porta a pensare che devo andare da chi possiede il cavitat, in quanto chi lo possiede lavora sulle focalità, quindi penso che andrei sul sicuro. La prima clinica disponibile è in Germania!

In un altro post, Lorenzo afferma che qui in Italia si sente di consigliare solo Barile (sono "solo" 4/5 ore di macchina...)

L'intervento lo posso pagare solo una volta. Mi devo vendere tutte le 4 cianfrusaglie che possiedo e in più chiedere un prestito (con impegno dell'auto) perchè questi interventi si fanno solo in cliniche private. Quindi non voglio e non posso sbagliare e trovarmi di nuovo con denti non curettati bene, perchè mi sono rivolta ad un ciarlatano di allopata, come l'ultima volta.

Perciò chi sa lo prego di parlare (anche per messaggio privato).

Grazie
#85620
Dunque,

alla fine, per ripulire le cavitazioni, avrei praticamente deciso di affidarmi a Barile, che per me sarebbe molto più comodo che andare in Germania. Speriamo che sia la volta buona.

Per quanto riguarda l'ortodonzia, ho fatto una scoperta alquanto interessante. Il dentista NON mi ha mai messo al corrente degli effetti collaterali del trattamento e non esiste nessun documento che attesti un mio consenso informato scritto.

Quando ho chiesto spiegazioni allo studio, mi hanno risposto che, secondo loro, quando era il mio "turno", diciamo, la legge non li obbligava a richiedere il consenso, ne tanto meno di informare delle conseguenze. E' chiaro, ai miei tempi lo studio era sempre sovraffollato di bambini ed adolescenti, ora non c'è praticamente mai nessuno.

Pertanto, mi sono informata. Sembrerebbe che non ci sia scritto da nessuna parte che erano autorizzati a fare ortodonzia senza consenso informato.

Il problema è che la legge dice che i danni medici sono contestabili entro 10 anni dalla fine del trattamento. Tuttavia, se non potevo sapere che tipo di danni può creare l'ortodonzia, informazioni ovviamente riservate agli addetti ai lavori, come potevo contestare prima?

Tra l'altro i danni sono lenti ed insidiosi e prima che si manifestino possono anche passare ben oltre i 10 anni.

Ho chiaramente intenzione di denunciare il dentista e chiedere un risarcimento danni. Certamente, perchè se avessi saputo gli effetti collaterali non mi sarei mai pensata di iniziare l'ortodonzia. Vanitosa si, fessa no! Come mi consigliate di procedere?

P.s. dove posso postare i modelli in gesso e le panoramiche? Vorrei un parere di qualcuno perchè il mio quasi nuovo dentista della mia zona, che utilizza l'attivatore plurifunzionale, mi ha detto che è un totale casino e che non saprebbe come mettere a posto, anzi mi avrebbe quasi quasi consigliato di lasciare cosi come è (tra parentesi, cosa impossibile perchè devo operare la cavitazione dell'incisivo).

Grazie e ciao.
Ultima modifica di Phabia il 28 aprile 2016, 13:50, modificato 2 volte in totale.
#85622
Per quanto riguarda le richieste di danni, il forum non può essere usato per questo genere di consulenza.
Meglio sarebbe che cercassi un forum che tratta problemi di origine legale.

Per quanto riguarda i gessi e le panoramiche puoi aprire un nuovo post nella sezione "Lettura delle panoramiche" e caricare i file come allegati.
Se hai difficoltà apri comunque il post, e poi inviami per email le foto dei gessi e le panoramiche, li inserirò poi nel post da te precedentemente creato.
#87123
Dunque,

dire che sono sconvolta è un eufemismo.
Ieri ho fatto la visita con il nuovo dentista omeopata (quello anziano) per la dentosofia, il quale mi ha detto che in tutta la sua vita da dentista non ha mai visto un disastro del genere.

Chi fa l'ortodonzia di norma torna a casa con un disastro, ma in effetti nel mio caso supero gli altri di 10 volte.

Solitamente il disastro ortodontico normale prevede la rimozione dei premolari (con tutti i danni neurofocali che ne conseguono), si mette l'apparecchio e dopo 2 o 3 anni si finisce con il filo di contenzione.

Ho letto degli articoli che spiegano che negli Usa c'è la tendenza all'ortodonzia di ritorno: dopo questo trattamento, le persone si accorgono di tutti i danni che esso provoca e, incredibile ma vero, dopo poco tempo rimettono di nuovo (un altro) apparecchio (si chiama bioblock) per ricreare gli spazi tolti e rimettere alla fine gli impianti dei premolari estratti!

La cosa più raccapriciante è che se uno fa questo lavoro sbagliato è perchè probabilmente non sa a cosa va incontro. Mi viene da pensare che il dentista è autorizzato a tacere e fare. Non a caso ho notato che chi lavora negli studi dentistici dove fanno ortodonzia gli infermieri che hanno i denti storti si tengono i denti storti!

A differenza degli altri, i miei denti sono stati limati, è stato tolto un incisivo e pertanto non combaciano più la guida canina ed incisiva. Per allineare gli incisivi davanti è stato tolto praticamente un centimetro di smalto nei denti superiori. Ergo, per avere l'effetto dei denti allineati davanti è stato appiattito il profilo e sacrificata una delle due guide masticatorie. Una follia insomma.

Quindi effettivamente è stato tolto un dente sopra e un dente sotto. Poichè tutto questo limare non serviva, tolti di denti del giudizio, i denti rimasti si sono infossati verso l'interno. E' bastato aver tolto il filo di contenzione. Ciò sta comportando l'usura delle superifici masticatorie.

Ora che ho fatto queste valutazioni con il dentista mi sono resa conto che ho abbondantemente sottostimato il problema. E il dramma è che lui non ha la più pallida idea di come fare.

Per aprire gli incisivi inferiori per operare la cavitazione, operazione di per se molto pericolosa perchè la cavitazione ha compromesso la stabilità dei tre incisivi rimasti, devo prima, a mano a mano che che i denti si spostano grazie all'attivatore, ricostruire gradualmente lo smalto limato. Solo così alla fine posso recuperare le linee simmetriche naturali e dare lo spazio corretto per l'introduzione di un impianto per rimpiazzare il dente che avevo già, dopo avere ovviamente ricostruito l'osso. Pazzesco.

Ho letto in internet che lo smalto una volta limato non si può più ripristinare. In questi casi quei famosi dentifrici che riparano lo smalto non possono fare nulla.

Cosa posso fare? Devo andare in centro di staminali? Quale dove?
#87125
Ci ho ragionato un po' sopra, ma non mi è arrivata nessuna soluzione. Non ho la conoscenza né le competenze per esprimere un'opinione che possa essere presa in considerazione.

Invito gli utenti non altrettanto competenti a non postare consigli a meno che non siano fondati su basi certe, fornendo anche le fonti su cui si basano tali consigli, accertandosi che non siano "fonti" di blog scritti da persone che fanno dichiarazioni ugualmente inaffidabili, per non creare confusioni o alimentare false speranze.

Considerando anche che
"il nuovo dentista omeopata (quello anziano) per la dentosofia, il quale mi ha detto che in tutta la sua vita da dentista non ha mai visto un disastro del genere."

e
E il dramma è che lui non ha la più pallida idea di come fare.

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Ciao a tutti da Valerio

Ciao e Grazie per il Benvenuto nel forum. Acquiste[…]

Infatti ho detto che si rischia, non che tutti lo […]

AVOGADO TOSSICO?

Quello sempre, anche se bisogna poi vedere se sia […]

Libri di Arnold Ehret