Digiuno - la mia prima esperienza

Questa sezione è per postare le tue storie dei successi personali conseguiti con la Dieta Senza Muco.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
pispola
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 61
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 5:00
Località: Mantova

Sono sulla dieta senza muco da qualche settimana, ma da un paio di giorni mi trovavo in un leggero stato di confusione psicofisica: il mio corpo non riusciva a capire cosa voleva da mangiare, a che orari, e ero leggermente annebbiato. A quel punto mi sono detto: Quand'è così, meglio togliere roba anziché aggiungerne! E così, un po' emozionato, ho fatto il mio primo digiuno. Breve, 4 giorni, ma ne sono molto soddisfatto.
Riporto qualche annotazione nella speranza che sia utile a qualcuno.
La mia giornata standard: al mattino appena alzato, clistere e strofinamento del corpo con un panno bagnato di acqua fredda (entrambe le pratiche mi hanno fatto sentire notevomente meglio). Durante il giorno prendevo del kefir col limone, e a metà pomeriggio (tra le 3 e le 4, l'orario in cui Ehret consiglia di mangiare nel caso di digiuno di 24 ore) un centrifugato di verdure (carote e barbabietola, più altre ad libitum). Verso sera, tisana disintossicante (Caisse).
Annotazioni particolari: per tutto il tempo ho patito il freddo (in effetti, ho scelto proprio i giorni peggiori di questo pur mite inverno); i primi 3 giorni ho avuto i fianchi doloranti (probabilmente un segno di disintossicazione dei reni), anche qualche dolore intercostale; nei momenti peggiori, le mani mi tremolavano un po' e avevo un po' di capogiro; sensazione generale debolezza ma anche di pace nell'animo; difficoltà a dormire, sia di giorno che di notte.
Comunque non sono stato così male come pensavo, alla fine la cosa più fastidiosa era il rallentamento e il leggero stato di prostrazione, ma l'umore era alle stelle, sono sempre stato molto lucido e psicologicamente brillante.
Ho rotto il digiuno la sera del 4° giorno con un po' di spinaci crudi, seguiti da un po' di crauti e da cavolfiore al vapore. Nelle ore successive avevo lo stomaco in subbuglio, leggera nausea e mal di pancia, mi sono aiutato con un miniclistere e ho avuto qualche scarica.
Il prossimo digiuno lo farò con delle temperature un po' più clementi (fra l'altro abbiamo problemi alla caldaia, e 17 gradi in casa); per adesso, mi torno a godere la meravigliosa sensazione del cibo solido sotto i denti!
Saluti a tutti.


"Ho avuto un'ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene."

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
arca
Veterano
Veterano
Messaggi: 977
Iscritto il: 30 luglio 2006, 6:00
Località: prov. di Siena
Contatta:

I miei più sinceri complimenti.
Arca :wink:
Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso.

IDEALANDIA

Immagine
Avatar utente
pispola
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 61
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 5:00
Località: Mantova

Io non sono certo la persona giusta per consigliarti; posso dirti solo che quando ho iniziato il digiuno non avevo programmato quanto sarebbe durato (o meglio, avevo messo un limite superiore di max 6 giorni). Ho iniziato con un giorno, e poi man mano che andavo avanti cercavo di capire cosa era meglio per il mio corpo. Quando ho iniziato a sentire un intenso desiderio di cose solide sotto i denti mi sono dichiarato soddisfatto, e ho terminato.
Mi riprometto di fare una cosa più seria e studiata più avanti, anche se a dire il vero vorrei non farlo da solo, ma farmi seguire o almeno condividerlo con qualcuno.
Buona fortuna!
"Ho avuto un'ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene."

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione