Lassativi naturali e dieta di transizione: chiedo consiglio

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
BiRa
Newbie
Newbie
Messaggi: 16
Iscritto il: 8 luglio 2008, 6:00
Località:

Buongiorno a tutti,
ho iniziato oggi la mia dieta di transizione e son stata colta da un dubbio, che vi espongo:
da qualche anno ormai, avendo sempre avuto problemi di stitichezza ed irregolarità, per agevolare l'attività intestinale prendo ogni sera uno o due grani di lunga vita.
(non che non avessi l'abitudine di mangiare frutta e verdura, ma evidentemente in quantità insufficienti)
Ora però, alla luce della nuova via di alimentazione intrapresa, mi chiedo se sia il caso di continuare a prenderli, o se piuttosto non rischino di interferire.
Inoltre avrei intenzione di acquistare l'Innerclean... non sarà troppo, tutto insieme?

(questa la composizione dei grani:
Senna 120mg, Frangula 80mg, Aloe 60mg, Rabarbaro 48mg, Verbena 20mg, Cannella 20mg, Garofano chiodi 20mg, Propoli 8mg.)

Ho iniziato a consultare questo forum con impegno ed interesse, finora su quest'argomento specifico non ho trovato nulla.. spero di non aver aperto un topic già trattato, in caso me ne scuso.
Aspetto consigli e vi ringrazio.


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
francys
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 327
Iscritto il: 17 giugno 2008, 6:00
Località:

Ciao BiRa,
non ne capisco molto di quello che hai scritto...ma so quanto è duro essere stitica! cmq penso che puoi trovare delle informazioni utili qui: https://www.arnoldehret.it/modules.php? ... forum&f=13 dove parlano di "pulizia intestinale". Ti consiglio di sperimentare anche della frutta secca come suggerisce Ehret tipo fichi secchi...anche se non so se per il tuo caso può andare bene.
In bocca al lupo :wink:
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13328
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

BiRa ha scritto:Ho iniziato a consultare questo forum con impegno ed interesse, finora su quest'argomento specifico non ho trovato nulla.. spero di non aver aperto un topic già trattato, in caso me ne scuso.
Aspetto consigli e vi ringrazio.
Ci sono molti post, usa il pulsante "cerca", inserendo delle parole chiavi come stitichezza ecc. Ne troverai che faranno al caso tuo.

Un consiglio è di fare dei clisteri, soprattutto all'inizio. Alcuni li ritengono indispensabili, e sono d'accordo.
Avatar utente
LAj
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 427
Iscritto il: 2 luglio 2008, 6:00
Località: Avellino

s'intende fare clisteri anche ogni giorno
se si perde regolarità?
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13328
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Ogni volta che è necessario. Non ci sono controindicazioni se non per chi ha ragadi o emorroidi, ma spesso chi ne soffre in modo lieve li fa ugualmente.

All'inizio è quasi normale perdere regolarità, per gli accumuli che non hanno più la spinta degli stimolanti che si hanno abbandonato.
Renetta

luciano ha scritto:Ogni volta che è necessario. Non ci sono controindicazioni se non per chi ha ragadi o emorroidi, ma spesso chi ne soffre in modo lieve li fa ugualmente.
se lo legge mio padre...... :D
dice che mi si romperanno le budella se continuo a farne :mrgreen:
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13328
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

I padri hanno sempre una vena di umorismo! :lol:
Il fatto è che c'è gente che si è rotta davvero le budella per le ostruzioni non evacuate da molto tempo, non certo per averle liberate! :wink:
Avatar utente
federica
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 63
Iscritto il: 6 giugno 2008, 6:00
Località: Roma

luciano ha scritto: All'inizio è quasi normale perdere regolarità, per gli accumuli che non hanno più la spinta degli stimolanti che si hanno abbandonato.
io da quando ho iniziato la transizione vao in bagno anche tre volte al giorno (quasi sempre due).. cosa che prima non mi era mai capitata...
clisteri non ho ancora mai fatti vista la frequenza e la regolarità che ho... pensavo però di aggredire la cosa direttamente con un idrocolon terapia...
cosa ne pensi?
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13328
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

L'idrocolon può sempre essere utile. Se c'è roba vecchia, viene fuori!

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione