Arnold Ehret Italia

Il digiuno è un argomento interessante e importante e uno strumento che va al di là di quanto attualmente si conosce a riguardo e merita un suo spazio dedicato

Moderatore: luciano

Avatar utente
da Antonio68
#90067
secondo digiuno di 36 ore,stavolta andata un po meglio,tranne qualche fastidio alla parte destra del fegato e cistifellea,piccole e fastidiose fitte di durata breve dopo aver bevuto solo acqua e limone, e nervosismo comportamentale,per il resto passato la giornata lavorando tutto il giorno,guidando,ho avuto qualche crisi,all'ora di pranzo visto che essendo in compagnia sul lavoro,invitavano a mangiare cercato di resistere senza fatica con una scusa anche se ho rinunciato ad una buona pizza,,senza sofferenza cmq in modo sereno,ma ho notato la lingua molto bianca nel periodo del digiuno,mi sono chiesto e mi chiedo,certe volte cedo al pensiero,ma non è che tutto inutile,visto che si è intossicati tanto,e ovviamente ci vuole tanto tempo per essere puliti o disintossicati,leggendo il libro uno dei libri di ehret,dice che non significa perchè si segue un alimentazione più o meno sana o ci si attiene a dei comportamenti mentali sereni si possa guarire con la disintossicazione,in poco tempo o si è puliti avendo delle ricadute o dopo tanto tempo di aver ingerito cibi sbagliati fin dall'infanzia o dalla nascita,quanto tempo ci vorrebbe per risanare e ricompensare il tuttto??
Avatar utente
da luciano
#90068
Non c'è un tempo uguale per tutti.

Il modo migliore di gestire la propria salute è mantenere un'alimentazione sana (senza latticini, cereali, alcool) cercando di sgarrare il meno possibile e di tanto in tanto fare dei digiuni brevi.

Introdurre anche succhi estratti di frutta e verdura aiuta a fare il pieno di vitamine e minerali.

Poi dopo qualche anno, avendo esperienza e conoscendo meglio il suo corpo potrebbe pensare a un digiuno lungo.

L'attenzione non va messa su "quanto tempo ci vuole per disintossicarsi", uno semplicemente vive la sua vita e può farlo mangiando male o correttamente e otterrà gli effetti conseguenti.

E' una questione di vivere giorno per giorno.
Avatar utente
da Antonio68
#90070
grazie come sempre prontamente esaustivo,si prendere consapevolezza di se stessi....più leggo i libri di ehret più mi rendo e ci si rende conto nell'apprendere.....si credo che la cosa affascinante se posso dire cosi è sperimentare su se stessi...per trovare delle risposte..... :wink:
Avatar utente
da Antonio68
#90087
salve.altro mio digiuno di un giorno settimale ,andato bene,saltato la cena clistere al caffè prima di andare a letto,stavolta a sola acqua e limone con un po di zucchero grezzo di canna ,devo dire molto più tollerante stavolta,poco desiderio di cibo,anche davanti agli altri che mangiano,nessun problema di desiderio,svolto senza eccessiva crisi,ovvio qualche pensiero strano ma nulla di che,da segnalare dei sogni strani sogni pesanti ...ah dimenticavo o specchio magico incredibile questa prova,la lingua durante il digiuno biancastra spessa e un po giallognola....e vorrei sottolineare altre accorgimenti durante il digiuno..semmai volete fare domande benaccette...grazie
Avatar utente
da Antonio68
#90142
ciao luciano, si è nel mio programma,continuo adesso a fare quello delle 36 ore ogni giorno stesso stabilito,come ho fatto,preceduto da clistere acqua e sale,fra un paio di settimane provo quello di 3 giorni,volevo sottolineare,prima facevo al caffè,una volta settimana appunto andecedente al digiuno saltando la cena la sera,poi leggendo articolo di gerson,che il clistere al caffè potrebbe dare se fatto spesso problemi a carenza di ferro e globuli rossi bassi emoglobina compresa,non so dipende da ciò o dal fatto che non mangio carne da anni....qualche consiglio...vi ringrazio
Blocco allo stomaco

Quindi 1 cucchiaino di sale fino o due di grosso […]

Ciao a tutti da Tamarinda

Benvenuta Tamarinda! :D Per avere una risposta r[…]

Luciano hai in mente una conferenza/incontro per q[…]

Banane e fastidi

Io onestamente le banane le ho bandite. Solo quell[…]

Libri di Arnold Ehret