Alimenti da poter usare nella dieta di TRANSIZIONE

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Avatar utente
baldazar
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 53
Iscritto il: 1 febbraio 2006, 6:00
Località: Conegliano treviso

Si sapevo già che i cereali crudi e tostati erano ottimi ( specialmente il grano saraceno/ anche se non è propriamente un cereale / ), lo si pratica nell' alimentazione macrobiotica.
Per quanto riguarda gli integratori,sono abbastanza ferrato ( visto che fa parte del mio lavoro ).
Tra i migliori ci sono il Cell Food,il silicio organico G5,il Noni,L' alga Spirulina,la vit. C organica ( acerola+frutto baobab+rosa canina ).

Ciao a tutti Baldazar


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
Francesco
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 77
Iscritto il: 24 gennaio 2006, 6:00
Località: Bitonto - Bari - Roma
Contatta:

Ciao Luciano, e in quali dosi potrebbe essere utile ad esempio l'assunzione dell'alga Klamath? Inoltre, l'assunzione dei fermenti lattici e degli enzimi sarebbe sempre consigliabile?
Ovviamente intendo quando si è puliti o parzialmente puliti dai detriti ...

grazie,
Francesco

Ps Non dimentichiamo però che se l'organismo è saturo di detriti alimentari, pus, muchi etc. .. tutte le integrazioni di qualsiasi genere avranno poco senso perchè andranno a miscelarsi con tali detriti i quali neutralizzeranno ogni sorta di risultato positivo. Almeno, questa è la lezione che io ho imparato sul libro. Vi consiglio di leggere, rileggere più volte ogni singola lezione ed in particolare la Lezione V dove Ehret parla del Segreto della Vitalità.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13334
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Non saprei indicarti le dosi, io esagero sempre rispetto a quelle consigliate dai produttori, ma sono anche indisciplinato, spesso mi dimentico di prenderli.

Gli enzimi facilitano la digestione e assimilazione degli alimenti, e se è vero che in un organismo non pulito la maggior parte verrà sprecata è un aiuto mentre ci si ripulisce.

C'è tutta una conoscenza da acquisire che si chiama "probiotica" e che ha a che fare con l'interazione dei micro organismi con organismi complessi, ma non solo.
Nel corpo umano ci sono miliardi di microrganismi, alcuni affini e amici, come la flora intestinale, senza i quali un'appropriata digestione sarebbe impossibile.
Quando ci sono particolari tossine, questi microrganismi si trasformano in forme adeguate per eliminarle, divorandole, digerendole, lasciando come residuo altre sostanze che il corpo ha meno difficoltà ad eliminare, come il pus, ad esempio. E' qui dove lo scienziato ortodosso cade in errore e pensa che ci siano dei microrganismi che creano la malattia.

Questi microrganismi sono davvero capaci di digerire qualsiasi sostanza. Per ripulire i mari dal petrolio fuoriuscito dalle petroliere si usano dei batteri che letteralmente se lo mangiano, convertendolo in altre sostanze inerti.
Michele
Newbie
Newbie
Messaggi: 25
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 6:00
Località:

In riferimento ai cereali interi e tostati vorrei chiedere se qualcuno di voi li ha mangiati finora e come ha proceduto alla preparazione. Grazie.
Avatar utente
baldazar
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 53
Iscritto il: 1 febbraio 2006, 6:00
Località: Conegliano treviso

Il presupposto alla base dell'attività di un probiotico, è la resistenza all'attacco degli acidi a livello dello stomaco, che consente al poll batterico di conservare la validità per l'azione a livello intestinale.

Il termine prebiotico ( che non è probiotico ) sta ad indicare un gran numero di sostanze organiche,ma in particolare gli oligosaccaridi fermentescibili, che sono in grado di favorire la crescita della flora microbica intestinale, in quanto fungono da substrato nutritivo dei microrganismi endogeni.Il loro meccanismo d'azione è quello di favorire la crescita di microrganismi probiotici,quali ad esempio,i bifidobatteri, che normalmente costituiscono la microflora intestinale.
I soli prebiotici per quali siano disponibili dati significativi,riguardano i fruttani del tipo inulina ( polvere di radice di cicoria ).

Credo che la strategia mgliore ( pre mia conoscenza e sperimentazione ) finalizzata alla modificazione del microba intestinale è rappresentata dalla creazione di " sinbiotici ", nei quali probiotici e prebiotici sono usati in combinazione, per sfruttarne i benefici effetti per l'ospite, derivanti dalle 2 classi.

Giunti qui i prodotti che adopero per far si che questo avvenga sono :
INULINA che si compera in farmacia ( non fatevi scoraggiare dai farmacisti che vogliono vendervi altri prodotti che si avvicinano alla inulina,la ditta che la commercializza è la Farmalabor di Canosa di Puglia
( BA) il costo è di circa 20 euro al kg.
ENTEROGERMINA che si compera in farmacia.
YOVIS per bambini ( che non contiene lattosio ) che si compera in farmacia.
Dosaggi : 1 cucchiaio di Inulina con 2 bustine di Yovis e 2 fialette di Enterogermina.

Ciao a tutti Baldazar
Avatar utente
baldazar
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 53
Iscritto il: 1 febbraio 2006, 6:00
Località: Conegliano treviso

Normalmente si usano cereali integrali bio, si lavano poi si mettono in una padella ( non di alluminio o antiaderente che sono cancerogene ) ,o di ferro o acciaio senza oli.
Si mette sul fuoco basso, e si inizia a tostare i cereali smuovendoli con un cucchiaio di legno.Più pasa il tempo,più velocemente bisogna agitarli.
Il tempo varia da cereale a cereale.
Per sapere quando sono pronti se ne assaggia qualcuno.Se sono croccanti alla masticazione sono pronti.
Se si vuole quando sono pronti si può mettere una spruzzata di salsa di soya ( Soyu ).
Buona masticazione.

Ciao Dorino.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13334
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

In quel modo si può anche preparare il gomasyo, con il sesamo. Ho visto farlo una volta a casa di amici, ma non mi ricordo le proporzioni sale/sesamo. Se qualcuno lo conosce ed espone il procedimento sarebbe utile. Ritengo che sia un ottimo sostituto al solo sale, nelle diete di transizione.
Luciano
Michele
Newbie
Newbie
Messaggi: 25
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 6:00
Località:

E quali sono i cereali meglio indicati per essere tostati? Io credo che siano immangiabili, forse sarebbe meglio condirli con un po di olio e sale. Fatemi sapere.

Per il gomasio ho trovato la seguente preparazione che vi posto:

Versate il sesamo in un colino a maglie fini, lavatelo con cura sotto l'acqua corrente, poi mettete i semi in un asciugamano per asciugarli.
Versateli in una padella e fateli tostare a fuoco medio mescolandoli in senso circolare con un cucchiaio di legno finché i grani non si mettono a saltare. Quando tutti i semi sono di un colore biondo dorato ed emanano un gradevole profumo, versateli nel mortaio. Nel gomasio non bisogna trovare i semi interi, ma i semi non vanno neanche ridotti in polvere.
Mediamente si usa 1 cucchiaino di sale integrale ogni 18 di sesamo, che potrete variare in base alle vostre necessità. Fate attenzione a non farli bruciare sennò diventano amari, il gomasio così ottenuto conserva tutta la sua fragranza, in un barattolo chiuso, per circa una settimana. Spero di essere stato utile. Ciao.
Avatar utente
baldazar
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 53
Iscritto il: 1 febbraio 2006, 6:00
Località: Conegliano treviso

Nella preparazione del gomasio non c'è una proporzione fissa, dipende dalla predisposizione al salato o se si vuol curare una malattia.
Normalmente nei centri Macrobiotici il rapporto va da 1 a 7;
a 1 a 25 ( 1 è la misura del sale marino integrale).
Nella ricetta manca una voce, bisogna tostare il sale in una padella a parte (che non sia di alluminio o antiaderente ) e unire alla fine sia il sale tostato ( attenzione a non farlo diventare a pezzi grossi ) che il sesamo tostato.Di solito per macinare si usa un suribachi, ma si può fare anche con un macina caffè.

Per quanto riguarda i cereali tostati di solito uso grano saraceno( anche se propriamente non è un cereale ) con una spruzzata di soyu.
Ma anche gli altri non sono male.Bouna masticata.

Ciao Baldazar.
Michele
Newbie
Newbie
Messaggi: 25
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 6:00
Località:

Ho provato a tostare il miglio e devo dire che non mi è dispiaciuto, pensavo decisamente peggio.
Avatar utente
gibuz
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 57
Iscritto il: 3 febbraio 2006, 6:00
Località: Bergamo

Come hai fatto a tostarlo? A me il miglio piaceva un sacco :D
Michele
Newbie
Newbie
Messaggi: 25
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 6:00
Località:

Come hai fatto a tostarlo? A me il miglio piaceva un sacco
Come sopra descritto da baldazar.
Avatar utente
FANNY22
Newbie
Newbie
Messaggi: 35
Iscritto il: 15 febbraio 2006, 6:00
Località: Rimini

Scusate l'ignoranza ma la noce di cocco è un frutta fresca o secca :?:
Ho letto nelle tavole di Berg che toglie acidità, si può consumare tranquillamente o è tra quei cibi che producono comunque muco anche se poco :?:
Avatar utente
FANNY22
Newbie
Newbie
Messaggi: 35
Iscritto il: 15 febbraio 2006, 6:00
Località: Rimini

Ho letto nei post che avete utilizzato i cereali crudi e tostati, ho cercato nei supermercati ed ho trovato solo il farro e l'orzo perlati.
Non so cosa significa perlato :?: :?:
Potete dirmi se vanno bene come il grano saraceno e il miglio che avete usato voi :?:
Avatar utente
baldazar
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 53
Iscritto il: 1 febbraio 2006, 6:00
Località: Conegliano treviso

Per quanto riguarda l'orzo, ne esistono tre tipi in commercio :
orzo integrale, orzo mondo, orzo perlato.
Come avrai capito l'orzo perlato non serve a niente.
L'orzo integrale necessita una lunga cottura, e alla fine bisogna masticarlo molto.
L'orzo mondo è quello alla portata di tutti, è stato privato di un poco di crusca, ma conserva il germe.
Il farro ( o come viene chiamato " il frumento degli antichi "), questo perchè già ai tempi dei romani era dato come alimentazione per le legioni.
Il farro deve esere integrale.
Questi prodotti si trovano nei negozi Bio.
Spero che un giorno anche i supermercati li vendano, dipende da noi , se notifichiamo alle ditte ciò che vogliamo prima o poi ci esaudiranno.

Per la noce di cocco, c'è una ignoranza micidiale.
Ora nei paesi dove nasce la palma da cocco, le noci di cocco vengono mangiate fresche, si beve il contenuto,che è leggermente lassativo,e dopo si apre la noce.
Il contenuto è una gelatina trasparente, che va mangiata immediatamente, perchè inrancidisce dopo poco.
Quelle che abitualmente troviamo nei negozi, con il contenuto bianco dolciastro, sia in africa che in india viene dato alle capre e alle mucche.
Per l'uomo è indigeribile.
Nella Margarina vegetale, c'è anche noce di cocco.
Tutto questo l'ho appreso vivendo la dove queste popolazioni si alimentano di cocco da molto.

Ciao Baldazar.

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione