Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

#87194
Buonasera a tutti, eccomi qui a raccontarvi la mia prima pulizia del fegato con il metodo Andrea Moritz. Ho seguito passo passo il metodo descritto nel libro ed ho quindi iniziato 6 giorni prima (al martedì) a bere 1l di succo di melaal giorno e devo dire che i primi giorni mi è venuta una sensazione di fastidio nella parte alta del colon, tipo bruciore, non so se è stata una cosa data proprio dal succo, comunque sopportabile. Al 5° giorno, cioè sabato, sono andata a farmi l'idrocolon e la domenica in mattinata, ho bevuto l'ultimo litro di succo, ho mangiato frutta per colazione e solo verdure cotte con riso entro le 13.30. Dalle 13.30, solo acqua. Ho poi preparato il litro di acqua con 4 cucchiai di sali e alle 18.00 ne ho bevuto il primo quarto (devo dire che il primo e il secondo bicchiere li ho sentiti poco, ho bevuto senza fastidi particolari). Alle 20.00 il secondo bicchiere e dopo circa mezz'ora è partita la prima scarica. Sono usciti dei calcoli bianco/panna, di forma irregolare tipo sassolini. Poi alle 22.00 ho preparato il miscuglio di succo di pompelmo e olio extravrgine di oliva, che ho cercato di bere il più in fretta possibile, ma veramente, uno schifo! Sdraiarsi subito dopo aver bevuto quella roba è come andare a letto subito dopo aver mangiato, ti senti un macigno nello stomaco e vorresti alzarti per cercare di digerire, ma purtroppo la cosa non è possibile, almeno per i primi venti minuti. La sensazione comunque non è mai andata via, non sono prorpio riuscita a digerire e ho dormito malissimo. Comunque, la mattina dopo, alle 6.00 ho bevuto il terzo bicchiere e alle 8.00 il quarto, questi ultimi con fatica, mi venivano i conati di vomito. Le scariche sono arrivate verso le 9.00 e son durate fino alla mattina del giorno seguente, in totale non molte, ma ho espulso circa 200 calcoli. La maggior parte di colore bianco/panna, quelli verdi saranno stati una 30ina, di cui circa 7/8 grandi 1,5 cm. e poi molti di quelli trasparenti che a detta del dottore che mi ha fatto l'idrocolon sono i "nuovi" calcoli. Dopo circa tre giorni sono tornata a fare un'altra seduta di idrocolon come da istruzioni, ma è uscito solo un calcolo verde, abbastanza grosso. Che dire, come prima seduta di pulizia mi sembra sia andata abbastanza bene, anche se io mi aspettavo di espellere più calcoli. Non la definirei prorpio una passeggiata, tra sale e olio per me è abbastanza dura, ma purtroppo è l'unico modo per fare una bella pulizia del fegato ed io ne ho bisogno. Tra un mese la seconda seduta e vedremo cosa salta fuori. A distanza di 6 giorni mi sento bene, ma non meglio di prima perchè comunque seguendo un buon regime alimentare non sono più stanca, non ho più mal di testa e la mia energia è sempre alta! Mi sembra tuttavia migliorata la pelle in quanto a secchezza, sulle gambe in particolar modo. Questa avventura ho deciso di intraprenderla più che altro per vedere se riesco a migliorare le miodesopsie e altri segni che il mio corpo mi sta dando ad indicare che il fegato è intossicato. Sono fiduciosa, sicuramente ripulire il corpo da tutta quella roba darà dei risultati positivi! Alla prossima puntata, ciaoooo!!! :D
#89506
Non ho esperienza in proposito.

Penso che questa risposta, che comporta delle responsabilità se fornita come consiglio, possa darla solo chi ha fatto un lavaggio avendo la milza asportata.
E comunque anche in questo caso potrebbe non funzionare per te, dato che ognuno è unico.

Personalmente non chiedo consigli sulle pratiche di diverso genere che faccio, valuto gli effetti che potrebbe procurare, procedo per gradi aumentando un poco alla volta.
Se vedo che non va bene, mi fermo, altrimenti continuo fino a compimento.

Non consiglio comunque ad altri di fare come me, ci sono molti fattori coinvolti che bisogna eliminare, come la paura, l'indecisione mancanza di fiducia in sé, ecc.

La milza ce l'ho, ma non so nemmeno a cosa serva, mi hai dato lo spunto per informarmi.
Grazie.
#89512
sono d'accordo in quanto tu affermi "Non consiglio comunque ad altri di fare come me, ci sono molti fattori coinvolti che bisogna eliminare, come la paura, l'indecisione mancanza di fiducia in sé, ecc."nel senso che bisogna provare essere convinti e non aver paura mancanza di fiducia o altro....quindi provare poco alla volta,,,,
credo sia giusto,grazie a te.....
#89513
Il senso che volevo che venisse colto è che se uno ha paura, non ha fiducia in sé stesso, è indeciso su cosa fare in determinate circostanze, non ci provi nemmeno.

Per esempio se non sai se tale pratica si può fare o meno con la milza asportata, è meglio che non la fai.

Se invece ha eliminato la paura, la non fiducia e l'indecisione, e ha acquisito la conoscenza di come fare in ogni circostanza che si presentasse, allora potrà tentare di fare una determinata pratica.

Ovviamente sempre sotto la sua e unica responsabilità. :D
Enteroclisma

Ciao grazie per la risposta ma non ho capito se m[…]

Enteroclisma dopo cena?

Io lo faccio normalmente ho la mattina appena sve[…]

acufeni e ipoacusia

origine in seguito a tanti fattori d io ho tro[…]

ok :oops: chiedo scusa,cercherò di postare[…]

Libri di Arnold Ehret