la mia storia in breve

Questa è la sezione dove ci si presenta. Prima di farlo, leggi attentamente la guida che vedrai quando aprirai il primo argomento.

Moderatore: luciano

Regole del forum
1. Prima di tutto, leggi il Regolamento. In questo modo saprai come ci si comporta in questo Forum, al fine di avere un'esperienza piacevole per tutti gli utenti.

2. INCLUDI il tuo nome o nome utente NEL TITOLO del tuo primo post in questa sezione.
Appena arrivi su questo sito, fai sapere qualcosa di te, perché ti sei iscritto, se hai letto e studiato i libri di Ehret e quali. Leggi altro sui libri qui.

Qui può postare ogni iscritto, solo post pertinenti alla propria presentazione, nelle altre sezioni occorre aver prima letto e soprattutto studiato il libro Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco.

RIPETO: Ricordati di mettere il tuo nome o nick nel titolo del tuo primo post di presentazione. Continuo a vedere "Ciao a tutti!" "Nuovo arrivato!" e nella ricerca diventa poi difficile trovare chi l'ha scritto. Esempi di corretta presentazione: "Ciao a tutti da Mario", "Nuova arrivata - Maria85".
Rispondi
Avatar utente
selene
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 30 settembre 2009, 6:00
Località:

17 ottobre 2009, 12:48

Mi presento: sono Selene,un mese fa, circa, ho acquistato i tre libri, (letti in un giorno), ed ho subito deciso di cominciare. Vorrei essere breve ma devo precisare alcune cose: ho una lunga e difficile storia di anoressia alle spalle, condita dall'abuso di farmaci di vario genere:anoressizzanti,manco a dirlo, ma anche diuretici. L'anoressia è diventata pian piano solo un ricordo amaro e pungente,non le appartengo più da tempo.I farmaci, invece, mi hanno fatto compagnia fino a poco fa. Non mangio carne nè pesce, per un dovere etico e per rispetto del mio adorato animale da compagnia;per qualche mese ho seguito i precetti della macrobiotica, scontenta di dover rinunciare alla frutta ed in parte alle verdure, cibi che ritengo indispensbili.Inoltre mi disturbava dover manipolare tanto il cibo, sottoporlo a cotture interminabili per renderlo commestibile..Dover utilizzare ingredienti e condimenti che non appartengono alla mia terra ed alle mie radici.Tuttavia, questa esperienza mi ha condotta ad eliminare caffè, zucchero,farina bianca ed altri elementi nocivi. Non bevo latte, non uso uova nè burro, mi concedo solo del formaggio ogni tanto. Cercavo un'alimentazione sana e naturale, che ho trovato negli scritti di Ehret.L'inizio: quattro giorni di digiuno sostenuto da limonata con sciroppo d'acero.Nessun problema riscontrato.Al termine del digiuno ho mangiato dell'uva ed evacuato entro un'ora, naturalmente, come descritto nel libro.La mia alimentazione da allora consta di un primo pasto a base di frutta ricca di fibre, che facilita il transito intestinale di ciò che mangio nell'arco della giornata, e poi verdura, cruda, cotta o tutte e due. Il primo enteroclisma, fatto da sdraiata, con sola acqua, non dandomi alcun fastidio, è stato di quattro litri, trattenuti per venti min.Evacuazione abbondante in due\tre volte. Un secondo enteroclisma con acqua e limone, solo due litri,trattenuti per pochissimo, non ha avuto grandi effetti.Non soffro di stitichezza, per cui non sento il bisogno di purgarmi spesso, tanto più che nelle feci trovo sempre muco bianco.Purtroppo, dopo due settimane, è arrivata una cistite emorragica curata con due giorni di digiuno a limonata e succo d'acero, e cranberry in compresse.Passata in tre giorni.Ripeto uno\due giorni di digiuno appena posso, non ho mai fatto colazione.Ogni giorno corro per 35\40 min. in riva al mare, ho eliminato TUTTI i farmaci e sto bene.Credo d'aver perso un paio di chili, dico credo perchè non ho una bilancia in casa, retaggio dei tempi in cui ne ero schiava. Spero nella possibilità di trovare il vero benessere fisico e mentale, e quindi la serenità.In questo mi sento in vostra compagnia e ne gioisco.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

17 ottobre 2009, 18:55

Benvenuta Selene! :D
Ti auguro di trovare la tua via alla salute perfetta. Da quello che scrivi si evince che hai già fatto un bel pezzo di strada. Se si incontrano ostacoli o inciampi, nel libro ci sono i rimedi.

Quali sono i farmaci anoressizzanti? Perchè uno dovrebbe prenderli? O sono effetti collaterali di farmaci destinati a altri usi?
Avatar utente
danielsaam
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1101
Iscritto il: 24 aprile 2008, 6:00
Località: Planet Earth
Contatta:

17 ottobre 2009, 20:29

Ciao Selene, benvenuta e complimenti per i tuoi primi successi!!! :D
"He is the truth and has the truth, and we with him".
Avatar utente
braveheart
Veterano
Veterano
Messaggi: 806
Iscritto il: 29 aprile 2008, 6:00
Località: prov. Como
Contatta:

17 ottobre 2009, 21:58

Ciao Selene :D , benvenuta nel forum !
Mi associo ai complimenti per esserti curata dall'anoressia, problema non da poco, e per aver raggiunto gia' qualche piccolo successo praticando il Sistema .
selene ha scritto:Ogni giorno corro per 35\40 min. in riva al mare..
Beata te..sapessi quanto vorrei farlo anch'io. . .
"Sta a ciascuno di noi scegliere se abbandonare la Terra e porre le nostre speranze in un'arca di Noe' spaziale o convertire la Terra nel paradiso terrestre che era in origine."
M. Fukuoka
Avatar utente
selene
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 30 settembre 2009, 6:00
Località:

18 ottobre 2009, 2:10

Ringrazio tutti per il benvenuto.
Rispondo a Luciano sulla natura dei farmaci anoressizzanti: ne esistono di due categorie, cioè quelli che inibiscono l'appetito come scopo ultimo, vedi farmaci antiobesità, e quelli che sortiscono l'effetto secondariamente, come farmaci che stimolano la tiroide, antidepressivi, ecc.Sulle ragioni che spingono le persone ad assumerli, vale quanto sopra: per sopprimere l'appetito, o per tutt'altro motivo, avendo tra gli effetti collaterali anche l'anoressia.Nella mia "vita precedente" ho accumulato una tale conoscenza in ambito medico/ farmacologico che qualcuno, a volte, crede ch'io sia nel campo!!Non tutto il male viene per nuocere, in fondo..Queste conoscenze le uso oggi per consigliare amici e parenti e tentare di strapparli alla generazione:"Basta un poco di zucchero e la pillola va giù..".
Rispondi
  • Informazione