Arnold Ehret Italia

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
By Alessio
#7414
Buongiorno a tutti, ho 26 anni e sono stato operato a 17 anni di varicocele.
La scoperta di avere il varicocele avvenne in seguita a una visita da un medico sportivo da cui ero andato per avere un certificato medico di sana e robusta costituzione idonea a attività sportive etc etc.
Ora proprio pechè mia madra è sempre stata contraria agli interventi chirurgici e alla medicina "convenzionale" in generale, avendomi da sempre curato con l'omeopatia (fortunatamente), prima di prendere una decisione così importante come quella di andare sotto i ferri, andammo dal professor Antonio Negro massima autorità nel campo dell'omeopatia.
Il professore verifico l'entità del varicocele (sul testicolo sinistro) mentre ero sdraiato sul lettino, e disse che andavo operato, anche se pure lui è sempre contrario agli interventi.
Allorchè mi sottoposi all'intervento con incisione di 4-5 cm poco sotto l'ombelico nella parte sinistra e legatura della vena o del fascio di vene (questo dettaglio non me lo ricordo anche se è importante).
Dopo poco tempo mi venne un'idrocele (raccolta di liquido fra la tunica vaginale e il testicolo) che ha fatto "gonfiare" il testicolo fino a farlo diventare più del doppio dell'altro, e me lo porto dietro ancora oggi.
Mi rivolsi in seguito al figlio del professor negro che è primario di urologia all'umberto I di roma, e lui mi disse che c'erano 2 soluzioni:
la prima quella di aspirare il liquido direttamente con una siringa (scusate se la scena è un po impressionante)
la seconda, un'atro intervento chirurgico direttamente sul testicolo, per rigirare la parete interna del testicolo per non far riformare il liquido (ancora più impressionante come scena !!), il che al solo pensiero mi faceva venire i brividi.

Provai a fare 2 aspirazioni di liquido ma ovviamente non risolsero il problema perchè il liquido si riformò subito e smisi di farle perchè fra l'altro c'era il rischio di infezioni.
L'idea dell'intervento non l'ho mai neanche presa in considerazione, e in questi ultimi anni prima di conoscere Arnold Ehret ho provato con la medicina ayurvedica e con l'omeopatia a risolvere il problema dell'idrocele ,che poi in una visione "olistica" è soltanto una manifestazione dello squilibrio riguardante l'intero individuo, ma con scarsi risultati.
Ora, per quanto riguarda l'alimentazione io sono stato onnivoro fino a marzo di quest'anno, per poi diventare vegetariano e quasi vegano e già credo di aver fatto questo cambiamento troppo drasticamente e velocemente, ma ancor più drastico è stato a maggio 2007 con la conoscenza di Ehret il passaggio alla dieta di transizione.
Ho seguito infatti sin da subito il menù di transizione delle 8 settimane, sbagliando, come precisato nel post di arca su dieta e menù di transizione, e difatti ho perso troppo peso all'inizio.
Quest'estate ho esagerato con la frutta e credo di aver sciolto e di essermi dimagrito troppo, anche a seguito di stravizi, con ritmi sballati poco sonno e consumo di alcool a ibiza.
In questi ultimi 2 mesi ho riaggiunto alimenti amidacei come pasta riso patate farro orzo e legumi per recuperare peso ed essere più graduale (e pensate, peso ancora 56 kg per 1.82 cm...e prima della dieta ero 64 kg) e adesso vengo al punto;

secondo voi con la dieta di ehret si può guarire dall'idrocele nonostante l'intervento subito ?

Io credo sia possibile ma solo arrivando alla fase dei digiuni. Finora, forse perchè ancora sono in transizione, non ho riscontrato risultati rilevanti, anche se sicuramente non è peggiorato.
Ultima modifica di Alessio il 9 ottobre 2007, 12:00, modificato 1 volta in totale.
By SofiaLoren
#7419
Ciao Alessio
Secondo me si,puoi guarire da qualsiasi malattia con questa dieta ma bisogna farla seriamente e senza stravizi ed alcoolici.Se vuoi velocizzare la tua guarigione prova il digiuno.Ti senti pronto?
Avatar utente
By Tyler
#7422
Si che puoi guarire...ma devi evitare gli stravizi.
i digiuni e il sistema Ehret ti danno la possibilità di eliminare le tossine che hai in corpo. Sarà molto difficile riprendere peso se non inizi a fare un'alimentazione totalmente corretta e non ti disintossichi nel frattempo perchè il tuo corpo farà fatica ad assimilare i nutrienti.
In questo momento il digiuno secondo il mio modesto parere è sconsigliabile perchè diventeresti ulteriormente magro. Devi avere pazienza, inizia la dieta di transizione, non bere alcool, riposa e vedrai che col tempo le cose andranno a posto e il tuo corpo si stabilizzerà nel suo peso ideale. Ma non avere fretta....
saluti...Fabio.

Congratulazioni per la perdita di peso e per la t[…]

Panoramica Matteo

Bene, ho tolto il 26(devitalizzato) e il 28 una se[…]

Diario di Narayani

Poi basta perché ogni volta che entravo in piscin[…]

Gli ultimi del contadino

Mai provato a essiccarli al sole? Non ho mai pr[…]

Libri di Arnold Ehret