Radiazioni degli alimenti: onde umane e salute

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
danielsaam
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1101
Iscritto il: 24 aprile 2008, 6:00
Località: Planet Earth
Contatta:

24 marzo 2010, 7:16

"He is the truth and has the truth, and we with him".
Avatar utente
erre
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 467
Iscritto il: 21 gennaio 2008, 6:00
Località: Cagliari

24 marzo 2010, 9:52

danielsaam ha scritto:Bell'articolo di Marcello Pamio:

http://www.disinformazione.it/vibrazione_alimenti.htm
Ciao danielsaam

Ti sono grato per aver lanciato questa informazione. E' un argomento di studio che sto' facendo e conosco questo lavoro che Simoneton ha fatto sugli alimenti e la loro vibrazione.

In diversi post quando, si e' presentata l' occasione, ho parlato del vitalizzatore dell' acqua grander per i suoi benefici.
Lo studio di Simoneton puo' servire a comprendere la vitalizzazione.
Nell' articolo da te suggerito si parla della buccia della mela che messa tutta la notte in bichiere d' acqua trasmette alla stessa le sue vibrazioni cosmiche. Questo e' quello che accade alla vitalizzazione dell' acqua.

Sto ricercando in questo momento un dispositivo moderno per misurare il valore vibrazionale degli alimenti.

Approfitto dell' occasione per chiedere se qualcuno mi possa indicare un nome di tale strumento che misura queste vibrazioni. Vi ringrazio :lol:
Avatar utente
papessa
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 117
Iscritto il: 12 febbraio 2010, 6:00
Località: Pordenone

24 marzo 2010, 15:49

danielsaam ha scritto:Bell'articolo di Marcello Pamio:

http://www.disinformazione.it/vibrazione_alimenti.htm
bello ed interessante
grazie :P
Avatar utente
dodoedo
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 79
Iscritto il: 17 settembre 2008, 6:00
Località: savona

24 marzo 2010, 18:06

1000 grazie danielsaam di averci portato alla conoscenza di questo interessantissimo articolo che rappresenta un ulteriore conferma di molte teorie anche molto distanti fra loro , che pero' stanno tutte convergendo in qest' utima direzione.
edo.
Avatar utente
papessa
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 117
Iscritto il: 12 febbraio 2010, 6:00
Località: Pordenone

26 marzo 2010, 12:41

danielsaam ha scritto:Bell'articolo di Marcello Pamio:

http://www.disinformazione.it/vibrazione_alimenti.htm
leggo " Molto interessante è constatare che la lunghezza d’onda della frutta e degli ortaggi disidratati rimane dentro la banda del viola e ultra-violetto: 4/5000 A°, e la frutta disidrata se immersa nell'acqua (processo di idratazione) per almeno 24 h, irradia quasi quanto appena colta.
Secondo il paragnostico cecoslovacco Jan Merta, la buccia di mele, pere e altra frutta o verdure, se lasciata immersa in un bicchiere di acqua durante la notte, emette vibrazioni salubri all'acqua che poi può essere bevuta.


si faceva già che la frutta disidratata si immergeva nell'acqua...
ma sapere che irradia quasi quanto appena colta è meraviglioso ! :)
grazie

sto provando anche con le spezie e tutto ciò che è disidrarato, anche le tisane, l'ortica e altro
Avatar utente
dodoedo
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 79
Iscritto il: 17 settembre 2008, 6:00
Località: savona

26 marzo 2010, 14:45

le teorie di andre' simoneton ci portano pero' a fare una riflessione su quanto rapidamente perdano le loro qualita' i vegetali dal momento della raccolta, qundi non basta nutrirsi di frutta e verdura, ma di frutta e verdura freschissimi. temo che la nostra presunta sana mela commerciale non possa ritenersi un alimento superiore visti i tempi intercorsi dalla raccolta al consumo, a questo punto non basta essere vegetariani ma bisogna anche aver l orto sotto casa .
edo.
Avatar utente
Foca
Veteran
Veteran
Messaggi: 617
Iscritto il: 24 giugno 2008, 6:00
Località: Agliana Pistoia

26 marzo 2010, 15:02

Dobbiamo tornare a fare i contadini, se vogliamo salvarci la pelle :lol: :lol:

io ci provo, la prossima settimana seminerò le patate, su in collina.

patrizia
"Dammi la possibilità di eliminare, di riparare, con il meccanismo del corpo!" "Trova il tempo di rimanere "ammalato" per alcuni giorni o settimane, e io ti aiuto! <<Rimani fermo, tranquillo, riposa, dormi e NON MANGIARE!>>"
Avatar utente
dodoedo
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 79
Iscritto il: 17 settembre 2008, 6:00
Località: savona

27 marzo 2010, 19:47

si credo anche io che bisogna fare un passo in dietro, se vogliamo riconquistare la salute.
Avatar utente
papessa
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 117
Iscritto il: 12 febbraio 2010, 6:00
Località: Pordenone

30 marzo 2010, 19:59

dodoedo ha scritto:le teorie di andre' simoneton ci portano pero' a fare una riflessione su quanto rapidamente perdano le loro qualita' i vegetali dal momento della raccolta, qundi non basta nutrirsi di frutta e verdura, ma di frutta e verdura freschissimi. temo che la nostra presunta sana mela commerciale non possa ritenersi un alimento superiore visti i tempi intercorsi dalla raccolta al consumo, a questo punto non basta essere vegetariani ma bisogna anche aver l orto sotto casa .
edo.
uscendo in campagna ho incontrato tantissima gente che raccoglie quello che la natura ci offre adesso (ha valori di vitamine e minerali molto superiori rispetto la classica verdura) ed ho imparato anche io :)
ora mi faccio quelle insalate di erba cipolina, l'aglio selvatico, l'ortica, il tarassaco, l'orecchiete di coniglio, le primule fiori e foglie, il boscaiolo, la violetta fiori, la stellaria. il cardo...
l'ortica appena scottata e con l'aglio è la mia preferita simile agli spinaci :)
Avatar utente
cieliazzurri
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 164
Iscritto il: 14 ottobre 2006, 6:00
Località: Arco (TN)

2 aprile 2010, 21:06

danielsaam ha scritto:
Sto ricercando in questo momento un dispositivo moderno per misurare il valore vibrazionale degli alimenti.

Approfitto dell' occasione per chiedere se qualcuno mi possa indicare un nome di tale strumento che misura queste vibrazioni. Vi ringrazio :lol:
Ciao, se vuoi ti posso indicare un dispositivo usato da secoli...

ti stampi la scala di Bovis che misura gli Amstrong http://www.reikinet.it/visual_sottocat. ... ttocat=939

Prendi un biotensor o un pendolino e testi:

Metti all'inizio del foglio un frutto o dello zucchero bianco o dell'orgonite e vedi quando il biotensor oscilla in maniera differente o smette di oscillare. Li è il punto massimo di vitalità della cosa che hai testato.

Puoi testare qualsiasi cosa, la vibrazione vitale di una persona ad esempio, buono è almeno a 6500A.

Ciao. :P
Il mentale è anche espressione del nostro corpo, delle sue rigidità/fluidità.
Un corpo armonioso, flessibile, aperto, gioioso, rispecchia le caratteristiche di un mentale simile ad esso. Perciò qualche volta è più saggio agire che stare lì fermi senza fa
Avatar utente
erre
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 467
Iscritto il: 21 gennaio 2008, 6:00
Località: Cagliari

6 aprile 2010, 16:10

cieliazzurri ha scritto:
danielsaam ha scritto:
Sto ricercando in questo momento un dispositivo moderno per misurare il valore vibrazionale degli alimenti.

Approfitto dell' occasione per chiedere se qualcuno mi possa indicare un nome di tale strumento che misura queste vibrazioni. Vi ringrazio :lol:
Ciao, se vuoi ti posso indicare un dispositivo usato da secoli...

ti stampi la scala di Bovis che misura gli Amstrong http://www.reikinet.it/visual_sottocat. ... ttocat=939

Prendi un biotensor o un pendolino e testi:

Metti all'inizio del foglio un frutto o dello zucchero bianco o dell'orgonite e vedi quando il biotensor oscilla in maniera differente o smette di oscillare. Li è il punto massimo di vitalità della cosa che hai testato.

Puoi testare qualsiasi cosa, la vibrazione vitale di una persona ad esempio, buono è almeno a 6500A.

Ciao. :P
Grazie cieliazzurri, sei stata molto utile. Sapevo esistere un' apparecchio apposito. Ma mi devono aver informato male. Comunque adottero' questo sistema manuale che gia' conoscevo ma mi mancavano alcuni elemenrti fisici per farlo. Mi attrezzero' subito. :lol:
Se trovo difficolta' ti chiedero' soccorso.
neo84
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 65
Iscritto il: 17 novembre 2009, 6:00
Località: Torino, Losanna

6 aprile 2010, 20:21

dodoedo ha scritto:si credo anche io che bisogna fare un passo in dietro, se vogliamo riconquistare la salute.
Ricollegarsi alla natura coltivando il proprio cibo non è un passo indietro, ma un passo avanti!! Dà grandi soddisfazioni e potrebbe anche diventare un lavoro per molti vista la crescente domanda di prodotti naturali.... io ci sto facendo un pensierino
Nessun vento è favorevole a chi non ha una direzione - Seneca
Rispondi
  • Informazione