Arnold Ehret Italia

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum: 1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
#8046
Salve ragazzi, sono Pietro alias Peter Pan. Iscritto da febbraio, ho fatto pochi interventi iniziali, per riprendere solo in questi giorni. Ho seguito la dieta senza muco per molto tempo. Oggi sono passato ad una alimentazione meno "pulita" e mi sono accorto sulla mia pelle della differenza. Piano piano sto tornando alla dieta senza muco. Anche per questo mi sono riavvicinato al forum. Ho scorso molti post veramente validi e faccio i complimenti a tutti.
Buon proseguimento.
Pietro
Avatar utente
By Tyler
#8053
Ciao Pietro bentornato.
Spero che stavolta ci rimanga a lungo sul forum...
raccontaci magari il tuo percorso di questi mesi e dicci perchè sei passato ad una alimentazione meno pulita abbandonando la via di Ehret.
Potresti essere utile a molti con la tua testimonianza...
saluti...Fabio.
By SofiaLoren
#8069
Bentornato Pietro e piacere di conoscerti! :D Sofia
By Peterpan07
#8118
Cari amici, vi riassumo brevemente, spero, il percorso fatto fino ad oggi. Circa un anno fa, poco più poco meno, iniziai un semidigiuno per purificare il mio organismo. Ero davvero ben intasato. I primi due giorni ero intenzionato a fare il digiuno completo, poi iniziai a mangiare solo centrifugati la mattina e verdure a pranzo e cena. Intorno al 30° giorno pensai bene di fare un'idrocolonterapia. Mi sentivo un leone. Ricordo ancora quando andai a Roma per l'Idro..., camminavo e mi sembrava letteralmente di volare. Una sensazione unica. Ho assaporato la condizione di Benessere totale. Già dopo l'idro... al ritorno sentivo qualcosa di nuovo, in senso peggiorativo. E' molto probabile che quando si fa una pulizia del colon o la si fa bene o la quantità di tossine che si liberano sono notevoli. Comunque, tornato a casa continuai la dieta. Un giorno mangiai con troppo aceto e sentii il mio corpo tremare. Inoltre per la prima volta avevo introdotto la frutta, mandarini. Ne mangiai troppi: le mani non riuscivo a controllarle, si muovevano da sole. Anche in quel caso avevo liberato troppe tossine. Volevo a tutti i costi accelerare i tempi. Verso il 35° giorno, lo ricordo molto bene, ero passato dai 67 kg ai 58 kg, a cena con amici ordinai una insalatona. Ad un certo punto, mentre mangiavo, una mia amica (in quel caso non troppo) a suo dire, non ce la fece più e iniziò a rimproverarmi per il fatto che mi vedeva sciupato, pallido e preoccupata seriamente per la mia salute. Risposi che stavo bene, ma il tarlo del dubbio mi aveva contagiato. Era partita la paura da IATROSI. Piano piano iniziai a credere più agli altri che a me stesso e mi sentivo sempre più male. Al 40° giorno decisi di smettere.
Facciamo il punto della situazione:
- a) non avevo iniziato con una dieta di transizione
- b) volevo accorciare i tempi a tutti i costi
- c) non avevo fiducia nella meravigliosa saggezza delle mie cellule
- d) ero caduto nel cerchio delle credenze
- e) scoraggiato avevo deciso di smettere
- f) non ero iscritto al forum e non avevo punti di riferimento
e per finire avevo vergogna di ammettere quello che avevo vissuto come fallimento e per tale motivo non presi in considerazione nemmeno di chiedere consiglio al mio migliore amico che ne sapeva qualcosa in proposito. E pian piano sono tornato alla dieta omnivora. Le quantità sono, però, diminuite. Non riesco più a mangiare molto. Adesso sono in una fase di stallo . Non sto né bene né male, senza infamia e senza lode. Psicologicamente sono un po' più su della noia in una ipotetica scala del tono emozionale (vedi Hubbard). Ecco lì sono in una vera fase di transizione. E a mio avviso è la più importante perché da lì posso decollare o sprofondare. Ah, l'orgoglio, la vanità, l'apparire. Volevo apparire e non essere. Apparire agli altri, anche nei confronti del mio amico che ero capace di fare... e ho perso il contatto con il Sacro Tempio, il mio corpo. Non ho ancora deciso di iniziare con la dieta senza muco. Ho letto il libro a su tempo, ma ci sono resistenze. Ogni tanto digiuno per 1 o 2 giorni, mangio raramente carne, pesce un po' in più. Mangio fagioli azuki al posto di quelli normali, e qualche altra accortezza con centrifugati la mattina, Te banha, ho eliminato completamente gli zuccheri, ma al momento sono fermo qui. Se ho iniziato di nuovo a frequentare il forum è per sollecitare me stesso a riaprire alla dieta senza muco. Al momento leggo attentamente le vostre esperienze e i post del forum a 360° in tutti i sensi. Intervengo in qualche post, mi becco la prima amororevole :D censura di Luciano e vado avanti. Per l'appunto la mia mente è in una fase di transizione, ma questa....... è un'altra storia.
Vi abbraccio tutti
Pietro :D
Avatar utente
By Tyler
#8120
Caro Pietro io non ho ben capito se tu hai letto il libro o no...questo è molto importante saperlo perchè se non lo hai letto ogni parola di conforto che possiamo darti è un po' persa nel vuoto, nel senso che il libro ti apre gli occhi ti da sicurezza e tranquillità.
Una cosa in particolare del tuo racconto mi colpisce...
peterpan07 ha scritto:Ah, l'orgoglio, la vanità, l'apparire. Volevo apparire e non essere. Apparire agli altri, anche nei confronti del mio amico che ero capace di fare... e ho perso il contatto con il Sacro Tempio, il mio corpo.

Ti dico assolutamente non devi, il nostro corpo è un mezzo che ci permette di fare un'esperienza su questa terra, per cui devi si trattarlo bene, ma non identificarti troppo con esso significa elevarsi.
Te lo dice uno che era fissato maniaco della bellezza, modello per tanti anni ecc. ecc. non voglio annoiarti. Ma scoperte certe cose e avendo visto da molto vicino la salute con la S maiuscola e presa consapevolezza di tante altre cose, l'aspetto esteriore per me è diventato molto marginale. All'inizio del mio percorso ho subito critiche pesanti (causa dimagrimento) da parenti amici, mia madre mi diceva testuale: "che brutto che sei diventato, eri il mio orgoglio, tutti mi chiedono come sta Fabio il modello e adesso guardati fai pietà"...
io non mi sono mai scoraggiato ne tantomeno fatto influenzare perchè deciso, sicuro che ciò che ho trovato scritto in quelle 100 paginette erano pura verità, illuminazione le parole scritte da un padre ai suoi figli tutti, l'umanità intera...
Un abbraccio...
Avatar utente
By luciano
#8128
fabiocarusox ha scritto:Te lo dice uno che era fissato maniaco della bellezza, modello per tanti anni ecc. ecc. ..... All'inizio del mio percorso ho subito critiche pesanti (causa dimagrimento) da parenti amici, mia madre mi diceva testuale: "che brutto che sei diventato, eri il mio orgoglio, tutti mi chiedono come sta Fabio il modello e adesso guardati fai pietà"...


Non posso trattenermi dal farti i complimenti e congratularmi per la tua determinazione. Bravo! :D
By Peterpan07
#8137
Caro Fabio il libro l'ho letto e la determinazione era totale, ma in quel periodo. Ciò che è successo dopo coincide anche con tre lutti nella famiglia d'origine in un anno e problemi d'eredità. Destabilizzato, temporaneamente nella "mente", mi sono destabilizzato anche nel corpo e, ovviamente nel modo di mangiare. Ora mi sento pronto per iniziare nuovamente questa esperienza. E con più determinazione, ma meno esuberanza o meglio ancora nessuna fretta di arrivare. Sicuramente sono più sereno. Il resto appartiene al passato, almeno in buona parte. Non sono più un maniaco del mio corpo da quando circa quattro anni fa ho alzato il "Velo di Iside" quel tanto che mi facesse intravedere la "meravigliosità" (licenza poetica) della VITA.
Il consiglio di "onelove" è ben accetto. E' nelle mie priorità rileggere per la terza volta il libro, ma non è stata la mancanza dei suoi dati a fermarmi, piuttosto una scelta dettata dalla paura, dal condizionamento e dalla voglia di strafare. Vi ringrazio di "CUORE" per gli ottimi spunti di riflessione che mi avete dato e... "Avanti Tutta".
Peter Pan.

Ho usato l'imperfetto perchè ora ho introdotto qu[…]

Gli ultimi del contadino

Sinceramente no, anche perchè vivendo in un condom[…]

Diario di Narayani

Credo fosse eccessivamente gelata.

La panoramica di Ienk

Dopo la panoramica ho rimosso tre delle 5 amalgame[…]

Libri di Arnold Ehret