Durata transito intestinale

La pulizia dell'intestino è uno dei punti cardine per raggiungere la salute perfetta. Quindi chi ritiene di conoscere una pratica valida a questo scopo può proporla qui.

Moderatore: luciano

Avatar utente
Narayani
Veterano
Veterano
Messaggi: 719
Iscritto il: 10 agosto 2006, 6:00
Località:

23 ottobre 2009, 15:44

Ciao, vorrei chiedere quante ore dovrebbero passare dall'ingresso alla fuoriuscita del pasto?
Se finisco di mangiare alle 15 quando dovrei evacuare?
Avatar utente
tistructor
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 298
Iscritto il: 26 maggio 2009, 6:00
Località: Colico

23 ottobre 2009, 18:09

Sono curioso anche io.
Appena posso faccio il test della barbabietola rossa.
Il rosso della barbabietola resiste all'intestino e così si può controllare quanto tempo occorre al cibo per essere digerito ed espulso.
Per il test prenderò una barbabietola cotta al vapore o al forno.

Ciao
Avatar utente
naples31
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 204
Iscritto il: 9 luglio 2007, 6:00
Località: Napoli

23 ottobre 2009, 18:57

Amici,
che io sappia dalla lettura del libro Intestino Libero
di Jensen dice che la durata del transito intestinale di un pasto ,quando
il sistema e' efficiente e': 14 ore!! oppure max: 18 ore!!

Beh pero' considerate che Jensen alla frutta e alla verdura ,mette anche
i cereali integrali a pasto oppure il formaggio...

Salutoni a tutti voi!!!!!!!!!..........
Avatar utente
Antishred
Veterano
Veterano
Messaggi: 1286
Iscritto il: 16 giugno 2008, 6:00
Località: Torino

23 ottobre 2009, 19:14

Ciao, io sapevo circa 24 ore. L'ho letto da qualche parte, non ricordo dove ma era una fonte abbastanza attendibile.
Di sicuro almeno 18, come dice naples31.

Ciaoo
Meglio la direzione giusta che la velocità
Avatar utente
kebaff
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 118
Iscritto il: 14 giugno 2007, 6:00
Località: Galatina, Roma

23 ottobre 2009, 20:49

dipende quanti pasti sono trattenuti nell'intestino... quindi dalla pulizia del colon... ma anche da cosa-quanto si mangia e dalle combinazioni alimentari..
insomma, mi sembra molto personale...
"Poniti dinanzi agli eventi come un bambino, e sii pronto ad abbandonare ogni preconcetto; vai umilmente dovunque ed in qualunque abisso la NATURA ti conduca, o non apprenderai nulla" T.H.Huxley
Avatar utente
mauropud
Veterano
Veterano
Messaggi: 2003
Iscritto il: 22 luglio 2006, 6:00
Località: Milton Keynes

25 ottobre 2009, 20:32

kebaff ha scritto:dipende quanti pasti sono trattenuti nell'intestino... quindi dalla pulizia del colon... ma anche da cosa-quanto si mangia e dalle combinazioni alimentari..
insomma, mi sembra molto personale...
Sicuramente dipende dalle condizioni dell'intestino e da COSA si mangia. Ieri sera ho mangiato del cavolo rosso stufato e ho cominciato a vederne i resti espulsi dopo 12 ore. Ma se mangi pasta e robe simili facilmente arrivi a 24 ore. Se poi mangi carne e cose simili sei fortunato se esce dopo qualche giorno. :D

Il test della barbabietola non so se sia tanto attendibile: qualcuno su questo forum sosteneva che il pigmento rosso viene espulso molto prima della parte solida.
Saluti
Mauro
"Ho avuto un´ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene." (anonimo?)
"How can I tell that the road signed to hell doesn´t lead up to heaven?" (Peter Hammill)
Avatar utente
Liam
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 233
Iscritto il: 12 gennaio 2010, 6:00
Località: Brescia city

1 marzo 2010, 16:57

Dunque... ditemi se ho capito bene da ciò che ho letto nel libro:

Se mangio a pranzo della frutta sciolgo del muco.

Se dopo un'ora evacuo del muco seguito da delle feci, sto evacuando il muco sciolto un'ora fa e le feci formate dal cibo della cena del giorno prima?

(considerando di mangiare solo alimenti della dieta di transizione)

E' importante per capire quali cibi mi danno quali effetti

Grazie
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13257
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

1 marzo 2010, 17:40

Liam ha scritto:Dunque... ditemi se ho capito bene da ciò che ho letto nel libro:

Se mangio a pranzo della frutta sciolgo del muco.

Se dopo un'ora evacuo del muco seguito da delle feci, sto evacuando il muco sciolto un'ora fa e le feci formate dal cibo della cena del giorno prima?

(considerando di mangiare solo alimenti della dieta di transizione)

E' importante per capire quali cibi mi danno quali effetti

Grazie
Non mi preoccuperei del transito intestinale specialmente all'inizio.

Se sei hai mangiato farinacei per molto tempo è possibile che hai dei depositi di muco incollati al colon e quando mangiando frutta si staccano possono anche rendere stitici, nonostante si sia sulla strada giusta.

Quindi valutare le funzioni intestinali in base al transito non ha alcun valore definitivo.
Alberto22

1 marzo 2010, 20:35

luciano ha scritto:Se hai mangiato farinacei per molto tempo è possibile che hai dei depositi di muco incollati al colon e quando mangiando frutta si staccano possono anche rendere stitici, nonostante si sia sulla strada giusta.
L'ho notato anche su di me e ora non ci faccio quasi più caso, alle volte non vado per 3-4 giorni, poi vado ed esce roba piuttosto scura e dura e poi per un pò di giorni riprende normale.

Ma allora mi vien da pormi una domanda: come si fa a sapere che i circa 7 metri di intestino sono totalmente puliti come all'origine?
E' una percezione di sè? O cosa?
Avatar utente
tistructor
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 298
Iscritto il: 26 maggio 2009, 6:00
Località: Colico

1 marzo 2010, 20:53

Non conosco la funzionalità dell'intestino all'origine. Ma ora credo che sia vicino alla sua funzionalità naturale. In media vado in bagno più di 3 volte al giorno. Non devo usare carta igenica o altro.
Si forma pochissima aria e nessuna puzza. Una pacchia.
Ci sono stati dei periodi in passato in cui avrei voluto essere così regolare e presentarmi ad appuntamenti importanti senza quella sensazione di gonfiore.
Il mio corpo e il mio essere in generale non hanno mai rinuciato all'idea che quella condizione non fosse la normalità.
Ne sono gioioso ora.
Ogni giorno vissuto con questo stile di vita è un successo. Portatore di nuova consapevolezza. :D
Avatar utente
danielsaam
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1101
Iscritto il: 24 aprile 2008, 6:00
Località: Planet Earth
Contatta:

2 marzo 2010, 0:30

Ma Ehret non diceva che il primo pasto dopo un digiuno (e quindi con l'intestino abbastanza vuoto) si dovrebbe evacuare due o tre ore dopo averlo consumato?

Se e' effettivamente cosi' presumo che in condizioni ideali quello e' il tempo in cui dovrebbe transitare un pasto .
"He is the truth and has the truth, and we with him".
Avatar utente
Antishred
Veterano
Veterano
Messaggi: 1286
Iscritto il: 16 giugno 2008, 6:00
Località: Torino

2 marzo 2010, 8:56

danielsaam ha scritto:Ma Ehret non diceva che il primo pasto dopo un digiuno (e quindi con l'intestino abbastanza vuoto) si dovrebbe evacuare due o tre ore dopo averlo consumato?

Se e' effettivamente cosi' presumo che in condizioni ideali quello e' il tempo in cui dovrebbe transitare un pasto .
Me lo sono chiesto anche io.
Il fatto è che ora come ora mi sembra impossibile proprio fisicamente: l'intestino è lungo sei metri!
Probabilmente Ehret si riferiva a vecchi accumuli di feci all'interno dell'intestino. Con il primo pasto l'apparato digerente è molto stimolato (essendo stato a riposo per tanto è iper reattivo) e quindi si libera delle scorie accumulate durante il digiuno.
Poi quando proverò, vi dirò! Se sarà un'evacuazione "importante", allora mi ricrederò.
Meglio la direzione giusta che la velocità
Avatar utente
Liam
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 233
Iscritto il: 12 gennaio 2010, 6:00
Località: Brescia city

2 marzo 2010, 11:09

luciano ha scritto:
Liam ha scritto:Dunque... ditemi se ho capito bene da ciò che ho letto nel libro:

Se mangio a pranzo della frutta sciolgo del muco.

Se dopo un'ora evacuo del muco seguito da delle feci, sto evacuando il muco sciolto un'ora fa e le feci formate dal cibo della cena del giorno prima?

(considerando di mangiare solo alimenti della dieta di transizione)

E' importante per capire quali cibi mi danno quali effetti

Grazie
Non mi preoccuperei del transito intestinale specialmente all'inizio.

Se sei hai mangiato farinacei per molto tempo è possibile che hai dei depositi di muco incollati al colon e quando mangiando frutta si staccano possono anche rendere stitici, nonostante si sia sulla strada giusta.

Quindi valutare le funzioni intestinali in base al transito non ha alcun valore definitivo.
Mmm quindi il diario alimentare non ha molto senso a breve termine mi pare di capire... cioè non si può trarre conclusioni da ciò che si è mangiato ieri.
Vorrei rallentare l'eliminazione. Potrei provare quindi a togliere la frutta per un pò di giorni, in questo caso potrei avere dei riscontri che abbiano senso. Oppure mangiare le stesse cose per alcuni giorni e vedere cosa succede. Il che non è socialmente facile...
Avatar utente
Antishred
Veterano
Veterano
Messaggi: 1286
Iscritto il: 16 giugno 2008, 6:00
Località: Torino

2 marzo 2010, 11:17

Ciao Liam, ricorda che se togli la frutta comunque dovrai mangiare qualche cibo ricco di carboidrati: che siano patate o riso integrale o cereali, cerca di mangiarne fino a sazietà, sennò potresti finire ad abbuffarti di cose abominevoli :wink:

Ciaoo
Meglio la direzione giusta che la velocità
Rispondi
  • Informazione