Non so da dove iniziare, mi sento confusa

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
nadia63
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: 22 settembre 2020, 18:51
Località: Bologna

Saluti a tutti,
ho letto il libro due vole, ho letto la maggior parte degli articoli sul sito, ho letto molte cose sul blog, ho impiegato ore e giornate intere nella lettura, ma gli argomenti sono tanti e sono arrivata ad un tempo morto, sono satura di informazioni e non so più come procedere.

Da subito ho iniziato con il digiuno al mattino (no colazione) eliminando farinacei.
Dal 2 ottobre prendo Veravis,. Ho provato un giorno a fare digiuno per fare il test dello specchio magico ma sono arrivata fino alle 16 poi mi sono fiondata su una fetta di pane di grano saraceno misto integrale con burro di arachidi, e per cena insalata alla Ehret come scopa intestinale.

Per qualche giorno ho seguito alla lettera la dieta di transizione riportata sul libro da Ehret, poi leggendo sul blog alcune esperienze, in cui Luciano in certi casi consigliava la dieta per la candida , ho iniziato quella, ma non ho capito bene cosa mangiare oltre all'80 % delle verdure e non sono riuscita ancora a comprare l'estrattore per il succo di carote.

In verità mi sto ripulendo evacuando molto, sono anche calata due o tre chili, ma il mio problema è l'addome voluminoso e l'energia in calo...Ho iniziato questa dieta perché sono convinta di avere problemi intestinali (ho sempre rifiutato colonscopie e indagini mediche perché non mi fido), e per questo motivo sono passata alla dieta per la candida.
Ho letto dei clisteri, ma ho ancora molte resistenze e non so neppure cosa comprare per farli, mai fatti in vita mia, anche perché il mio problema è sempre stata la diarrea.

Poi ho letto della pulizia intestinale bevendo acqua e sale e sarei piuttosto tentata di fare quella...
Ma come dicevo all'inizio sono molto confusa, devo andare a fare spesa e non so più cosa comprare...Mi ha preso lo sconforto e il malumore. Sto cercando di smettere di fumare, ma con la dieta mi è tornata la voglia ...

Sicuramente non voglio tornare indietro, mi alletta molto l'idea di seguire questa dieta e di farlo diventare mio stile di vita, sono convinta che mi aiuterà a risolvere i miei problemi di salute.
C'è da dire che sono diventata vegana solo 5 mesi fa (prima ero onnivora ma mangiavo più carne che farinacei) quindi sono passata a mangiare più farinacei con peggioramento per il mio intestino.
Inoltre non desidero quasi mai bere acqua, specialmente mangiando tante verdure.

Ora pensavo di proseguire con la dieta per la candida (magari acquistando l'estrattore per il succo di carote), ma non so bene cosa mangiare per il resto del 20% e sono anche indecisa se per me sia il caso di prendere gli integratori consigliati appunto in questo articolo: https://www.arnoldehret.it/dieta-di-tra ... la-candida.

Grazie a chi avrà la pazienza di consigliarmi, ho visto che molti di voi sono davvero avanti con la dieta, mi chiedevo se qualcuno ha vissuto le mie stesse incertezze all'inizio.

Nadia

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13320
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Ciao Nadia,
la cosa migliore da fare per ora è ritornare alla tua precedente alimentazione togliendo solo un tipo di alimento e continuare così per 2 settimane.
Per esempio potresti togliere i dolci farinacei, brioche torte o altro del genere, se ne mangiavi. Tienici informati.

Ti consiglierei di fare l'idrocolonterapia al più presto, molti l'hanno trovata molto d'aiuto.
Cerca in google idrocolonterapia aggiungendo la tua città, poi chiamali e senti per i prezzi, ecc.
Poi scegli quello che ti suona meglio.
Avatar utente
nadia63
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: 22 settembre 2020, 18:51
Località: Bologna

Grazie infinite Luciano per la risposta, in effetti quando ho scritto ero un po’ scoraggiata, ma non mi sono data per vinta e ho continuato a leggere sul blog seguendo i link che rimandavano ai tuoi articoli, dove ho trovato le storie di successo che hai pubblicato e che mi hanno dato ottime risposte. Ora mi sento meglio.

Devo precisare che i miei pasti, anche quando ero onnivora, da sempre, erano composti 50 % da verdura, non sono mai riuscita a fare un pasto senza accanto le verdure, per lo più crude. Non sono mai riuscita invece a mangiare frutta costantemente. Semmai il problema si è presentato quando 5 mesi fa diventando vegana ho aumentato l’assunzione di farinacei e prodotti confezionati ‘vegani’ convinta che avevo bisogno di proteine. Ma ora che so che non è così, non vorrei tornare indietro.

Infatti ho praticamente eliminato i farinacei, zuccheri e tutti gli alimenti confezionati da quando ho iniziato a navigare sul tuo sito, più di un mese fa, quindi ancor prima di comprare e leggere il libro di Ehret, e non mi pesa per nulla. Mangiare verdura per me nessun problema, solo ero confusa perché non capivo cosa mangiare oltre a verdura e frutta per fare la dieta di transizione e non esagerare con la pulizia tutta in una volta, onde evitare i problemi descritti nel libro e anche da te. Poi ho trovato ottimi spunti nel blog e negli articoli.

Quindi ho iniziato a regolarmi in questo modo, aggiustando il tiro ogni volta che sento che alcune verdure mi creano troppo gonfiore e problema addominale. Gli effetti li vedo quasi subito perché l’addome a volte è più gonfio, altre meno. Inoltre ho capito che forse mangio troppo, anche se solo verdura, forse dovrei diminuire le quantità.

Mattina
Digiuno (No colazione), solo tisana bio o thè verde, a volte a metà mattinata mi faccio un infuso di zenzero e curcuma freschi, mi tengono calda e mi aiutano a sgonfiare.

2 Pasti (ho cercato di anticipare l’orario secondo indicazioni di Ehret, non sempre riesco ma generalmente il pranzo entro le 12 e la cena tra le 18-19):

- Un frutto (caco crudo o mela stufata)
oppure noci e uva passa masticate insieme
o fichi/albicocche/prugne secche
- Una verdura cotta (bieta, spinaci, fagiolini, finocchio o cavolfiore)
- Pasta di grano saraceno o shirataki di konjac condite con verdure cotte (zucchine, cime di rapa, o sugo di pomodoro) aggiungendo a volte semi o noci/mandorle grattugiate
oppure Patate al forno con la buccia
oppure una fetta di pane di grano saraceno/farina integrale con burro di arachidi o legumi.

Tutto condito con olio d’oliva (genuino del contadino) sale rosa dell’Himalaya e a volte qualche goccia di limone. Nelle verdure stufate aggiungo a volte curcuma in polvere e un po' di pepe. Non bevo durante il pasto.

La sera prima di coricarmi 4 grani di Veravis plus (il sostituto di Innerclean).

Con il prime day sono riuscita a comprare l’estrattore che mi arriverà presto, quindi comincerò coi succhi di carote tra un pasto e l’altro

Cosa ne pensi? Si può già considerare una dieta di transizione e continuare così per un certo periodo prima di introdurre qualche verdura cruda o frutta cruda? Intanto potrei introdurre qualche succo di verdure e frutta crude, oltre alle carote, come per esempio il sedano?

Inoltre mi resta il dubbio se sia corretto assumere gli integratori, oppure non riuscirei ad assimilarli durante questa fase di transizione? mi puoi dare un consiglio?

Rispetto alla pulizia intestinale, in effetti ne sento proprio il bisogno, anche se già con questa dieta sto evacuando molto e anche espellendo catarro dalla bocca, ma mi chiedevo se in attesa di capire quando e dove fare l’idrocolonterapia, potrei intanto fare qualcosa in autonomia?

Per esempio, mi sto adattando all’idea di iniziare a fare i clisteri,
ma sarei anche propensa a provare il metodo con acqua e sale descritto in questo link viewtopic.php?f=13&t=5539&sid=0de164ef1 ... d49a56c047
e pensavo anche opportuna una disintossicazione con Enterosgel, visto che ho appena smesso di bere il vino a tavola dopo averne fatto uso per tutta la vita e sto ancora fumando qualche sigaretta anche se sto cercando di smettere completamente, dopo aver fumato per 40 anni.
Forse è troppo tutte e tre le cose insieme (clisteri, acqua e sale, enterosgel)?

Poi ho letto della pulizia del fegato, ma forse è ancora presto?

Comunque sto continuando a leggere blog e articoli, vorrei avere più tempo, perché i contenuti sono tanti e ogni post, ogni articolo mi sta dando tanti spunti, motivazione e nuove conoscenze.
Ringrazio tutti per i contenuti e soprattutto te Luciano per la passione e l’impegno con cui ti stai dedicando a questi temi, che in questo particolare momento sento davvero importanti per la nostra salute fisica e spirituale.

Grazie di cuore e un caro saluto :)

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione