Arnold Ehret Italia

Orgone e orgonite (aiutatemi a trovare una descrizione migliore...)

Moderatore: luciano

Avatar utente
By speranza
#8480
invece di fare lunghi post come ha fatto aran (per mia fortuna dato che così ho scovato nuovi interessanti link), io ne aggiungo appunto un paio, per completare le informazioni:
www.orgoneitalia.com
www.orgonomia.org
l'orgone semra che oltretutto possa essere usato per sfruttare la free-energy (ad esempio la cella di joe: www.sslabs.altervista.org) qui ne parlano approfonditamene: http://twilightscience.forumfree.net/
inoltre sembra anche che possa aiutare nella lotta contro le scie chimiche, come c'è anche scritto nei siti sopra elencati e in quelli postati all'inizio del topic, comunque basta andare sul forum di sciechimiche.org per dell'altro materiale, o su: freenfo.blogspot.com, il blog di un nostro compagno ehretista che stimo molto per il suo lavoro di divulgazione (non c'è tutto su disinformazione.it!)
buona serata a tutti e buona dieta!
Avatar utente
By aran
#8490
Onelove, ciao, io ho costruito il rotorgon così come alcuni amici e funziona a meraviglia, da subito, appena appoggiato il rotore sulla vite; non so come mai non funzioni il tuo, probabilmente c'è qualcosa che non hai seguito fedelmente. Nel link che avevo messo ci sono anche delle indicazioni su come utilizzarlo, prova un po' a leggerle.

Speranza, sì, ci sono ancora tante cose da sapere sull'orgonite, specialmente se si parla di scie chimiche. Io stesso le combatto con successo con il chembuster da due anni. In realtà, non ne avevo parlato perché avevo ritenuto giusto associare l'orgonite e i suoi incredibili effetti alla coltivazione delle piante, pulizia dell'acqua, schermatura del computer e degli ambienti domestici e così via, con in mente l'idea di migliorare sia la qualità energetica del luogo in cui viviamo che quella dei cibi e in accordo con tutto quello che possa attenere alla dieta Ehret e allo spirito del forum.
Sicché, Freenfo è ehretista? Questo mi fa enormemente piacere! E' nel suo blog che ho conosciuto la dieta Ehret, ma non avevo capito che anche lui la facesse! Stimo Freenfo per intelligenza, umanità e qualità di informazione e sono d'accordo con te quando affermi che disinformazione.it non sia il massimo.
Comunque sia, ho realizzato il tutorial per fare l'orgonite di base e, appena avrò un po' più di tempo, lo posterò, magari oggi stesso o domani.

Un saluto e grazie :P

Aran
Avatar utente
By aran
#8537
Ciao, in questi giorni ho fatto dell'orgonite e ho realizzato le foto dei vari passi per poterla produrre e, soprattutto, sperimentare.

I materiali che occorrono sono:

- cristalli di quarzo ialino (cristallo di rocca) monoterminati cioè, con una
sola punta;

- dei trucioli di metallo (alluminio);

- resina al poliestere (o epossidica).

Ecco due foto dei cristalli:

ImmagineImmagine

i cristalli sono della dimensione della falange di un dito: prima di usarli conviene lavarli sotto acqua corrente per eliminare tutte le possibili negatività che possono aver acquisito.

Foto dei trucioli di alluminio facilmente reperibili presso un laboratorio di produzione di infissi in questo materiale: li danno via senza problemi. E' importante che siano come mostrerò così, nel momento in cui si versa la resina, questa scende nello stampo senza problemi. Se, per esempio, è limatura molto sottile, la resina fa indubbiamente più fatica a riempire tutto lo stampo creando magari dei vuoti o delle bolle che, a quanto sembra, non sono proprio il massimo:

Immagine

Ecco la resina che ho usato, una confezione da 750ml:

Immagine

come si vede dalla foto, insieme alla resina viene dato anche il catalizzatore (indurente) che deve essere miscelato ad essa prima che questa venga versata negli stampi. Se fa troppo freddo bastano 3/4 di catalizzatore, mentre va bene mezzo contenitore se fa caldo. Questo è importante per evitare che la resina si spacchi una volta solidificata.

Bene, come stampo per fare l'orgonite ho usato una placchetta di gomma da forno (quindi resistente alle alte temperature visto che la resina si riscalda molto prima di solidificarsi) per fare dolci, reperibile in qualsiasi negozio per prodotti per la casa, dove ho messo un centimetro o poco più di trucioli sul fondo e poi e il cristallo. Quest'ultimo va posizionato orizzontalmente e non vi è alcuna differenza dove la punta è direzionata:

Immagine

poi ho preparato gli altri stampi:

Immagine

in questa foto si vede come ho ricoperto ogni cristallo con altro alluminio, fino a mezzo centimetro sotto al bordo: non c'è bisogno di pressare i trucioli, basta solo riempire gli stampi. Ho fatto la stessa cosa anche nei 6 bicchieri (tipo nutella, quelli da pasto normali): l'altezza dell'orgonite fatta nei bicchieri è di 3 centimetri o giù di lì:

Immagine

Poi ho messo il catalizzatore nella resina, ho richiuso il tappo e ho agitato per bene per 4, 5 minuti. A questo punto ho versato la resina negli stampi e sono riuscito a colmarne 10:

Immagine

Una volta versata la resina (in genere si hanno dai 20 ai 30 minuti di tempo prima che inizi a solidificarsi, quindi c'è tutto il tempo per versarla), si possono spingere dentro i trucioli che escono fuori con uno stecchetto di legno, per evitare che, se si appoggia l'orgonite su un mobile, per esempio, questo possa graffiarsi. Non ci sono problemi nel fare questa operazione, non scoppia niente :wink:

In genere, ci vogliono un paio di orette prima che il tutto si solidifichi. Conviene fare l'orgonite in stampi di vetro o nella placchetta che ho usato perchè, se si usano per esempio dei bicchieri di plastica, la resina li scioglierà riscaldandosi. Si possono usare anche delle placchette da forno di metallo anti-aderente, quelle per fare budini o i muffin.

Ecco l'orgonite tolta dagli stampi una volta che si è ben solidificata: conviene tenerla fuori (e prepararla sempre all'aria aperta) un giorno prima di portarla in casa perché emana un odore caratteristico, ma poco piacevole:

Immagine

Bella, vero? Alla fine ci vuole più tempo nel versare la resina che a prepararla! Una volta seccatasi la resina, l'orgonite emanerà, almeno per le persone più sensibili, una piacevole sensazione di fresco, molto rilassante. E' importante anche avere sentimenti positivi, di amore, quando la si prepara, ma questo lo si capisce col tempo.

Appena avrò del tempo, scriverò un po' di cose sull'uso che se ne può fare, sia per quanto riguarda il miglioramento della qualità del cibo (frutta, verdure, acqua) che dell'ambiente in cui si vive etc.

Disclaimer

Questo tutorial è indicativo su come si realizza l'orgonite di base che tante persone, oramai, hanno potuto verificare e sperimentare per la sua efficacia e declino ogni responsabilità per una eventuale preparazione non corretta et similia.

Un saluto

Aran
Ultima modifica di aran il 5 novembre 2007, 9:30, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
By salvatore3
#8549
Ciao Aran.

Complimenti vedo che sono venuti bene.

Grazie per aver dato una dimostrazione chiara.

Io ancora non riesco a trovare il quarzo, qui trovo quello da collezione e costa molto.

Ho visto che si può mettere il rame al posto dell'alluminio, (forse è perché sia più conduttivo )?

Spero che un giorno ci riuscirò a farmeli, per metterli vicino alle piante, nell'orto, e vedere come si comportano, anche per l'acqua.

Voglio vedere quale forma di campo magnetico esce fuori, se emettono una frequenza, quale forma di onde, a quale distanza arrivano, voglio misurali con (l'oscilloscopio che tengo per lavoro ).

Penso che cambiando alcuni prodotti metallici e le quantità si possono vedere le vari forme di campi magnetici .

Lo sapevi che con i cristalli di quarzo, si fanno delle risonanze ad altissima precisione, in fatti si mettono negli orologi, oppure si trovano nei vari circuiti elettronici per fare delle frequenze per conteggio, tipo , PC, TV, Radio.

Se i cristalli di quarzo vengono sollecitati ad una pressione e poi si molla, si ha una reazione, e creano una scintilla , tipo scarica elettrica; della grandezza di vari (migliaia di volts) spesso troviamo gli accendini per gas.



Salvo
Avatar utente
By aran
#8630
Ciao Salvatore, il tutorial che ho presentato rispecchia fedelmente il modo di fare l'orgonite più usato e sperimentato per la sua efficacia in tutto il mondo. Associazioni diverse di metallo sono fattibili, ma non ne ho mai fatte e non so dirti quale possa essere il risultato. L'alluminio va più che bene e ti consiglio di usarlo almeno per gli inizi.

Ho trovato questo scritto che spiega bene, anche a chi come me non ha una mente scientifica, l'energia orgonica:


Cos’è l’energia orgonica:

Si definisce orgonica, l’energia vitale e formativa che pervade ogni manifestazione naturale, che organizza e permea ogni organismo vivente, non è calore, elettricità, magnetismo né energia chimica e non è neppure il sunto di tutte queste forze, è l’energia specifica di dei cicli naturali che noi chiamiamo “VITA”:

La scienza ha dimostrato che la materia è semplicemente la condensazione di un substrato di sottile energia vibratoria, una condizione virtuale nota come “energia di punto zero”.

L’energia orgonica si differenzia da tutte le altre energie conosciute, che derivano dalla materia e che sono pertanto definite “energie secondarie” (elettrica,magnetica,nucleare ecc..).

La scienza classica conosce solo queste secondarie forme di energia e considera l’atomo come il costituente base della materia. L’orgonomia invece lo considera, già, come il prodotto di un specifica funzione dell’energia primordiale (primaria) collassata.

La fisica quantistica definisce “energia di punto zero” l’energia potenziale che riempie il cosmo, essa è onnipresente in quantità infinita. La caratteristica essenziale è quella di contenere tutte le potenzialità, vale a dire, che in essa vi è tutto ciò che serve per creare la forma perfetta.



In base a questa bella, sintetica e chiara spiegazione non so dirti se l'orgone sia quantificabile con una particolare strumentazione. Non di meno, la propria sensibilità a questa energia si può sviluppare col tempo, mettendo in grado una persona di sentire il flusso orgonico che esce dall'orgonite che, come ho detto, è fresca e rilassante.

Sì, ho letto delle particolari proprietà del quarzo e forse questo è il motivo per cui viene usata nell'orgonite.

Ad ogni modo, se non si hanno a disposizione i cristalli monoterminati (una breve ricerca in E-Bay risolverà la difficoltà e sconsiglio di comprare dai cinesi che notoriamente rifilano sole con cristalli limati ecc.) si può usare la graniglia di quarzo per acquari, dalla grana grossa come un acino di pepe o giù di lì. Quando ho fatto il tutorial, ho preparato una orgonite con la graniglia e mi sembra che funzioni più che bene. In questo caso, la si prepara mettendo un centimetro di trucioli di alluminio, graniglia, alluminio, graniglia ecc. fino a raggiungere i 4cm: è bene farla in questo caso nei bicchieri di vetro, magari facendo in modo che la graniglia sia contenuta all'interno del metallo. Se qualche grano tocca il bordo del bicchiere non è un problema, tanto la resina, come una matrice, ingloba tutto.

Credo che questo tipo di orgonite vada bene per la coltivazione anche se non l'ho sperimentata. La graniglia costa dai 7 ai 10 euro la confezione da 5kg.

Anche questo è un buon modo per iniziare a sperimentare.

Un saluto

Aran
Avatar utente
By salvatore3
#8912
Ciao Aran.

Oggi sono andato presso un negozio di acquario, loro non hanno la graniglia di quarzo, ma una ghiaietta con molta presenza di quarzo.

Mi hanno fatto vedere dei quarzi colorati della dimensione di ( 1Cm X 2Cm) circa di colore (rosa), pensi che possono andare bene ?

Grazie

Salvo
Avatar utente
By aran
#8913
Ciao Salvatore, sarebbe bene trovare della graniglia con un alta percentuale di quarzo e metterne dentro un cucchiaio da minestra. Io l'ho trovata abbastanza facilmente: prova a chiedere in altri posti, so che ce n'è addirittura un tipo di solo quarzo, che si presenta di un bel colore bianco.

Un venditore E-Bay di cristalli è questo e puoi scrivergli per avere tutto quello che ti serve: è ben fornito:
http://stores.ebay.it/hermes-pietre-dur ... idZ2QQtZkm

Per quanto riguarda quei cristalli, se sono di ametista vanno più che bene, anche delle dimensioni che mi dici (ho una piccola orgonite personale fatta con l'ametista, per l'appunto e di ametista è una orgonite a piramide che ho fatto due anni fa ai miei genitori. L'ametista ha proprietà curative e ha una vibrazione che mi piace molto), ma non prenderli se sono di quarzo rosa perchè sembra che non abbia le stesse proprietà degli altri tipi di cristalli.

In questo periodo ho problemi con l'ADSL e sto postando poco e non riesco nemmeno ad avere il tempo per scrivere delle cose su come utilizzare l'orgonite in generale. Ma prima o poi troverò il tempo e la calma necessaria.

A presto

Aran
By susi
#9044
Ciao Aran,
mi piacerebbe tantissimo avere anch'io qualche orgonite ma sono totalmente incapace a costruirne.
Non sarebbe possibile acquistarne da te?
Grazie Susi
Ti mando la mia e.mail
susi_violante AT yahoo.it
By pat67
#9066
Ciao Aran,
ho visitato il sito del venditore da te indicato, ma non ho trovato cristalli "monoterminati" bensì "punte". Sono la stessa cosa?

Inoltre, quelli che ho visto in vendita sono di 3 - 4 cm. Forse sono troppo grandi?

Scusa la mia ignoranza ma voglio essere sicura di acquistare quelli giusti.

Grazie,

Patrizia
Avatar utente
By aran
#9189
Ciao a tutti, mi scuso se non sono riuscito a rispondere, ma ho problemi con la connessione a Tiscali (non fate l'abbonamento con loro :roll: ) e sono costretto ad andare in un internet point ogni volta...

Susi: si può acquistare orgonite di qualità al sito orgoneitalia.com e straconsiglio tale sito almeno in Italia.

Pat: per punte si intendono i monoterminati. Se sono troppo grandi, puoi sempre scrivergli e vedere se ne ha o te li può procurare: di' che ti servono cristalli di rocca 2cmx1cm con una sola punta... Comprai lì i primi cristalli, il negozio si trova a Napoli, nella salita dove ci sono i negozi di strumenti musicali e il gestore è una persona simpatica e disponibile.

Mannaggia ragazzi, come mi manca il sito...
Un caro saluto a tutti!:D
Aran
Avatar utente
By arca
#9195
a Napoli, nella salita dove ci sono i negozi di strumenti musicali


Per precisione di cronaca e per utilità a qualcuno che ci legge, trattasi di Via San Sebastiano, zona di Portalba :wink:
Avatar utente
By salvatore3
#9326
Ciao. Aran.

Ho comprato presso una bigiotteria, delle pietre di quarzo di rocca o Ialino,

in pratica ho preso un braccialetto con le pietre lavorate, della misura di

(2Cm X 1Cm), totale n°9 pietre, per 18 €.

Tu pensi che possono essere utilizzate lo stesso, poiché hanno le punte arrotondate?

Grazie

Salvo
By pat67
#9343
Domanda per Aran o per altri esperti di orgonite:

sabato sera ho provato a realizzare la mia prima orgonite, ma è stato un disastro, perchè, pur ricordando che avevi consigliato di non usare bicchieri di plastica a causa del forte calore, ho pensato che i vasetti dello yogurt fossero abbastanza resistenti.

Invece, proprio quando sembrava che fosse andato tutto bene, i vasetti si sono "ammosciati" come un gelato in agosto, con il risultato che la resina si è effettivamente solidificata nella forma corretta, ma è impossibile toglierla dal vasetto in plastica.

La domanda da un milione è questa: posso comunque utilizzare questa orgonite poco convenzionale, oppure la plastica blocca o altera le sue peculiari proprietà e quindi devo buttare tutto?


Grazie,

Patrizia
Avatar utente
By aran
#9347
X Salvatore: in effetti, le pietre che hai preso non solo non hanno la punta, ma sono anche bucate, immagino. L'orgonite risulterà più debole, non si sentirà quell'energia fresca e rivitalizzante se non in maniera più debole. Penso che vada bene per fare esperienza e prendere dimestichezza con la resina. Io ho una piccola orgonite personale che è fatta con della resina epossidica e un sasso di ametista e la uso quando dormo. Non ti preoccupare, Salvatore, gli inizi sono sempre un po' così, poi si capisce da soli. Con 18 euro, avresti comprato molti più cristalli!
X Pat: guarda, nel metallo che uso c'è sempre della plastica come risultato della lavorazione dell'alluminio e non sto lì di certo a scartarla...
Non ci dovrebbero essere problemi. Che cristalli hai usato? Se la forma è rimasta pressoché intatta penso che sia andata abbastanza bene come prima esperienza!. Al limite la potresti inglobare in uno stampo più grande. Anche io ho avuto insuccessi con la prima orgonite, poi non più.

Per i cristalli provate qui, è un venditore serio:
http://www.aaimpexp.it/italiano/pagpres.htm

Ho ancora problemi con l'ADSL e non riesco a postare nel forum, ma spero di risolvere a breve e mettere un tutorial su come usare l'orgonite per i suoi vari e utili scopi.
Ciao a tutti
Aran
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 8
Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Diario di Narayani

:)

Perchè no? Il Menu del giorno

Rilancio questo topic un po' vecchiotto. Oggi a p[…]

Ciao Andrea e complimenti per la tua guarigione. H[…]

Libri di Arnold Ehret