Ortopanoramica di Yang

Lettura delle panoramiche per scoprire molte cose che altri dentisti non vedono.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum
Chi desiderasse fare leggere la propria panoramica (OPT) deve postarla qui.
Chi non avesse precedentemente ottenuto soddisfazione riguardo alla propria opt può aprire un nuovo post in questa sezione allegando la sua OPT, chiedendo che sia rivista dal moderatore e collaboratore di questa sezione, aggiungendo ulteriori dati richiesti che sono:
* una buona panoramica recente che si veda bene tutta e non a pezzi
* nome di battesimo (deve essere vero, non un diminutivo, un vezzeggiativo, uno inventato o un soprannome!)
*data di nascita
* storia clinica generale e dentale con eventuali correlazioni temporali, cioè se dopo una certa cura dentale sono insorti problemi di salute.
* se sono state già fatte operazioni ai denti dopo aver fatto la opt
E' necessario scrivere in maniera ordinata, ogni punto deve essere un paragrafo con uno spazio fra l'uno e l'altro.
Resta inteso che argomenti differenti dalla richiesta di una lettura della panoramica verranno cancellati, per mantenere razionalità nella sezione.
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

Salve a tutti,
Sono Fabio, un ragazzo di quasi 30 anni nato ad agosto del 1987, alto 1,86m, corporatura tendente al longilineo; adesso peso sui 70 kg, faccio sport, digiuni ed una dieta controllata (eccetto questo ultimo mesetto che ho sforato perecchie volte), ho un fisico atletico ma in passato sono arrivato a pesare 84kg fino ai 23/24 anni, quando ho cominciato a controllare quello che mangiavo, e verso i 27 anni ho cominciato a fare sport.

So di aver scritto molto, e mi scuso in anticipo, ma non posso sapere quello che potevo evitare di dirvi ai fini di una completa anamnesi, per cui ho inserito molte cose anche se potrebbero essercene altre.

Iniziando a parlare della mia bocca, posso dire che, nonostante da piccolo mi lavassi pochissimo i denti (me lo dimenticavo, non c'erano versi) ed abbia iniziato a lavarmeli regolarmente solo dai 21 anni, non ho mai avuto una carie , non ho mai subito operazioni ne estrazioni (solo qualche ablazione dal tartaro) ed attualmente non ho nessun impianto in bocca.
Comunque da ragazzino ho portato l'apparecchio perchè i denti tendevano a storgersi, prima il fisso e poi, a causa del fatto che non riuscivo a lavarmi i denti frequentemente, siamo passati all'apparechio mobile perchè mi si stavano infiammando le gengive. Non ricordo bene l'età a cui l'ho portato ma penso di essermelo messo verso i 13/14 anni il fisso e dopo 6 mesi/1 anno ho messo il mobile fino forse ai 15/16scarsi.
Quando ho smesso di portare l'apparecchio, credo che i miei denti fossero dritti, ma adesso si nota che gli incisivi inferiori si sono leggermente accavallati ed un destista mi ha detto che ho le arcate dentali non perfettamente allineate (anche se apprentemente non mi da problemi diretti evidenti, tipo lo scrocchio della mascella).

Con le recenti informazioni acquisite tramite questo forum e la visone da profano della mia ortopanoramica, mi si è accesa una sirena di allarme: non vorrei che il fenomeno della leggera sovrapposizione dei miei incisivi inferiori 23, 24, 25, 26 (dovuta probabilemente alla compressione esercitata dai denti adiacenti, spinti denti del giudizio mal posizionati), come suggerisce la tebella dei meridiani, sia implicata nella debolezza nelle zone del perineo e limitrofe che mi danno problemi da molto tempo come spiegherò meglio più sotto.
Inoltre i denti del giudizo mal posizionati (soprattutto il 17) potrebbero essere legati ai problemi di tensione muscolare che riscontro quotidianamente.

Otre a questo, ai fini di una completa anamnesi, di seguito elenco tutti i problemi che ho avuto nel corso della mia vita nel dettaglio, ordinati partendo dal più “invalidante” ed arrivando all'ultimo in elenco che è quello meno problematico. Rispettando così un ordine indicativo di importanza e di influenza negativa che questi problemi hanno avuto nella mia vita.

Sopraggiunti problemi di concentrazione dislessia: Da piccolissimo parlavo molto bene ma verso i 4 anni ho cominciato ad avere problemi di dizione e la situazione man mano è peggiorata, ad esempio avevo problemi a leggere ad alta voce un testo. Fortunatamente i sintomi della dislessia sono stati praticamente risolti facendo esercizi col metronomo verso la fine delle elementari. Da considerare che nella mia famiglia il problema della dislessia mi è arrivato trasmesso da mio padre, che ne soffre un po' anche lui, così come altri membri del suo ramo d'albero genealogico. Insieme alla dislessia ho cominciato ad avere difficoltà di concentrazione notevoli che rendevano molto difficile a me studiare ed ai miei genitori rendevano complicavano molto il compito di accudirmi, almeno finché sono stato relativamente piccolo. Nonostante questo sono rimasto sempre piuttosto intelligente ma ho sempre avuto molte difficoltà a scuola, in particolare il problema è peggiorato col progredire delle scuole superiori che sono riuscito a finire a stento, fortunatamente senza mai bocciare, ma una volta all'università non ce l'ho fatta a proseguire. Probabilmente lo stress ed i vari problemi che arrivano dall'esterno, hanno contribuito a peggiorare la situazione e potrei scrivere dell'altro sull'argomento, ma dato che non è la sezione adatta mi fermo qui.

Dolore cronico con tensione muscolare al pavimento pelvico: riscontrata dai 16 anni in poi e tuttora presente con alti e bassi. Ovviamente ho provato qualsiasi cura standard senza trarne particolari giovamenti (elettro stimolazione, diversi integratori che si danno per questi problemi, un po' di omeopatia e agopuntura, ecc...). Questi dolori si presentano se sto in piedi fermo con una sensazione di gonfiore crescente all'interno del perineo che mi costringe a "strizzare" i muscoli della zona per contrastare appunto il gonfiore. Sto bene se cammino in maniera sostenuta o mi distendo (quando mi distendo la sensazione di gonfiore sparisce, se cammino non mi accorgo del problema), sto piuttosto bene anche se sto seduto in modo che non vi siano pressioni sul perineo.
Prostata infiammata anche se non ingrossata: problema riscontrato dai 16 anni circa in poi e tutt'ora presente. Da ecografia trans-rettale rivelati "calcificazioni" (non è il termine giusto) alla prostata dovute a una possibile infezione ormai guarita che può aver lasciato strascichi.
Emorroidi grado I: problema riscontrato dai 16 anni circa in poi con alti e bassi (suppongo dovuti alla dieta ed allo stress)
Varicocele sinistro: è presente più o meno quando avevo 15-16 anni, non ha mai dato noia per molto tempo, il testicolo era solo un po ingrossato, poi poco più di un anno fa ha cominciato ha formicolare ed a far male al punto che ho creduto di dovermi operare. E' stato quello il periodo in cui, vedendo che i dottori non erano in grado di fare niente, ho cercato altre soluzioni ed ho "scoperto" il digiuno e dopo essermi informato un po' ne ho fatto uno di 10 giorni solo ad acqua senza avere problemi e traendone vari giovamenti: il formicolio ed il dolore al varicocele sono spariti ed ho avuto anche miglioramenti altrove. Credo che il peggioramento delle condizioni del mio varicocele sia stato causato da un eccessivo consumo di carne in quel periodo (ovviamente una dieta data da una nutrizionista che aveva inserito la carne magra come possibile opzione in praticamente tutti i pasti)
Ultimamente, oltre ad una dieta più corretta, sto facendo delle camminate di almeno una trentina di minuti quasi tutti i giorni e mi sembra che la situazione generale di queste zone indolenzite stia migliorando.

Miopia: alle scuole medie mi sono reso conto di vederci male da lontano ed e peggiorata un po nel corso degli anni anche se non eccessivamente: circa -1,75 e -1,50 l'altro con un lieve astigmatismo ad uno dei due. Ho riscontrato miglioramenti da quando ho conosciuto il lavoro di Kazuhiro Nakagawa sulla risoluzione dei problemi alla vista, ed adesso voglio integrarlo col metodo Bates che devo ancora studiarmi.

Acne: verso i 16 anni sono cominciate a comparire grossi sfoghi in giro per il corpo (tipo brufoloni), localizzati soprattutto nel viso (fortunatamente non mi hanno sfigurato come capita ad alcuni), alta schiena ed un po nel petto in zona sterno. all'epoca ero ignorante e mi fidavo della medicina per cui sono stati curati da un dermatologo con un farmaco aggressivo (che poteva dare problemi al fegato) dopo che le pomate non avevano fatto effetti. Questo farmaco (se volete vi posto il nome) ha soppresso il problema ma mi ha lasciato la pelle secca ovunque, in particolarmente sui polsi ed il dorso delle mani. La situazione della secchezza è migliorata solo dopo anni che non lo prendevo. Ogni tanto capita che mi spunti uno di quei brufoli, ultimamente ne ho uno sul cuoio capelluto: dove succede, la zona si infiamma perdo il ciuffetto di capelli che ci sta sopra e poi quando passa i capelli ricrescono. Da quando ho migliorato la dieta la situazione è migliorata ovviamente.

Tensioni muscolari varie: Da quasi un anno frequento un Osteopata/posturologo/fisioterapista, a mio parere molto competente e mi sono reso conto di quante cavolo di tensioni ho ovunque:
Avevo le anche disassate e mezze che tendono a riboccarsi
continui problemi allo psoas e all'iliaco
le spalle sono generalmente molto tese
problemi di tensione all'addome con dolori nelle fasce addominali interne, ricorrente tensione del addominale esterno obliquo destro al punto che è visibilmente più ingrossato del sinistro nella parte bassa vicino all'attaccatura dell'anca
Tensione dei muscoli lombari
Bruxismo con dolore al risveglio localizzato nell'arcata destra; tenuto sotto controllo con esercizi specifici (nel senso che adesso non capita praticamente più ma se smettessi da fare gli esercizi ho la sensazione ed evidenza parziale che tornerebbe a farsi sentire)
Questa è una valutazione del fisioterapista che mi segue:
“dalla mia valutazione ho notato una muscolatura che tende in alcune zone a sviluppare più tensione, nello specifico: trapezio superiore, retto addominale, masseteri.
Inoltre ho rilevato tensione a livello viscerale nella zona del colon ascendente.
Quest'ultimo fattore insieme alla tensione sul retto addominale penso abbia contribuito a generarti il fastidio che avevi a livello della pelvi.
Il lavoro che ho impostato è stato quello di normalizzare queste tensioni muscolo-fasciali e l'ultima volte nei trattamenti ho apprezzato un tessuto molto più mobile.
Credo inoltre che l'attività che stai facendo a livello fisico sia molto utile a scaricare varie tensioni e potenzi l'efficacia dei trattamenti.“
Aggiungo personalmente che, come dicevo all'inizio, alcuni di questi problemi potrebbero essere causati o esasperati dalla posizione dei denti del giudizio (soprattutto il 17)
Comunque va detto che “l'apprezzamento di un tessuto più mobile” da parte dell'Osteopata, è arrivato in concomitanza con la pratica da parte mia di una dieta migliore con l'ausilio di diversi clisteri.

Problemi a dormire: da che mi ricordo ho sempre impiegato parecchio tempo ad addormentarmi (complice il fatto che in passato non avevo abitudini irregolari) ma poi, una volta addormentato tiravo diritto fino al mattino senza problemi e se per qualche ragione “legittima” mi svegliavo, mi riaddormentavo al volo. Da un annetto invece ho avuto sempre più problemi a rimanere addormentato: capitava di svegliarmi per il caldo od il freddo e poi, anche se mi sistemavo, ci mettevo molto a riaddormentarmi e ciò peggiorava la qualità delle mie giornate, aumentando inoltre il dolore cronico al pavimento pelvico per il mancato sonno.
Devo dire comunque che ultimamente la situazione sta migliorando, probabilmente anche grazie alla dieta che sto seguendo (non è ancora quella senza muco perché devo leggere il libro (cosa che faro a breve), ma diciamo che è ispirata a quello che so di esso.

Falsa ginecomastia: problema riscontrato dai 13-14 anni in poi, prima con il rigonfiamento ed indurimento delle ghiandole poste dietro uno dei capezzoli, un mesetto dopo è toccato anche all'altro e in un altro mesetto si sono sgonfiati entrambi, ma da quel momento ho cominciato a mettere grasso in quella zona. All'epoca ero qualche chilo in più e mangiavo peggio ma adesso sono molto magro, mi alleno ed ho una dieta corretta (almeno secondo gli standard della nutrizionistica accettata abitualmente) e continuo ad avere il problema. Dopo 2 anni di dieta "corretta" e continuo allenamento (nuoto e palestra) ho compiuto un digiuno di 10 giorni che mi ha portato ad una "massa magra" del 4,5%; era sparito tutto ma c'era sempre la ginecomastia anche se ridotta. Preciso che è una ginecomastia di tipo adiposo senza che le ghiandole siano ingrossate, anche se è capitato raramente che auto palpandomi sentissi dei "noduli" leggermente induriti che poi sparivano in breve. Da una puntata di Report e da successive ricerche che ho eseguito, ho saputo che molti elementi presenti nei vestiari sintetici e nelle colorazioni degli stessi, così come sostanze che si trovano in giro nella nostra vita quotidiana inquinata, sono estrogeniche e quindi potrebbero essere la causa di queste formazioni adipose. Quindi stò eliminando dalla mia vita queste fonti di inquinamento passando a vestiario di fibra 100% naturale e biologica ed eliminando altre fonti di inquinamento domestiche e non, ma ci vorrà del tempo e soldi...

Plantare: Verso i 18 anni avverto dolori al ginocchio/i, il problema non stava direttamente li ma viene rilevato in un "problema ai piedi"; non ricordo perfettamente ma probabilmente erano problemi di postura e camminata errata a piedi larghi, che avrebbero causato il problema. Fatto il plantare i sintomi si risolsero. Anni dopo vidi altri specialisti che complessivamente rilevarono che i miei metatarsi si erano ribassati (soprattutto il destro e non credo fossero così a 18 anni), la mia camminata non era corretta e che avevo alcuni legamenti corti nelle estremità inferiori. Recentemente quindi ho cambiato diversi plantari, fino all'attuale che mi sembra adeguato, e poi mi sono stati consigliati alcuni esercizi per il potenziamento muscolare, equilibrio e stretching per migliorare la situazione. Adesso credo di avere una camminata molto migliore e, dipendentemente dalle calzature, il piede a volte mi sta meglio se cammino scalzo piuttosto che con il plantare, ma il metatarso è sempre ribassato.

Estremità fredde: fin dalle ultime classi delle elementari ho sempre avuto "le caldane". Soffrivo il caldo e non temevo il freddo. Ero capace alle medie e nella prima adolescenza di uscire la notte d'inverno ed andare in giro in bicicletta e rigorosamente in maglietta a maniche corte passando tranquillamente la serata con gli amici (non era esibizionismo, mi veniva naturale e stavo bene così). Ovviamente all'epoca avevo sempre tutte le parti del corpo calde che nelle più proibitive situazioni (almeno così mi ricordo). Negli ultimi anni delle superiori la situazione comincio a cambiare, nel senso che avevo sempre "le caldane" e le estremità erano sempre calde per quello che ricordo, ma non potevo permettermi più di stare sotto zero contro vento senza rischiare qualche malanno. Dopo credo i 20 anni ho cominciato a notare che le mani non erano più naturalmente umide e le mie estremità si sono progressivamente raffreddate, adesso riesco a scaldarsi solo mentre faccio attività fisica, se le copro molto, oppure nella bella stagione. Le mie "caldane" probabilmente erano dovute ad un qualche squilibrio interiore che influiva sulla produzione di qualche ghiandola termo regolatrice, il cambio di dieta ed i digiuni che ho fatto devono aver riequilibrato un po la situazione, perché adesso soffro meno il caldo e apprezzo di meno il freddo.

Lieve acalasia esofagea: in certi periodi, il cibo che deglutivo passava dalla gola ma si bloccava nell'esofago e lo dovevo mandare giù con acqua soffrendo anche un po. Succedeva preminentemente durante gli spuntini quando mangiavo i panini che sono un cibo abbastanza secco e sicuramente ci influiva anche la mia pessima abitudine di masticare velocemente (ora mi sto concentrando molto sulla masticazione).

Lieve tendenza al reflusso gastrico: quando nuotavo veniva continuamente su aria ed a volte anche un po di succhi acidi. Probabilmente dovuti anche a tensioni muscolari errate del diaframma e muscolatura limitrofa.

Credo di aver detto più o meno tutto, scusate per il poema ma non sapevo d'avvero cosa poteva essere utile allo scopo.
Quindi adesso aggiungo l'orto-panoramica per completare il tutto, vi ringrazio per la pazienza e vi saluto.
Allegati
Panoramica di Yang.jpg


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 660
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: italy

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da O.P.T »

ciao e benvenuto.
Sei stato molto preciso e dettagliato, ti guarderò la panoramica per completare il tuo quadro.
Ciao da OPT
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13360
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da luciano »

Complimenti, è la prima volta che vedo una descrizione così ben dettagliata.
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

Grazie.
Ho fatto il possibile per essere chiaro ed esautivo perchè voglio levarmi di dosso tutti i miei problemi, e sò che questa è la strada giusta.
Approposito, nella descrizione credo di aver confuso il 3° molare destro inferiore dicendo che è il dente 17 invece del 32 (lo noterete senz'altro meglio voi di me dall'ortopanoramica). Vorrei aggiungere inoltre che se applico una pressione con le dita "scavando" sotto la mascella a destra in prossimità del dente del giudizio incriminato, sento un dolore che non provo dalla parte sinstra.

Resto in attesa del mio quadro, ringraziondovi del vostro tempo libero che mi dedicate.
Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 660
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: italy

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da O.P.T »

Ok come promesso ti faccio la lettura della panoramica.
Come hai confermato i lavori dentistici nella tua bocca per fortuna sono assenti.
Non hai peggiorato la tua soluzione di salute con devitalizzazioni o otturazioni e già è tanto.
Oltretutto hai una buona resistenza alla carie e direi un discreto allineamento.
Certo che l'apparecchio e la malposizione anteriore c'è ma non cosi grave e non in relazione alla zona pelvica.

I problemi che hai avuto, dal dolore pelvico, prostata, falsa ginecomastia , tensioni varie non sono certo nati da problemi dentali ma possono essere in parte sostenuti dalla zona del 48, quella dove non c'è il dente del giudizio che è focalizzata e da bonificare.
Gli altri giudizi che sono inclusi cominciano a disturbare e proverei comunque a infiltrarli con procaina.

Quindi farei cosi:
prima cosa bonifica zona 48, infiltrazioni zone giudizi con procaina e valutazione.
Se rimangono tensioni a livello mascellare e bruxismo il problema è ascendente e viene da un altro distratto, dai piedi a problemi intestinali.
Controlla la cistifellea, tieni sotto controllo l'alimentazione ed eventualmente alla fine, ma solo alla fine, fai un bite.

Spero di aver chiarito almeno in parte i tuoi dubbi,
un saluto da OPT!
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13360
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da luciano »

Questo potrebbe esserti utile.
Il Lavaggio Epatico
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

Grazie per le informazioni OPT e Luciano ma ho bisogno di alcuni chiarimenti:

Premetto che ho già cercato sul forum ma non ho trovato informazioni che risolvessero alcuni dei miei dubbi (magari ci sono ma non le ho viste). Vi espongo ciò che non mi è chiaro qui di seguto:

OPT mi dici che la zona da bonificare è l'unica che io pensavo essere in regola in cui non ho il dente de giudizio?
Per ora ho capito che la bonifica si deve fare se c'è un qualsiasi elemento che rilasci tossine nella zona (denti devitalizzati, capsule con materiali tossici, frammenti di strumenti chirurgici ecc) ma io li non ho nulla di tutto questo. Per cui non capisco cosa significherebbe Bonificare quella zona.

Su wikipedia e altrove ho trovato, fra le varie cose, che le infiltrazioni che proponi possono comportare rischi per la salute.
La Procaina in particolare ha qualche controindicazione?

Il dente del giudizio nell'arcata inferiore, che oltretutto è disposto perpendicolarmente agli altri denti, non rischia di rovinarmi le radici del secondo molare su cui sta premendo a prescindere dal fatto che le infiltrazioni di Procaina potrebbero risolvermi il dolore e/o sintomatologie varie?
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13360
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da luciano »

Ti rispondo solo in parte.
Se fai affidamento su Wikipedia sei a posto! :D fa parte dello stesso sistema a cui appartiene la medicina convenzionale. Sarebbe come chiedere alla volpe di fare la guardia al pollaio.

I punti focali possono crearsi a seguito di estrazioni fatte male, per esempio senza rimuovere il periodonto, o senza ripulire bene l'osso. Quindi ripulire quella zona significa aprire e fare quanto non è stato fatto al momento dell'estrazione.
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

Di wikipedia di sicuro non mi fido alla cieca ma non la cestinerei neppure del tutto. Penso che si possa usare almeno per avere degli spunti da dove partire e poi approfondire in varie direzioni l'argomento eventualmente trovando svolte inattese. Del resto, se non avessi avuto dubbi su quello che diceva wikipedia, non avrei neppure chiesto a voi ragguagli al riguardo.
Ad ogni modo:
luciano ha scritto:I punti focali possono crearsi a seguito di estrazioni fatte male, per esempio senza rimuovere il periodonto, o senza ripulire bene l'osso. Quindi ripulire quella zona significa aprire e fare quanto non è stato fatto al momento dell'estrazione.
Ok, ma io non ho mai subito alcun intervento in bocca o altrove ed in quella zona non ho neppure il dente del giudizio. Per cui non capisco perché dovrebbe essere focale e da bonificare. Di conseguenza non riesco ad immaginarmi nemmeno in cosa dovrebbe consistere la bonifica dato che non vedo dove stia il problema lì.

Vi prego di non leggere questi miei dubbi in tono critico ma semplicemente come richieste di chiarimenti per capire la mia situazione.
Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 660
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: italy

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da O.P.T »

hai perfettamente ragione ad avere quei dubbi!
perché bonificare una zona vergine cioè mai toccata e senza denti senza estrazioni e dove non si vede niente?

ci sono diverse spiegazioni per le quali ti potrei convincere a farti aprire la zona , come ci sono diverse operazioni per capire che li c è un problema.

se andassi da un kinesiologo e ti facessi testare la forza muscolare mentre ti tocchi quella zona vedresti che perdi potenza muscolare perché stai indicando il punto disturbante.

l altra risposta è ..
tu dici che li non hai il giudizio, ma hai gli altri tre.
chi l ha detto che li non c è?
magari non si è sviluppato ed rimasto un piccolo agglomerato cellulare infetto che per cause x non si è sviluppato.

cerchiamo di vedere oltre Wikipedia, apprezzandone l utilità ma andando oltre....
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

Ho avuto diverse grane da risolvere in questo periodo per cui ho un po' tralasciato la questione dei denti in favore di altro (per esempio il lavaggio epatico che ha dato buoni frutti) ma adesso mi stò studiando il materiale e stò cercando un dentista.
C'è stato un evento in particolare che ha ridestato la mia attenzione sull'argomento: un paio di settimane fa ho ricevuto un colpetto - poco più di un tocco - alla base della mascella sinistra e tuttora mi fa ancora male in un punto corrispondente a quello che dovrebbe essere il dente del giudizio messo di traverso che ho nella arcata inferiore (per lo meno, se la "L" riportata in basso a destra sulla panoramica sta per "Left" indicando la porzione alla mia sinistra della mascella, allora è effettivamente quella la zona dolente).
Questo dolore mi porta a pensare che quel dente del giudizio messo di traverso stia cominciando a dare veramente fastidio e che potrebbe essere il caso di toglierlo. Voi che ne pensate?
Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 660
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: italy

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da O.P.T »

intanto bisognerebbe capire se il punto dolente corrisponde veramente al giudizio incluso e non magari ad un muscolo contratto.
Considera che il giudizio è all interno dell osso e beccare il punto riflesso di quel dente non è semplice.
Comunque se tu pensi che quel dente dovresti toglierlo , toglilo.
Per me , per ora , non ha infezioni , ma non ci sono solo quelle.
Magari è legato ad una situazione psichica o emotiva che devi sbloccare per la quale devi passare per la sua estrazione.
In questo caso la sua estrazione ti permetterebbe di superare una fase di crescita per il blocco energetico che ti da.
Al contrario la zona di destra te ne da uno tossi-infettivo.

probabilmente rifiutando la bonifica del destro e sottolineando la sinistra in questo momento avresti bisogno di una spinta più dell emotivo prima di passare alla destra.

Forza e coraggio
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

Il punto dolente sta proprio nell'osso e, per quanto ne posso sapere io, sta proprio a contatto col giudizio incriminato.
Per quanto riguarda il lato destro, ho intenzione di farmelo sistemare e poi procaina per gli altri due giudizzi superiori come mi avevi suggerito la scorsa volta.

Quindi complessivamente tu proponi:
- Iniezioni di procaina in tutti e quattro i giudizzi
- Bonificare zona del giudizio inferiore destro che è apparentemente assente ma la zona è focalizzata e tossico-infetta.
- Eventualmente rimuovere il giudizio inferiore sinistro
- Per adesso non toccare i giudizzi dell'arcata superiore eccetto le iniezioni di procaina.

Riguardo a questo, si possono fare alcune di queste operazioni insieme? Tipo le iniezioni + la bonifica del sito inferiore destro nella stessa seduta e poi successivamente l'estrazione del sinistro inferiore.

Credi che la 3d Cone-Beam potrebbe essere utile al dentista nel mio caso?

Cosa ne pensi dell'ago puntura? credi che nel mio caso potrebbe essermi utile per velocizzare il processo di sblocco energetico di quelle zone?

Grazie d'avvero per tutti i consigli.
Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 660
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: italy

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da O.P.T »

per velocizzare puoi fare bonifica e procaina insieme certamente.
SIcuramemte lavorando congiuntamente otterrai risultati più rapidi.

La cone beam deve essere chi fa l intervento a decidere ma comunque sia un esame in più può essere utile a capire dei quadri non sempre chiari di primo acchito.

Per quanto riguarda l ausilio dell agopuntura ha i suoi vantaggi ma può essere controproducente.
Se agisce in maniera energica sui siti problematici potresti avere dei grossi peggioramenti.
L operatore deve sapere il mestiere e procedere con un riequilibrio soft, in questo caso è utile per poi agire In maniera più incisiva a bonifica ultimata.
Avatar utente
Yang
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 1 maggio 2017, 14:39
Località: Lucca

Re: Ortopanoramica di Yang

Messaggio da Yang »

viewtopic.php?f=4&t=9253&p=89021#p89021

Questa è la mia situazione recente, Consigli?
(scusate il rimando ad altro mio post, vedete voi se e quando rimuoverlo)

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti