Andrea

Il posto dove presentarsi, obbligatoriamente. Il tuo primo post deve essere di presentazione. Nel Titolo del post includi sempre il tuo nome di battesimo o di utente.

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum
Per quanto in generale si richieda l'acquisto e lo studio dei libri di Ehret, viene fatta un'eccezione per chi frequentasse solo il forum Bonifica Dentale, non è richiesto acquistarli, anche se è consigliabile, perché l'alimentazione influisce in maniera consistente anche sulla salute dei denti.
La sezione della bonifica ha le sue proprie regole, e le vedrai nelle finestre sopra i post come questa e vanno anch'esse osservate.
Se poi volessi partecipare anche nelle sezioni che riguardano il Sistema di Guarigione di Ehret, dovrai prima acquistare e studiarti il libro o i libri di Ehret.
Apri un nuovo argomento, includendo nel titolo il tuo nome o nickname, altrimenti non si capirà chi si sta presentando.
Rispondi
Avatar utente
Pellegrino
Newbie
Newbie
Messaggi: 5
Iscritto il: 26 ottobre 2020, 15:15
Località: Torino

Ciao a tutti
Ho letto moltissimo dal materiale riguardante la bonifica dentale, qui disponibile su questo meraviglioso forum.
E' davvero interessante, ma anche molto allarmante scoprire quanti e quanto gravi possono essere i problemi causati da una bocca in disordine.
Come in ogni campo, vale sempre la stessa regola di vita: non mettersi mai letteralmente nelle mani di qualcun'altro, ma occupasi il più possibile di se stessi in prima persona, a maggior ragione se si parla di salute, il bene più prezioso, la cosa più importante.
Sono già membro del forum, ma mi ripresento qui, ricapitolando brevemente la mia situazione.

Ho compiuto da poco 39 anni, nel corso dei quali ho collezionato diversi problemini:
Piorrea (o paradontite)
Tallonite
Mal di schiena quasi sempre
Collo costantemente dolorante
Bisogno irrinunciabile di schioccarmi continuamente collo e schiena, che dà breve sollievo, per poi dover di nuovo schioccarmi.
Ginocchia doloranti e scricchiolanti
Bisogno frequente di sbattere le palpebre per pulire l'occhio, dato che la vista viene disturbata da micro suppurazioni
Prurito molto frequente all'interno dell'orecchio destro e interno del palato
Bisogno di pulire sempre l'interno delle narici, perché "piene" delle classiche incrostazioni.
Sempre stanco, soprattutto al mattino, e senza rimedio. Dormire tanto o poco, non cambiava nulla.
Poca energia, zero resistenza, forma fisica pessima.
Umore incomprensibilmente altalenante e imprevedibile, con momenti di nervosismo molto brutti
Rapporto terribile con il cibo: incomprensibile, insoddisfacente.


A questo aggiungo una descrizione più dettagliata della mia bocca:

Quando avevo circa 13 anni "si accorsero" che avevo l'occlusione pareggiata.
Mi proposero di applicarmi degli elastici fra i denti superiori e gli inferiori, per impedire la crescita della mandibola, e dormire con la mentoniera. Mi preannunciarono che, se non avessi accettato, sarei andato incontro a gravissimi problemi alla schiena, un bel giorno sarei rimasto bloccato con la bocca aperta e che da adulto avrebbero dovuto tagliare e accorciare la mia mandibola, per rimediare a questa presunta crescita smisurata.
Io oggi, grazie all'universo e anche a mia madre che si lasciò commuovere dalle mie suppliche, non mi sottoposi a niente di tutto ciò, e la mia mandibola ha una lunghezza pressoché ordinaria.
Anche se i miei dolori alla schiena fossero la conseguenza che mi era stata preannunciata, non rimpiango la mia scelta. Ancora adesso mi sono venuti i brividi a ripensare a quello che volevano farmi.

Più concretamente credo che i miei problemi possano derivare dalla mia occlusione non corretta (di cui allego foto), che comunque non si sarebbe aggiustata con i trattamenti che ho elencato.
Da allora che era pareggiata, l'arcata inferiore non è avanzata per niente; ne sono praticamente certo.
Quello che è successo è che gli incisivi superiori si sono allontanati dagli inferiori, ed oggi quando chiudo le arcate, sia lato destro che sinistro, si toccano solo i due molari superiori con i due inferiori, e il premolare superiore più arretrato con il suo corrispettivo inferiore.
Poi appunto le arcate si allontanano gradualmente fino al punto massimo di distanziamento di mezzo centimetro fra gli incisivi superiori e quelli inferiori.

Un'altra problematica che mi era stata annunciata è che non sarei più riuscito ad aprire la bocca "completamente".
Però oggi, con un discreto stupore di un chiropratico mio conoscente, riesco ad aprire la bocca di oltre tre dita e far passare indice medio e anulare della mano senza che tocchino denti superiori o inferiori. Cosa che non sarei dovuto riuscire a fare.
Solo quando apro al massimo la bocca sento un leggero scricchiolio alle due articolazioni della mandibola, ma senza alcun dolore

Un'altra cosa che mi dissero è che avevo le arcate "piccole", "strette", e che sarebbe stato utile "allargarle", soprattutto la superiore.
Io posso confermare di avere i denti "stretti fra loro", tant'è che è molto difficile per me far passare il filo interdentale senza romperlo, specialmente molari e premolari.

Denti del giudizio non li ho mai avuti, e mai li avrò, a quanto raccontano i raggi x.

Mi sono rotto il naso sempre intorno ai 13-14 anni e da allora è storto e deviato, e ripensandoci adesso, ricordo che non feci mai dei raggi per vedere cosa fosse successo sotto la pelle gonfia di tutto il volto (essendo andato a sbattere con tutta la faccia).
Data la prossimità, mi è venuto il dubbio che possa aver condizionato la comparsa della piorrea, che ha cominciato a palesarsi cinque anni fa, in particolar modo sull'incisivo laterale sinistro, arcata superiore.
A quel punto, il dentista mi ha fatto detartrasi e curettaggio sottogengivale a tutta la bocca. Da allora regolarmente faccio la detartrasi e il dentista dice che non c'è più stato bisogno di intervenire sottogengiva in anestesia, e che è sufficiente lavorare con l'ablatore.
Nonostante ciò negli ultimi mesi, da quando ho iniziato la dieta senza muco, ho notato che la gengiva si è ritirata ancora un po'. Non posso sapere se è la gengiva che era infiammata e si è sgonfiata oppure è l'osso che si è ulteriormente ritirato.

Vedo nella mia bocca due otturazioni bianche, anche se a memoria ne ricordavo tre, di cui nessuna devitalizzazione, per quel che ricordo.
Una e piccola e laterale (ultimo molare inferiore sinistro), un'altra è grande e proprio centrale, sulla superficie che mastica, mi è venuto il sospetto che possa essere una devitalizzazione (ultimo molare superiore destro).
Entrambe sono di colore bianco, e ricordo che quando me le hanno applicate, le avevano dovute asciugare non una sorta di phon.
Hanno tutte 20-25 anni, e ricordo poco, ma sono quasi certo che non si siano mai staccate, dunque non dovrebbero essere mai state "ristrutturate", e perciò nemmeno fatte "a strati" di età o materiali differenti.


Dunque mi chiedo:

- Esiste le possibilità che mi sia stata fatta un'otturazione in amalgama, poi ricoperta esternamente con materiale bianco, ai fini estetici, e se sì, si vedrebbe ai raggi x?

- Come posso capire se un dente è devitalizzato?

- Il fatto di avere le arcate piccole e i denti "stretti fra loro" (scusate l'espressione sempliciotta), potrebbe causare problemi ai nervi, ai meridiani, o cose di questo genere, un po' come fanno i denti del giudizio?

- Secondo voi, l'utilizzo di un bite, un attivatore, o qualcosa di simile, potrebbe essermi di aiuto, magari per migliorare l'occlusione, avvicinare gli incisivi superiori agli inferiori? (non creda possa servire contro la piorrea)



Scusate se le risposte si trovano già nel forum, ma è davvero immenso, e non penso che riuscirò a leggerlo tutto, almeno prima del 2050 :D
Mi sono dilungato, ma ho pensato che fosse utile.
Allego una stampa della panoramica che feci cinque anni fa. E' vecchia ma è tutto ciò che ho; purtroppo non mi hanno voluto dare il file, ma solo una stampa cartacea, che ho fotografato. Immagino serva a poco.
Immagine


Occlusione
Immagine
Immagine
Immagine


Arcate "strette"
Immagine
Immagine


Dente più colpito dalla piorrea
Immagine

Se interessasse, la mia prima presentazione è questa:
viewtopic.php?f=9&t=9536


Grazie per la cortese attenzione :wink:
Un grande saluto amichevole, da un Pellegrino


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 622
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: italy

ciao e ribenvenuto!
Sposta tutta la tua presentazione nella sezione lettura delle panoramiche e falla li, grazie.
Poi aggiungi informazioni sul tuo dolore di schiena più dettagliate .

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione