Come contrastare il dimagrimento?

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Rispondi
Avatar utente
Priscilla
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 122
Iscritto il: 27 ottobre 2006, 6:00
Località: Arcore
Contatta:

11 febbraio 2007, 19:05

Sono preoccupata, ma non per me, quanto per mio marito, che posta qua sopra come Corvino72. E' sempre stato magro, ma adesso è diventato magrissimo. Al terzo mese di transizione, lui ha perso 7 chili, che su di lui sono tantissimi.
Vista la bilancia, lui si è messo ad aumentare incredibilmente la quantità di pane giornaliera.
Anche questo mi pare sbagliato....
Dalle due fettine di pane tostato concesso, è passato ai 600 grammi di pane al giorno: mi sembra eccessivo!
Però anche perdere così tanti chili mi sembra eccessivo, su uno già molto magro come lui...
Chi mi può consigliare qualcosa?
Per me invece è completamente diverso.
Io dimagrisco pochissimo anche se non mangio nessun tipo di cereale/legume, perché credo di avere un metabolismo lento.
Sono dimagrita 4 chili, ma credo che sia solo un vantaggio, per quel che mi riguarda....
Anzi, non vedo l'ora di perderne altri :-)

ATTENDO CON ANSIA I VOSTRI CONSIGLI
E´ giusto nutrire il corpo fisico con cibi sani e adatti alla specie umana.
Ma non ci si deve dimenticare di nutrire anche lo spirito.
Non bisogna mai perdere di vista il vero scopo dell´esistenza.
Avatar utente
syncster
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 377
Iscritto il: 12 gennaio 2007, 6:00
Località: Trento

11 febbraio 2007, 21:33

Ciao Priscilla, anch'io sono nella situazione di tuo marito.
Da quando sono in transizione (1 mese circa) sono calato 5 chili arrivando a pesare adesso 60Kg per 177cm.. sto cercando di mangiare piu verdura cotta e di limitare la frutta cruda.
Cosa si puo fare in questo caso? anche perche me lo fanno notare tutti specialmente mia mamma
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13257
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

11 febbraio 2007, 21:44

Oggi la maggior parte delle persone è sovrappeso. Questo significa che ha un peso superiore alla norma.

Ma qual'è la norma? Ciò che corrisponde alla tabella peso/altezza, il cosiddetto peso forma?

Oggi facciamo una vita in cui l'esercizio fisico è penalizzato. Probabilmente, se prendiamo un individuo avente il peso corretto per la sua altezza (secondo quella tabella, fatta da chi e in base a che paramentri non lo so) e gli rimuoviamo tutto il muco e le feci incistate nel suo intestino, dopo la sottrazione sarà "sottopeso".

Appena qualcuno dimagrisce non riusciamo a vedere la cosa per quello che è: Il suo corpo si sta svuotando delle tossine, muco ecc. e quindi dimagrisce. La prima cosa che viene in mente è quello di farlo ingrassare.

Mangiando pasta e pane, in breve tempo può ritornare come prima, rimettendogli dentro il muco e i cibi indigeriti che aveva prima.

Se il corpo dimagrisce svuotandolo del muco e non facciamo altro, il corpo continuerà a dimagrire fino a raggiungere una condizione in cui sarà in grado di rimettere tessuto muscolare dove richiesto.
L'esercizio fisico aiuta questo processo.

Se dobbiamo rimpizzarci nel tentativo di fermare il dimagrimento almeno facciamolo con verdure cotte o altro che non contenga molto muco come i farinacei, che ostruiscono tutti i sistemi del corpo (fanno "ingrassare").

Visto comunque l'aspetto sociale del dimagrimento, il condizionamento mentale che inevitabilmente ci ha colpito per molti anni, l'agitazione che si crea nelle persone che si incontrano, ugualmente e peggio condizionate (Oddio come sei dimagrito!, che occhi incavati, che guance vuote, ma sei malato? ecc.), questo mio post va considerato solo come una mia opinione personale e non come un consiglio da seguire.

Questo è quello che io farei, il corpo non si mangia la sua propria carne, come molti credono e asseriscono, quindi se domani diventassi magro come il fachiro di cui Ehret fa l'esempio, saprei che quella è la stessa condizione fisica che il mio corpo ha oggi meno il muco ecc.

Allora vedrò come migliorarla, magari mettendomi a fare passeggiate lungo i percorsi di montagna. :wink:

Il corpo sano mette su tanto tessuto muscolare quanto gli serve per gli sforzi che gli facciamo fare. L'esercizio fisico non è un fattore da trascurare, anche se detto da un "peccatore" come me.
Avatar utente
corvino72
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 127
Iscritto il: 21 novembre 2006, 6:00
Località: Arcore

12 febbraio 2007, 0:05

Accipicchia, non mi ero reso conto di aver allarmato Priscilla a tal punto da spingerla a scrivere un post come questo... beh, la ringrazio per la sua preoccupazione e ho letto con molto piacere le risposte che sono pervenute.
Quando si vuole trovare qualche testimonianza in merito a problemi di questo genere, basta digitare la parola "dimagrimento" nella ricerca "Search".

Mi sono riletto con attenzione questi due thread:
Strategie eleganti e/o spiritose per risposte sulla dieta
Dimagrimento e massa muscolare

Proprio un'ora fa Bruschino ha inserito questo bellissimo post, molto significativo:
la via della vitalità

Va beh, chiedo venia (al mio stesso corpo, più che a voi!) per aver ecceduto nel consumo di pane. Non me ne rendevo neanche conto. Ho eliminato colazione, pasta e ogni cibo contenente muco, come ho già ampiamente descritto qui:
Rafano nero dove sei?
Quindi, seguendo un istinto inconscio guidato da un'abitudine e un attaccamento che hanno radici profonde, mi sono lasciato prendere troppo la mano col pane, anche facendomi condizionare, lo ammetto, dal dimagrimento repentino.
Devo dire di non sentirmi debole, senza forze, sfinito o incapace di poter svolgere le attività quotidiane con difficoltà... non ho questo problema!!
Cercherò di darmi una regolata, cercando il più possibile di seguire questi consigli di Luciano:

Tratto da digiuno
luciano ha scritto: Le cose sono eccitanti ed entusiasmanti se fatte con cognizione di causa, pericolose o anche fatali se fatte da dilettanti.

Seguire alcuni consigli e altri no non è praticare il sistema di guarigione della dieta senza muco, e non si otterranno i risultati, ovvero la salute perfetta. Le esperienze altrui servono ben poco, ognuno è diverso e due persone facendo la stessa cosa possono ottenere risultati addirittura opposti.

Ti consiglio di rileggere e studiare il libro e anche l'articolo di Teresa Mitchell in homepage.
"ognuno è diverso e due persone facendo la stessa cosa possono ottenere risultati addirittura opposti." Importante!! Anche se Priscilla sta avendo dei grossi successi (leggere Sorprendente guarigione) le nostre strade saranno molto differenti: io ho il mio corpo e lei ha il suo. Impossibile quindi l'ipotesi che possiamo seguire lo stesso iter!!!

Tratto da presentazione e domanda
luciano ha scritto: Ti capisco, anch'io ho fatto fatica all'inizio, a rinunciare alla pasta e al pane integrali. (Fra l'altro sono erroneamente chiamati carboidrati, in realtà sono amidi)

Per riuscirci occorre che togliere tali alimenti non sia una rinuncia, e questo lo si fa riducendo gradualmente le porzioni. :wink:
E' un buon metodo, alla fine arrivi a due forchettate di maccheroni e a una fetta di pane, ma nel frattempo integri con più frutta e verdura.

I minestroni di verdura sono in effetti verdura cotta e nella dieta di transizione vanno bene, purché vi sia il sale al posto dei dadi, anche quelli vegetali contengono glutammato monosodico che è una schifezza per il corpo. Anche l'acqua dovrebbe essere al minimo, e non mangiare altro quando mangi il minestrone, soprattutto niente pane, perchè fermenta.

Non devi togliere nulla che senti come rinuncia, altrimenti prima o poi ci ricadi. Devi sentirti bene con te stessa e aver acquisito la consapevolezza che è un cambiamento verso il meglio e che sei in grado di affrontare con animo sereno. :D
Grazie a tutti da Raffaele!
"Per avere un corpo veramente sano, è necessario imparare a vivere in pace."
Avatar utente
Francesco
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 77
Iscritto il: 24 gennaio 2006, 6:00
Località: Bitonto - Bari - Roma
Contatta:

12 febbraio 2007, 0:17

Priscilla, non devi preoccuparti! Io personalmente e tanti altri ehretisti, ho perso circa 10 kili ( in 6 mesi ), ed ora a distanza di più di un anno dall'inizio della dieta di transizione ed oggi sono quassi al 90% di sola frutta e verdura, sto finalmente riguadagnado un po' di peso ed il mio viso si sta riarrotondando ( me lo stanno dicendo in molti!). Come antidoto ai brutti pensieri ed alla sopportazione di tante offese: come sei dimagrito, ma sei malato, ma non stai bene, ma hai problemi sociali, etc etc etc, ho trovato molto efficace leggere e rileggere il libro decine di volte ed anche il forum. Oggi sto molto bene e scusatemi se non ho ancora postato la mia testimonianza in "Storie di successi", ma lo farò.
A presto, un abbraccio
Ehretista da più di 5 anni e nel 2007-2008 sono stato completamente fruttariano. Ad oggi però (anno 2011), per una scelta motivata da sentimenti personali.., mi nutro solo all´80% di frutta e verdura. Grazie Luciano!
Avatar utente
cieliazzurri
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 164
Iscritto il: 14 ottobre 2006, 6:00
Località: Arco (TN)

12 febbraio 2007, 8:03

Io sto sperimentando questo, se può essere di aiuto:
Seguendo la dieta di transizione ero arrivata a pesare 47 kg in poco tempo e ora, pur mantenendo la stessa alimentazione sono aumentata di 3 kg. Premetto che il mio peso ormai da anni si aggira intorno ai 53 55 kg per 1.74 cm.
Pur mangiando con la stessa costanza non sono più calata così trasticamente. Il mio corpo ha cominciato ad assorbire ciò che mangio. :P

L'altro giorno non mi sentivo bene, ho mangiato di meno e bevuto la tisana Caisse e l'unica cosa successa è stata una maggior lucidità e nessuna perdita di peso.

Ciao
Il mentale è anche espressione del nostro corpo, delle sue rigidità/fluidità.
Un corpo armonioso, flessibile, aperto, gioioso, rispecchia le caratteristiche di un mentale simile ad esso. Perciò qualche volta è più saggio agire che stare lì fermi senza fa
Rispondi
  • Informazione