Hurom HU-400 e polpa di frutta

Questa sezione è sugli attrezzi da cucina.

Moderatore: luciano

Rispondi
Pedro

20 aprile 2012, 15:17

Siccome questo prodotto ha 2 uscite, quella del succo e quella della polpa, ho pensato che con la polpa si potrebbero fare delle "polpette di frutta", però non so che prodotto inserire nell'impasto che faccia da legante
luciaca
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 129
Iscritto il: 20 marzo 2009, 5:00
Località: Roma

20 aprile 2012, 17:15

questa la so :)
semi di lino oppure semi di psillio. macinati entrambi. poi metti il tutto nell'essiccatore giust?
ciau
Pedro

20 aprile 2012, 17:29

luciaca ha scritto:questa la so :)
semi di lino oppure semi di psillio. macinati entrambi. poi metti il tutto nell'essiccatore giust?
ciau
Che essiccatore, io voglio fare l'impasto e poi lo metto in frigo così si conserva
luciaca
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 129
Iscritto il: 20 marzo 2009, 5:00
Località: Roma

20 aprile 2012, 17:39

uhmmmm non credo che si possa fare...
Pedro

20 aprile 2012, 17:41

luciaca ha scritto:uhmmmm non credo che si possa fare...
Forse il miele, ma è troppo dolce.
Avatar utente
flib
Veterano
Veterano
Messaggi: 756
Iscritto il: 15 marzo 2009, 5:00
Località: MISINTO MB

20 aprile 2012, 17:52

Anche a me all'inizio dava fastidio buttare lo scarto. Con le fibre di scarto delle verdure una volta ho fatto delle polpette vegetali aggiungendo un po' di anacardi tritati (similformaggio), un avocado e due cucchiai di farina integrale per legare il tutto... poi fritte in padella e sono venute pure buone :D
ma fritta pare sia buona anche la mer.a :D :D :D

Con il senno di poi ho capito che riutilizzare le fibre è un controsenso. Tolgo le fibre per riuscire a "mangiare" maggiori quantità di nutrienti e poi reintroduco le fibre per un'altra via? Allora è meglio mangiarsi i frutti interi, così nutrienti e fibre svolgono il loro lavoro in sinergia.

Diciamo che se uno vuole anche le fibre è meglio farsi un frullato.
Estrarre il succo e berlo per poi, separatamente, mangiare le fibre di scarto mi pare una complicazione.

Io comunque un utilizzo l'ho trovato: il compost!
Aggiungo tutti gli scarti dell'estrattrice nel cassone insieme allo sfalcio d'erba ed ogni altro residuo vegetale del giardino. Anche i grani di kefir in eccesso fanno la stessa fine. La qualità del compost è sicuramente migliorata e con essa migliorerà la qualità del raccolto :wink:
luciaca
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 129
Iscritto il: 20 marzo 2009, 5:00
Località: Roma

20 aprile 2012, 18:09

flib il tuo discorso non fa una piega... anche se io non lo faccio per recuperare le fibre ma perchè è una base perfetta per fare dei deliziosi crekers crudisti perfetti come stuzzichini. in particolare quando faccio succhi verdi, ci aggiungo semi di lino, anacardi oppure noci oppure semi di girasole, pomodori secchi, carote,curry, gomasio e quello che mi va di volta in volta, frullo, stendo su carta forno e metto nell'essiccatore (d'inverno anche sul termosifone!). una vera bontà :)

p.s. a parte porrò un quesito sul similmuco che sviluppano i semi di lino...
ricky66
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 511
Iscritto il: 12 novembre 2011, 6:00
Località: prov.CN
Contatta:

20 aprile 2012, 20:00

flib ha scritto:
Io comunque un utilizzo l'ho trovato: il compost!
confermo. la compostatrice è felicissima diqueste copiose aggiunte che le stanno arrivando insieme al verde del prato...
considera che con l'hurom io ripasso la fibra una seconda volta, e ne estrae ancora un 100 cc di polpa densa, che faccio fuoriuscire poi tutta con un aggiuntina di acqua diamante... quel che resta è davvero fibra lavata... giustappunto per il compost.
Rispondi
  • Informazione