Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

By daniele75
#7397
Ciao a tutti.
Premetto che non sto seguendo perfettamente la dieta senza muco, anche se sono convinto che sia la soluzione ai "problemi" di salute.
La seguo a tratti, diciamo.
Per il resto sono vegano e quindi consumo anche cereali e legumi.
Comunque da quando sono vegano non ho mai piu' avuto problemi di salute.
Non prendo inoltre farmaci da molto tempo (purtroppo per una rimozione di un'amalgama al mercurio il dentista ha voluto farmi mezza anestesia...).
Ieri pero' sono stato punto da un insetto, cosa che mi e' gia' capitata molte volte.
Di solito si gonfia un po' intorno al punto di puntura, poi dopo qualche giorno va a posto da solo.
Invece ieri si e' gonfiato molto piu' del solito, ho iniziato a perdere sensibilita' alla mano e dopo 5/10 minuti sono apparse pustole su tutto il corpo (dalla faccia fino ai piedi, in particolar modo in inguine, ascelle, cuoio capelluto).
Poi la faccia e' diventata come anestetizzata.
Allora la mia compagna mi ha accompagnato all'ospedale e mentre andavamo i sintomi sono peggiorati, poi mentre arrivavamo ho iniziato a perdere coscienza.
di conseguenza sono finito nelle mani dei medici che mi hanno detto (dopo, perche' in quel momento ero semi cosciente) che avevo la pressione a 60/30 in discesa.
Morale della favola, se non andavo all'ospedale, e se li' non mi avessero fatto un trattamento con soluzioni fisiologiche e cortisone ora non sarei qui a scrivere questo post....
Insomma, a me non piacciono i farmaci, e nemmeno mi piace tutto quello che mi hanno infilato in corpo ieri (mi hanno fatto in totale almeno 7 flebo), ma in questo caso? Cos'avrei dovuto fare?
Sono molto dubbioso ora, anche se continuero' per la mia strada mi e' apparso un bel punto inerrogativo su questa cosa.

Grazie a tutti per l'"ascolo".

Daniele
Avatar utente
By Francesco
#7400
Ciao Daniele, proprio l'altro giorno leggevo su un libro di Paulig ( Come vivere più a lungo e sentirsi meglio ) che la vitamina C è fondamentale per evitare shock anafilattici.
Ovvio che un corpo pulito secondo la dieta senza muco risponderebbe ancor meglio a certe avversità.
Ciaooo
Avatar utente
By blueyesvegan
#7403
Hai fatto benissimo ad andare all'ospedale!!!
Colgo l'occasione per manifestare la mia netta opposizione a quanti (e sono molti in questo forum) demonizzano la medicina ufficiale senza alcuna disponibilità a coglierne gli aspetti positivi.
Sicuramente i medici fanno tanti errori e hanno tante convinzioni sbagliate, ma non se ne può negare l'utilità in certe situazioni: ne è un esempio il tuo caso, e in generale tutti quesi casi in cui un intervento chirurgico, o anche un farmaco possono salvare la vita. Consideriamo la stessa morte di Ehret: magari un intervento neurochirurgico d'urgenza, necessariamente accompagnato da varie somministrazioni farmacologiche (antiemorragici, anestetici, analgesici, adrenalina, regolatori del battito cardiaco, ecc.), avrebbe potuto salvargli la vita.
Mi oppongo anche a tutti coloro che pretendono di dare consigli solo in base alla propria limitata esperienza, e senza alcuna conoscenza scientifica, nè alcuna esperienza clinica! Vi ricordo che lo stesso Ehret studiò molto (almeno così egli dice), e sperimentò molto nella sua clinica: pertanto non dava consigli solo in base alla sua esperienza personale.
Insomma, non voglio dilungarmi, ma il succo del discorso è questo: non svilite in tutto e per tutto la medicina e in generale le conoscenze scientifiche!!! Vi prego di non ritenere sufficiente il libro di Ehret per conprendere i meccanismi del corpo umano!!! Vi prego di capire che non è inutile studiarsi ad esempio un librone di biochimica!!! Bisogna studiare tutto, approfondire tutto, e da varie fonti, senza mai accontentarsi di quello che si sa! Solo così si è titolati a dire che una certa cosa è giusta o no! Solo così ci si può permettere di dare consigli!
Avatar utente
By Francesco
#7409
Non ho nessunissima intenzione di dibattere quanto da te detto se non con un limitatissimo No Comment!
Ciaooooooooooo
Avatar utente
By blueyesvegan
#7415
Francesco, io non ho mosso nessuna critica verso di te, per cui non avevi motivo di rispondere in quel modo.
Avatar utente
By Tyler
#7427
Il discorso Daniele è che un corpo ferfattamente sano e pulito, difficilmente va in shock anafilattico...(come giustamente dice Francesco).
Per quanto riguarda l'intervento di blueyesvegan mi sembrano abbastanza fuori luogo (molto fuori luogo) tutte le tue preghiere. Siamo tutte persone adulte su questo forum ed ognuno sicuramente ha la facoltà di decidere se affidarsi o meno alla medicina ufficiale o meno, limitiamoci a postare le nostre esperienze sarebbe sicuramente molto più utile...

blueyesvegan ha scritto:Mi oppongo anche a tutti coloro che pretendono di dare consigli solo in base alla propria limitata esperienza, e senza alcuna conoscenza scientifica, nè alcuna esperienza clinica!

Scusa, ma che dici!!! Questo proprio non è nemmeno commentabile, sembri quasi uno che non ha mai letto il libro e nemmeno frequentato il forum...
Tutto il libro di Ehret si basa sull'osservazione della propria esperienza e di quella dei suoi pazienti, che centra la conoscenza scientifica...
saluti...
Avatar utente
By blueyesvegan
#7437
Caro Fabio,
Ehret aveva esperienza clinica, visto che aveva una clinica. E aveva anche conoscenze scientifiche, visto che aveva frequentato un corso all'università di medicina e chirurgia.
Quando sostengo l'importanza delle conoscenze scientifiche, intendo dire che secondo me se si parla ad esempio di muco, bisogna sapere bene cos'è il muco, la sua composizione, cosa sono le membrane mucose, qual è la loro funzione in condizioni fisiologiche, come si presentano in condizioni patologiche: insomma bisogna avere conoscenze di istologia, bisogna aver effettuato analisi al microscopio, è necessario aver letto libri in cui sono chiaramente spiegati e illustrati preprati istologici, bisogna conoscere le caratteristiche delle cellule caliciformi mucipare, e quindi anche le caratteristiche generali di una cellula. Insomma, secondo me per parlare di una certa cosa, bisogna conoscerla nel dettaglio. Anche le teorie di Ehret vanno viste, spiegate e giustificate sulla base delle numerosissime acquisizioni che si sono avute nei vari campi (istologia, citologia, biochimica, fisiologia, ecc.).
Pensi che leggendo il solo libro di Ehret e basta, ci si possa permettere di dare consigli alle persone sul da farsi in caso di una problematica fisica? Il corpo umano è così complesso che mi sembra assurdo poter fornire consigli a persone malate, avendo solo letto il libro di Ehret.
Io Ehret l'ho letto, lo applico e sto ottenendo risultati, ma non ritengo giusto che si critichi la medicina in tutto e per tutto, e soprattutto NON E' AMMISSIBILE CHE A FARE TALI CRITICHE SIANO PERSONE CHE DI MEDICINA NON SANNO NULLA!!!!!! Si può criticare qualcosa solo se la si conosce! E' veramente pretestuoso dire che materie come la fisiologia, la biochimica, la patologia, ecc. sono completamente sbagliate, se non si sa nulla di tali materie!!!
Insomma, non critico Ehret...anzi lo ammiro e ne seguo i dettami, ma davvero non tollero l'atteggiameto di chi si permette di dire cosa è giusto e cosa è sbagliato in materia medica, avendo letto solo il libro di Ehret.
Concludo chiedendoti, caro Fabio, quale ritieni che debba essere l'intervento su un paziente che si presenta in evidenti condizioni di shok anafilattico (come Daniele)? Nè un digiuno, nè un frutto lo possono salvare, ma solo i farmaci da te tanto odiati.
Avatar utente
By blueyesvegan
#7438
Spero che almeno arca - persona calma, disponibile e estremamente preparata - non mi dia addosso!
By daniele75
#7442
Ciao di nuovo a tutti.
Alla fine non avete risposto chiaramente alla mia domanda :-)
A parte blueyesvegan, grazie.
La questione vitamina C potra' anche essere vera, peccato che io non abbia carenza di vitamina C, anzi, mangio un sacco di alimenti che la contengono (e l'esame del sangue che mi hanno fatto domenica lo dimostrano).
Per il resto, come gia' detto, non e' la prima volta che vengo punto da un insetto, mi e' capitano moltissime volte, api, vespe, ragni, anche un calabrone una volta, e non mi e' mai successo nulla, tanto che pensavo di non avere alcun problema con le punture di insetti.
Questa reazione del mio corpo che, anche se non seguo alla lettera Ehret, non e' comunque mai stato cosi' pulito, non me l'aspettavo.
Non mi e' piaciuto lasciarmi introdurre cortisone e adrenalina nel mio corpo (perche' questo hanno fatto), ma, a parte il fatto che non ero in grado di "reagire", in effetti mi hanno salvato la pelle.
Quindi ripongo la domanda, se non si accettano i farmaci MAI, in casi del genere che avreste fatto?
Non stiamo parlando di un'infuenza, giusto per chiarezza...

Grazie
D
Avatar utente
By blueyesvegan
#7447
Faccio un’altra precisazione: il mio sfogo è dovuto al fatto che il sito e sempre più frequentato, e diventa sempre maggiore la probabilità che a chiedere consigli siano persone con problemi molto gravi, in cui non è possibile l’autoguarigione (vedi il caso dello shok anafilattico di Daniele): per questo non trovo assolutamente giusto che a dare consigli, in questi casi, siano persone che abbiano semplicemente letto il libro di Ehert.
Io ho piena fiducia in Ehret, ma ripeto che non ritengo che si possano dare consigli a persone gravemente malate in base alla sola lettura del suo libro. Ehret, infatti, non spiega affatto come trattare certi casi gravi, in cui è necessario un intervento rapido per salvare la vita.
Inoltre lo stesso Ehret – non ricordo in che punto – sostiene che la guarigione con il suo sistema è possibile se non troppo ostacolata dalle abitudini e dall’età, il che vuol dire chiaramente che ci sono casi in cui il corpo non è in grado da solo di reagire, ma necessita di un aiuto esterno (che può essere un farmaco allopatico, omeopatico, fitoterapico, un intervento chirurgico, ecc.).
Con ciò voglio dire che lo studio di Ehret va necessariamente integrato con un approfondito studio del corpo umano: l’istologia, la fisiologia, la patologia, la microbiologia (per citarne alcune) sono materie importantissime per conoscere il corpo umano, unite all’indispensabile esperienza clinica! Sicuramente – come ho già detto – le materie studiate nelle facoltà scientifiche hanno tanto di sbagliato, ma hanno anche scoperto tante cose giuste! Non si può rigettare integralmente queste materie, senza averle prima studiate, e soprattutto senza proporre teorie alternative!
Se mi si dice che ad esempio nella calvizie androgenetica non c’è alcun implicazione genica, pretendo che a dirmelo sia qualcuno che ben conosce la genetica, l’endocrinologia, la dermatologia, ecc., e che sia in grado di propormi una teoria alternativa dettagliata, e non semplicemente un lettore della dieta senza muco.
NON SI PUO’ RISPONDERE AD OGNI PERSONA CHE SCRIVE DI UN SUO PROBLEMA, CHE SI TRATTA SEMPRE E SOLTANTO DI MUCO CHE IL CORPO STA ESPELLENDO!!!
Anche sul digiuno bisogna stare attenti a dare consigli! Ho conosciuto un medico e naturopata che ha seguito centinaia di casi di digiuno, e mi ha detto che se non si conoscono nel dettaglio i processi biochimici interni all’organismo nel momento in cui si digiuna, si rischia di dare consigli sbagliati, anche ammazzando le persone!
Quindi – e qui concludo – chi sa, in tutta coscienza, che le sue conoscenze del corpo umano si basano in modo esclusivo sulla lettura del libro “la dieta senza muco”, dovrebbe pensarci mille volte prima di dare un consiglio ad una persona malata.
Avatar utente
By luisa
#7451
Sono abbastanza d'accordo con quanto dice Blueyesvegan, assumersi la responsabilità di dare consigli medici adducendo tutto alla dieta mi sembra eccessivo e pericoloso. Dobbiamo ricordare sempre che la verità assoluta non esiste, ci sono mille sfaccettature ed angolazioni diverse cui guardare.
Seguo la dieta, credo comunque che il confronto gentile come quello di Blueyesvegan sia costruttivo per tutti, esiste la libertà di pensiero che Ehret in primis ha voluto trasmettere seguendo il suo pensiero e le proprie convinzioni non il linea.
Buona discussione "civile" a tutti.
Avatar utente
By Tyler
#7460
Allora visto che come dice blueyesvegan non ci dobbiamo permettere di dare consigli ne di dare addosso alla medicina ufficiale poichè non siamo medici e non sappiamo una mazza di istologia, citologia, biochimica, fisiologia, ecc. ne tantomeno abbiamo conoscenza scientifiche, proponiamo a Luciano di chiudere il sito, tanto non abbiamo competenza alcuna e le nostre esperienze non contano nulla.
saluti...
Avatar utente
By Tyler
#7461
blueyesvegan ha scritto:Anche sul digiuno bisogna stare attenti a dare consigli! Ho conosciuto un medico e naturopata che ha seguito centinaia di casi di digiuno, e mi ha detto che se non si conoscono nel dettaglio i processi biochimici interni all’organismo nel momento in cui si digiuna, si rischia di dare consigli sbagliati, anche ammazzando le persone!
Quindi – e qui concludo – chi sa, in tutta coscienza, che le sue conoscenze del corpo umano si basano in modo esclusivo sulla lettura del libro “la dieta senza muco”, dovrebbe pensarci mille volte prima di dare un consiglio ad una persona malata.

Una persona che non ha nemmeno la licenza elementare (Michele Manca) è da 40 anni che salva la pellazza a persone anche malate gravi e giudicate senza speranza dalla tua amata medicina ufficiale e scientifica. Lo fa con l'alimentazione e i digiuni, quindi non venire a dire che bisogna conoscere chissà quale biologia, istologia e cose del genere, non complichiamo le cose oltre il dovuto perchè proprio in questo modo basta guardarsi intorno il mondo sta diventando degli zombie ammalati...
A proposito Michele ha curato una vita le persone solo sulla base delle letture dei libri di Shelton, che via via nella sua vita ha applicato...
saluti...
Avatar utente
By blueyesvegan
#7470
La tua esperienza, Fabio, conta molto e fai bene a metterla a disposizione degli altri, ma non puoi dare consigli in ogni caso. Spero che non succeda mai, ma se - facendo i divuti scongiuri - chiedesse aiuto una persona con una leucemia fulminante, cosa le diresti? Che digiundando per 10 giorni e poi adottando la dieta di Ehret le passerebbe tutto? Probabilmente le diresti effettivamente questo, a causa del fatto che non sai nulla della malattia in oggetto e pensi che sia solo un tentativo del corpo di espellere muco attraverso i linfonodi.
Le indicazioni di Ehret - lo ripeterò fino alla nausea - sono sicuramente utilissime, e questo sito è altrettanto utile, ma è bene riconoscere che anche la cura di Ehret ha dei limiti di azione! Bisogna avere il coraggio di ammettere, in alcuni casi, l'insufficienza di un approccio terapeutico esclusivamente ehretista.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret