vino

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Avatar utente
glc69
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 216
Iscritto il: 2 aprile 2008, 6:00
Località: Roma

Personalmente ho eliminato la birra da un giorno all'altro pur essendone buon consumatore; la bevevo praticamente tutte le sere.
Pensate che avevo iniziato a berla a cena in sostituzione del vino perchè di questo ne prendevo due o a volte anche tre bicchieri a pasto.

Da quando ho tolto la birra, alla terza/quarta settimana di transizione, ho ripreso l'abitudine del vino rosso però con "terapia a scalare" (come per il caffè e lo zucchero) e soprattutto mettendomi a tavola solo la "razione" per quel pasto, mezzo bicchiere, talvolta un po' di più, e non la bottiglia.
In questo modo so di avere a disposizione quella quantità e non ne cerco altro. Ovviamente parlo solo della cena.

Per l'eliminazione definitiva mi orienterò sulla sospensione secca ma, per chi non riuscisse, credo che un buon succo d'uva biologico possa essere un'ottima alternativa sia per l'aspetto ed il colore (aspetto psicologico) che per il sapore (aspetto legato al gusto ed alla dipendenza "palatale"). Magari un altro tipo di succo può avere lo stesso effetto rispetto alla birra.

Non credo che la vostra attitudine al consumo periodico, come del resto la mia (cambia solo la frequenza e la modalità di assunzione), sia un problema in transizione a patto che, secondo la mia opinione, portiamo la nostra attenzione sul meccanismo del desiderio, del motivo che ci lega a quella sostanza o alla dipendenza psico-fisica.
Proprio il non averci rinunciato del tutto è un'ottima occasione che ci diamo per focalizzare l'attenzione su questi meccanismi.

Ne riparliamo senz'altro; è un tema fondamentale perchè si tratta di un esercizio che ci tornerà utile in tutto, anche nell'osservazione delle altre compulsioni (comportamentali, del pensiero, ....)

ciaociao


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13336
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Quoto in pieno glc69 e aggiungo che non metto nemmeno il bicchiere a tavola, non mi viene sete visto che frutta e verdura soddisfano anche questa esigenza.
Non così quando "mi è successo" (le cose non succedono mai. :oops:) di andare in pizzeria, la birra la ordinavo in automatico.
Avatar utente
mauropud
Veterano
Veterano
Messaggi: 2002
Iscritto il: 22 luglio 2006, 6:00
Località: Milton Keynes

luciano ha scritto:Quoto in pieno glc69 e aggiungo che non metto nemmeno il bicchiere a tavola, non mi viene sete visto che frutta e verdura soddisfano anche questa esigenza.
Idem, anche a casa mia il piu' delle volte non mettiamo bicchieri a tavola! :D
Saluti
Mauro
"Ho avuto un´ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene." (anonimo?)
"How can I tell that the road signed to hell doesn´t lead up to heaven?" (Peter Hammill)
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13336
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Devo aggiungere che dopo un periodo consistente che mangio solo frutta e verdura cruda senza olio e senza sale, per un po' di giorni mi viene sete.

Ho realizzato che è il sale immesso precedentemente dalle insalate e verdure salate e condite che viene messo in circolo e il corpo richiede acqua per eliminarlo.

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione