nottata in bianco

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Rispondi
Avatar utente
sibilla
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 154
Iscritto il: 10 febbraio 2007, 6:00
Località: milano

ieri cena a casa mia: avevo messo in conto che mi sarei un po' 'sbragata' , ma non smetto di stupirmi dell'effetto! a mia discolpa posso dire che i cereali erano quasi nulla: una (una) fettina di torta di verdure con sfoglia per assaggiarla, un paio di cucchiai di riso mentre lo cucinavo per gli altri, due pezzetti di torta di cocco.

Per il resto, nonostante fosse tutto vegan, è stato il festival dell'esubero e della fermentazione: hummus, tzatziki, quinoa, tofu, panna di soja, joghurt di soja, frullatodi quattro mele e carote (per tamponare le tentazioni: inutile), tè verde, succo di frutta, e infine, non paga, alle 11 di sera fonduta di cioccolato fondente con banane, arance, mandarini, fragole e kiwi! Tutto questo più o meno no stop spalmato tra le 11 del amttino e mezzanotte.

Risultato: notte in bianco, attaccata alla bottiglia (d'acqua!), gonfiore e gas. Ora sono qui con la mia limonata calda a chiedermi: Ma precisamente quanto danno mi fa tutto questo? Mi sono assestata su un graduale miglioramente della dieta, ultimamente ho fatto anche diversi pasti di sola frutta, la mia idea di sgarro sta diventanto "funghi trifolati", epperò ogni tanto si presenta l'occasione 'propizia' e per un giorno mi mangio mille cose tipo ieri.

A parte il fatto che dovrò venire a capo di questo 'accumulo' di voglie, secondo voi, quanto ci vuole per rimettersi in sesto dopo una mangiata così? Bastano quei due giorni di semidigiuno che faccio dopo fino a che non sto di nuovo bene, o ho buttato via mesi di progressi?


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
Curry
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 100
Iscritto il: 26 giugno 2007, 6:00
Località:

o ho buttato via mesi di progressi?
Spero tanto di no, perchè capita anche a me... guarda, le domeniche son sempre di tentazione. Io mi dico che, se non avessi intrapreso questo percorso, avrei comunque mangiato di più e peggio nei giorni "sballati", da sommarsi a una quotidianità fatto di pasta pane e qualche verdura.
Questa è la mia consolazione.

Ora spero che chi è più esperto di me abbia qualche risposta più "scientifica"...
Ciao
Avatar utente
blueyesvegan
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 106
Iscritto il: 26 settembre 2006, 6:00
Località: World

Nessuno può quantificare i danni che ci si fa in queste occasioni dedicate all'autodistruzione. Sicuramente, se queste occasioni sono frequenti (anche una volta al mese), se non sono intervallate da digiuni e se comunque negli altri giorni si mangia molto (seppur frutta e verdura), i risultati sono molto modesti. O meglio non si hanno i risultati promessi da Ehret, perchè non si stanno seguendo affatto i suoi dettami.
Avatar utente
arca
Veterano
Veterano
Messaggi: 977
Iscritto il: 30 luglio 2006, 6:00
Località: prov. di Siena
Contatta:

Non c'è bisogno di una riposta "scientifica", ma visto che è accaduto, dare tempo all'organismo di riprendersi e di non credere che vegan=salutare.
Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso.

IDEALANDIA

Immagine
Avatar utente
mauropud
Veterano
Veterano
Messaggi: 2002
Iscritto il: 22 luglio 2006, 6:00
Località: Milton Keynes

arca ha scritto:Non c'è bisogno di una riposta "scientifica", ma visto che è accaduto, dare tempo all'organismo di riprendersi e di non credere che vegan=salutare.
Gia', e aggiungo: liberatevi della soia! Ho letto diversi articoli a riguardo che la definiscono tra le altre cose come estremamente cancerogena! 8O
Ma anche se non fosse vero basterebbe il business che ci hanno costruito sopra a discapito dei "vegan" per farmela odiare.
Saluti
Mauro
"Ho avuto un´ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene." (anonimo?)
"How can I tell that the road signed to hell doesn´t lead up to heaven?" (Peter Hammill)
Avatar utente
sibilla
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 154
Iscritto il: 10 febbraio 2007, 6:00
Località: milano

Hai ragione: l'ho mangiata perchè mi sono appunta presa questa serata di libera uscita, e il criterio è: tenersi in ogni caso nell'etico quindi non prodotti animali, e non cereali perchè ci tengo che gli sgarri non riguardino quella parte. In genereale nè soja nè fondute al cioccolato rientrano nella mia alimentazione normale...
Avatar utente
Cosmonauta
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 555
Iscritto il: 29 gennaio 2008, 6:00
Località: Este

sibilla ha scritto:Hai ragione: l'ho mangiata perchè mi sono appunta presa questa serata di libera uscita, e il criterio è: tenersi in ogni caso nell'etico
Ciao Sibilla, :D
Spero che tu ti riprenda presto dalla tua serata di "libertà".
E' da poco che ho iniziato ad eliminare i grandi fabbricanti di muco e penso che man mano che si procede il discorso diventi anche etico.
Non parlo soltanto dell'etica vegan, anche per me ora sacrosanta, ma proprio di un etica che è centrata sul rispetto del proprio corpo.
Se si rispetta il proprio corpo si rispetta tutto l'universo!
Da quello che ho capito la dieta senza muco è il modo pù efficace per ottenere questo, aggiungo anche che io ci credo molto e sento che è la via giusta.
Le tentazioni ci sono e l'approccio alla DIETA per me dev'essere graduale, ora io vedo il mio corpo come un bambino da svezzare con cibi salutari.
Un bimbo che fa ogni tanto i capricci e allora basta fargli arrivare il cucchiaino alla bocca dicendogli : Uuuuh! Arriva l'aeroplano! 8)
Tranquilla quindi, persisti e con il tempo sarà il corpo stesso a guidarti verso le scelte migliori.
Questo è quanto sto iniziando a capire, se vuoi è una strana ed eccitante avventura, certo non facile, piena di insidie MA COME SI FA A TORNARE INDIETRO QUANDO INIZI A SENTIRTI MEGLIO? :o
Lo dico anche a me stesso, non abbiamo niente da perdere, solo tanta sofferenza.

Un saluto e un'abbraccio cosmico. :P
Avatar utente
Orsa
Newbie
Newbie
Messaggi: 24
Iscritto il: 18 dicembre 2007, 6:00
Località: Brescia

Cosmonauta ha scritto: Se si rispetta il proprio corpo si rispetta tutto l'universo!
bellissime parole, oltre che profondamente vere.

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione