come uscire da una dipendenza

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

mirialu
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 389
Iscritto il: 21 dicembre 2009, 6:00
Località: mantova

Voglio essere sincera,sono andata in depressione forse la perdita del lavoro può avere inciso,ma non voglio giustificarmi,tutto nella norma con la mia transizione sino a luglio in sette mesi avevo avuto un calo di 10 kg.e tantissimi miglioramenti per quello che riguarda la salute.Ma in agosto complice le vacanze,gli inviti a cena,le varie feste e sagre,mi sono poco alla volta lasciata andare alla lusinga di pane, pasta e dolci,Ero diventata dipendente non 1 panino ma 3.non una fetta di crostata minimo metà torta,dentro di me dicevo da domani cambio ritorno al mio percorso di salute.
Ma ero come drogata,senza volontà più mangiavo e più avrei mangiato,poi i rimproveri di mio marito che continuava a dirmi di non lasciarmi andare, che quello che avevo fatto non potevo buttarlo via,poi problemi di salute,infine il peso ritornato quasi come prima,mi hanno scosso.... ho ripreso la mia vita ho eliminando tutti i farinacei e mangio solo frutta e verdura e un pò di semi.
Ora come tutte le dipendenze sono 4 gioni che non tocco niente,la crisi di intossicazione si fà sentire mal di testa,dolori generali alle ossa,dolori all'intestino,senso di giramenti e di debolezza,e anche stitichezza ma avendo l'intestino dolente per il momento evito qualsiasi cosa.
C'è stato un momento che mi sentivo un pò indegna di essere qui con voi,sopratutto per rispetto alle tante persone speciali, Luciano per primo che ci sono in questo forum.Ora ho ricominciato più forte di prima,le cadute possono esserci ma è alzarsi e riprendere e ricominciare da capo che richiede tanta volontà.Ciao a tutti sono ritornata......
miria
Avatar utente
sorvolando
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 197
Iscritto il: 3 agosto 2010, 6:00
Località: Genova

ciao miria, durante un percorso le cadute sono previste, non deprimerti, sei stata brava a riprendere il cammino, non è cosa facile, ti comprendo, tifo per te e sono certa che arriverai dove vorrai :wink:
Avatar utente
giove
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 181
Iscritto il: 27 febbraio 2010, 6:00
Località: Macerata

Non perderti d'animo dai che ce la fai!
Avatar utente
ursamajor
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 519
Iscritto il: 16 settembre 2007, 6:00
Località: Rufina (FI)

Brava! Queste sono le vere vittorie..fortificano la tua volontà e lasciano dentro di te dei segni..

Potrei affermare, non ritenendo di sbagliare più di tanto, che:

un ehretista è un onnivoro che non si è mai arreso! :)
"La nostra immaginazione è il solo limite che ci separa da quello che saremo in grado di ottenere in futuro"
"Get out of cooked food as soon as possible…why ? Because your whole life depend on it!" - Genesis Sunfire
Avatar utente
bactabeven
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 481
Iscritto il: 13 febbraio 2010, 6:00
Località: Rapolano Terme (Si)

Bentornata mirialu :D
Denghiu !! (Aldo Biscardi)
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

Marialù mi sei mancata, cosa sarebbe questo Forum senza le tue ricettine??!!! :P

Quando torniamo all'alimentazione onnivora proviamo sulla nostra pelle la differenza, tornare credo sia un ripartire con ancora più convinzione!!!

Ale :)
Yngwie79
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 142
Iscritto il: 16 novembre 2009, 6:00
Località: Roma

... una volta scoperti i piaceri che l'ehretismo ci dona anche le più brusche cadute non ci porteranno mai più tanto indietro ...

... capita di inciampare pesantemente ed è capitato anche a me, proprio come te avevo perso peso 23kg, tutti mi dicevano bravo, stai benissimo. Mi sentivo un leone. Poi 3 errori e sono caduto da un grattacielo ed adesso sto cercando di riprendere il mio percorso proprio perché quando si scopre come si può vivere bene solo il corpo può tornare a stare male a causa di cibi sbagliati ma la mente non dimentica quanto si è stati bene ed è quindi solo questione di tempo e si ritornerà a seguire con disciplina le parole di Ehret ...
Sono il padrone del mio destino, sono il capitano della mia anima.
mirialu
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 389
Iscritto il: 21 dicembre 2009, 6:00
Località: mantova

Grazie di cuore a tutti,confessare le proprie debolezze non è facile ma ,sinceramente un grande aiuto me lo date voi mi sento parte integrante di questa virtuale grande tribù non riuscirei più ad abbandonare il sistema di Ehret,e questo forum.
Comunque sono 5 giorni senza farinacei ,oggi non ho più nessun sintomo tranne un pò di colite e appena passa farò pulizia intestinale.Il peso è sceso già di 3 kg.ai sintomi di finta fame bevo acqua oppure una spremuta di pompelmo rosa.
Comunque al momento tutto ok.Ciao e grazie ancora.
miria
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13268
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Ciao Miria. :D

Grazie per renderci partecipi del tuo stato d'animo e del tuo impegno a riprendere il sistema di guarigione.
Per esperienza personale posso dire che il mangiare ossessivo, soprattutto di dolci, è un tentativo di colmare un vuoto interiore che è prodotto dal fatto di non essere soddisfatti della propria condizione di vita.

La soluzione è accettare la condizione attuale in cui si è, è il primo presupposto per cambiarla. Resistendo, opponendosi, non si fa che rafforzarla.

In passato sono rimasto inchiodato in una condizione di continua pressante insoddisfazione fino a quando non ho mollato, accettando la realtà in cui ero in quel momento.

Allora all'orizzonte il cielo ha cominciato a schiarirsi.
mirialu
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 389
Iscritto il: 21 dicembre 2009, 6:00
Località: mantova

Hai ragione Luciano,centrato in pieno,nulla toglie che non sono giustificata, non posso farmi del male ogni volta che succede qualcosa nella vita.Comunque eccomi qui pronta alla "grande a ricominciare",perchè aver preso i libri di Ehret e
partecipare a questo forum è stato veramente tra le cose migliori che mi sono arrivate e non voglio buttare un dono cosi' grande e prezioso.Ciao
miria
Yngwie79
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 142
Iscritto il: 16 novembre 2009, 6:00
Località: Roma

completamente d'accordo con Luciano!
Sono il padrone del mio destino, sono il capitano della mia anima.
Avatar utente
janin43
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 126
Iscritto il: 22 maggio 2010, 6:00
Località: trento

luciano ha scritto:Ciao Miria. :D

Grazie per renderci partecipi del tuo stato d'animo e del tuo impegno a riprendere il sistema di guarigione.
Per esperienza personale posso dire che il mangiare ossessivo, soprattutto di dolci, è un tentativo di colmare un vuoto interiore che è prodotto dal fatto di non essere soddisfatti della propria condizione di vita.

La soluzione è accettare la condizione attuale in cui si è, è il primo presupposto per cambiarla. Resistendo, opponendosi, non si fa che rafforzarla.

In passato sono rimasto inchiodato in una condizione di continua pressante insoddisfazione fino a quando non ho mollato, accettando la realtà in cui ero in quel momento.

Allora all'orizzonte il cielo ha cominciato a schiarirsi.

Ecco, con queste parole mi confermi, Luciano, che hai un' enorme competenza de esperienza. La mia stima e la fiducia per te non fanno che aumentare.
Questo è il mio sito.
Avatar utente
adda
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 187
Iscritto il: 4 giugno 2010, 6:00
Località: Siena

mirialu ha scritto:
ritorno al mio percorso di salute.

le cadute possono esserci ma è alzarsi e riprendere e ricominciare da capo che richiede tanta volontà.Ciao a tutti sono ritornata......
Ciao Mirialù

le parole che avrei voluto dirti sono già nelle tue riflessioni.
E' sempre dura ricominciare.
non ti abbattere,
è solo umano ciò che ti succede.
perdere il lavoro può essere destabilizzante
Quando i periodi sono neri le nostre aspettative non sono rosee.

Stai tranquilla .

il percorso che conosci non è semplice ne da adottare nè da mantenere tartassati come siamo dai condizionamenti esterni.
penso che nelle parole di Luciano ci sia la soluzione.
e nel forum c'è solidarietà e conforto.

un abbraccio adda
«Tu prova ad avere un mondo nel cuore | e non riesci ad esprimerlo con le parole. (da Un matto)»
Fabrizio De André
mirialu
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 389
Iscritto il: 21 dicembre 2009, 6:00
Località: mantova

Grazie Adda anche a te,alle tue parole di incoraggiamento,,ad oggi 7 giorni non ho toccato nulla solo assaggiato per sentire se era cotta la pasta per la famiglia,credo che per una donna sia ancora più difficile,fare la spesa e poi preparare pranzo e cena, abbiamo più tentazioni rispetto agli uomini.Ho preso della focaccia per mio marito,poi senza rendermene conto la stavo avvicinando alla bocca,mi sono rinvenuta l'avevo fatto meccanicamente senza pensare ,immediatamente l'ho messa in frizer e ho preso un meraviglioso grappolo di uva moscata e il gusto e la gioia che mi dava quel sapore cosi sublime mi ha fatto capire che i cibi farinacei non hanno gusto sono cibi morti senza sole, colore,e sapore.Questo piccolo episodio che ho voluto raccontare è molto importante,qualcosa sta cambiando in me ,tempo fà avrei ceduto alle tentazioni, credo che una nuova persona più forte stà nascendo dalle ceneri di una donna che da una vita si faceva sempre condizionare dal cibo,ora mi sento libera e ti confesso sono serena e felice della mia piccola vittoria.
miria
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

Grande Marialu! :P

E' davvero bello quando alle tentazioni non resistiamo pensandoci con un senso di PRIVAZIONE, ma lo facciamo consapevoli della differenza tra quando mangiamo certi cibi piuttosto che altri.

A volte a me vengono in mente la focaccia o i formaggi: oggi spesso però mi ricordo anche della sgradevolezza del DOPO, di quel palato "pesante", della digestione diversa, di possibili mal di testa che si fanno più frequenti...all'inizio di Ehret andavo avanti comunque, tipo droga che sai che ti fa male ma non riesci a fermarti.

Col passare del tempo, aiutata tantissimo anche da piccoli/ frequenti digiuni di 24 ore, le tentazioni si diradano ... desidero proprio di meno starci dentro.

Con questo non faccio la santa, ogni tanto lo zampino cade, ma
se a Gennaio mi avessero detto che oggi sarei stata a questo punto.... :wink:
Rispondi
  • Informazione