Arnold Ehret Italia

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
By cus75
#7605
non so se qualcuno lo ha gia messo, non l'ho trovato e allora lo scrivo, magari a qualcuno che non lo sa si toglierà un po' di curiosità :)

per vedere grossolanamente quanto amido c'è nella frutta e verdura fresca che mangiamo, basta tagliare una fettina e immergerne un lato in un velo di tintura di iodio. Lo iodio forma legami con la catena dell'alfa-amilosio (se ricordo bene si incastra proprio dentro l'elica molecolare) e la reazione darà un colore blu-nero dove appunto c'è amido. Dove invece ci sono carboidrati più semplici, non si avrà la reazione e quindi niente colore scuro.

se non è possibile fare fettine si puo' fare una piccola poltiglia, però gia non si vede bene come sono distribuiti gli amidi e come cambiano durante la maturazione

E' molto bellino farlo per esempio sulle banane dove si vede molto bene, quelle non ancora mature hanno molto amido, mentre invece quelle ben mature ne hanno molto poco. Viene trasformato poco a poco in una classica formazione "a stella" che vedrete se provate.

Tutto qui, magari qualcuno ci si divertirà :)

----------------

EDIT: si puo' fare anche con la frutta secca, pero' prima bisogna reintegrare un po' d'acqua.

ho trovato questo link per un piccolo test empirico dell'azione delle vostre amilasi salivari :)

Nel sito in generale ci sono molti semplici test che si possono fare in casa, per i "piccoli chimici" ;)

--------------

EDIT 2: altro link (.pdf). Questo mi permette di fare un chiarimento doveroso che non ho specificato sopra: l'amido è composto da amilosio e amilopectina. il primo è formato da una catena senza ramificazioni, il secondo da una catena con ramificazioni. Lo iodio interagisce solo con il primo (amilosio) e non con il secondo (o almeno pochissimo). Nell'esempio si vede che il riso, che pur contiene amido in forma di amilopectina, non da reazione blu-nera. (almeno, quel tipo di riso, non so cosa sia e se sia stato frullato e tenuto un po' in acqua, io l'ho fatto e alla fine aveva una leggera colorazione blu)

Di solito sono presenti entrambe le forme e quindi generalmente quando c'è reazione significa che c'è amido, e quando non c'è reazione significa che non c'è. Alcuni cereali spesso presentano una dominanza netta di amilopectina e quindi per vedere proprio bene la presenza di amido andrebbe fatta una spettrografia, ma questo è un po' difficile da fare a casa, più che altro per il costo dello spettrometro :D

Comunque su quello che ho provato finora le "teorie" sulla presenza di amido sono state confermate sperimentalmente. Provate, e se trovate qualcosa che secondo voi dovrebbe avere amido e invece non viene evidenziato, magari scrivete un commento che andiamo più a fondo!

Nei germogli comunque non ci dovrebbero essere grosse quantità d'amido, perchè questo viene degradato proprio per nutrire l'embrione che germoglia fino a che non è in grado di fotosintetizzare.
Ultima modifica di cus75 il 11 ottobre 2007, 11:55, modificato 4 volte in totale.
La panoramica di Ienk

Il canino in necrosi è il 43, ho evidentemente sba[…]

Ho letto con interesse la tua esperienza per la pu[…]

Di solito il magnesio viene assorbito meglio, quan[…]

Clisteri o idrocolonterapia

Non ho mai avuto esperienza di idrocolonterapia, m[…]

Libri di Arnold Ehret