Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By mammagiona
#86918
Ciao.
E' da luglio di quest'anno che ogni mattina bevo una spremuta di limoni, acqua argillosa e acqua calda, partendo inizialmente da 1 limone fino ad arrivare a 9 al dì e poi ritornando ad 1, quindi è da agosto che proseguo con 1 limone, argilla ed acqua calda a stomaco vuoto.
Mi succede però da sempre una cosa singolare, cioè che dopo pochi minuti che ho ingerito la spremuta, mi sento leggermente ubriaca: leggero stordimento, intorpidimento facciale e leggerezza d'animo...
Ho trovato un'alternativa efficace agli psicofarmaci, al vino e alla birra? :lol:
Qualcuno sa dirmi che cosa potrebbe essere? Non che sia determinante, però mi piacerebbe avere almeno un'ipotesi.
Inoltre da stamani mi sto preparando per il lavaggio epatico e sto bevendo il succo di mela: stessa cosa, ma qui una ragione ci potrebbe essere e cioè che, nonostante lo stomaco vuoto, nell'intestino ancora permangono feci antiche che fermentano grazie al succo di mela, infatti rumorini intestinali vari (bloub, breah, gloo) mi tengono compagnia oltre ad avermi accompagnata in bagno con generosità grazie all'effetto dell'ormai sidro!!!
Se qualcuno ha un'idea invece sui limoni, me la può suggerire?
Grazie.
Avatar utente
By Lumen
#87534
Succede una cosa molto simile anche a me, nel mio caso però non è particolarmente piacevole, mi sento la testa che gira, molto leggera, questa cosa mi succede solo se bevo a stomaco vuoto il succo di 3 o più limoni, diminuendo la quantità non mi succede, io ho dato la colpa al fatto che il succo di limone fa abbassare la pressione, ma non so se poi è per quello oppure no.
Nuovo digiuno "lungo"

Fai un clistere al giorno? E' consigliabile pe eli[…]

Salve a tutti da gattosam

Benvenuto. fai sapere perché ti sei iscritto.

Diario di Narayani

Si, infatti alla fine ho deciso di fare 1 giorno d[…]

Panoramica di Jacopo

Ciao Opt, Finalmente sono stato da Barile dove ho […]

Libri di Arnold Ehret