Un Saggio sulla Guarigione

image_pdf

cane malatoQuando arriva la malattia, viene immediato pensare di curarsi al fine di guarire. Quella che sarebbe un’anomalia, la malattia, è diventata la norma. E’ un’attualità, se ne parla continuamente, e si parla delle cure, delle ricerche, dei cuori di plastica, delle protesi al titanio, dei trapianti, dei nuovi farmaci, dei vaccini, ci sono associazioni per ogni categoria di malati, business della malattia, lobbies delle case farmaceutiche, politica, governo e opposizione.

Eppure le persone continuano ad essere malate, le malattie aumentano, le cure aumentano, le complessità aumentano, le spese aumentano ma praticamente i successi sono zero, se consideriamo come evidenza di successo non la scomparsa di sintomi ma la risoluzione della loro causa.

La quantità e la qualità di risultati che si ottengono in un determinato campo dipendono dalla presenza o assenza di errori in quel campo. Più errori sono presenti, minori saranno i risultati e viceversa.

Per errori si intendono concetti sbagliati, teorie fallaci, strumenti e attrezzature non funzionali, personale incompetente, linee di condotta corrotte e tutto quanto di non desiderabile.

Possiamo dire che in un campo in cui la qualità e la quantità dei risultati è elevata, gli errori sono ridotti al minimo.

Se prendiamo in considerazione il campo dell’informatica, includendo sia il software che l’hardware, possiamo dire che c’è un continuo miglioramento molto veloce i prodotti sono tantissimi e di elevata qualità, ottenuti a prezzi relativamente bassi. Significa che i concetti fondamentali sono corretti, la tecnologia è valida, gli strumenti e le attrezzature sono validi, il personale è competente, il management sa dove vuole arrivare e sa come arrivarci. C’è un know how, basato su teorie comprovate e funzionale, applicabile per ogni particolare esigenza.

Se valutiamo la medicina sulla base dei risultati, possiamo affermare con certezza che in quel campo c’è una grande quantità di errori.

Errori in Medicina

La scienza medica afferma che le malattie sono causate da virus, germi, batteri, insomma dei microrganismi.

Dico “afferma” perché non ritengo che tutti gli addetti ai lavori “credano” che i microbi siano causa di malattia, ma affermare e diffondere questa falsa teoria permette di mantenere un sistema consolidato che coinvolge molteplici lucrose attività.

Per far questo sostiene e appoggia la “teoria dei germi” elaborata da un ciarlatano di nome Pasteur. In pratica, uccidendo i microbi presenti in un’area malata, la malattia cessa.

Questo infatti è quanto appare, ma non è tutta la verità.

E su questa teoria fallace ancora si fonda la medicina moderna. Nessuna meraviglia che non ottenga risultati.

Leggi l’intera storia: “La teoria dei Germi”

Definire la malattia

Per dare una spiegazione è necessario definire “Malattia”

Secondo la medicina ortodossa è qualsiasi alterazione dello stato fisiologico in una determinata area del corpo.

Queste alterazioni producono delle sensazioni indesiderabili che sono definite sintomi

Quando serie di sintomi appaiono in una determinata area del corpo viene a loro dato un nome di una malattia.

La cura per la malattia di solito è farmacologica, per mezzo di sostanze chimiche tossiche che sopprimono i sintomi. Nel peggiore dei casi, come per la chemioterapia per i tumori, oltre ai sintomi spesso la “cura” poi sopprime anche il paziente.

Definizione di malattia

La malattia è una etichetta che viene data a una serie di sintomi. Un sintomo è la manifestazione del processo di espulsione di tossine messo in atto dall’organismo per disintossicarsi.

Fin dalla nascita il corpo umano si impegna per eliminare ogni sostanza tossica che possa alterare il suo stato di salute ottimale. Quando questo processo di disintossicazione è in atto, l’espulsione delle tossine provoca dei sintomi. Il medico chiama questi sintomi malattia e si dà un gran da fare per sopprimerli. In pratica si impegna duramente per fermare il processo di disintossicazione, al fine di far sparire i sintomi, e chiama questo “curare la malattia”.

La maggior parte dei medici sono convinti di fare la cosa giusta, avendo subito la programmazione messa in atto nelle varie facoltà.

La malattia in se è un’astrazione, una classificazione di sintomi. Il modo corretto di far sparire un sintomo consiste nel portare a termine il processo di disintossicazione. Il processo termina quando le tossine che disturbano la salute del corpo sono state eliminate.

Il processo di disintossicazione

Il corpo non smette mai di disintossicarsi. Anche quando viene ostacolato continua a farlo fino alla morte. Manifesta i sintomi disintossicandosi, se questi vengono soppressi con dei farmaci, che altro non sono se non sostanze tossiche, cercherà di eliminarli, per poi ritornare al gradino precedente, cercando di risolvere ogni emergenza. Se gli serve energia per disintossicarsi, non esiterà a togliere quella che ti serve per svolgere altre attività, ti farà venire sonno o ti farà sentire debole per costringerti al riposo, per ricuperare l’energia che gli serve per ripararsi.

Che tu sia consapevole o meno il processo di disintossicazione è sempre in atto, e ha successo nel suo lavoro meno glielo impedisci.

La maggior parte degli stili di vita adottati oggi non consentono un facile lavoro agli organi coinvolti nei processi di disintossicazione. Le cure mediche farmacologiche aggravano la situazione.

Deduzioni errate della medicina

Sugli accumuli di tossine c’è un gran movimento di microrganismi che vivono nutrendosene in pratica scomponendoli rendendo facile la loro eliminazione. Questo processo fa apparire dei sintomi di diverso genere, infiammazione o infezione, per esempio.

La medicina ortodossa uccide con dei farmaci i microrganismi e i sintomi scompaiono, ma essendo rimaste le tossine, altri microrganismi faranno la loro comparsa e tutto ricomincia da capo.

Faccio sempre l’esempio che segue per spiegare la differenza fra la cura di una “malattia” e la mera soppressione dei sintomi.

Supponiamo che in un angolo di un cortile ci sia un mucchio di immondizia maleodorante, sul quale prosperano dei topi. Si decide di eliminare i topi, ma dopo un po’ altri topi arrivano e si decide di eliminare pure quelli.

Alla fine qualcuno decide di eliminare il mucchio di spazzatura e i topi se ne vanno, non trovando più nulla di loro gradimento. Quest’ultima è la vera soluzione. Se elimini gli accumuli di tossine i germi non troveranno nulla su cui vivere e proliferare e la “malattia” cessa.

Ma la vera soluzione non solo risolve definitivamente la malattia ma pone in serie difficoltà il business della malattia.

Non essendoci più germi e virus da incolpare, i farmaci diventano inutili.

Come accumuliamo tossine

Se nel nostro corpo ci sono tossine, in un modo o nell’altro le abbiamo introdotte o sono il prodotto di sostanze e alimenti in fermentazione, sempre da noi introdotte.

Ho fatto un articolo specifico a riguardo e ripropongo un estratto:

Il corpo umano s’intossica o viene contaminato sia da sorgenti esterne (esogene) che da sorgenti interne (endogene). Le sorgenti esterne più comuni di intossicazione trovano la loro strada tramite:

  • inalazione (fumando, inquinamento atmosferico, materiali da otturazione dell’amalgama dentale, costruzioni fatte con materiali insalubri),
  • ingestione (additivi chimici nei cibi, prodotti chimici nell’acqua, droghe e farmaci),
  • iniezione (vaccinazioni, iniezione di farmaci vari, tatuaggi),
  • assorbimento (prodotti chimici dai tessuti sintetici, vernici, plastica, antiparassitari e fertilizzanti chimici spruzzati sui prati)
  • irradiazione (raggi X, impianti ad energia nucleare, test di bombe varie, residui delle miniere di uranio, telefoni cellulari e ponti ripetitori, monitor dei computer e apparecchi televisivi, forni a microonde, centrali elettriche e trasmissioni radiotelevisive tradizionali e via satellite).

Le sorgenti interne di intossicazione sono costituite da fermentazione, dal cibo consumato non digerito che imputridisce e irrancidisce, e da disidratazione, denutrizione, e pensieri e emozioni negative. Questa tossicità endogena può anche essere causata dagli effetti di tossine esogene che contribuiscono alla denutrizione e all’inibizione della digestione a causa dei danni che arrecano al sistema nervoso, al sistema immunitario, e al sistema enzimatico.

Ci sono 70.000 sostanze chimiche che sono utilizzate nella produzione commerciale negli USA. L’EPA (Agenzia per la Protezione Ambientale) ha classificato 65.000 di loro come potenzialmente, se non sicuramente pericolose per la salute umana. Più di 6.000 nuove sostanze chimiche vengono sottoposte a test negli USA ogni settimana! Tremila sostanze chimiche sono state identificate come additivi, volutamente aggiunte al cibo e più di 700 nell’acqua potabile. Durante la lavorazione e il confezionamento del cibo, più di altri 10.000 composti possono diventare parte integrante di molti cibi utilizzati comunemente.

Sembra che uno dei sintomi principali di intossicazione chimica sia il collasso delle funzioni immunitarie, che favorisce tutti i generi di sintomi nel corpo. Un altro sintomo principale sono i danni al sistema nervoso e il nervosismo.

(Qui trovi l’intero articolo: La Disintossicazione Naturale)

Come ripulire il corpo dalle tossine

Essendo le tossine che avvelenano il corpo e producono tutta una serie di disturbi e cattivi stati di salute, dal più leggero al più grave, viene ovvio che il passo da fare è di liberarsene.

Il “Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco” del prof. Arnold Ehret è il modo migliore per farlo in quanto non si tratta di una mera dieta, ma di un sistema completo che include l’apprendimento di conoscenza fondamentale, di metodo di applicazione che include l’approccio graduale, il debug quando necessario, la transizione da uno stile alimentare errato deleterio a uno sano che ripulisce il corpo, lo nutre e permette di acquisire la salute perfetta.

Oltre a questo ci sono prodotti di ultima generazione che ripuliscono il corpo a livello cellulare, da usare come coadiuvanti del sistema. Vedi questo articolo:

Nutrizione Cellulare

Ma non è finita qui

A questo punto sembrerebbe che siamo arrivati alla conclusione dell’articolo, in cui potrei dire che essendo le tossine la causa dei disturbi, abbiamo un sistema con la dieta che ripulisce, bene fai la dieta e rimettiti in buona salute.

Purtroppo non è sempre così semplice. A volte succede che si faccia la dieta con zelo, si scelgono i cibi migliori, ma i progressi sono accompagnati da regressi e abbandoni.

Ehret ha prospettato la possibilità che alcuni, dopo aver letto il libro, “faranno la dieta” per una settimana, confonderanno i sintomi della disintossicazione per qualcosa di negativo e abbandoneranno pensando che non faccia per loro.

Ci sono però delle persone che si impegnano veramente, fatto il meglio possibile per disintossicarsi, ma ancora i risultati non sono soddisfacenti. Per spiegare cosa succede è necessario esaminare l’essere umano nella sua interezza.

L’Essere Umano

L’uomo è un essere spirituale che usa una mente per dirigere un corpo per manifestare il suo pensiero nell’universo fisico.

Abbiamo quindi:

  • L’essere spirituale (cioè tu)
  • una mente (la tua mente)
  • un corpo (il tuo corpo)

Lo schema è molto semplificato, nella mente ho incluso volutamente gli aspetti energetici dei campi intorno al corpo fisico per non cadere in complessità inutili ai fini del soggetto di questo articolo.

Le tre parti che costituiscono l’essere umano devono essere perfettamente funzionanti perché possa essere dotato di una salute perfetta.

Una concentrazione su una o due parti a discapito di altre porta a risultati parziali o non duraturi.

Se una persona si concentra solamente sull’aspetto mentale e trascura il corpo, sebbene possa raggiungere una conoscenza profonda, non sarà in grado di renderla operativa se trascura il corpo.

La sua conoscenza sarà accademica, sa molto del mondo delle energie e dello spirito, potrà fare dei discorsi interessanti e profondi, ma non potrà manifestare poteri particolari come ci si aspetta.

Lo stesso chi si concentra solo sul corpo, vuole la salute fisica a tutti i costi, la bellezza del corpo, fare il miglior sesso e tutto quanto è correlato con il corpo. La mente in questo caso viene usata per trovare soluzioni pratiche per il miglioramento fisico e la salute del corpo.

Chi si impegna solo sugli aspetti spirituali, ma trascura il corpo, si perderà nei meandri dei mondi immateriali senza contatto con la realtà e spesso crederà di aver raggiunto elevati livelli spirituali quando invece sta inseguendo delle illusioni.

Il lavoro va fatto su tutti i piani in maniera bilanciata. Un corpo disintossicato ci darà anche una mente più agile che ci permetterà di raggiungere gli obiettivi spirituali.

Lo scopo della vita umana

Molti non si sono mai chiesti che cosa ci stanno a fare su questo pianeta. Ognuno di noi lo sa, ma molti lo hanno dimenticato. Di certo molti stanno portando avanti scopi che non hanno a che fare con il motivo per cui siamo sulla terra.

Ma solo portando avanti lo scopo per cui si è sulla terra appaga veramente. Gli altri scopi secondari possono darci soddisfazioni, ma accompagnate da una sottile insoddisfazione che ci spingere a cercare senza fine qualcosa che ci soddisfi, spesso anche cose che alla fine non portano altro che ulteriore sofferenza.

Che tu sia un affermato banchiere, un panettiere, un insegnante, o svolgi qualsiasi altra professione, arte o mestiere, gli scopi che appartengono a tali ruoli sono scopi di sussistenza, che ti permettono di vivere mentre porti avanti lo scopo ultimo della vita sulla terra.

Lo scopo per cui ognuno è sulla terra e quello di realizzare il vero sé. Per fare questo è necessaria una coordinazione fra le parti che costituiscono l’essere umano.

Occupandosi del corpo mantenendo uno stile di vita adeguato, mantenendo emozioni e pensieri positivi, eliminando quelli negativi e intendendo portare avanti lo scopo primo della vita, la realizzazione del vero sé, la completa e perfetta salute può essere raggiunta.

Diversamente solo parziali e temporanei risultati sono ottenibili.

Naturalmente tutto questo può essere accettato, messo in discussione, o rifiutato, ma questo è il modo in cui si raggiunge la salute perfetta.

linea orizzontale grafica

Medicinenon.it e Arnoldehret.it sono due siti di Luciano Gianazza.

Medicinenon.it è da molti anni un punto di riferimento per chi vuole liberarsi della disinformazione e poi acquisire la corretta conoscenza.

ArnoldEhret.it è il sito ufficiale degli insegnamenti di Arnold Ehret, raccolti nei suoi libri, fra i quali Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco è un best seller internazionale. Arnold Ehret ha ritrovato il sentiero, di cui si era persa ogni traccia secoli fa, che porta all'alimentazione naturale dell'Uomo e alla salute perfetta in quanto ripristina la naturale capacità del corpo umano di disintossicarsi da tossine e veleni. In questo mondo avvelenato, il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco fornisce i fondamenti per un'alimentazione e stile di vita che sono essenziali per la buona riuscita dei vari protocolli di disintossicazione.

Tutti i libri originali di Arnold Ehret sono reperibili sul sito www.arnoldehret.it | Libri

Luciano Gianazza Luciano Gianazza

Dopo aver sperimentato i benefici degli insegnamenti di Ehret, ho deciso tradurre e pubblicare il suo capolavoro "Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco" per renderne possibile la lettura e la pratica al pubblico italiano. Era il dicembre 2005 e due anni dopo, nel 2007, il libro è stato riveduto e corretto e pubblicato nello stato dell'arte dalla Juppiter Consulting Publishing Co®. Nel 2013 è stata pubblicata la seconda edizione ampliata nella collana Ehretismo®. Nel frattempo l'opera di Arnold Ehret è stata completata con la traduzione e la pubblicazione degli altri suoi 5 libri. Molte persone hanno confermato con i risultati ottenuti mettendo in pratica il “Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco” la validità degli insegnamenti di Ehret.


Consigliato per te