Scandinavi e britannici avevano pelle scura 5.500 anni fa

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Rispondi
kaekko
Newbie
Newbie
Messaggi: 15
Iscritto il: 27 agosto 2009, 6:00
Località: Bolzano

6 settembre 2009, 14:10

Spero troviate interessante il seguente articolo, visto che anche Ehret dice che dopo essere passato ad un regime alimentare frugivoro, la pelle gli è diventata molto più scura. 5.500 anni fa in fondo, non sono un tempo così lungo...

Scandinavi e britannici avevano pelle scura, bianchi solo da 5.500 anni
  • Roma, 1 set. (Adnkronos Salute) - Sembra quasi incredibile, ma la pelle color latte tipica di tanti abitanti dell'Europa del Nord sarebbe una novità recente. In origine, infatti, britannici e scandinavi avevano la pelle scura, e sono rimasti così per millenni. Solo quando da cacciatori-raccoglitori si trasformarono in coltivatori, infatti, la loro pelle si schiarì. Una trasformazione legata al fatto che la nuova dieta degli agricoltori era carente di vitamina D, e la pelle scura esposta al sole la sintetizza con più difficoltà rispetto a quella color latte, spiegano i ricercatori diretti da Johan Moan dell'Istituto di Fisica dell'Università di Oslo.Secondo la ricercatrice un ruolo chiave in questo processo di 'scolorimento' è stato giocato proprio dalla dieta. "In Inghilterra 5.500-5.200 anni fa l'alimentazione è cambiata rapidamente, e il pesce non fu più l'alimento principale. Questo portò al rapido sviluppo della pelle chiara". Moan, che ha lavorato insieme a Richard Setlow del Brookhaven National Laboratory dello stato di New York (Usa), spiega che la carenza di vitamina D può anche essere letale. "I climi freddi e le alte latitudini accelerarono la necessità di pelli chiare. Il cibo prodotto sui campi era infatti una fonte insufficiente di vitamina D - si legge nella ricerca, pubblicata sul 'Times' - e la radiazione solare risultava troppo bassa per produrre a sufficienza questa sostanza nel caso della pelle scura". In pratica, il colorito scuro protegge dai raggi, ma così la pelle impiega più tempo a sintetizzare la vitamina D necessaria per la salute. Così agli abitanti dell'Europa del Nord non sarebbe rimasto altro rimedio che 'impallidire', per permettere alla pelle di produrre più facilmente la preziosa sostanza.
Avatar utente
curiosoboy
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 279
Iscritto il: 12 gennaio 2009, 6:00
Località: Napoli

6 settembre 2009, 17:45

io credo che la dieta poco centri nel cambiamento del colore della pelle, nel senso che la pelle scura divenne chiara per produrre più vitamina d, in un clima come quello nordico. Quindi, più che l'alimentazione, è il clima a giocare un ruolo importante nel cambiamento di colore della pelle!
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

11 settembre 2009, 13:05

AndFinally ha scritto:...la Rivoluzione Agricola è avvenuta proprio grazie alla pesca, in quanto i semi che le popolazioni indigene depositavano in fondo ai canali per attirare i pesci che nuotavano nei fiumi affinché potessero pescarli...
Da dove viene questa informazione?
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

11 settembre 2009, 14:23

AndFinally ha scritto:Ciao Luciano, da studi presentati al grande pubblico di recente grazie a trasmissioni interessanti come La Vera Storia Del Mondo di Jacopo Fo. Ti riporto il link per vederli, sono stati caricati su YouTube:

http://www.youtube.com/view_play_list?p ... xt_from=PL
No per piacere! :D

Quelle sono solo supposizioni che possono non avere alcuna attinenza con la realtà. Si pensa, si immagina si suppone.

Come quella del pelo dell'uomo che l'ha perso stando sempre in acqua... chissà perché questi non l'hanno perso:
Immagine

Riguardo ai semi il commentatore-narratore-fantasista dice "possiamo immaginare", quindi alla fine, nulla di concreto. Non sono arrivato a sapere come sono cresciute le tette alle donne, sarebbe interessante ma non posso perdere tempo dietro a quelle cose.
Avatar utente
erre
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 467
Iscritto il: 21 gennaio 2008, 6:00
Località: Cagliari

11 settembre 2009, 16:09

Per me questo articolo avvalora la giusta dimostrazione di Ehret quando dice che il colore pallido cadaverico delle popolazioni occidentali e quindi soprattutto nordiche, sono talmente costipate di muco che la pelle e' ,appunto, di colore cadaverico.

E in queste persone cio e' avvenuto da quando hanno praticato la coltivazione della terra a colpi ,ritengo, di grano ed altro causa di produzione di muco.

Prima di questa trasformazione alimentare quella popolazione si cibava prevalentemente di pesci che quardacaso non producono muco eccessivo come la carne comporta, ma col tempo rende il corpo accido causa di cattiva salute.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

11 settembre 2009, 16:16

Soprattutto il latte. Conosco una ragazza la cui madre è un'adoratrice del latte e l'ha tirata su a latte di mucca, yogurt e formaggi, oltre al resto, ma con enfasi sul latte.

Ha la pelle bianchissima, oltre che essere alquanto rotondetta.
Avatar utente
sibillina
Veterano
Veterano
Messaggi: 811
Iscritto il: 28 maggio 2008, 6:00
Località: lugano

11 settembre 2009, 16:20

:lol:

che forte sei Luciano!!
Tutto è difficile prima di essere semplice.
Thomas Fuller
Avatar utente
rita
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 518
Iscritto il: 17 gennaio 2009, 6:00
Località: genova

11 settembre 2009, 20:45

luciano ha scritto:Soprattutto il latte. Conosco una ragazza la cui madre è un'adoratrice del latte e l'ha tirata su a latte di mucca, yogurt e formaggi, oltre al resto, ma con enfasi sul latte.

Ha la pelle bianchissima, oltre che essere alquanto rotondetta.
come avevo detto all'inizio qualcosa su di me, vivevo di latte.
fino a 10 anni latte coi biscotti colazione , pranzo , cena.
fortunatamente non mi è venuta la pelle bianchissima
e non sono rotondetta!! :D
in compenso avevo i miei disturbi che mi portavo dietro da una vita tipo starnuti, allergie verso marzo-aprile, delle piccole cisti nei polsi, brigole sul viso e magari altri piccoli segnali che il mio corpo mi inviava che non mi accorgevo, tipo pruriti improvvisi che duravano qualche minuto sulle braccia..
da tre anni non tocco piu' latte e derivati:
tutto cio' è scomparso!!
Oggi so che era muco in circolo e il corpo fortunatamente cercava di espellerlo, non voglio pensare a lungo andare in cosa avrei potuto andare incontro...
"Quando cesserai di voler riempire la tua coppa di felicità ed inizierai a riempire quella degli altri, scoprirai, con meraviglia, che la tua sarà sempre piena". Paramansa Yogananda
Avatar utente
Foca
Veteran
Veteran
Messaggi: 617
Iscritto il: 24 giugno 2008, 6:00
Località: Agliana Pistoia

11 settembre 2009, 20:59

Questa estate la mia bambina, appassionata di latte con le ..cciole :( , si è finalmente convinta a non prendere più il latte.

Dopo pochi giorni ha potuto rendersi conto da sola che le era scomparso il GRANDE prurito che aveva sempre in testa e le è notevolmente diminuita la "forfora".

:wink:

Certo, purtroppo per adesso rimangono ancora le G..ciole :(
"Dammi la possibilità di eliminare, di riparare, con il meccanismo del corpo!" "Trova il tempo di rimanere "ammalato" per alcuni giorni o settimane, e io ti aiuto! <<Rimani fermo, tranquillo, riposa, dormi e NON MANGIARE!>>"
Avatar utente
curiosoboy
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 279
Iscritto il: 12 gennaio 2009, 6:00
Località: Napoli

12 settembre 2009, 13:41

Anch'io ero un drogato di gocciole affogate nel latte... lo fui solo per un anno, poi iniziai a "schifarle"...
Rispondi
  • Informazione