Esami del sangue

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
braveheart
Veterano
Veterano
Messaggi: 806
Iscritto il: 29 aprile 2008, 6:00
Località: prov. Como
Contatta:

8 marzo 2010, 0:02

Ho ritirato nei giorni scorsi gli esiti dell'esame del sangue, che avevo deciso di fare un po' per curiosita' e perchè erano 5 anni che non li facevo, sapendo benissimo che in transizione i valori potrebbero non essere nella norma.

Risultati quasi perfetti, tranne :
- lieve carenza di ferro ( gia' riscontrata nel mineralogramma )
- carenza di B12 ( anche se l'esame veritiero sarebbe quello delle urine )
- ph delle urine 8,5 anzichè 7.0 max

La cosa che mi preoccupa un po' è il valore del ph delle urine ( premetto che non l'ho mai controllato fino ad oggi ), che se non sbaglio al mattino dovrebbe esser acido.
Forse potrebbe esser che per 2 giorni consecutivi avevo bevuto 1 litro di succo di verdure ricavato al 50 % da barbabietola rossa, fortemente alcalinizzante.
..provero' a ricontrollare il ph con le cartine tornasole.

Cosa ne pensate a riguardo :?:
"Sta a ciascuno di noi scegliere se abbandonare la Terra e porre le nostre speranze in un'arca di Noe' spaziale o convertire la Terra nel paradiso terrestre che era in origine."
M. Fukuoka
Avatar utente
rolando7
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 91
Iscritto il: 4 dicembre 2008, 6:00
Località: Roma

8 marzo 2010, 9:45

Cosa ne pensate a riguardo :?:[/quote]


Che non ti dovresti fare ipnotizzare dai numeri. :wink:
neo84
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 65
Iscritto il: 17 novembre 2009, 6:00
Località: Torino, Losanna

8 marzo 2010, 11:29

Sto leggendo "La salute attraverso l'eliminazione delle scorie" e lì sostiene che un pH 8 è normale nei neonati, ma a causa dell'alimentazione onnivora nel corso della vita il corpo si acidifica e il pH scende.

Anch'io non so quanto fidarmi degli esami, anche perché i valori considerati normali sono presi come medie su un insieme di persone considerate in buona salute, ma come sappiamo il benessere propugnato dalla medicina non è quello che interessa a noi... quindi non mi spaventerei per aver superato il loro livello massimo di acidità delle urine.
Nessun vento è favorevole a chi non ha una direzione - Seneca
Avatar utente
papessa
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 117
Iscritto il: 12 febbraio 2010, 6:00
Località: Pordenone

8 marzo 2010, 15:27

braveheart ha scritto: - ph delle urine 8,5 anzichè 7.0 max La cosa che mi preoccupa un po' è il valore del ph delle urine ( premetto che non l'ho mai controllato fino ad oggi ), che se non sbaglio al mattino dovrebbe esser acido.
io mi diffido dei valori ufficiali, da qualche parte ho letto che rispetto anni fa sono stati abbassati/alzati per creare più gente malata :(
Anche il mio valore del pH è ognitanto 8-8,5 (dipende cosa mangio e bevo) e sono tranquilla :)
come ha detto neo pensa che autori Jentschura e Lohkamper di questo libro nella pag. 29 scrivono che un valore così alto è sinonimo di uno stato di salute perfetto :P come neonati e che nel corso della nostra vita non raggiungeremo più... si sono sbagliati ;)
adesso la gente sta usando sempre di più il sapone d'aleppo che ha proprio
il pH così alto e aiuta a portare via le sostanze nocive dal corpo :) anche i sali per i pediluvi...una volta la gente si lavava solo con i saponi di pH 9 e sapevano bene perchè ;)
pag.11 stesso libro - ci sono i flussi basici di sei ore che percorono l'organismo e anche flussi acidi ma in momenti diversi così ogni 3 ore si sperimenta un'alternanza di flusso acido e basico...come il ritmo di alta e bassa marea.. per cui anche gli esami dovrebbero tenere presente questo fatto...ma questo sto verificando in questi giorni dopo aver finito di leggerlo :)
Avatar utente
Tenzin
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 193
Iscritto il: 29 agosto 2007, 6:00
Località: prov di Pisa

10 aprile 2010, 23:13

Ciao a tutti.
Mi "aggancio" ai vostri post perchè qualche giorno fà ho donato il sangue e questa mattina sono arrivate le analisi.
Tutte nella norma tranne la presenza di nicotina (HB) i valori superano la norma!
Voglio precisare che io ho smesso di fumare nel 2004 dopo che mi diagnosticarono un enfisema polmonare. Da quel tempo ho sempre evitato di frequentare posti dove fumano.
Vorrei capire se il mio organismo con la dieta di guarigione sta smaltendo la nicotina accumulatasi nel corso degli anni? Che si stia sciogliendo ed è in circolo nel sangue? Questa presenza nelle analisi è da considerarsi positiva?
Grazie per le risposte.
Massimo.
L´uomo è il prodotto del suo pensiero:
Egli diventa ciò che pensa
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13251
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

12 aprile 2010, 15:20

Si, la nicotina e una decina di metalli pesanti con cui viene trattato il tabacco rimangono nell'organismo per parecchio tempo. Io a volte ho il richiamo della sigaretta, e questo viene dai cristalli di nicotina ancora presenti nel corpo.

Se è nel sangue poi viene eliminato. :D

Delle saune possono aiutare il processo di eliminazione.
Avatar utente
Tenzin
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 193
Iscritto il: 29 agosto 2007, 6:00
Località: prov di Pisa

12 aprile 2010, 20:43

Grazie Luciano.
Ho fatto una piccola ricerca la nicotina rimane nel nostro corpo per circa 10 anni dall'ultima sigaretta fumata.

Immaginavo che essendo in circolo nel sangue sia in fase di "smaltimento"!
Bene così.
:lol:
L´uomo è il prodotto del suo pensiero:
Egli diventa ciò che pensa
Rispondi
  • Informazione