Sfogo sulla pelle. Dermatologo e diagnosi

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Avatar utente
flib
Veterano
Veterano
Messaggi: 756
Iscritto il: 15 marzo 2009, 5:00
Località: MISINTO MB

Diciamo che il tuo organismo ha voluto mandarti un segnale chiaro che forse stai ignorando e/o travisando.

Con lo sfogo cutaneo vuole dirti di smettere con il consumo di cibo spazzatura del quale hai abusato nell'ultimo periodo.
Bisognerebbe ascoltarlo, invece si cerca il medico, la pillolina, per mettere a tacere l'organismo brutto e cattivo che non ha altro mezzo per parlarci se non mettersi "in malattia" :lol:

Riprendi in mano il libro di Ehret, riprendi in mano la situazione con la dieta di transizione.
Concediti tranquillamente un po' di cibo spazzatura finchè ne sentirai il bisogno, ma nello stesso tempo aumenta il consumo di frutta e vegetali, preferibilmente crudi.
Se hai veramente fame devi mangiare, non devi mangiare una mela, ma almeno 4 o 5 per sentirti sazio. Se mangi la verdura non fare le porzioncine di insalata da ristorante, ma mangia una bella scodellona con dentro minimo 6/7 etti di insalata, carote, finocchio, etc, condita con qualche verdura sottolio, un po' di gomasio, limone e olio EVO.
Se poi hai ancora fame un altro bel piattone di verdure saltate in padella.

Rendi piacevoli i pasti e ricorda che la Transizione si chiama così appunto per fare un percorso senza traumi dalla dieta onnivora a quella senza muco :wink:

Bevi i succhi di verdure: sedano 25%, spinaci 25% e carote 50% è un ottimo depurativo e può servire a dar sollievo al tuo fegato che probabilmente è chiamato in questo momento ad un superlavoro stressante.

Evita assolutamente dolciumi e schifezze varie in attesa che si calmi lo sfogo sulla pelle.

Poi non pensare alle malattie, pensa alla salute :wink: gioisci della malattia perchè è proprio quella che ti permette di buttare fuori le tossine accumulate.
Abbi pazienza e ricorda: sei sul tavolo operatotio della natura :wink:
Avatar utente
Andrea68
Newbie
Newbie
Messaggi: 49
Iscritto il: 10 settembre 2012, 6:00
Località: Carate Brianza

Grazie per l'aiuto.
Argilla ce l'ho. Come la applico? Con acqua calda o fredda? Densa o liquida?
Io ho tutto il corpo ricoperto di pustole, tranne piedi, palmo delle mani e testa, ma in fronte vedo dei segni che iniziano a ingrossarsi.
Avatar utente
sibillina
Veterano
Veterano
Messaggi: 810
Iscritto il: 28 maggio 2008, 6:00
Località: lugano

Secondo me l'argilla la devi applicare sulla pancia/fegato, è la zona che devi detossinare.
Comprala in farmacia, lasciala al sole almeno un giorno e poi fai una pappetta con acqua in una ciotola di vetro e mescola con cucchiaio di legno. Mettila su una pezza e appoggia sulla pancia. Per tenerla ferma fatti dare un paio di collant dalla tua fidanzata e mettile a mo' di pancera tagliando la parte delle gambe.

Ho usato l'ultima volta l'argilla mesi fa, messa sulla pancia per attirare l'infiammazione e ho dormito cosi' bene la notte...

Io ho iniziato con Ehret propio per sfoghi cutanei che, come dice Flib, sono arrivati x avvisarmi di cambiare direzione!
Dopo mesi di dieta se ne sono andati, ma ci vuole PAZIENZA.
Tutto è difficile prima di essere semplice.
Thomas Fuller
Avatar utente
Andrea68
Newbie
Newbie
Messaggi: 49
Iscritto il: 10 settembre 2012, 6:00
Località: Carate Brianza

Grazie Sibillina.
Va bene qualsiasi argilla? O la verde ventilata?
Il problema è trovare il sole...
Quella che ho in casa è ancora chiusa, ma è scaduta.
Avatar utente
sibillina
Veterano
Veterano
Messaggi: 810
Iscritto il: 28 maggio 2008, 6:00
Località: lugano

Ma l'argilla non scade! E' terra!
Lasciala anche stanotte fuori all'aria, deve ricaricarsi con sole e aria.
Puoi comunque cominciare a metterne un po' stasera.
Io prendo la confezione di 5 kg in farmacia di argilla verde ventilata e la lascio in terrazza al sole, acqua, neve.
Potresti anche metterla sui reni per rendere il tutto piu' efficace.
Costanza e pazienza pero', perchè ci vorranno un po' di giorni di applicazioni
Tutto è difficile prima di essere semplice.
Thomas Fuller
Avatar utente
Andrea68
Newbie
Newbie
Messaggi: 49
Iscritto il: 10 settembre 2012, 6:00
Località: Carate Brianza

Ops, avevo letto la scadenza, non so perchè l'abbiano messa.
Quandi dici di lasciarla all'aria, intendi la polvere a contatto con l'aria immagino, fuori dalla confezione.
Scusa le domande stupide, ma non so queste cose e non vorrei sbagliare.
LA metterò anche sui reni stasera, ho piccoli problemi anche lì.
LA tengo tutta la notte? LA metto su uno straccio in cotone e poi avvolgo il corpo, ok? Oppure la tengo solo qualche ora?
Avatar utente
Andrea68
Newbie
Newbie
Messaggi: 49
Iscritto il: 10 settembre 2012, 6:00
Località: Carate Brianza

ho letto che sul fegato, reni o organi profondi va tenuto dalle 2 alle 4 ore al massimo.
lo faccio prima di andare a letto.
Avatar utente
Andrea68
Newbie
Newbie
Messaggi: 49
Iscritto il: 10 settembre 2012, 6:00
Località: Carate Brianza

grazie Flib dei consigli!
Avatar utente
sibillina
Veterano
Veterano
Messaggi: 810
Iscritto il: 28 maggio 2008, 6:00
Località: lugano

Buondi' Andrea, come butta oggi?

Le info varie sull'argilla le puoi trovare in rete.

Io comunque la metto e tengo tutta la notte. L'ideale se uno è a casa è metterla ogni 4-5 ore o comunque finchè si secca.

Se devi uscire, ottimo disinfiammante sono anche le foglie di cavolo(bio ovviamente).

Io le mettevo sui reni al lavoro :wink:

Se puoi evita tutto quanto è tossico per un po': saponi, bagnoschiuma e shampoo, detersivi e dentifrici. Niente creme, le piu' tossiche in assoluto, soprattutto sul corpo dove ci sono organi infiammati.
Sai :TUTTO FA e contribuisce ad avvelenare...

L'argilla sui reni /schiena è un portento: dà subito un bel po'di sollievo!

Se poi puoi pure farti passeggiate all'aria pura...
Tutto è difficile prima di essere semplice.
Thomas Fuller
Avatar utente
poveraccio
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 258
Iscritto il: 9 ottobre 2010, 6:00
Località: Pescia
Contatta:

L'argilla non va tenuta tutta la notte ma solo poche ore. La terra (che è una cosa diversa) si può tenere tutta la notte.
Quando si applica si deve stare ben caldi con tutto il corpo, per questo è comodo farlo la sera a letto, e il corpo deve essere caldo. Dopo una sensazione di fresco iniziale si deve sentire il calore nella parte dove c'è l'argilla.
Se si dovessero sentire dei brividi addosso è bene toglierla immediatamente.

p.s. si può usare anche la ricotta.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13262
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

poveraccio ha scritto:La terra (che è una cosa diversa)
Cioè?
In che senso è diversa? L'argilla è terra, terra argillosa.
Perché non va tenuta tutta la notte, cosa succederebbe altrimenti?
Avatar utente
poveraccio
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 258
Iscritto il: 9 ottobre 2010, 6:00
Località: Pescia
Contatta:

La terra ha una struttura grossolana ed è composta da sabbia, humus e argilla, in parti variabili, gli elementi principali sono organici: ossigeno, carbonio, idrogeno e azoto e sono presenti microorganismi in gran quantità.

L'argilla è composta da elementi inorganici, per la gran parte metalli ed ha una struttura molto fine. Non ci sono microorganismi.

L'effetto sul corpo del cataplasma è antiflogistico, depurativo e stimolante del sistema nervoso per azione delle temperature, e svolge anche un'azione biochimica e osmotica.
Terra e argilla essendo così diverse svolgono azioni diverse.

La terra si può tenere fino ad essiccazione ed è la più consigliata; l'argilla non si può tenere più di un paio di ore perché può portare anche a fibrillazione cardiaca ed eccitazione nervosa in tutto il corpo.

La terra per il cataplasma non può essere presa in superficie perché deve essere libera da concimi e materiale organico recente, come foglie, radici. Quindi va asciugata e setacciata e non si può riutilizzare se non dopo un paio di mesi di rigenerazione alla pioggia e al sole.

Quando si applica il corpo deve essere ben caldo, non devono restare bolle d'aria tra la terra e la pelle ed è opportuno coprire il tutto con un panno di lana. Dopo poco si deve avvertire una "reazione di calore" nella zona del cataplasma altrimenti togliere tutto perché avremmo la reazione inversa.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13262
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Grazie, interessante! :D
poveraccio ha scritto:l'argilla non si può tenere più di un paio di ore perché può portare anche a fibrillazione cardiaca ed eccitazione nervosa in tutto il corpo.
Sapresti anche dirmi perché potrebbe causare tali sintomi?
Avatar utente
poveraccio
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 258
Iscritto il: 9 ottobre 2010, 6:00
Località: Pescia
Contatta:

Non conosco il tema così a fondo ma posso provare a informarmi.
Avatar utente
Meera
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 219
Iscritto il: 25 luglio 2012, 6:00
Località: Lugano, Svizzera

[quote="sibillina"][/quote]

Scusatemi se mi intrometto, ma non so come contattare l'utente Sibillina, abitando nella stessa città mi piacerebbe conoscerla ma non sapevo come contattarla...nel frattempo lascio qui la mia mail nel caso che Sibillina voglia mettersi in contatto con me.
Ovviamente Luciano se ritieni opportuno eliminare questo mio post lo comprendo.
Avrei dato volentieri consigli ad Andrea per il suo problema, ma purtroppo non sono pratica di questi problemi v.v
"Lo scopo delle relazioni non è avere un altro che ti completi. Ma avere qualcuno con cui condividere la tua completezza".
Neale Donald Walsch
Rispondi
  • Informazione