Il clistere

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Avatar utente
Megadave
Newbie
Newbie
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 febbraio 2007, 6:00
Località:

1 marzo 2007, 12:02

Salve a tutti sono alla mia prima esperienza nell'uso del clistere e volevo sapere da chi ne sa di più, perchè usare l'acqua tiepida nel procedimento anzichè quella calda, non dico bollente, ma semplicemente calda, le incrostazionui non sono più removibili in questo modo?? quanto volete , grazie per la risposta.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

1 marzo 2007, 12:27

Megadave ha scritto:Salve a tutti sono alla mia prima esperienza nell'uso del clistere e volevo sapere da chi ne sa di più, perchè usare l'acqua tiepida nel procedimento anzichè quella calda, non dico bollente, ma semplicemente calda, le incrostazionui non sono più removibili in questo modo?? quanto volete , grazie per la risposta.
Penso che sia per non agire in modo troppo aggressivo.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

1 marzo 2007, 12:28

Megadave ha scritto:Salve a tutti sono alla mia prima esperienza nell'uso del clistere e volevo sapere da chi ne sa di più, perchè usare l'acqua tiepida nel procedimento anzichè quella calda, non dico bollente, ma semplicemente calda, le incrostazionui non sono più removibili in questo modo?? quanto volete , grazie per la risposta.
Penso che sia per non agire in modo troppo aggressivo.
Avatar utente
Megadave
Newbie
Newbie
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 febbraio 2007, 6:00
Località:

1 marzo 2007, 13:30

ok, Grazie, per la risposta.
Avatar utente
Megadave
Newbie
Newbie
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 febbraio 2007, 6:00
Località:

4 marzo 2007, 16:34

Ma quante ore dopo aver pranzato o cenato si può fare un clistere??
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

4 marzo 2007, 23:07

Megadave ha scritto:Ma quante ore dopo aver pranzato o cenato si può fare un clistere??
Non ci sono tempi stabiliti, per esempio, se hai un mal di testa per transito digestivo bloccato, prima lo fai meglio è.
Avatar utente
Penelope
Newbie
Newbie
Messaggi: 16
Iscritto il: 19 luglio 2006, 6:00
Località: Provincia di Milano

24 marzo 2007, 16:04

E se...

il mal di testa viene dopo il clistere? Accompagnato da naso intasato?

Leggendo questo topic, mi sono finalmente decisa a farlo...
Sono rimasta così---> 8O nel vedere il risultato (cioè le evacuazioni), non avevo mai fatto caso alle "cose" che vengono espulse.. :roll:
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

24 marzo 2007, 21:17

Si può avvenire quello che dici, vuol dire che il processo di disintossicazione sta continuando.
Nelle feci puoi leggere il tuo passato...alimentare. Ehret ne parla di questa roba vecchia che viene fuori.
Avatar utente
fruit78
Newbie
Newbie
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 maggio 2007, 6:00
Località:

8 giugno 2007, 20:19

Volevo fare una domanda ai piu' esperti, e visto che c'e' un topic apposito.

Prima di 8 giorni fa il discorso cliesteri era a me poco conosciuto e non molto rilevante ai fini salutistici.
Dopo aver appreso che questa pratica all'inizio puo' essere molto utile mi sono cimentato senza pensarci troppo.

Allora intanto confermo che anche a me e' stata una pratica molto positiva in quanto anche io avevo vecchi residui che ho eliminato a distanza di 4 giorni continuavano a venire fuori.

Tutto bene a parte qualche doloretto nel momento dell'evaquazione.

Ora vurrei chiedervi una volta che avete il colon pulito, quanto tempo impiegate ad avere le prime evaquazioni?

1, 2, 3 giorni?

Io penso questo: "correggetemi se dico castonerie"
Quando il colon e' pieno di residui mano mano che si digerisce e si immettono nuovi "residui" cosi' i vecchi vengono espulsi.

Di conseguenza mangiando ogni giorno, ogni giorno si va in bagno 1 o 2 volte regolarmente.

Ora io penso che se il colon viene pulito e svuotato ci voglia piu' tempo perche' il transito avvenga lungo i circa 150cm centimetri e quindi potrebbe succedere di non andare in bagno regolarmente come succedeva prima.

Lo dico perche' a me cosi' sta accadendo, sono 2 giorni che ancora devo andare di corpo dopo aver fatto diversi lavaggi del colon.

Aspetto il parere di qualcuno piu' esperto.

Grazie
Avatar utente
fruit78
Newbie
Newbie
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 maggio 2007, 6:00
Località:

10 giugno 2007, 9:52

Volevo confermare che in media devono passare 48 ore dalla prima evaquazione dopo aver fatto una pulizia del colon con il cliestere.

Non so se sia normale o meno, :oops: ma questo e'.

Un saluto

Modificato il 10/06/2007 alle ore 22:37

Allora volevo aggiungere quanto segue:

Credo di potermi sbilanciare dicendo che la permanenza del cibo nel colon potrebbe dipendere dal tipo di alimento che si ingerisce.

Sono andato al lidl ieri ed ho preso 2 confezioni di crauti per provarne gli effetti.
Allora intanto vi dico che questo tipo di alimento mi ha provocato un forte senso di pesantezza, debolezza e fatica nella digestione, forse a causa dell'aceto, poi ho avuto sete per tutto il giorno ed ho bevuto tantissima acqua, con questo confermo che questo tipo di alimento non fa per me.
In compenso sono andato in bagno ben 5 volte, quindi la permanenza dall'ingestione all'espulsione e' stata assai breve.

Evidentemente quando il corpo si accorge che da un determinato alimento non si puo' recuperare piu' nulla (vitamine,ecc) l'espulsione avviene quasi subito.
Con la frutta la permanenza e' decisamente piu' lunga.

Spero che questa mia esperienza possa essere di utilita' per qualcuno.
Un saluto

Roberto
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

15 aprile 2008, 18:20

Se c'è molto cloro si, dipende dalla qualità dell'acqua, come quando la si beve. Ma se si ha bisogno di un clistere è meglio farlo con l'acqua che si ha che non farlo.
Avatar utente
mesenger
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 202
Iscritto il: 12 dicembre 2007, 6:00
Località: Messina

15 aprile 2008, 20:09

anche io uso l'acqua del rubinetto , ma dato che c'e' il cloro la bollisco prima e per non stare due ore ad aspettare che si raffreddi aggiungo acqua in bottiglia per stemperarla .
Rispondi
  • Informazione