Crostata di frolla alla marmellata di pesche ^_^ per sgarrare senza fare troppi danni ;)

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
Anita!
Newbie
Newbie
Messaggi: 14
Iscritto il: 13 gennaio 2017, 15:26
Località: Treviso

Ciao a tutti, avevo promesso che inondavo il forum di ricette e, perdonate il ritardo, ora mantengo la promessa ;)

Inizio con una crostata che le mie bimbe e mio marito adorano alla follia ;) devo dire che alla maggior parte delle persone che l'hanno assaggiata, onnivori, vegani e vegetariani, l'hanno gradita e fatto il bis e il tris ^_^
E' utile specialmente in transizione secondo me o come dolce da mangiare insieme ad amici onnivori senza danneggiare la nostra alimentazione. Tipo l'altro giorno eravamo a pranzo da amici onnivori, sapevo ci sarebbero stati dolci così io ho portato questa crostata e oltre ad aver fatto bella figura con qualcosa di culturalmente accettato (fosse per me porterei una cassetta di fragole ma vabbè) ho potuto mangiare "il dolce" il mio ovviamente :P

Per le torte io uso il lievito istantaneo ma quello naturale (quello fatto solo di uva, bicarbonato e amido di mais, si trova in tutti i supermercati grandi ormai, purtroppo c'è un minimo di amido di mais ma vabbè, è una ricetta con pochissimo muco appunto, non è totalmente senza muco purtroppo... siamo tutti d'accordo che 3 mele siano infinitamente migliori di una fetta di crostata con poco muco, ma intanto, una ricetta che crea pochissimo muco fa sempre comodo)
PS: Crea poco muco giusto? Luciano correggimi se sbaglio...

Ingredienti:

500 gr di farina di grano saraceno integrale

100 gr di mandorle

1 bustina di lievito naturale

300 gr di zucchero grezzo mascobado

130 gr di acqua

30 gr di olio evo

Marmellata di pesche o albicocche

Unire in una terrina lo zucchero, l'acqua e l'olio e lasciare sciogliere insieme, nel frattempo tritare le mandorle finemente e unirle con farina e lievito e mescolarle bene. Unire i liquidi e mescolare con lo sbattitore (con le fruste da impasto) o se preferite potete semplicemente impastare a mano fino a che non diventa un impasto omogeneo, formare una palla, coprire e lasciare in frigo per almeno 1 ora.

Passata un'ora possiamo stendere l'impasto sulla tortiera, forare con una forchetta e riporre in frigo nuovamente per almeno mezz'ora. Nel frattempo prepariamo con la frolla rimasta, i decori per la crostata (strisce o formine che la copriranno sopra).

Dopo la mezz'ora aggiungere la marmellata e infornare a forno caldo, a 160 * per 30-35 minuti.

Lasciare raffreddare per bene.

Vi assicuro che è buonissima!!!
Allegati
crostata pesche.jpg
crostata pesche.jpg (46.94 KiB) Visto 4754 volte
"Ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate". Rivelazione 21:4
Avatar utente
Lucediluna
Newbie
Newbie
Messaggi: 5
Iscritto il: 11 ottobre 2017, 1:04
Località: Trani

Waoh :o
Avatar utente
Antonietta
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 10 settembre 2017, 9:07
Località: Roma

Sembra ottima!!! e l'aspetto è molto gradevole! Grazie..... posso usarla se devo rallentare il processo di eliminazione immagino...
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13284
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

E' una ricetta che include troppo zucchero oltre che la marmellata. Cercherei altro che non li include.
Avatar utente
Anita!
Newbie
Newbie
Messaggi: 14
Iscritto il: 13 gennaio 2017, 15:26
Località: Treviso

Sono d'accordo con Luciano, completamente d'accordo!

Ho pubblicato questa ricetta perchè molti stanno cercando di eliminare i dolci industriali (io 10 anni fa ne ero golosissima oggi invece quando sento l'odore di una merendina mi viene il voltastomaco, sono molto felice di essermi tolta la dipendenza dai dolci ma ovviamente non ce l'avrei fatta senza andare per gradi, golosona come sono) poi per esempio io ho due figlie, la grande va alle elementari e al mattino per merenda vuole cose dolci, ho provato con la frutta, lei la mangia molto volentieri tutti i pomeriggi in grandi quantità ma a scuola preferisce di no, non la forzo, però questa ricetta mi permette di farla felice senza doverle dare una crostatina industriale confezionata, lei torna a casa felice e mi racconta che le compagnette le chiedono di assaggiare e le dicono che è buona, e lei mi dice che quando la bimba di fianco apre la merendina non le fa per nulla voglia anzi... sono gli altri a volere la sua ;) Insomma è una ricetta da "compromesso alla meno peggio" Per uscire dal vortice della dipendenza dal cibo con cui siamo cresciuti. Io sono esattamente 10 anni che cammino verso l'alimentazione desiderata e devo dire di sentirmi a buon punto, sta mattina avevo fatto un dolce per la mia famiglia, vegano e senza muco, ma io per me stessa a colazione ho preferito un frullato di cachi con carruba e fettine di banana. Ero felice di mangiare quello, mi faceva voglia quello e non la torta, fate conto che 10 anni fa non sopportavo ne i cachi ne le banane, mangiavo a fatica mezza mela ogni tanto e mi sarei venduta l'anima per una fetta di torta onnivora (o per mezza torta), quindi ecco, direi che la transizione ha funzionato ;) Mangio all'80% crudo (e al 99% senza muco e poi vabbè 100% vegano ma credo sia scontato non c'è bisogno di dirlo). Ora poi in questi giorni ho scoperto che il mio corpo non gradisce più nemmeno il cioccolato (!!!!) Io che appunto 10 anni fa ero caffè-dipendente e mangiavo più cioccolata che pasta, ora il caffè non lo bevo da svariati anni (ma manco lo desidero) e sto sperimentando proprio in questo periodo che il mio corpo non vuole più cioccolata, non mi piace più, mai avrei creduto se mi avessero detto che mi sarebbe successa una cosa del genere, quindi ecco, questa ricetta è perlopiù per transizione, adatta solo a chi non riesce ancora a dire di no ad un dolce onnivoro, gli altri che sono più avanti nel loro cammino, meglio la ignorino e continuino nel miglioramento della loro alimentazione.

Comunque nel frattempo l'ho migliorata, con meno zucchero e senza mandorle, e meno olio, se volete aggiorno la ricetta ... ditemi voi

Appena riesco metto un po di ricette VERAMENTE sane ^_^
"Ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate". Rivelazione 21:4
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13284
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Grazie Anita, potresti aggiornare la ricetta diminuendo lo zucchero, lasciando le mandorle, non ho capito perché vorresti toglierle, e sostituendo l'olio d'oliva con quello di cocco.

Volevo suggerirti una forma di scrivere i post che l'esperienza di 10 anni come admin mi ha mostrato.

Scrivere frasi lunghe e l'intero post in un solo paragrafo non invoglia alla lettura. Anzi molti quando vedono la "massa" di un post compattato in un solo paragrafo manco lo leggono.

Leggendolo il tuo post immaginando che uno ti stia parlando vien voglia di dire fermati, fai una pausa per respirare, mette quasi affanno! :D

Ti ripubblico il post con gli spazi e le pause che avrei fatto, senza alcuna pretesa che sia meglio di come hai fatto tu, per me è più funzionale per lo scopo di essere letto, poi vedi tu se adottare questa forma, non ci sono obblighi, ognuno è libero di scrivere come gli pare, nella misura in cui non riempe il testo di abbreviazioni e caratteri non pertinenti.

Il tuo post come lo avrei scritto (forse):

Sono d'accordo con Luciano, completamente d'accordo!

Ho pubblicato questa ricetta perchè molti stanno cercando di eliminare i dolci industriali (io 10 anni fa ne ero golosissima oggi invece quando sento l'odore di una merendina mi viene il voltastomaco.

Sono molto felice di essermi tolta la dipendenza dai dolci ma ovviamente non ce l'avrei fatta senza andare per gradi, golosona come sono)

Ho due figlie, la grande va alle elementari e al mattino per merenda vuole cose dolci, ho provato con la frutta, lei la mangia molto volentieri tutti i pomeriggi in grandi quantità ma a scuola preferisce di no.

Non la forzo, però questa ricetta mi permette di farla felice senza doverle dare una crostatina industriale confezionata, lei torna a casa felice e mi racconta che le compagnette le chiedono di assaggiare e le dicono che è buona, e lei mi dice che quando la bimba di fianco apre la merendina non le fa per nulla voglia anzi... sono gli altri a volere la sua ;)

Insomma è una ricetta da "compromesso alla meno peggio" Per uscire dal vortice della dipendenza dal cibo con cui siamo cresciuti. Io sono esattamente 10 anni che cammino verso l'alimentazione desiderata e devo dire di sentirmi a buon punto, sta mattina avevo fatto un dolce per la mia famiglia, vegano e senza muco, ma io per me stessa a colazione ho preferito un frullato di cachi con carruba e fettine di banana.

Ero felice di mangiare quello, mi faceva voglia quello e non la torta, fate conto che 10 anni fa non sopportavo ne i cachi ne le banane, mangiavo a fatica mezza mela ogni tanto e mi sarei venduta l'anima per una fetta di torta onnivora (o per mezza torta).

Quindi ecco, direi che la transizione ha funzionato ;) Mangio all'80% crudo (e al 99% senza muco e poi vabbè 100% vegano ma credo sia scontato non c'è bisogno di dirlo). Ora poi in questi giorni ho scoperto che il mio corpo non gradisce più nemmeno il cioccolato.

10 anni fa ero caffè-dipendente e mangiavo più cioccolata che pasta, ora il caffè non lo bevo da svariati anni (ma manco lo desidero) e sto sperimentando proprio in questo periodo che il mio corpo non vuole più cioccolata, non mi piace più, mai avrei creduto se mi avessero detto che mi sarebbe successa una cosa del genere.

Quindi questa ricetta è perlopiù per transizione, adatta solo a chi non riesce ancora a dire di no ad un dolce onnivoro, gli altri che sono più avanti nel loro cammino, meglio la ignorino e continuino nel miglioramento della loro alimentazione.

Comunque nel frattempo l'ho migliorata, con meno zucchero e senza mandorle, e meno olio, se volete aggiorno la ricetta ... ditemi voi

Appena riesco metto un po di ricette VERAMENTE sane ^_^
Avatar utente
Anita!
Newbie
Newbie
Messaggi: 14
Iscritto il: 13 gennaio 2017, 15:26
Località: Treviso

Si è molto meglio scritto con gli spazi è vero, grazie del consiglio!!

Ho tolto le mandorle perchè ho pensato che la frutta a guscio è più sana da cruda... o mi sbaglio? Tanto il grano saraceno non è come il miglio che ha bisogno per forza della frutta a guscio per legare in una torta... il grano saraceno tiene benissimo la forma, cerco di improntare le mie ricette tenendo i grassi "buoni" più crudi possibile :)

Mi piacerebbe sapere perchè mi consigli l'olio di cocco al posto di quello di oliva :)
"Ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate". Rivelazione 21:4
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13284
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Mi pare più adatto per i dolci, inoltre sopporta temperature più alte dell'olio di oliva e si deteriora meno nella cottura.
Rispondi
  • Informazione