metalli in corpo

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
adda
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 187
Iscritto il: 4 giugno 2010, 6:00
Località: Siena

Ciao, pensando alla rimozione delle otturazioni dentali mi è vento in mente che possiedo nello sterno circa 10 punti metallici retaggio di un intervento al cuore nel 1982 alla fresca età di 14 anni.
Intanto non si sa che metallo sia di preciso:potrebbe essere titanio o acciaio a detta dei chirurghi della chirurgia toracica.
Sono in transizione da poco più di un mese,e indovinate cosa mi fa sempre male?questa zona.All'inizio ho pensato al trauma (il dolore fu fortissimo e per molto tempo fu presente ad ogni cambiamento climatico,oggi meno frequentemente)poi ho pensato che intorno a questi punti ci possa essere calcificato del muco anzichè ricresciuto lo sterno stesso.
Si potrebbe levare questi punti:un chirurgo mi ha detto facendo piccole incisioni sopra a ogni punto preciso un altro chirurgo mi ha detto di tagliare esattamente sopra la cicatrice già esistente ed eventualmente con l'assistenza di un chirurgo plastico fare un lavoretto bellino per eliminare lavecchia ciccatrice che è lunga 23 centimetri per4 mm di larghezza.
C'è nessuno di voi che ha del "ferro" addosso?
ne ha mai avuto noia ?
Crede nessuno che del muco possa essere lì?
diverse volte l'anno scorso ho accusatostrani dolori:
sono andata dal cardiologo che non ha trovato niente e mi ha detto di poter sospettare di un inizio di malattia coronarica.i miei sintomi non avevano riscontro negli esami(che novità :roll: !!)
sembrava quasi che me li inventassi perchè avevo tempo da perdere...
chissà se il chelante dei metalli(Spero di aver ricordato bene il nome)io lo possa usare...
indago e poi vi fo sapere


(cerca cerca un t'ho trovato, trova trova un t'ho cercato)
vecchio adagio senese
«Tu prova ad avere un mondo nel cuore | e non riesci ad esprimerlo con le parole. (da Un matto)»
Fabrizio De André

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
danielsaam
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1096
Iscritto il: 24 aprile 2008, 6:00
Località: Planet Earth
Contatta:

adda ha scritto:10 punti metallici
Penso di averne anch'io, uno solo in teoria, ma non sono sicuro al 100%.
adda ha scritto: C'è nessuno di voi che ha del "ferro" addosso?
ne ha mai avuto noia ?
L'avevo letto su un mio referto medico e non avevo mai chiesto chiarimenti.

Mi sono fatto le tue stesse domande e prima o poi andro' a fondo della questione anche se a dire il vero non mi faccio molti problemi a riguardo in quanto all'epoca l'intervento chirurgico che mi avrebbe lasciato questo punto metallico mi ha permesso di essere qui' in questo momento a scrivere.
"He is the truth and has the truth, and we with him".
Avatar utente
Libero
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 248
Iscritto il: 21 luglio 2008, 6:00
Località:
Contatta:

Ogni operazione chirurgica è un trauma.

Se ti hanno messo una piastra dentro devi accettare il fatto e farlo accettare al tuo corpo, la sua elasticità è imparagonabile. Con i fiori di bach e la dieta ottieni questo.

Saluti
Avatar utente
janin43
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 126
Iscritto il: 22 maggio 2010, 6:00
Località: trento

ho dei punti metallici in corpo, non mi ricordavo più. Vuol dire che non ha importanza.
Ciao.
Avatar utente
adda
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 187
Iscritto il: 4 giugno 2010, 6:00
Località: Siena

grazie a tutti delle risposte.
Come principio questi punti metallici non li trovo invadenti anzi li ho sempre considerati utili,perchè mi hanno tenuto lo sterno insieme dopo essere stato diviso in 2.
il fatto è che in corrispondenza della cicatrice ho sempre provato dolore fisico. a volte come se di punto in bianco mi arrivasse un cazzotto.
anche le pacche sulle spalle mi fanno rintronare la solita zona.
e quando cambia il tempo fa male,con l'intensità di un attacco forte di sinusite. a volte mi manca il fiato.
e questo succede soprattutto quando cambia il tempo e nelle giornate piuttosto piovose, quando la pressione atmosferica è bassa.

grazie a tutti
salute e saluti
«Tu prova ad avere un mondo nel cuore | e non riesci ad esprimerlo con le parole. (da Un matto)»
Fabrizio De André
Avatar utente
dodoedo
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 79
Iscritto il: 17 settembre 2008, 6:00
Località: savona

Adda ,credo che sottoporsi ad un nuovo intervento per estrarli, sia più invadente e rischioso che lasciarli li dove sono questi punti metallici qualunque lega essi siano, concedi ancora un po di tempo al tuo corpo per accettarli, nel frattempo evita ovviamente prodotti chelanti e prosegui serena con la tua transizione e vedrai che il tempo aggiusta le cose.

edo.
Avatar utente
adda
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 187
Iscritto il: 4 giugno 2010, 6:00
Località: Siena

grazie Edo

Con quanto sono contraria agli interventi mi trovi perfettamente d'accordo.
Lavorando all'interno di un policlinico sono a stretto contatto con medici per cui parlare di medicina e chirurgia per me è come fare due passi per il corridoio.

Forse io sorrido ai miei punti ed il mio sterno no.

La transizione farà in modo che la mente vada a braccetto con il
corpo avanzando insieme lungo il sentiero della vita

:wink:
«Tu prova ad avere un mondo nel cuore | e non riesci ad esprimerlo con le parole. (da Un matto)»
Fabrizio De André

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione